Le cronache “di parte” della stagione 2017/18

 

Campionato Serie C2 – 6^ Andata (16.11.2017) # Kickers Bz-Febbre Gialla 2-4 (2-1): La FG/Paulaner non "sta come d'autunno sugli alberi le foglie"…è anzi viva e florida! L'autunno avanza a grandi falcate, tutto ingiallisce e diventa cadùco, ma la FGialla, che gialla di suo già è, proprio in questa stagione dell'anno ha invece inziato a germogliare vigorosamente in tutti i suoi effettivi e, dopo la scoppola marlenghese, ha inanellato una serie di convincenti prestazioni accompagnate da vittorie preziose e brillanti. Stasera, contro i Kickers, i gialloneri sono chiamati all'ultima fatica "reale" prima del farm team del Futsal Atesina che chiuderè il breve girone d'andata: unico risultato possibile è la vittoria per restare ad un tiro di schioppo dal Marlengo al giro di boa. I primi 5 minuti di gioco non offrono grandi emozioni: K5 arroccati saldamente in difesa e FGialla che sbatte ostinatamente contro la muraglia rossa. Al 6° Lazzarini riceve in banda, si beve il marcatore e spara forte trovando la complicità di Pascucci, 0-1. I padroni di casa aspettano, come consuetudine, il "contropiede perfetto" che arriva al 10° su un'imbucata intercettata: Zoffreo s'invola verso Cavalli e lo trafigge senza pietà (1-1). Il giro palla giallonero riprende ma non è fluido come altre volte e le azioni sono farraginose e pasticciate; solo Lazzarini trova un pertugio nelle maglie della falange rossa e di punta indirizza l'Agla verso l'angolino lontano: Vescoli di piede fa il miracolo. Una punizione dagli 8 metri non è sfruttata da Polinetti che scuote la barriera e poi Florian di tacco sotto misura impegna seriamente Vescoli. Ma i gialloneri amano farsi del male e quindi concedono un'altra ripartenza ai Kickers che Cava sbroglia con destrezza; trascorrono pochi minuti ed un'altra palla persa malamente favorisce la fuga solitaria di Seferi che insacca il 2-1 del sorpasso. Intervallo: Mister Silvietto richiama tutti all'ordine, resetta i cervelli e ricorda che mancano da ora 30' alla fine del girone d'andata...o si vince o si saluta il Marlengo! Al fischio d'inizio della ripresa le belve giallonere scendono nell'arena e "scorre subito il sangue": al 3° Polinetti imbuca magistralmente per Florian che, di suola, prende spazio su Proietti Colonna e con una girata fulminea incenerisce Vescoli sotto la traversa (2-2). Al 6° "Frenk" Ferrato rischia un'anticipo su Zoffreo che viene contrato, si ritrova la palla fra i piedi, vola in contropiede e con tunnel serve Davidino "Faccia d'Angelo che insacca il 2-3 del controsorpasso. La FG/Paulaner è un fiume in piena ed il quartetto in campo, come previsto, fa vedere i sorci gialloneri agli occupanti del fortino K5: punizione violenta di Lazzarini e Vescoli salva di "mano-palo-dallaserra". All'8° il sigillo di classe su questo travolgente forcing birraiolo lo appone l'intramontabile Igor "Midnight" Mezzanotte con una deviazione spettacolare di tacco alla "Bettega 2.0" in seguito a rimessa laterale. Il 2-4 non chèta gli ospiti che al 10° sciorinano l'azione più bella degli ultimi anni, tutta di prima, conclusa con tocco ravvicinato di Florian che coglie un clamoroso doppio palo! A metà tempo i Kickers si ridestano dalla gragnuola di colpi subiti e Proietti Colonna costringe Cava alla smanacciata sul montante; gli risponde il Pampa con una duplice azione in cui prima scheggia il palo esterno e poi si vede strozzare in gola l'urlo del gol da una mostruosa parata di Vescoli. A 5' dal termine i Kickers provano i 5° uomo di movimento ma vengono rintuzzati a dovere col pressing alto giallonero e quindi non creano alcun pericolo fino al fischio finale. Si chiude il girone "reale" d'andata con 5 vittorie ed una sconfitta: ruolino di marcia molto buono...in linea con quanto si era fatto anche all'andata della scorsa stagione poi però finita disastrosamente. Ora manca un farm team che non fa classifica, poi si deve provare il miracolo in Coppa ed in gennaio/febbraio bisognerà allenarsi minuziosamente grazie alla Winter Cup per farsi trovare prontissimi ai primi di marzo per il rush finale di campionato...

Campionato Serie C2 – 5^ Andata (09.11.2017) # Febbre Gialla-Bressanone 10-1 (2-0): Primo tempo di esperimenti, secondo tempo di sostanza! Data la malleabilità dell'avversario si decide per una prima frazione di esperimenti tattici: ogni quartetto ha delle rigorose consegne da rispettare indipendentemente da cosa faccia l'avversario. Quindi dopo l'1-0 siglato da Lazzarini di tacco sotto misura al 6° passano interminabili minuti in cui non accade nulla a parte un'uscita miracolosa di Cavalli che impedisce agli ospiti di raggiungere un pareggio più che meritato. Nel finale Frangipani ruba palla e, dopo un coast to coast, trafigge Bratzu sul primo palo (2-0). Nella ripresa si torna alla normalità ed all'espressione libera e, come naturale conseguenza, fioccano le reti: al 6° Florian si accentra e di punta centra l'angolino (3-0) e subito dopo Frangipani fa 4-0 con un collo pieno ad incrociare. Dopo alcuni tentativi di Da Re ed Es Sarti è ancora Florian a far tremare Bratzu con un palo pieno prima e la staffilata del 5-0 poi. Tra il 9° ed il 10° minuto grandina sui brissinesi: Casarin pesca il 6-0 con una botta ad incrociare, Polinetti firma il 7-0 da posizione centrale ed ancora Casarin, dopo il break di Nocera, allunga 8-1 piazzando a fil di palo da fuori. Va a segno anche il President, in seguito a rimessa laterale (9-1), dopo 250 giorni dalla sua ultima marcatura: sono passati ben 8 mesi e 10 giorni e tante magagne fisiche...ma è ancora lì! "Cava" non passa sonni tranquilli dato che per ben due volte è costretto ad uscire a valanga di piede per sbrogliare due situazioni molto intricate. Al 26° "Angel's Face" Florian, con un diagonale da fondo campo, porta a 10 le reti della sua squadra, si issa in vetta alla classifica cannonieri insieme a Pirillo e Zoffreo e chiude l'incontro.

Campionato Serie C2 – 4^ Andata (27.10.2017) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 3-6 (2-0): La FG/Paulaner, viaggiando a "palo", accelera 6 volte! Innazitutto è necessario tributare un sentito plauso ai padroni di casa dell'Olimpia Holiday per essersi impegnati ad organizzare e a dare esecuzione al minuto di riflessione contro l'antisemitismo stabilito dalla FIGC distribuendo a tutte e due le squadre la stampa delle toccanti parole del "Diario di Anna Frank" poi lette da Capitan Di Mauro nel rispettoso silenzio delle Segantini. Passato il momento di sospensione emotiva è subito adrenalina da partita vera: FGialla reduce da una, sonora nel risultato ma non nel gioco, pesante sconfitta, contretta già ad un "dentro o fuori" a fine ottobre (una sconfitta oggi significherebbe campionato già compromesso) ed Olimpia invece più rilassata dato il buon cammino fatto fino ad ora frutto di sole vittorie e con una sola rete al passivo. I "blancos" di Mister Vinante si fanno subito vivi con un tiro insidiosissimo sul I palo che "Uku" Corea disinnesca miracolosamente e con una girata di Dallapè ben controllata. Dopo 5' non brillanti i bolzanini innescano una ripartenza 2vs1 in cui i due 100enari, quanto a presenze in giallonero, spaventano un Carli ormai battuto: Mezzanotte libera Lazzarini che centra incredibilmente il palo a porta vuota! Passa pochissimo ed è Polinetti a sgusciare centralmente e a far tremare la traversa di casa, mentre un ispirato Casarin salta di suola un meranese e costringe Carli a superarsi. La FGialla si muove bene e trova belle trame di gioco: ancora Polinetti sfugge a Rossi e, davanti a Carli in uscita, appoggia a Mezzanotte ad un metro dalla porta sguarnita...impossibile sbagliare? Palo lontano colpito! Al 15°, l'Olimpia, onorata di tanta generosità ospite, passa giustamente in vantaggio: punizione di Rossi salvata sulla linea, batti e ribatti con tre conclusioni consecutive meranesi e radente vincente di Trunzo (1-0). Da schema di punizione ben orchestrato è ancora Mezzanotte, servito da Frangipani, ad incocciare il 4° montante! La serata pare veramente segnata negativamente per gli ospiti che però devono solo recriminare con loro stessi per la sciagurata poca mira e concretezza sotto porta. A rendere tutto più complicato e, apparentemente insormontabile, giunge anche il 2-0 dell'enorme ed encomiabile Gobetti in contropiede. Florian chiude la prima frazione sverniciando per la 5^ volta il palo destro con un siluro. Nell'intervallo però non ci sono musi lunghi e morale sotto i tacchi perchè Mister Silvietto fa presente a tutti come si sia giocato bene e con carattere ed esorta, con la sua tipica colorita grinta, ad insistere così, che i frutti verranno. Si riparte e i birraioli della Paulaner vanno a cento all'ora: al 4° finalmente la sorte è benevola ed il diagonale secco di Capitan Lazzarini, dopo una bella imbucata, bacia il palo lontano e s'insacca (2-1). Al 13° Florian sfrutta un blocco magistrale e indovina la fucilata dai 12m. che regala il 2-2 sostanzialmente meritato L'Olimpia si affida al lampo del letale Rossi che, al 15° riporta i suoi in vantaggio, ma dà la sensazione di non avere più birra nelle gambe, a differenza dei "marchiati Paulaner" che possono ancora confidare nelle due frizzantissime lattine Frangipani-Es Sarti tenute astutamente in fresco per il momento clou dallo stratega Silvietto. Il 3-3 che raddrizza immediatamente l'incontro è un'altra invenzione dello straripante Lazzarini che ruba palla, sfonda in banda e consente a Mezzanotte di deviare sotto rete...questa volta in rete! Dallapè e Gobetti non trovano varchi sempre tarpati da un ottimo Crepaldi con visione periferica decuplicata dalle lenti (era ora!) mentre l'altro centrale Ferrato, dopo alcune granitiche chiusure, spacca in due la difesa olimpica facendosi lanciare dal quarterback Uku e, eluso il pressing alto, il difensore rimanente e Carli in uscita, dona a Florian la palla d'oro da accompagnare in porta (3-4). A 5 minuti dal termine vengono buttati nella mischia i due boci imprendibili: Frangipani inscena in fascia una serie di ripartenze e contromovimenti che mandano in tilt l'avversario di turno finchè da un suo spunto fuoriesce una palla vorticosa lungolinea sulla quale si avventa Lazzarini che, defilato da quasi fondo campo, di destro (?!) infila nel sette per il 3-5 bolzanino. L'Olimpia schiera il 4+1 per 5 lunghissimi minuti, ma il castello difensivo giallonero guidato da "Gandalf" Esposti e con un Es Sarti indemoniato in versione "Seek & Destroy" chiude tutto e tutti. Florian ruba palla astutamente e fa 3-6 dalla propria metà campo e "Uku" nega, con una paratona da terra, un gol già fatto. Finalmente abbiamo interrotto la striscia negativa con le squadre meranesi che ci perseguitava dallo scorso anno: troppi errori sotto porta ci hanno certo complicato il cammino, ma la soddisfazione è che sia stata una brillante e convincente vittoria del collettivo.

Campionato Serie C2 – 3^ Andata (20.10.2017) # Febbre Gialla-Marlengo F5 1-9 (0-4): Il BeethovenMarlengo ci suona la nona sinfonia! Un passivo del genere la FGialla non lo annoverava, in C2, almeno da dieci anni...bisogna risalire alla notte dei tempi, a quando ancora si parlava di "calcetto" e "Serie D" per incontrare un disastroso 4-12 con La Grolla alle Roen! A onor del vero bisogna anche premettere che sull'1-4, frutto di tre grosse indecisioni del portiere ed un'autorete, e col morale sotto i tacchi, si è deciso di schierare per tutta la ripresa il portiere come uomo di movimento: ma, mentre in Coppa con i marlenghesi, si era riusciti a recuperare da 1-4 a 3-4 e sfiorato il pareggio all'ultimo, qui invece si è colati a picco subendo ripetuti gol anche a porta vuota. Tutto è iniziato al 5° quando Pirillo ha concluso, il tiro è stato anche smorzato e la sfera si è goffamente infilata sotto le gambe di Cavalli. Lo 0-2 è stato un tiro-fotocopia di quello di Coppa da parte dello stesso Di Mauro da considerevole distanza. Il doppio svantaggio demoralizza i gialloneri che nel frattempo ci avevano provato con Mezzanotte, bravo a superare Salzano ma sfortunato a trovare Pichler sulla linea di porta che salva. Poi Dal Rì esplode la bomba che viene deviata sul palo e, dopo uno scambio con Lazzarini, viene murato da Salzano. Al 25° è lo stesso Pampa a ripiegare in difesa e, in scivolata per anticipare l'avversario, infila sventuratamente la propria porta. Davanti al pesante 0-4 la FGialla parte nella ripresa da subito col 5° uomo di movimento che frutta immediatamente l'1-4 di Florian. Poi però è sfacelo assoluto: mancano in generale lucidità e concentrazione e così Bighi da corner e con scavetto porta il risultato sull'1-6. Si insite col 4+1 ma Salzano non si fa mai sorprendere ed anzi gli ospiti allungano facilmente fino all'1-8 infilando la porta sguarnita con Pirillo e Quici. La punizione finale di Pirillo chiude tutto. Imbarazzante prestazione collettiva in una serata negativissima: certo, se si fosse rimasti chiusi nel II tempo probabilmente il passivo si sarebbe limitato di molto, ma si è voluto rischiare con "pressione altissima" e "4+1", esperimento che forse non è il caso di ripetere...

Campionato Serie C2 – 2^ Andata (12.10.2017) # Febbre Gialla-Jugend Neugries 7-0 (3-0): "FG/Paulaner Settebellezze"! Il film del derby giallonero non ha come regista Lina Wertmüller che, col suo "Pasqualino Settebellezze", si candidò addirittura all'Oscar, ma ha però come attori protagonisti gli uomini Paulaner, finalmente capaci di esprimere un gioco tonico e brillante e sprizzare atleticità da tutti i pori. Veramente una buonissima prestazione corale. I birraioli, oggi in completo rosso fuego per dovere di ospitalità, partono all'assedio con un pot-pourri di calci d'angolo vari per poi sfociare nel vantaggio, al 6°, con il penalty trasformato da Dal Rì. Pochissimi minuti dopo "il Pampa" avrebbe l'occasione di raddoppiare ancora dal dischetto, ma stavolta spara addosso a Tessaro. Ci pensa Florian a costringere l'estremo ospite ad una difficile parata su tiro a giro dalla distanza e poi a gonfiare la rete con una puntazza imprendibile sul I palo (2-0). La FGialla impone ritmi molto alti ai suoi avversari e le trame di gioco sono finalmente veloci e fluide. Polinetti si libera ad arte e squassa l'incrocio pieno con una bombazza delle sue. Il Neugries, molto basso e molto chiuso, non riesce ad impensierire Cavalli se non una volta su punizione, mentre rischia grosso quando Frangipani, imbeccato da Mezzanotte a due passi dalla porta, appoggia troppo debolmente e si fa respingere il tiro da Tessaro ormai a terra. Da schema su rimessa laterale giunge il 3-0 al 26° con Mezzanotte bravo a leggere la situazione e a farsi trovare smarcato per il tapin vincente. Nella ripresa i padroni di casa hanno il pregio di non calare l'intensità della manovra, nonostante il ragguardevole vantaggio, e, sospinti dalle dritte e dalle incitazioni del "Mister di giornata" Silvietto Bonato, ai box per ginocchio malandato, premono sull'acceleratore trovando presto il 4-0 (al 4°): Polinetti strappa una palla a centrocampo e, fatti alcuni metri in velocità, fucila impietosamente il portiere ospite. Al 5° è il "Pampa" Dal Rì a presentarsi al limite dell'area giallonera, vincere il contrasto con Tessaro in uscita disperata e ad infilare la porta ormai sguarnita (5-0). Gran filtrante di Lazzarini per il President che non riesce nella girata efficace ed incontro archiviato da Florian al 10° quando, ricevuto uno scarico quasi sulla linea di fondo, s'inventa un collo pieno sotto la traversa da posizione defilata (6-0). In uno scontro con un attaccante giallonero Cava ha la peggio ed è costretto ad uscire dal campo: guanti e maglia da portiere passano dunque al “Bocia” n.10 che spesso si diletta tra i pali nei tornei amatoriali. Al 26° arriva anche il 7-0 su tiro libero trasformato dal Pampa alla sua prima tripletta con i colori della FGialla. Il Neugries schiera il 5° uomo di movimento negli ultimi minuti cercando la rete della bandiera ma, oltre ad essere salvato da un palo clamoroso a porta vuota colto dalla distanza dal Pampa, si vede negare la gioia del gol da una paratona a mano aperta del Bocia su rasoterra velenoso diretto all'angolino. Calato il sipario, ora non bisogna cullarsi sugli effimeri allori, ma lavorare duramente in vista dei due prossimi incontri con le meranesi che già possono incidere sulla vittoria finale...

Campionato Serie C2 – 1^ Andata (06.10.2017) # Laives Bronzolo-Febbre Gialla 4-5 (1-1): La FG/Paulaner fa un buon "movimento" all'ultimo respiro! Prima di campionato e gialloneri marchiati Paulaner chiamati a testare la nuova compagine del Laives Bronzolo del nocchiero "Barbeer" Varignani, pieno in realtà di vecchie conoscenze, una su tutte, a sorpresa, il mitico Mirketto Sommacampagna. Bolzanini che iniziano con buon piglio ma lo scambio in velocità Polinetti-Dal Rì si spegne sul fondo; al 6° è vantaggio ospite con un mirabile blocco di Crepaldi che consente a "Angel Cupido" Florian di librarsi verso il centro e saettare dai 10 metri un dardo radente sul primo palo: 0-1. La FGialla legittima il vantaggio con una serie di ghiotte occasioni che non finalizza per grossolani errori dei singoli a tu per tu con Concolino: inizia il "Pampa" Dal Rì in versione assist-man a lanciare Ferrato in area che però non inquadra lo specchio, poi Lazzarini fugge in fascia, rientra e mette un cioccolatino sul II palo per il solissimo Crepaldi che pasticcia e spreca sul fondo. Al 19° ancora Lazzarini innesta la 5^, brucia tutti e libera sulla sinistra il cucchiaio del Pampa che supera Concolino in uscita ma lambisce la traversa. I padroni di casa alleggeriscono la pressione con alcuni tiri in diagonale che però non impensieriscono l'inoperoso Cavalli, anche perchè Es Sarti salva la sua porta con una scivolata salvifica su Morzenti liberato in piena area. Gialloneri nuovamente vicinissimi al raddoppio al 24° quando Florian mette al centro una palla splendida per il Pampa che però spara contro l'estremo difensore biancoblu. Inevitabile quindi la severa punizione successiva ai troppi gol sbagliati: palla colpevolmente lasciata arrivare con facilità in piena area al letale Sommacampagna che con la sua tipica maestrìa, allocca centrale e portiere con un doppio beffardo tunnel e purga i gialloneri per l'ennesima volta...1-1 e fine primo tempo! Il pari subìto allo scadere fa rientrare i bolzanini sul parquet con molti dubbi e le prime trame sono imprecise e poco fluide: al 4° è però Polinetti, tornato ai suoi fasti del Pool, a caricarsi la squadra sulle spalle, sfondando con decisione sulla destra ed incastonando la sfera nel 7 opposto per l'1-2 splendido. Trascorrono soli 3' e Morzenti imita l'11 giallonero e spara un missile a incrociare per il 2-2 che rimette le cose a posto. Polinetti non accetta lo sgarbo e, un giro di lancette dopo, chiede il triangolo a Mezzanotte che restituisce di tacco, ci mette le punta Ossanna ed infila la propria rete (2-3); la partita si accende e da una fagiolata a centrocampo fuoriesce una palla sugosa per Ossanna sul II che non sbaglia: 3-3 e "Osanna nell'alto dei cieli" per i laivesbronzolotti e bestemmie infernali per il trio Silvio-Gualti-Ugo! Al 12° le imprecazioni sataniche arrivano al livello di richiesta di esorcismo quando addirittura i biancoblu di casa passano 4-3 con Folchini che si avventa per primo su una palla ribattuta approfittando delle cristallizzate statue di sale giallonere e fa secco "Cava. Mancano 9' alla fine ed il jolly del 4+1 con "Frank" Ferrato come portiere uomo di movimento viene subito calato: paradossalmente il 4-4 viene raggiunto dai bolzanini grazie all'azione travolgente e solitaria del PampaPipita che si esibisce in un inarrestabile coast-to-coast con rasoterra finale vincente. Anche il Laiv/Bro opta quindi per il 4+1 e così gli ultimi minuti vedono le due compagini cambiare febbrilmente i portieri a turno rendendo il tutto molto spettacolare e "movimentato": a pochissimo dal fischio finale un insistito giro palla giallonero con cambio fronte libera al tiro "Hobbit" Polinetti che, sfruttando il blocco del prezioso Mezzanotte, insacca il 4-5 vincente sul palo lontano! Termina così, con fatica e sofferenza portiamo via 3 punti preziosi in una partita molto combattuta...e ci sarebbero anche due mani in area, una per parte, ma questi sarebbero discorsi da Var...

Coppa Provincia C2 – 3^ Andata (28.09.2017) # Febbre Gialla-Olimpia Holiday 1-5 (0-2): La FG/Paulaner fa 5 passi fuori...dalla Coppa! Male, molto male...dopo un primo tempo equilibrato scosso solo da due lampi episodici (un errore difensivo ed un errore del portiere) che avevano fatto pendere l'ago della bilancia a favore degli ospiti meranesi, la ripresa è stata un completo disastro dei gialloneri sovrastati dalla grinta, dalla forza fisica e dalla concretezza dei bianchi olimpici che in 17' si sono portati a condurre per ben 0-5. E che l'inizio partita prometteva bene, soprattutto dopo l'apertura di Dal Rì che aveva messo Polinetti solo davanti a Schmieder bravo a chiudere lo specchio di stinco. Dopo una punizione di Zanon che fa la barba alla traversa è Facchini, approfittando della dormita generale, a pescare Dallapè sul II palo per la beffarda deviazione di tacco dello 0-1. Tra gli avanti di casa è Florian il più indemoniato, ma alcune sue conclusioni velenose dirette negli angolini sono sventate in spaccata bassa dall'estremo ospite, fermo sì da tre anni, ma notevolmente reattivo! Al 18° Lazzarini sfonda sulla sinistra e mette una palla d'oro sul palo lontano dove è ben appostato Crepaldi che però non trova la deviazione per uno scompenso spazio-temporale. Al 29° l'Olimpia ringrazia Uku per il regalo e così l'apparentemente innocuo lancio teso a mezza altezza di Zangrandi diretto nel cuore dell'area si trasforma nel pesante 0-2 che chiude il primo tempo. Nell'intervallo i padroni di casa raccolgono le forze mentali per tentare di ribaltare il tutto, ma appena fischia l'arbitro è sfacelo completo: i corazzieri di Vinante, a dispetto delle stazze da giocatori di rugby, sono comunque agili, furbi, tecnici e spietati...arrivano primi su ogni pallone e vincono tutti i contrasti possibili. Al 4° le operose api giallonere, attratte dal miele, si fiondano ciecamente in tre sul pivot ospite che serve all'indietro il dimenticato Di Vietri per il secco piattone dello 0-3. Un contropiede 2vs1 realizzato da Zangrandi al 16° spegne definitivamente la luce in casa Paulaner, dove si opta per il portiere come uomo di movimento per i restanti minuti. Subito un palo di Lazzarini sembra far pensare al meglio, ma subito dopo una sciagurata palla persa consente a Zanon di insaccare lo 0-5 nella porta vuota dalla propria area. I 10' minuti mancanti vedono un discreto 4+1 giallonero con alcune buone conclusioni sempre sventate dal monumentale n° 1 meranese e l'effimera soddisfazione della rete della bandiera siglata dal buon Ferrato all'esordio stagionale. Per noi la strada in Coppa si complica estremamente, per non dire che siamo già quasi al capolinea...

Coppa Provincia C2 – 2^ Andata (22.09.2017) # Bressanone-Febbre Gialla 5-13 (2-8): La FG/Paulaner battezza l'inedita palestra di Bressanone! Per la prima volta in assoluto nella storia della C2 altoatesina si disputa una partita di calcio a 5 nella città di Bressanone e la FGialla, società decana del futsal bolzanino, è la predestinata a tenere a battesimo il neonato Bressanone C5 in questa sua prima uscita casalinga. Nella bella palestra brissinese, molto simile alle Valier e alle Segantini, i gialloneri passano già al 3° sugli sviluppi di una rimessa laterale con Lazzarini, il quale segna anche lo 0-2 poco dopo con azione in fotocopia. Il Bressanone non si demoralizza e all'8°, in un minuto, impatta con Remondino e Moliterno. Ma a partire dal 13° i bolzanini prendono il largo: Polinetti sfrutta un blocco ed insacca il 2-3 con botta da fuori e poi Lazzarini trasforma una punizione a due dal limite (2-4). Il 2-5 è opera di Mezzanotte in contropiede su assist di Polinetti, mentre il 2-6 lo insacca Florian appostato sul II palo. L'italo-marocchino Es Sarti sigla il 2-7 sfruttando lo smarcante passaggio del pivot Dal Rì il quale, dopo aver centrato un doppio palo con una folgore dai nove metri, pesca il 2-8 con un sinistro dal limite che non dà scampo a Bratzu. La ripresa vede gli ospiti bolzanini andare molto vicini alla segnatura ma sono i pali (3) a respingere le conclusioni; al 3° il "Pampa" Dal Rì, spalle alla porta, usa il marcatore come perno ed infila il 2-9. Dopo il break brissinese di Moliterno che punisce un pasticcio da ultimo uomo degli ospiti, ci pensa Polinetti ad allungare 3-10 appoggiando in rete di testa un'insistita azione d'attacco. Ancora gloria per Es Sarti che sfonda sulla sinistra (3-11) e spettacolare deviazione di tacco di Mezzanotte su schema da angolo per il 4-12 dopo un'altra segnatura di Moliterno. Polinetti chiude la pratica con la tripletta personale e a Moliterno, autore di una quaterna, spetta mettere la parola fine all'incontro 5-13. Indipendentemente dal risultato molto rotondo a discapito dei volenterosi ma ancora inesperti biancorossi di casa, è stato bello finalmente vedere una città nuova, una palestra nuova, una squadra nuova...da segnalare anche come importante novità l'esordio positivo tra nostre fila del giovanissimo Bryan Da Re alla sua prima esperienza nel futsal.

Coppa Provincia C2 – 1^ Andata (14.09.2017) # Febbre Gialla-Marlengo F5 3-4 (1-3): La FG/Paulaner si risveglia troppo tardi dal letargo autunnale! La malaorganizzazione della Scuola Valier, assommata a quella delle varie Amministrazioni deputate all'assegnazione delle palestre, ha fatto sì che fino alla partita di stasera, la FGialla, padrona di casa, non abbia mai potuto fare un solo allenamento sul parquet amico! Pur avendo sopperito con campetti outdoor di ogni tipo, i gialloneri hanno impiegato quasi un tempo per riprendere confidenza con le dimensioni del campo di gioco e con il fondo molto più veloce rispetto all'erba sintetica. Al 2° sono gli ospiti meranesi a passare in vantaggio sugli sviluppi di un corner con un tiraccio dalla distanza di Di Mauro G. che sorprende Cavalli (0-1). Al 5° Lazzarini orchestra un blocco magistrale che libera al tiro il nuovo acquisto "Pampa" Dal Rì il quale fa partire un missile coreano che esplode sotto l'incrocio (1-1). Un giro di lancette ed è già 1-2: Pirillo s'incunea in area dalla banda e, dalla linea di fondo, imbecca al centro il solitario Fritz che non sbaglia. Tre reti in sei minuti fanno presagire ad una grappolata di segnature, ed invece, dopo l'1-3 pescato da Bagalà su punizione grazie alla netta deviazione "presidenziale", tutto si regolarizza: i bolzanini tessono trame per aprire varchi ed il Marlengo sfrutta le ripartenze di Quici e Pirillo ben stoppati da Cavalli in uscita. Al 18° il Pampa verticalizza in area per Esposti il cui tocco, ulteriormente accentuato da un difensore meranese, costringe Salzano ad un intervento prodigioso! Un'altra buona percussione centrale vede Polinetti infilarsi in area ma strozzare troppo il tiro. Termina la prima frazione e l'intervallo è allietato, sulle tribune, dalla cavalleresca proposta di matrimonio del Pampa alla sua bella Laura con tanto di genuflessione, mazzo di rose e anello: felicitazioni! Si ritorna in campo per la battaglia e la FGialla dà l'impressione di esserci: due potenti diagonali di Polinetti si spengono sull'esterno rete e da una rimessa Casarin impegna severamente Salzano. Al 17° Pichler chiede ed ottiene un triangolo che lo porta in area per lo scavetto dell'1-4. Sembra finita ed invece i gialloneri con Es Sarti e Frangipani sfoderano guizzi importanti ed ancora il "Pampapromessosposo" spara dal limite e Salzano si supera con la mano di richiamo. A 8' dal termine i birraioli, schiumando rabbia, scatenano il 4+1 della disperazione e chiudono il Marlengo nei suoi nove metri: dopo alcune insistite circolazioni di palla è Polinetti, in seguito a corner, a trovare il rasoterra vincente (2-4). La FGialla non molla ed insiste con il portiere di movimento guadagnandosi un netto rigore che Dal Rì trasforma con una sassata "ad occhi chiusi" per il 3-4 che alimenta le speranze. Ma i 2' mancanti non portano altre segnature e finisce con una sconfitta di misura. Peccato, ma di fronte si aveva una signora squadra a cui si è comunque tenuto testa fino alla fine...

Le cronache “di parte” della stagione 2016/17

 

Coppa Provincia C2 – Semifinale Final Four (14.04.2017) # Futsal BZ 2007-Febbre Gialla 3-2 (0-0): Ci si ferma qui! Anche la Coppa di questa stagione, come l'anno scorso, vede i gialloneri arenarsi in semifinale contro i vincitori della C2: nel 2015/16 fu il Mosaico ad eliminarli con un secco 3-0 all'andata ed una sconfitta indolore per 4-3 al ritorno. Questa volta è il Futsal BZ a superarli di una rete in un incontro sostanzialmente equilibrato, con la nuova formula della partita secca. In un PalaResia quasi vuoto, complice il venerdì Santo prefestivo ma anche l'immensità della struttura in cui 100 persone, che renderebbero le Valier quasi esaurite, risultano qui una goccia nell'oceano, si disputano per la seconda volta le Final Four di Coppa Provincia dopo l'esperimento della stagione 2012/13 (anche quella volta Palasport ed anche quella volta la FGialla uscì per un solo gol contro il Marlengo): apre l'evento Olimpia Holiday-Pineta, con i biancoverdi che travolgono 8-2 i meranesi in serata no. Poi è il turno del derby birraiolo tra le due formazioni bolzanine che in campionato si son date battaglia senza però mai prevalere l'una sull'altra (3-3 e 2-2). Il C5 sorprende la FGialla perchè non pressa alto ed invece adotta un atteggiamento molto attendista con palla fatta girare a lungo e senza fretta, con l'obiettivo di trovare un varco per l'imbucata e/o di cercare di stanare i gialloneri che invece controllano con ancora maggiore agevolezza e rintuzzano senza fatica le trame avversarie. Sapendo di essere conosciuti a menadito dai gialloneri, i biancorossi (oggi all blacks) di Patròn Rossi non fanno nessuno degli schemi noti da rimessa laterale e da corner e la prima frazione scivola via molto tattica e avara di emozioni eccezion fatta per un incredibile palo a porta vuota colto da Frangipani. Nella ripresa il C5 pareggia subito i legni con un incrocio di De Sarro e poi si porta in vantaggio con una deviazione di tacco di Mongelli su una palla filtrante che beffa Corea (1-0). La FGialla non accusa il colpo, nemmeno dopo il palo lontano scheggiato da Perini, però si fa infilare nuovamente al 13° da De Sarro che intercetta una palla lunga da corner e vola in solitaria verso Uku trafiggendolo senza pietà (2-0). E' a questo punto che la FG/Paulaner inizia finalmente a giocare con più grinta e determinazione, subisce un tiro libero che si stampa sul montante basso, ma inizia a creare pericoli con Crepaldi che si libera in slalom e spara a botta sicura esaltando le doti di Sartin. Al 16° i gialloneri accorciano 2-1 con una ripartenza fulminante che Lazzarini concretizza con cannonata imprendibile. Passano 3' ed è il "gemello" Bocia Frangipani ad impattare 2-2 con fucilata sotto la traversa a conclusione di un'altra ficcante azione in velocità. Con una ritardata chiusura su una "prevedibile" imbucata in diagonale, si lascia colpevolmente a De Sarro quel metro necessario per esplodere il sinistro vincente del 3-2: calo di tensione dopo il pareggio quasi insperato raggiunto invece velocemente? Mah, forse, tant'è che gli ultimi 6 minuti, la FGialla li passa col 5° uomo di movimento senza però creare grandi pericoli al C5, solo la logica tanta apprensione che il 4+1 ingenera sempre. Chiudiamo in attacco e a testa alta, ma eliminati...Palasport ancora una volta indigesto.

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata R (07.04.2017) # Bassa Atesina-Febbre Gialla 5-5 (1-3): Dopo tanti anni, questa volta, a Bronzolo, la FGialla non Bassa! Ultima di Campionato senza stimoli per la FGialla, ormai già quarta in entrambe le classifiche, che si va a calare nel solito flipper di Bronzolo con lo scopo primario di non dilapidare i 6 cartellini gialli di vantaggio sulla seconda in ottica Coppa Disciplina. La partita si mette subito bene all'11° quando Polinetti triangola con Casarin ed infila lo 0-1 di giustezza. Dopo tanti batti e ribatti, tipici degli spazi ridottissimi di questa palestrina, sono ancora i gialloneri ad andare a segno con Mezzanotte che viene imbeccato in area da Florian, scarta secco Concolino, e deposita in rete lo 0-2. Al 24° Sanfelici colpisce un palo di testa ed un minuto dopo spara una "maledetta" da punizione dai 10 metri che quasi decapita un difensore e si infila nel sette (1-2). FGialla che manovra molto bene e fa girare incredibilmente la palla: al 29° è 1-3 con Lazzarini che, in seguito a rimessa laterale, trova il diagonale vincente. La ripresa fa annotare 5 minuti di gialloneri scatenati che creano occasioni colossali con Mezzanotte, che supera il portiere ma mette fuori, con Florian che si libera bene ma non inquadra lo specchio e con Polinetti che spara sul montante esterno. Al 4° il coronamento di tutti questi attacchi si materializza con la spizzata di testa di Florian su palombella di Crepaldi (1-4); al 7° giunge pure l'1-5 di Lazzarini che vince un rimpallo a centrocampo e trafigge l'estremo di casa con una fucilata. FGialla sul velluto con 5 falli a favore e con partita in pieno controllo: si preannuncerebbe una goleada...ed invece tutto si inverte! I bolzanini non smettono di giocare e creare occasioni, ma la Bassa, nel frattempo, riesce ad accorciare 2-5 con Benedini dalla distanza. Al 24° Ossanna anticipa il centrale ospite in seguito a rimessa laterale e gira in porta il 3-5. Al 28° Florian fugge in slalom e viene abbattuto in fascia: l'arbitro trasforma il fallo subito dal giallonero in improbabile simulazione con tanto di inspiegabile ammonizione e, sugli sviluppi, Sanfelici triangola con Zanghi ed insacca il 4-5 con la difesa bolzanina colpevolmente in bambola. La Bassa prova il 5° uomo di movimento e, allo scadere, trova l'insperato 5-5 ancora con Benedini. Si chiude il sipario sul campionato e vediamo vedere sfumata una vittoria, che si aveva saldamente in pugno, per evitabilissimi errori difensivi dei singoli...purtroppo questo è capitato già altre volte, e ci è costato caro, soprattutto nel girone di ritorno. Si bissa la vittoria dello scorso anno in Coppa Disciplina, dimostrando che il "Yellow Fever Style" è un marchio di fabbrica! Ma forse ad essere troppo buoni...ora testa alla durissima Final Four di Coppa contro i campioni della C2 del Futsal BZ.

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata R (24.03.2017) # Marlengo F5-Febbre Gialla 4-3 (2-1): FG/Paulaner agli sgoccioli: sempre di meno e sempre più giù! Per i gialloneri bolzanini il trand negativo di infortuni ed assenze per indisponibilità varie iniziato nella sventurata partita con l'Olimpia non si è più arginato, anzi, è peggiorato al punto di trovare il suo culmine proprio stasera in casa del Marlengo F5: un portiere ed appena 6 uomini di movimento da mettere a referto per i bolzanini...assenze pesanti ma inevitabili e, purtroppo, non colmabili. Nelle prime battute di gioco le due compagini si affontano con buon ritmo e si annullano reciprocamente. Lazzarini si incunea in area meranese e, dopo una prima conclusione ribattuta, è sgambettato platealmente da tergo senza che nessuno se ne accorga. Al 16° un tiraccio in diagonale di Di Mauro è deviato di punta da Polinetti contro il proprio incrocio trasformandosi in assist per Bagalà che batte a rete indisturbato (1-0). Il Marlengo alza i ritmi potendo contare su una panchina molto più lunga rispetto agli ospiti: Di Mauro spara una bomba sul I palo ben parata da Cavalli e poi Bagalà costringe l'estremo ospite a deviare a mano aperta un diagonale insidioso. Al 29° è 2-0 grazie ad uno scambio al volo ravvicinato Bagalà-Merzi-Bagalà in mezzo alle "brutte statuine" giallonere. Un minuto più tardi è Polinetti su punizione dal limite a siglare il 2-1 che rende meno amaro il rientro negli spogliatoi per l'intervallo. Nella ripresa la FGialla, pur con gli uomini contati, prova il tutto per tutto aggredendo i marlenghesi con vivacità e sfuggendo al loro pressing alto: all'8° Lazzarini lancia per Florian dietro le linee, il quale controlla bene e batte Torneri da pochi passi (2-2). FGialla che tiene testa agli uomini di Maggetto ma che al 16° capitola nuovamente in seguito a punizione di Bagalà al quale non pare vero vedere la barriera aprirsi inaspettatamente davanti a sè come il Mar Rosso al cospetto di Mosè (3-2). E' ancora da un calcio da fermo che nasce il 3-3 al 20° quando Casarin esplode una saetta a fil di palo. Il Marlengo cade un po' in confusione e i gialloneri vengono fermati solo da un montante che respinge la botta di Lazzarini a Torneri immobile. Al 23° però, da una palla inattiva a centrocampo, complice una pessima disposizione difensiva dei bolzanini, Bagalà è servito ai limiti dell'area e può realizzare il 4-3 ed il proprio poker personale. Negli ultimi 5' di gioco la FGialla schiera il 5° uomo di movimento schiacciando i meranesi nei loro 7 metri e terrorizzando Torneri con tre staffilate di Casarin, una delle quali si stampa sul palo interno e viene bloccata sulla linea di porta. Una fuga di Di Mauro verso la porta sguarnita è sprecata con palla sul fondo mentre, all'ultimo secondo, Mezzanotte ben servito in area, non vede al centro il libero Florian e prova uno scavetto sul portiere in uscita che si perde oltre la traversa. Prestazione cmq gagliarda dei risicati gialloneri che però pagano a caro prezzo 3 grossolani ed evitabili errori difensivi che comportano la quinta sconfitta stagionale che ci relega mestamente al giusto 4° posto nella Classifica Reale, dopo un'ottima andata che faceva pensare ad altri obiettivi...

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata R (09.03.2017) # Febbre Gialla-Futsal BZ 2007 2-2 (2-1): Tra FG/Paulaner e C5/Forst è tanta schiuma, ma poca birra: un pareggio non frizzante ma gradevole! Ormai giunti a poche partite dalla fine del Campionato "Virtuale" e a pochissime dal termine di quello "Reale", e cioè di quello più importante in quanto determina la promozione in C1, la Palestra Valier mette sul piatto di portata di giovedì 9/3 un gustoso e ricco scontro tra la FG/Paulaner di President Esposti ed il C5/Forst Futsal BZ di President Rossi. Gialloneri (oggi giallorossoneri) terzi ed ormai tagliati fuori dalla questione promozione ma seriamente intenzionati a lottare fino alla fine e biancorossi (oggi all blacks) capolisti e seriamente intenzionati a bruciare le ultime tappe per la vittoria finale. La grande amicizia e stima fra i due storici Presidenti e tra tutti i giocatori e dirigenti delle due compagini (alcuni anche illustri ex FG) fa sì che all'insegna del fair play e anche per dare un segno positivo e distensivo a tutto il movimento futsalistico, attraversato in questi ultimi tempi da epocali stravolgimenti ai vertici e da un po' troppi comportamenti burrascosi sui vari campi di gioco, ci sia un simpatico scambio di "luppolati gagliardetti" tra Capitan Bonato, oggi alla sua 200^ presenza in giallonero, e Capitan Splendore. Una buona presenza di pubblico, sempre merce rara di giovedì sera, fa da cornice al calcio d'inizio: C5 a guidare le danze, come da spartito, e FGialla ben disposta a rintuzzare ogni tentativo di imbucata. Il primo tiro dell'incontro è scagliato da Lazzarini in diagonale sul quale Sartin ci mette il piede. Gli ospiti fanno girare molto la palla ma i padroni di casa eludono i tentativi di blocco e chiudono le diagonali in modo puntuale lasciando solo la possibilità di un paio di innocui tiri dalla distanza a Fraccaroli e Perini. Al 16° il break dell'1-0: Frangipani "legge" bene l'esecuzione di un corner cicinquino, intercetta la palla e lancia Dani Angelini in una galoppata coast to coast che si conclude, dopo sportellate ed equilibri precari, con una rasoiata imprendibile nell'angolino lontano. Il C5 ricomincia a manovrare e macinare palloni ma, a parte un tiro sballato di Pellegrinon pescato incredibilmente solo in area ed un tiro di Perini fuori di non molto, "Uku" Corea trascorre un tempo di assoluta ordinaria amministrazione. Al 21° il Futsal BZ trova l'1-1 in una delle pochissime imbucate concesse: Garbin controlla, si gira bene e segna il pareggio. La FGialla incassa ma non si scompone ed anzi sfiora immediatamente il nuovo vantaggio con Casarin, lanciato da Bonato, che, solo davanti a Strakko, si fa respingere col tacco la conclusione. Passano solo 4' quando, sugli sviluppi di un angolo, Sartin respinge la bordata facendo impennare la palla sulla quale si avventa Mezzanotte che riesce ad addomesticarla ad arte e ad infilarla rasoterra in rete per il 2-1 che chiude la prima frazione. La ripresa vede gli ospiti alzare il consueto pressing per la necessità vitale di recuperare palla, ma la FGialla va a nozze imbeccando con i lanci i suoi pivot o scatenando le sue frecce sulle bande. E' un'invenzione di Mongelli al 4° a regalare il 2-2 agli uomini di Vitiello: con azione solitaria sulla fascia destra porta a spasso due gialloneri, si libera di suola e spara una saetta ad incrociare...indubbiamente grande giocata! Il C5 preme sull'acceleratore e confeziona due ghiotte occasioni con Fraccaroli che bombarda due volte in diagonale trovando sempre Corea pronto alla deviazione; ma la FGialla non sta a guardare e su una respinta corta di testa di Ferrato irrompe il Bocia al volo ma s-ciabatta fuori da pochi metri. Ancora Mongelli trova il pertugio per una puntazza sul I palo che Uku para a mano aperta non senza difficoltà. La partita scorre veloce senza più grandi occasioni: le due squadre si arginano reciprocamente e non trovano varchi legittimando un equo pareggio. Al 27° Polinetti riesce a imbucare per Florian sul laterale, veronica sontuosa a liberarsi di due mercatori, conversione verso il centro e fulmine basso che incoccia sullo spigolo vivo del montante e gli ritorna indietro, ma ormai la porta è murata...finisce così 2-2, dopo il 3-3 dell'andata. Sostanzialmente questa sfida ha visto tanto gioco, ma poche vere azioni da gol...insomma tanta schiuma, ma poca birra, in ogni caso una partita combattuta, corretta e vibrante: per il terzo ed ultimo "Derby della Birra 2016/17 - Paulaner vs Forst" appuntamento a metà aprile alle Final Four di Coppa Provincia. E quel giorno non potrà finire in pareggio...

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata R (03.03.2017) # Mosaico B-Febbre Gialla 2-12 (1-6): Un'incerottata FGialla prevale su un Mosaico con poche tessere: sugli scudi il suo portiere-pivot! Cerotti come se piovesse alle Roen con un Mosaico B ridotto ai minimi termini ed una FG/Paulaner con tante assenze e quindi costretta a schierare come pivot il suo portiere "Uku" Corea con la cabalistica maglia n° 7. L'inizio incontro regala subito l'inaspettato vantaggio del Mosaico grazie ad un rigore realizzato da Terrin e quindi per i gialloneri, oggi in rosso, la partita è già in salita. Passano pochi minuti e D. Angelini trova l'1-1 con un gran diagonale di sinistro, imitato all'11° da Polinetti che, su assist di Uku, trova il rimpallo vincente contro De Marchi e firma il sorpasso (1-2). Al 20° Bonato dimentica il polpaccio stirato e giunge in tempo sul II palo per concretizzare nell'1-3 l'assist al bacio di Crepaldi; due minuti pià tardi lo stesso Tommi Crepaldi trasforma la punizione dell'1-4 con una cannonata sotto il sette, preludio all'1-5 di Mezzanotte con elegante deviazione di tacco su tiro di Casarin. Il primo set termina 1-6 con la doppietta di D. Angelini. Nella ripresa bisogna attendere 9' per l'1-7 di Polinetti che vola in contropiede solitario e la piazza di piatto. Al 2-7 dei padroni di casa risponde immediatamente Capitan Bonato che mette il ginocchio vincente sulla traiettoria disegnata da Lazzarini. Il 2-9 è opera ancora di Polinetti con un violentissimo diagonale a mezza altezza mentre il 24° minuto segna il momento di gloria di Uku Corea che, al centro dell'area avversaria, si libera con un contromovimento, riceve e fredda De Marchi sotto le gambe: 2-10 e grande gioia per un portiere che da sempre sognava un gol in movimento in una partita ufficiale. Ma non è finita: nei minuti finali Polinetti bombarda nell'incrocio per la personale quaterna ed il 2-11. La perla finale del 2-12 la realizza ancora "El Mariachi" Corea che riceve agli 8 metri e di punta spara una frombolata sotto la traversa. I titoli di coda scorrono con in sottofondo una melodia inconfondibile: "Ukurukukuuu palomaaaa, ahi ahi ahi ahi ahiiii segnavaaaa!". Uku esce dal campo visibilmente soddisfatto e fiero di aver messo a referto una doppietta che si aggiunge alle 2 reti segnate in passato dalla propria area...il suo sogno si è realizzato, ora è un pivot a tutti gli effetti!

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata R (23.02.2017) # Febbre Gialla-Pineta 0-1 (0-1): I gialloneri perdono la "Sfida all'O.K. Corral"! Scontro titanico dalle tinte "western" quello svoltosi stasera tra FGialla e Pineta: partita maschia, tirata, combattutissima in ogni centimetro quadrato del parquet, duelli rusticani ovunque, belve in gabbia in panchina e seguaci rumorosi in tribuna. Una cornice calda, appassionata ed appassionante che stride notevolmente con la consueta mesta e silenziosa atmosfera da cattedrale deserta che domina da anni alle Valier. FGialla ancora molto rimaneggiata che deve annoverare assenze importanti ma preparata benissimo, sia tatticamente sia psicologicamente, all'ostico evento. La partenza dei bolzanini è molto brillante: buon ritmo e trame pulite per liberarsi dello scontato pressing alto. Polinetti s'incunea in banda destra scarta a sinistra ed esplode un tracciante ad incrociare che si stampa sul palo lontano. All'8° punizione invitante dai sette metri affidata ancora al destro al fulmicotone di Polinetti che trova una sfortunata deviazione di spalla contro lo spigolo interno della traversa. La buona sorte non è certo a favore dei padroni di casa, anzi...pensa bene di metterci lo zampino all'11° sul tiro sporco e senza pretese dalla distanza di Ioris che sorprendentemente beffa Corea...è lo 0-1 che incredibilmente segnerà la gara! Casarin riesce a lanciare Frangipani solo verso la porta pinetana ma Tosoni fa il miracolo alzando il tiro sopra la traversa. Luccarini, sempre ben arginato da Crepaldi, non inquadra la porta e Angelini prova qualche scorribanda delle sue ma è sempre ostacolato all'ultimo. La prima frazione scorre veloce fino all'intervallo senza segnalare altre occasioni, solo tanto agonismo da ambo le parti. L'inizio ripresa è di marca pinetana con tre grosse occasioni in sequenza: prima Zamboni raccoglie una palla filtrante in area e costringe Uku alla deviazione sulla traversa, poi Pizzardi in diagonale si vede la mano di Uku togliere la palla dall'angolino con l'aiuto del montante ed infine Luccarini si libera in area ma l'estremo di casa salva. Superata la sfuriata dei biancoverdi, i (pochi) uomini a disposizione di Mister Gualti prendono sempre più campo eludendo sistematicamente il focoso pressing alto e si presentano davanti a Tosoni con l'imprendibile Polinetti che spara a colpo sicuro ma trova la faccia dell'estremo ospite a negargli un gol fatto. Splendida esecuzione di uno schema da punizione con fiondata di Lazzarini parata a stento e colossale mancato tap-in sul II palo da Mezzanotte. Altro schema, questa volta da rimessa, fa pervenire l'Agla sul II palo a Frangipani stoppato da una magia di Tosoni. La FGialla le prova tutte, i 7 uomini in giallonero lottano encomiabilmente con testa e grinta, senza cedere a provocazioni e nervosismo e vanno nuovamente vicinissimi al meritato pareggio con un diagonale sul II palo sul quale Mezzanotte non è sufficientemente deciso ed un biancoverde in scivolata disperata riesce a salvare. A 10' dal termine i "birraioli" utilizzano il 5° uomo di movimento ed il Pineta si chiude a riccio sbandando ma reggendo egregiamente. I minuti scivolano veloci per chi attacca e lentissimi per chi difende: l'epica sparatoria del famoso film del 1957 tra la banda di "Clanton Giuliani" e gli uomini dello sceriffo "Wyatt Esposti" impazza in ogni angolo del campo ed al triplice fischio non ci facciamo mancare neppure una tipica baraonda da Saloon. Contrariamente a quanto avvenuto a Tombstone finisce male per noi, ma Kirk Douglas e Burt Lancaster sarebbero stati fieri di questi Cowboys gialloneri...

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata R (17.02.2017) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 6-5 (4-2): Un "Venerdì 17" poco giallo e molto nero! Nella serata cruciale del campionato in cui la capolista Futsal BZ è in scena sul difficile parquet laivesotto del Pineta, la FG/Paulaner sale alle Segantini di Merano per cercare di superare l'impegnativo esame "olimpico" e portarsi a ridosso della prima posizione. Ma è "VENERDI' 17/2017" e, come nei migliori film horror, i mostri in agguato diventano subito molto reali e, scatenati da oscuri riti Voodoo, si materializzano e aggrediscono gli ignari gialloneri: l'ectoplasma fetente che da tempo immobilizza il ginocchio del President ormai non fa più notizia, ma lo zombi che dilania il turgido polpaccio di Capitan Bonato al primo scatto ed il demone che ustiona il fragile bicipte femorale di Angel's Face Florian dopo 5 minuti sono sinceramente troppo...nel frattempo la FGialla è già sotto 2-0 per mano di Dallapè e Zangrandi! Crepaldi prova a reagire ma il secco palo interno gli fa capire che la serata è iniziata male e non può certo migliorare. Al 17°, tanto per dire un numero a caso, Dallapè infila il 3-0 e poi Zangrandi trasforma un rigore inesistente calando un poker da pietra tombale. Con soli 6 effettivi sani, i gialloneri cercano di rialzare la testa ed al 25° Lazzarini sigla il 4-1 in diagonale. Vista l'emergenza, il Capitano rientra in campo con l'ultimo anelito di vita e, prima di spirare e farsi definitivamente tumulare in panchina, costringe Carli a salvarsi in angolo con l'aiuto del montante. Al 31° Frangipani da corner pesca il 4-2 che riapre parzialmente i giochi in vista della ripresa. L'Olimpia alza il baricentro crea tre grosse occasioni che Uku sventa con brillantezza prima di farsi beffare dal tiro meno impegnativo di Zanon (5-2). Incassato anche il 6-2 da Zangrandi in contropiede, la FGialla ha un moto di orgoglio ed inizia a rubare palloni e ad innescare pericolose ripartenze con Frangipani e Mezzanotte. Un altro palo pieno nega a "Bocia" Frangipani la gioia del gol mentre i bolzanini si assestano con il 4+1 della disperazione: Lazzarini sfrutta il velo di Polinetti ed infila il 6-3 al 22°. L'Olimpia soffre l'uomo in più giallonero e, nonostante il considerevole vantaggio, sbanda e rischia. Al 25° Frangipani insacca il 6-4 andando in scivolata sul II palo ed al 28° Casarin vede il suo tiro libero deviato da Carli sul palo. A tempo scaduto ancora Casarin si presenta sul dischetto dei 10 metri per il tiro libero del conclusivo 6-5. Finisce così...maledetto VENERDI' 17, maledetti mostri...

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata R (09.02.2017) # Febbre Gialla-Futsal Dolomiti 5-2 (3-1): 5 spruzzate di neve sulle Dolomiti! Giornata interlocutoria questa 3^ di ritorno dove i fari sono puntati sul big match Futsal BZ-Olimpia e la FG/Paulaner invece deve cercare di sbrigare con diligenza la pratica "fanalino di coda" F.Dolomiti; le buone intenzioni, nel senso di non sottovalutare l'impegno eccetera eccetera, paiono esserci almeno finchè l'arbitro non fischia l'inizio...ed immancabilmente, dopo una manciata di minuti, gli ospiti dolomitici passano in vantaggio con Burgo in ripartenza, sfruttando una grave incomprensione difensiva ("Vai tu!-No, vado io!-Andiamo tutti e due?-Non andiamo e lasciamolo tirare!"). Lo svantaggio inaspettato non impensierisce i gialloneri che subito rispondono con un palo esterno di Casarin e poi, al 9°, ristabiliscono la parità con Florian che va a rimorchio di Mezzanotte ed infila la sfera sotto la traversa eludendo lo scudo umano eretto davanti alla porta da due rossoneri (1-1). Il Dolomiti richiama l'attenzione di Cavalli con 2-3 tiracci dalla distanza di Pantozzi e Manfrin ma è la FGialla a rendersi pericolosissima con l'esecuzione di un ottimo schema d'attacco che porta Polinetti solo davanti a Salvatori costretto all'uscita disperata. Gran bombazza al volo di Casarin rimpallata a portiere battuto e vantaggio "birraiolo" al 16°: ancora Casarin prova la conclusione dalla banda, si butta sulla respinta addomesticando la palla impennata e l'appoggia verso il dischetto dove Capitan Bonato è lesto a dare la zampata vincente (2-1). A chiusura di tempo Angelini si produce in una percussione centrale con siluro respinto dal palo interno, raccoglie Lazzarini ed insacca il 3-1 in diagonale. Nell'intervallo si rinfrescano le buoni intenzioni di non sottovalutare l'impegno eccetera eccetera ed infatti al 2° della ripresa si lascia tirare Manfrin dalla fascia verso il II palo dove Pantozzi si prende gioco di tutti e scavetta in rete (3-2). Trascorrono solo tre minuti e Polinetti s'incunea forse in area e viene abbattuto: il penalty lo trasforma Florian in modo impeccabile (4-2). Ancora Polinetti cerca gloria personale con tre bei diagonali che lambiscono i montanti e poi Salvatori salva su Florian lanciato a rete. Da corner Frangipani mette sul fondo di pochissimo e, sull'altro fronte, Burgo costringe Uku ad una respinta ravvicinata miracolosa. All'ultimo secondo arriva il 5-2 conclusivo grazie a Polinetti che, in scivolata, va a prendersi un passaggio molto lungo e, dalla linea di fondo campo, infila lo spicchio ridottissimo di porta. Non si è brillato, ma era una partita da vincere assolutamente e così si è fatto.

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata R (02.02.2017) # Jugend Neugries-Febbre Gialla 2-6 (1-3): Evitato il rischio "tutto a monte", la FGialla esonda a valle! L'arbitro Dagostino "in panne" in autostrada rischia di far saltare il "derby giallonero", poi però il buonsenso prevale e l'A.I.A. dispone che Cassata, fischietto del successivo incontro, diriga la partita con le due compagini sul parquet già riscaldate e anche già raffreddate. Si parte e dopo 7 minuti di scaramucce Florian sradica una palla a centrocampo, lancia Polinetti verso il portiere avversario e va a riceverne l'assist al bacio, depositando in rete lo 0-1. Un minuto più tardi è ancora Davidino "Faccia d'Angelo" a pressare ferocemente fino a conquistar palla e servire Mezzanotte che, con un taglio magistrale in diagonale, pesca l'accorrente "Porro" Crepaldi sul fronte opposto che sigla lo 0-2 dal limite dell'area. Forte del doppio vantaggio la FGialla preme sull'acceleratore e, prima Polinetti scarica un Agla radente contro la base del palo, poi Mezzanotte non scarta un cioccolatino davanti alla porta spalancata. Il Neugries si ridesta dai due schiaffi ravvicinati e bombarda dalla distanza con Bertoldi in seguito a corner e con Maccari su azione personale, senza sorprendere Cavalli. Al 14° Simoncelli accorcia all'improvviso 1-2 sfruttando una dormita della retroguardia ospite e poi "Cava" è costretto ad uscire con tempismo per sbrogliare una ripartenza bianconera in seguito a punizione ribattuta. Il Neugries si alza in pressing e apre gli spazi in cui i "birraioli" sguazzano felici: pallonetto di Mezzanotte a saltare Pigozzo (fuori di un niente) e gran diagonalone di Polinetti a lambire il montante. Al 27° Capitan Bonato si prende la responsabilità di calciare il tiro libero assegnato e non sbaglia: mezza punta esterna a fil di palo e 1-3 che chiude il primo tempo. Come facilmente preventivato la ripresa vede gli "Jugend" partire lancia in resta con un super pressing altissimo che subito dà i suoi frutti...alla FGialla: al 3° di gioco Florian danza angelicamente fra due avversari, guadagna la linea di fondo e appoggia con precisione all'indietro per Bonato che inserisce l'1-4 nell'angolo lontano. Al 7° la FGialla infila ennesimamente i bianconeri con una ripartenza fulminea di Crepaldi che coglie l'incrocio pieno, l'"Hobbit" Polinetti raccoglie la sfera vagante, si accentra e buca senza pietà il portierino di casa (1-5). Al 10° il set è servito: uno-due veloce Lazzarini-Frangipani a far fuori l'avversario di turno e collo pieno a incrociare del "Bocia" per l'1-6. Paratona d'istinto di “Uku” Corea su Biasio e al 14° "Silvietto-Show" che perde palla, smadonna, recupera, perde l'uomo, smadonna, si scusa, tenta anticipo, va a vuoto, smadonna, liscia, consente il gol a Debiasi, smadonna, si autosostituisce (2-6). Da questo momento i giovani di Trotto utilizzano a lunghi sprazzi il 4+1 che però non cambia la situazione e Pigozzo, più di una volta, si autolancia palla al piede contro la muraglia rossogiallonera; "Uku" ha vita facile a lanciare lungo nelle immense praterie deserte e, prima Midnight sfiora di testa la traversa e poi Bonato con un piatto al volo incoccia il palo interno da fondo campo. Pigozzo si supera in un ripetuto "face-to-face" con Polinetti che lo costringe ad un doppio miracolo nella stessa azione e successivamente chiude mirabilmente lo specchio alla botta sicura di Mezzanotte. Gli ultimi scampoli non regalano altro. Siamo ritornati in carreggiata...

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata R (26.01.2017) # Febbre Gialla-Kickers Bz 4-5 (0-0): Nonostante 7’ di buon "movimento", la FG/Paulaner non recupera i 7’ di black out! Ennesimo faccia a faccia tra FGialla e Kickers che si scontrano per la terza volta in tre settimane...non se ne può più! La FGialla, oggi cromaticamente più gialla che nera, inizia meglio che in Coppa e già al 2° Frangipani chiama a rimorchio Bonato il cui tiro impegna non poco Vescoli; molto più pericolosa la percussione al 7° di Crepaldi che riceve e spara di prima intenzione costringendo l'estremo K5 alla deviazione di piede contro il palo. I Kickers rispondono con una bordata centrale di Dal Rì bloccata con sicurezza da "Uku" Corea e con una fuga insidiosa di Seferi chiusa in scivolata dal President. Splendida esecuzione di uno schema di punizione dei padroni di casa con Bonato che spara da 3 metri in pieno petto a Vescoli ed altro montante scosso da una saetta ad incrociare di Crepaldi. FGialla quindi viva ma assolutamente non concreta e nemmeno fortunata quando Frangipani inquadra bene la porta ma l'Agla colpisce il palo, la schiena di Vescoli e pare varchi nettamente la linea di porta, ma l'arbitro non se ne avvede per cui non è successo nulla. Il primo tempo termina quindi con un anomalo 0-0. La ripresa inizia con ritmi blandi finchè al 5° il "Pampa" Dal Rì, fino a qual momento ben contenuto, fa valere il suo "peso specifico" in attacco e trova il guizzo per convergere e freddare Corea a fil di palo, 0-1. Piove sul bagnato quando, pochi istanti dopo, un tiro dalla linea di fondo è sfortunatamente deviato nella propra porta da Frangipani (0-2). Lazzarini sfonda a sinistra e la mette con forza sul II palo dove Bonato però non trova l'impatto vincente; al 13° coast to coast di Sacco che infila il pesante 0-3 con un colpo da biliardo. Dopo una traversa di Mezzanotte, una rasoiata di Florian ed un pregevole tiro al volo di Bonato, quando mancano 7 minuti al termine, entra il President con la maglia grigia del portiere di movimento e tutto si anima: al 24° una puntazza di Casarin ed al 25° una deviazione ravvicinata di Bonato accorciano 2-3. Al 26° Dalla Serra imbrocca il 2-4 dalla propria area dopo essersi trovato la sfera tra i piedi. Un minuto dopo è già 3-4 sempre grazie al 4+1 giallonero che libera al tiro Casarin sul quale Capitan Silvietto irrompe e di punta buca Vescoli. Il quintetto di casa schiaccia gli ospiti nei loro 6 metri conquistando rimesse e angoli ed il pareggio sembra giungere a momenti. Purtroppo un altro passaggio errato è intercettato dal "Pampa" che, con un preciso pallonetto, infila il 3-5 nella porta lontana sguarnita. Mancano 2' e la FGialla preme ancora di più col suo rodato 4+1 che va ancora a segno per la quarta volta: Florian si libera con una veronica in piena area, serve di tacco il Capitano che assiste il "Bocia solissimo per il 4-5. Gli ultimi secondi si esauriscono con una sassata rimpallata ed un tentativo da fuori. Iniziamo il girone di ritorno con un passo falso che ci potrebbe costar caro in ottica promozione...per restare in vista della vetta bisogna essere più cinici sotto porta, che ci serva di lezione...

Coppa Provincia C2 – Quarti Ritorno (19.01.2017) # Febbre Gialla-Kickers Bz 3-2 (0-1): Sulla roulette di Coppa, all'ultimo respiro, esce il 3 giallonero...rien ne va plus, les jeux sont fait! A questo impegnativo ritorno di Coppa, in cui deve provare a ribaltare la sconfitta per 4-3 dell'andata, la FGialla si presenta nel peggiore dei modi con le pesanti assenze di Polinetti e Florian e con più di un giocatore influenzato affetto dal "virus Bolzano". Solo 8 gli effettivi di movimento per Mister-President Gualti, un quartetto improvvisato e la necessità di vincere con due gol di scarto o fare affidamento sul conto dei gol realizzati in trasferta per poter passare il turno: non è per niente agevole! I Kickers, forti del vantaggio dell'andata, si trovano nella condizione a loro più congeniale: contenere e ripartire pericolosamente con Zoffreo, da sempre autentica bestia (giallo)nera del team marchiato Paulaner. L'inizio partita è parecchio rallentato e, a parte un rasoterra di Lazzarini respinto di piede da Vescoli, non succede quasi nulla: i rossogialloneri sono molli, contratti e molto imprecisi, mentre gli ospiti giustamente non hanno nessuna intenzione di alzare i ritmi. Al 12° la difesa di casa si fa beccare colpevolmente larga, inspiegabilmente alta e orrendamente in linea, favorendo il passaggio verso il centro a premiare il veloce taglio tipico di Zoffreo che, puntuale come la Nera Signora con la Falce, fredda il suo marcatore e dà l'estrema unzione a Cavalli: 0-1 e situazione ancora più spinosa per i birraioli. Non c'è reazione degna di questo nome da parte della FGialla che pasticcia troppo e non si fa nemmeno valere nei contrasti che vengono persi puntualmente: da un tiro di Casarin deviato nasce un assist per Angelini che s'incunea in area con foga, resiste ad un fallo, supera Vescoli e dalla linea di fondo ci prova ma ottiene solo un angolo. I rossoneri ospiti intimoriscono ancora Cavalli con alcune folate di Sacco e Seferi non giunte a conclusione e con un palo lontano scheggiato dal solito Zoffreo. La prima noiosissima frazione si chiude con questo striminzito vantaggio ospite, che però, per quanto visto nei 30' pare, agli irriconoscibili gialloneri, di stasera quasi insormontabile. Nell'intervallo non servono prediche o sbraitate, tutti si guardano in faccia e si rendono conto che o reagiscono o escono mestamente e giustamente dalla Coppa. La ripresa mostra una FGialla di ben altro spessore fin dal fischio d'inizio; dopo una buona fuga sulla sinistra dell'interessante Seferi tarpato dal subentrato Uku, i rossogialloneri iniziano un forcing feroce con cui mettono alle corde il quartetto K5. Al 3° su una rimessa laterale calciata da Frangipani si avventa come un avvoltoio Captain Silvietto Bonato che di piatto impatta 1-1 siglando la 100^ rete in 194 presenze giallonere! Passa un solo giro di lancette ed il risultato è ribaltato: pressing di Bonato, palla sporca intercettata sulla 3/4 nemica da Lazzarini che si incrocia col "Bocia" Frangipani liberandogli la corsia per il taglio verso destra e consentendogli di eiettare una sassata imprendibile sotto la traversa (2-1). I K5, passati ora loro al ruolo di chi deve segnare o è eliminato, si lanciano in avanti e scagliano alcune minelle dalla distanza con Proietti Colonna e Romeo su cui Uku fa buona guardia. Angelini, inventato laterale per l'occasione, combatte alla morte su ogni pallone e Crepaldi dà sicurezza dietro. Un millimetrico lancio da quarterback di Uku trova la deviazione quasi letale di Bonato di testa su cui Vescoli, rimasto sulla linea di porta, salva con lo stinco. Una ripartenza insidiosa di Seferi è chiusa in corner mentre Casarin scalda il piede con qualche frombolata dai 12 metri. Al 22° la FGialla piomba nuovamente nella melma in seguito al sanguinoso 2-2 inferto da Seferi dopo una palla persa malamente poco fuori area. Al 24° i rossogialloneri beneficiano di una succosa punizione dal limite che Lazzarini calcia con tutta la potenza possibile ma una spalla galeotta spedisce l'Agla contro lo spigolo interno della traversa. La FGialla si riversa all'attacco con disperazione ma si scontra con la solida muraglia rossonera...ci prova Crepaldi dalla distanza e ci prova "Silvietto 100" in semirovesciata, ma niente! A 3 minuti dalla fine President Esposti entra come quinto di movimento, come minuziosamente provato in allenamento, e bastano 16 secondi di giro palla da manuale per liberare al tiro "Mister Goal dell'Anno 2016" Casarin che incastona la sfera nel sette opposto per il 3-2 che darebbe la qualificazione ai suoi. Gli ultimi 2' vedono i K5, in inferiorità numerica per espulsione, gettarsi all'assalto e rischiare due volte il tracollo con azioni in fotocopia di Mezzanotte che assiste al centro il Bocia capace di farsi ipnotizzare da Vescoli in entrambi gli 1-contro-1. La sofferenza termina al 32° e la FG/Paulaner vola in semifinale. Ora vitamine per i convalescenti che si ricomincia col Campionato!

Coppa Provincia C2 – Quarti Andata (13.01.2017) # Kickers Bz-Febbre Gialla 4-3 (2-3): La FG/Paulaner scivola sulla prima neve stagionale! Con l'andata di Coppa inizia il trittico di partite che vedranno FGialla e Kickers incontrarsi per ben tre volte: la prima si gioca alle Roen in casa biancorossa. I gialloneri iniziano un po' in sordina e si fanno incalzare dai padroni di casa pericolosi con un palo esterno di Es Sarti e un diagonale di Bruson ben deviato in spaccata da Cavalli. Risponde Frangipani, lanciato dal President dalla propria area con una palombella, che gira al volo e costringe Vescoli a mettere in corner. Al 6° Florian, al rientro dopo 2 mesi dall’infortunio, cannoneggia in diagonale ma Vescoli non si fa sorprendere. All'8° Es Sarti spara un rasoterra dai 12 metri che sfortunatamente incoccia il palo pieno, ma fortunosamente rimbalza sulla gamba dell'estremo ospite a terra e varca la linea di porta per l'1-0 Kickers. Al 14° Polinetti ristabilisce la parità: imbeccato da Florian, spalle alla porta, si gira in un fazzoletto e buca Vescoli di sinistro (1-1). Al 23° i padroni di casa tornano in vantaggio (2-1) con Dal Rì che si libera ad arte sulla banda destra, converge ed impallina Cavalli sul primo palo. Dopo una botta al volo di Bonato che non inquadra il bersaglio ed un diagonale di Sacco fuori di poco è Angelini a sfondare centralmente fra due uomini e a servire con un pregevole scavetto Lazzarini che deve solo depositare la palla nella rete sguarnita (2-2). Ad un minuto dal termine del primo tempo una punizione a due dal limite regala il vantaggio ai gialloneri: Polinetti riceve e salta nello stretto l'avversario in uscita, insaccando il 2-3. Punizione finale di Romeo e montante lontano scheggiato. La ripresa inizia con una botta terrificante di Polinetti su punizione dai 10 metri che viene deviata da un avversario appostato sulla linea di porta contro lo spigolo interno della traversa. Ci prova anche Frangipani al volo, servito di testa dal Capitano, ma Vescoli fa buona guardia. All'11° è bravo Sacco a girarsi sulla banda sinistra e a trovare il colpo da biliardo verso il palo lungo, 3-3. La FGialla ha un colossale 3vs1 in ripartenza che però fa sfumare malamente sbagliando l'ultimo passaggio e si fa invece colpevolmente infilare in contropiede al 14° da Seferi (4-3). Gli ultimi 10' vedono i gialloneri provare a trovare il gol del pareggio con Mezzanotte al volo di piatto che costringe Vescoli a smanacciare in corner e con due buone ispirazioni di Frangipani e Florian. Si è perso col minimo scarto in trasferta, ora ci si gioca il passaggio del turno in casa al ritorno...

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata A (15.12.2016) # Febbre Gialla-Bassa Atesina 8-1 (3-1): Babbo Natale lascia un paccOTTO sotto l'albero giallonero! Ultima partita del girone d'andata, prima delle feste natalizie, contro il farm team della Bassa Atesina dei grandi ex Bertinazzo e Zanghi, importanti tasselli gialloneri per 3 stagioni dalla "FGialla-Anno Zero" fino allo scorso anno. La partita inizia con buon ritmo e già al 1° minuto Casarin triangola con Mezzanotte, si presenta solo davanti a Concolino e gli tira addosso. 30 secondi dopo si ripete in fotocopia la stessa azione con gli stessi protagonisti e lo stesso esito. Al 2° però Polinetti, emulando il compagno, risolve la cosa con un secco destro nell'angolino che porta i suoi in vantaggio (1-0). Al 4° Ossanna si libera in fascia con un perno sul marcatore e spara verso Cavalli che respinge sui piedi dell'accorrente Bertinazzo che non sbaglia da pochi passi (1-1). Ancora la Bassa si rende insidiosa al 6° in seguito a corner con un diagonale di Zanghi sul quale Cava devia di piede mandando la sfera contro il montante e mettendo fuori tempo l'uomo sul II palo; scampato il pericolo Lazzarini prova la conclusione e Bonato si vede parare la ribattuta. Ci prova anche Frangipani servito dal Capitano in banda ma la sua botta è respinta di petto da un biancazzurro. Ancora Ossanna con un diagonale velenoso ed ancora Cava sventa di piede in spaccata; al 20° i gialloneri inscenano un buon forcing d'attacco con palla manovrata a lungo fino a liberare sulla sinistra il "Bocia" che non perdona in diagonale (2-1). Sul finire del tempo ancora Zanghi ci prova da corner mentre la FGialla trova il 3-1 al 29°: buon movimento su rimessa laterale a liberare Frangipani che pesca Bonato sul II palo per il tocco vincente sotto misura (99^ rete del Capitano in maglia febbricitante!). L'inizio ripresa è tutta di marca ospite: per 4-5 minuti la Bassa chiude i bolzanini nella propria trequarti e si conquista una serie di calci d'angolo che però non riesce a far fruttare; al 7° Casarin s'incunea in area biancazzurra e, dalla linea di fondo, infila Concolino con un tiro sporco sotto le gambe, 4-1; la reazione della Bassa si esaurisce con alcuni tiri di Pivaro e Pasutto ben controllati con sicurezza da Cavalli mentre i birraioli prendo il largo all'11° con Polinetti che triangola ad arte con Mezzanotte e deposita in rete il 5-1 con un morbido tocco di fino; palla al centro e Lazzarini allunga 6-1 rubando palla all'ultimo uomo e beffando Concolino, fuori dai pali, con un pregevole cucchiaio dai 12 metri. Al 26° la "mossa dello zappatore" inventata da Silvietto favorisce un fraseggio in banda con palla in diagonale per il 7-1 di Bocia Frangipani materializzatosi sul II palo. Il conclusivo 8-1 è opera di Casarin che, da fermo, spara un missile nell'incrocio opposto. Si termina l'andata con un ruolino invidiabile di 8 vittorie, 1 pareggio ed 1 sola sconfitta: complice l'inaspettato passo falso del Futsal BZ ci assestiamo al secondo posto nella classifica generale ed al terzo in quella "reale" a sole due lunghezze dalla nuova capoclassifica Olimpia Holiday che è Campione d'Inverno. Si prospetta un girone di ritorno molto incerto e sicuramente molto combattuto...

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata A (01.12.2016) # Febbre Gialla-Marlengo FF 5-2 (1-0): La FGialla, nella prima casella dell'Adventskalender, trova 5 cioccolatini! 1° dicembre e ultimo impegno casalingo valevole per la classifica "reale" per un'incerottata FG/Paulaner che, malmessa dagli stiramenti muscolari, riesuma Dani Angelini e lo butta nella mischia contro l'insidioso Marlengo F5, anch'esso, come il Futsal BZ, autoretrocessosi dalla C1 e quindi indicato come uno dei più accreditati pretendenti alla vittoria finale. Non trascorrono nemmeno 30" dal fischio d'inizio che i rossoblu meranesi incocciano la parte alta della traversa con un secco destro di Quici, poi tutto si quieta e i ritmi virano sul soporifero andante e bisogna aspettare ben 6' per vedere il primo abbozzo di tiro giallonero: Casarin prova dalla distanza e Buzzini mette in corner non senza difficoltà. Le due formazioni si studiano e si annullano reciprocamente con i meranesi che non riescono a scatenare la velocità di Merzi e Quici imbrigliati dalla marcatura a uomo dei padroni di casa. Lazzarini sfiora il montante in diagonale e Polinetti, saltato netto il marcatore, scuote l'esterno della rete. Angelini lotta su ogni pallone e si esibisce anche in due valide percussioni in banda che però non hanno esito. Mantovan combatte da par suo con il President cercando di aprire varchi per i compagni ed è Bagalà a sfruttare un suo blocco e sparare forte verso Corea che prima alza a due mani e poi smanaccia lontano. Un veloce uno-due bolzanino libera Casarin che però non trova il bersaglio e, successivamente, Frangipani lancia in fascia Lazzarini sul cui assist in piena area piomba Capitan Bonato per il tap-in ravvicinato neutralizzato da Buzzini in uscita a valanga. Al 27° FGialla in vantaggio sfruttando una svirgolata da corner di Casarin che viene tramutata nell'1-0 da Polinetti lesto a controllare e a ribadire in rete da pochi passi. Il primo tempo si chiude con un millimetrico lancio con le mani di "Quarterback" Uku a Lazzarini che pizzica di testa e accarezza il palo di sinistra e con un contropiede di "Terror Train" Angelini lanciato a piena velocità che travolge tutto e tutti. Dopo un brulè caldo ricominciano le ostilità e la FGialla cerca di alzare il ritmo: fagiolata sotto porta in cui Lazzarini ingaggia un duello all'arma bianca con Buzzini e missile di Crepaldi da corner che fa esplodere il montante. Al 7° l'acciaccato Mezzanotte si libera bene in fascia e scarica verso il centro dove i meranesi pasticciano e Fritz infila sventuratamente la propria porta, 2-0. Il Leone Rosso marlenghese non ci sta e scatena 7 minuti di puro orgoglio in cui la FGialla ci capisce poco o nulla e sbanda più volte: Merzi coglie un clamoroso palo interno! Al 14° i meranesi raccolgono i frutti accorciando 2-1 con Mantovan, in seguito ad una rimessa laterale contestata, approfittando dell'ingenuità dei gialloneri che si attardano a protestare inutilmente. Il vantaggio dimezzato fa tremare le gambe ai padroni di casa che però tengono botta registrando la retroguardia ed anzi allungano 3-1 al 20° con il malmesso Tommi Crepaldi che sfrutta lo scontro frontale tra "Iceberg" Silvietto e "Titanic" Duso e, dimenticando le fitte cervicali, spara un piatto imprendibile nel sette lontano. Sembra fatta ed invece il Marlengo accorcia nuovamente 3-2 al 24° grazie ad una rimessa tragicomica tra "Stanlio" Casarin e "Ollio" Polinetti che lanciano in contropiede Merzi a segno sul I palo. Palla al centro e "SteboSauro" Casarin, cazziato da tutta la panchina, non ci sta, riceve, avanza di qualche passo ed esplode di punta una fucilata bestiale che s'incastona nell'incrocio lontano incenerendo Buzzini. Il 4-2 dà molto respiro ai gialloneri tra le cui fila ormai gli acciacchi stanno prendendo il sopravvento e ci pensa proprio Igor Mezzanotte, a dispetto del risentimento femorale, ad insaccare di tacco una palla sporca contesa a Buzzini per il definitivo 5-2. Chiudiamo un ottimo girone d'andata “reale” con 5 vittorie, un pareggio ed una sconfitta, presumibilmente a -3 dalla capoclassifica Futsal BZ. Ora ci spetta il turno di riposo, fondamentale per recuperare gli infortunati e ripartire con la preparazione invernale...

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata A (24.11.2016) # Febbre Gialla-Bassa Atesina B U21 6-0 (1-0): La FGialla festeggia il 25° compleanno spegnendo 6 candeline! Nel giorno esatto del 25° Anniversario della sua fondazione, la vecchia FGialla, priva dell'infortunato Florian, ospita gli imberbi ragazzini della Bassa Atesina U21, già affrontati e battuti ad inizio stagione in Coppa. La partenza giallonera è incoraggiante con Esposti che imbuca per Bonato, scarico a Lazzarini e Pezzi chiude in angolo. Subito dopo Frangipani sfrutta un liscio verdeblu in piena area ma l'uscita tempestiva del portiere gli impedisce di battere a rete. Al 9° Casarin dall'angolo "gioca coi numeri" e serve una palla d'oro a Polinetti che, sotto misura, non sbaglia (1-0). Al 13° ci riprova ancora l’hobbit "Pipino" Polinetti che, mangiato un po' di pan di via e fumata dell'ottima erbapipa, recupera una palla vagante e scappa in contropiede con un sontuoso tunnel ma viene stoppato da Pezzi con il tacco; l'estremo difensore ospite viene poco dopo letteralmente graziato da Mezzanotte che, servito in piena area, fa perno sul suo marcatore e gli tira una loffia fiacca in bocca. Cavalli, fin qui completamente inoperoso, viene improvvisamente risvegliato dal suo torpore al 24° quando è costretto ad uscire di piede per sventare una ripartenza e successivamente ci mette i pugni per alzare oltre la traversa una botta di Gratteri. La FGialla si rende conto di essere totalmente padrona della situazione ma la troppa flemma nel gioco e le troppe imprecisioni nei passaggi la mantengono ancorata allo striminzito vantaggio minimo: un rimorchio del Bocia finito alle stelle e un destro a lato di Casarin fan calare il sipario sui primi 30 minuti. La FGialla rientra sul parquet dopo il riposo decisa a chiudere l'incontro al più presto prima che i giovani bassotti abbiano la possibilità di riaprirlo: al 3° Frangipani scambia col Capitano ma di punta non inquadra lo specchio ed al 5° converge da sinistra verso destra e spara una saetta, sfiorata dal President in scivolata, che incoccia il palo. E' il 7° quando un veloce scambio Casarin-Mezzanotte libera sul II palo "Wild" Crepaldi che appoggia in rete il 2-0. Un moto d'orgoglio anima i giovani verdeblu che si presentano con uno scambio davanti a "Cava e lo costringono ad una paratona su sassata ravvicinata mentre Pezzi, sull'altro versante, vede alcuni siluri di Crepaldi e Polinetti sibilare a fil di montante. Al 17° Lazzarini arpiona in scivolata difensiva una palla sugosa e la dirige verso Polinetti che costringe Pezzi a difficile deviazione, irrompe lo stesso Lazzarini e firma il 3-0 con l'aiuto del palo interno. Dopo una parata di piede su tentativo rasoterra con cui Cava si garantisce lo shoot-out di giornata (con canzoncina annessa) arriva il 4-0 grazie a Lazzarini che intercetta un corner, si autolancia di testa ed insacca di piatto; i gialloneri caricano a testa "Bassa" ed ancora Lazzarini, per far dimenticare definitivamente gli scempi compiuti nel I tempo, s'invola solitario in fascia mancina e fiocina Pezzi sul palo lontano per il 5-0 che dedica teneramente al compagno Davidino in tribuna, di cui oggi ha pure indossato la maglia n. 15. Dopo l'errato annullamento a Casarin della splendida frustata al volo su schema da rimessa laterale, ci pensa Polinetti al 30° ad archiviare la pratica con la botta imparabile del 6-0 in seguito a finta di corpo che manda tutti a farfalle. Ora testa all'ultimo importantissimo impegno "reale" prima delle feste natalizie...

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata A (17.11.2016) # Futsal BZ 2007-Febbre Gialla 3-3 (2-1): Ad una grande FG/Paulaner resta solo l'amaro (del luppolo) in bocca! E venne la sera dello scontro al vertice...la sera dell'atteso derby birraiolo tra l'indiscussa favorita capoclassifica C5 Forst Futsal e la pretendente di lusso FGialla Paulaner. Al contrario dei biancorossi di "President" Rossi che partono da una posizione di testa, per i gialloneri di President Esposti questa è una partita da "dentro o fuori" in cui perdere significherebbe abdicare già ora all'idea di promozione, mentre vincere, seppure si presenti come impresa molto ardua, sarebbe però l'unica possibilità per eliminare il gap dei 3 punti di ritardo e agganciare la vetta: questo, in sintesi, è il discorso fatto da Mister Gualti ai suoi prima dell'incontro, tanto per non mettergli pressione addosso! Fischio d'inizio e subito incontro in salita per la FGialla che si fa sorprendere dopo appena 32 secondi dal sinistro velenoso di Parolin che rompe immediatamente gli equilibri (1-0). Reazione immediata degli ospiti con uno srotolo di Florian che libera al tiro defilato Esposti con Sartin che chiude in angolo; il C5 macina gioco e blocchi come se non ci fosse un domani, ma i gialloneri si sono preparati alla perfezione e non si fanno tagliare fuori. Una sciabolata di Fraccaroli costringe "Uku" Corea alla deviazione a mano aperta prima del pareggio che giunge al 7°: imbucata forzata di Serafini preda di "Crotalo" Mezzanotte che si esibisce in una leggiadra fuga solitaria con morso finale che non dà scampo a "Strakko", 1-1. Equilibrio ristabilito. Al 15° diagonale pericoloso di Polinetti messo in corner e collo pieno di Pellegrinon deviato da Uku con la punta delle dita. La partita scorre piacevole a ritmi abbastanza elevati con il C5 che pressa alto e la FGialla che apre spazi nella "Terra di Mezzo" per lanciare in ripartenza le sue frecce; all'ultimo sospiro della prima frazione Parolin spara da rimessa verso l'area e, nel traffico, Mezzanotte ci mette la gamba deviando sfortunatamente l'Agla nel sette della propria porta. Grosso errore di copertura sulla rimessa, ma jella pesante che colloca la palla proprio all'incrocio...2-1 e tutti al riposo. Nell'intervallo la FGialla raccoglie forze e idee e si convince di non essere assolutamente inferiore all'avversario, soprattutto dal punto di vista atletico ed infatti ritorna sul parquet con buon piglio e tanta grinta. Al 3° Lazzarini sfonda in banda per Bonato che gira al centro area dove tutti lisciano tranne "Bocia" Frangipani che si districa dal marcatore ed infila il 2-2. Il coraggio cresce nei gialloneri che spaventano Sartin con un missile di Polinetti ed una punizione di Casarin. Il C5 ha come di consueto il costante possesso della palla, ma i gialloneri, in trance agonistica, eludono blocchi, annullano schemi su rimesse e corner e hanno gamba, tanta gamba e non temono niente e nessuno: da schema d'angolo il doppio scambio Lazzarini-Casarin depista tutti e libera l'arzillo Igor "Midnight" sul II palo per il sorpasso del meritatissimo 2-3. E' il 14°, e da questo momento in poi la FGialla legittima il suo vantaggio con alcune occasioni veramente ghiotte come la fuga inarrestabile di Polinetti bloccata all'ultimo dall'incomprensibile ostacolo oppostogli dal Bocia. La difesa giallonera concede pochissimo ai quotati avversari che, tarpato Parolin da uno straripante Florian, non mostrano valide alternative offensive a parte due cannonate di Fraccaroli (una contro il montante). Al 26° Mezzanotte aggancia ad arte una palla alta, si gira magnificamente su Ferrato ma, dal dischetto del rigore, mette incredibilmente fuori. Al 29° classica scena da "Sliding Doors": Florian esce dalla sua area con un bruciante scatto, supera il portiere cicinquino in uscita ma il palo pieno gli nega la rete...la palla, ironia della sorte, rimbalza pulita tra le mani di Sartin che subito rilancia verso metà campo, Mezzanotte anticipa netto l'avversario che cade e trae in inganno il direttore di gara che assegna il tiro libero poi trasformato da Parolin. Manca 1 minuto e l'incontenibile Florian prova a reagire al 3-3 beffa con un siluro allo scadere che deflagra contro lo spigolo dell'incrocio...strappo femorale per lui, fischio finale per noi! Ci è mancato poco, pochissimo...una prestazione di grande sostanza atletica e tattica ed una grande personalità non sono però bastati per incamerare una vittoria che si aveva ormai in pugno. Siamo sicuramente colpevoli di non aver concretizzato le super occasioni che abbiamo avuto e quindi non ci si può lamentare se la Dea Bendata ci ha voltato le spalle proprio all'ultimo...il frizzante derby Forst-Paulaner si chiude così con un pareggio che arride agli avversari e a noi lascia purtroppo solo i complimenti di molti e l'inconfondibile amaro del luppolo in bocca...

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata A (10.11.2016) # Febbre Gialla-Mosaico B 7-2 (4-0): Mosaico influenzato con (3)7,2° di febbre! Dopo 5 impegnative gare "reali" ecco per la FG/Paulaner finalmente una giornata interlocutoria contro uno dei tre farm teams: i giovani Leones del Mosaico B con l'aggiunta di Pizzardi e Nardon prestati dalla prima squadra. La partenza è scoppiettante con Capitan Bonato che ci prova tre volte in rapida successione cogliendo il palo all'ultimo tentativo su palombella del President. Stessa cosa fa Pizzardi per gli ospiti che bombarda per tre volte dai 10 metri scaldando le mani ad un attento "Uku" Corea. Al 12° Polinetti decide di sdoganare finalmente le nuove inguardabili scarpe multifluo, ancora preoccupantemente a secco da quando le ha tolte dalla scatola, scambiando veloce in banda con Angelini G. e sparando una minella diagonale che bacia il palo lontano, 1-0. Ci prova anche Florian di testa su lancio millimetrico di Uku e, pur non essendo l'incornata nelle "sue corde", sfiora l'incrocio. Un pericolosissimo contropiede del Mosaico viene bloccato sulla linea di porta da Crepaldi che poi pasticcia e rischia l'autorete, forse per colpa del groviglio di lacci della scarpa. Al 22° i neroblu ospiti provano con Pizzardi un'imbucata su calcio da fermo che viene intercettata e ne nasce un coast-to-coast di Florian concluso con la rete del 2-0. Il Mosaico spaventa ancora i gialloneri con una controripartenza sbrogliata da un'uscita tempestiva di Uku che successivamente vola plasticamente a deviare in angolo una sassata di Pizzardi su punizione. E' il 26° quando Polinetti serve profondo Mezzanotte che suola e gli chiude il triangolo: il brevilineo n° 11 birraiolo ci arriva allungandosi e, di punta fetida, beffa Tessaro (3-0). Al 31° si anima Johnny Angelini che scambia in velocità con Polinetti ed infila il 4-0, che ipoteca l'incontro, sotto le gambe dell'estremo ospite. La ripresa inizia, e prosegue per una decina di minuti, con un gioco molto confuso da ambo le parti; Terrin colpisce un palo esterno. Al 10° punizione dal limite per la FGialla trasformata dal febbricitante "Jack Bonaventura" Casarin con palla rasoterra sotto i piedi di Tessaro in uscita al salto e 5-0 che passa nell'indifferenza generale, arbitro compreso che nemmeno fischia la rete. A metà tempo si assiste ad un gustoso "Tommi's Show" grazie a Crepaldi che dribbla mezzo mondo, arriva al limite dell'area nemica, compie 8 piroette su se stesso...la dà...non la dà...adesso...no...poi, sfinito, scarica all'amico Poli ormai stremato dall'attesa che spara su Tessaro. Al 18° Florian, in seguito a rimessa laterale, si districa bene e arriva al tiro contro il portiere neroblu che non trattiene, la sfera si avvia lemme lemme verso "il Silvietto Furioso", ancora porconante per il mancato assist precedente, che si trova ad appoggiare il 6-0 nella porta sguarnita. Trascorre un minuto e ancora l'accoppiata Davidino-Silvietto porta la rete del 7-0: bello scambio reciproco a tagliar fuori la difesa leonina e sigillo in diagonale del Capitano. Nel finale c'è ancora lo spazio per il 7-1 di Pizzardi con tiro quasi da centrocampo che sorprende il subentrato Cavalli, forse coperto, e per il 7-2 di Leveghi. Dalla prossima si torna a fare tremendamente sul serio in casa della capolista Futsal BZ...

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata A (04.11.2016) # Pineta-Febbre Gialla 2-4 (0-3): Con 4 colpi di machete la FGialla si fa largo nella Pineta! Dopo un anno si torna nella rinnovata Palestra di Laives ad affrontare Tommy Giuliani, Mister tostissimo e prima ancora centrale sanguinario, avversario di tante battaglie nel Fosso di Bronzolo: quest'anno però non è il can pastore di una banda di valenti ragazzini, ma il Caronte dell'ostico neonato Pineta C5 che fonde gioventù ed esperienza. Calcio d'inizio e Frangipani spaventa la difesa biancoverde. Al 3° una bomba al volo di Cap Bonato centra in pieno Stellato, irrompe "Bocia-Piede-Caldo" Frangipani e con un sinistro al volo da karateka insacca lo 0-1 per il suo personale 5° centro in 5 partite. I padroni di casa reagiscono immediatamente con un velenoso diagonale di Stellato neutralizzato in bella spaccata da Cavalli e poi Luccarini mette alto; al 7° è un capolavoro al volo di Lazzarini a regalare il meritato 0-2 ai gialloneri che, nonostante le dimensioni ridotte del campo ed il pressing alto pinetano, sciorinano una buona circolazione di palla. Mezzanotte di punta esterna sfiora il palo in contropiede solitario e Lazzarini impegna Tosoni da calcio da fermo. Zubba coglie la base del palo su punizione e Bonato scheggia l'incrocio. La partita è molto combattuta e i tre centrali gialloneri sono concentratissimi nei frequenti corpo a corpo con i potenti pivot di casa. Al 21° Casarin fugge in banda bruciando il diretto marcatore e serve al centro, su un piatto d'argento, una palla splendida che Florian non può sbagliare ed è 0-3. Il Pineta si affida costantemente alla regia alternata di Stellato e Zubba ben marcati a uomo dai bolzanini che però, appena rubano palla, ripartono con ficcanti ripartenze: al 29° Florian fa tutto benissimo, arriva al limite dell'area e tira contro Tosoni in uscita anzichè servire il Capitano liberissimo a pochi metri da lui! Fine primo tempo. La ripresa inizia con il Pineta, sospinto dalle trombe dei suoi sostenitori, alzare al massimo la pressione ma lasciare grandi spazi nelle retrovie: ne scaturiscono solo alcuni tiri biancoverdi dalla distanza ben controllati da Cavalli ed un'azione ubriacante di Patuzzi che si mangia mezza difesa ha la mira imprecisa. Lazzarini di tacco per Frangipani in sovrapposizione e destro contro Tosoni, dall'altra parte Leveghi trova i rimpallo favorevole che gli chiude il triangolo e pesca il diagonale dell'1-3. Dopo una punizione indiretta calciata alta è ancora la FG/Paulaner ad andare vicina alla quarta marcatura con una bella rovesciata di Bonato alta di poco. Il Pineta, in pressione tambureggiante con tre uomini, costringe portiere e retroguardia bolzanina a lanciare sui propri pivot e andare a rimorchio; un no-look di Lazzarini imbecca Bonato che, sull'uscita bassa di Tosoni, gira al centro per il "Bocia" che, a porta spalancata, perde l'attimo e tutto sfuma. Zubba e Stellato ci provano dai 7 metri ma Cavalli è sicurissimo e respinge sempre, inglobando pure tra le gambe un siluro da fuori di Luccarini. Dal 53° il Pineta toglie il portiere per giocarsi il finale con il 4+1: il quartetto difensivo ospite orchestrato dal President chiude ogni varco e Cava si supera bloccando un quasi-gol sul II palo. Al 55° Zamboni s'inventa la sassata vincente del 2-3 con palla incastonata nell'incrocio interno e partita apparentemente riaperta. Il Pineta ci crede, ma Tommi Crepaldi, già autore durante l'incontro di importanti chiusure, si erge a muro invalicabile guidando ad arte la difesa e sigillando ogni spiraglio. Al 58° l'inesauribile Davidino "Faccia d'Angelo" ringhia su Stellato, gli strappa la palla ed insacca il definitivo 2-4 nella porta sguarnita con un colpo di biliardo dalla propria area. Sembra finita, ma a tempo scaduto "Crazy Horse" Cava è chiamato ad un ultimo autentico miracolo su una conclusione a botta sicura di Stellato. "Nel mezzo del campionato di nostra vita ci ritrovammo in una Pineta oscura, che la diritta via, dopo la sconfitta con l'Olimpia, pareva smarrita...", ma grazie ad una solida e concreta prestazione di squadra , dimostrando, ancora una volta, che l'unione fa la forza, ne siamo usciti indenni e con 4 colpi di machete "...alfin uscimmo a riveder le stelle!". E quando il gallo cantò per la terza volta tornammo a Bolzano...

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata A (27.10.2016) # Febbre Gialla-Olimpia Holiday 2-3 (0-1): Decidono gli episodi: Olimpia più concreta! Dopo la bella, ma non fortunata, prestazione fornita contro il C5 a Merano, l'Olimpia Holiday cala a Bolzano con grande voglia di riscatto: ad aspettarla c'è una FGialla conscia della difficoltà dell'incontro, che è a punteggio pieno, ma che non ha brillato nelle due ultime uscite. Calcio d'inizio e Florian spara dalla banda ma viene contrato; Bonato riceve palla nel cuore della retroguardia meranese, scarica ad Esposti che invita al tiro ancora Florian che fa la barba al montante. Partenza gagliarda dei gialloneri, oggi All Reds. Gli ospiti rispondono con una fuga di Dallapè il cui diagonale lambisce il palo lontano e con un insidiosissimo rasoterra di Petrachi che Corea devia a mano aperta. Un duetto Casarin-Polinetti si conclude con una saetta di quest'ultimo fuori di un niente ma al 12° i gialloneri falliscono un contropiede e subiscono una letale controripartenza a 3 dell'Olimpia che si porta in vantaggio con un tocchetto sotto misura di Rossi, la sua bestia nera, che la castiga ancora per l'ennesima volta (0-1)! Palombella del redivivo President, tornato in campo in pianta stabile dopo quasi due mesi, per Cap Bonato che, in girata, manca il bersaglio di poco. Risponde l'Olimpia con una fuga solitaria che Uku tarpa con una tempestiva scivolata sulla 3/4. Dopo una botta di Lazzarini alzata sopra la traversa, è il tonicissimo Florian a liberarsi agilmente sulla sinistra e ad esplodere un rasoterra diretto verso l'angolino lontano che Carli, monumentale, tocca quanto basta per mandare l'Agla ad incocciare la base del palo. Con Rossi ben francobollato da Lazzarini la manovra meranese non è fluida ed i rifornimenti per Dallapè e Zangrandi latitano, però in ripartenza i neri di Vinante sono sempre pericolosi e A. Facchini è una costante spina nel fianco. A fine primo tempo è Frangipani ad imbeccare Bonato con un pallonetto ed il suo tiro al volo è alto di poco. La ripresa inizia con i gialloneri spaventati da un tentativo solitario di Zangrandi e da una fagiolata scatenatasi nella loro area con la palla che rimbalza pericolosamente e non vuole saperne di essere spazzata via. Ghiotta punizione dal limite per Polinetti che spara addosso a Carli ma ci pensa Casarin all'11° a trovare il diagonale vincente dai dieci metri che riporta in parità l'incontro (1-1). Una punizione a due per gli ospiti è sviluppata da Rossi con un suggerimento sul II palo ma è solo esterno della rete; occasionissima al 15° per Mezzanotte che, servito d'esterno da Florian, mette incredibilmente sul fondo da mezzo metro! Al 22° Zangrandi porta il suoi sull'1-2 girandosi ad arte e beffando i due difensori birraioli con un tocco sporco ma decisivo. L'Olimpia alza il pressing per tenere la FGialla lontana e non farsi aggredire offrendo però grandi spazi: azione veloce di Lazzarini che di lob serve Polinetti, pallonetto su Carli in uscita disperata e palla che si spegne sul fondo. Uku con le mani mette un Agla sulla testa del Capitano che spizzica, ma Carli si supera e con un colpo di reni salva in angolo. Il duello Bonato-Carli si ripete un minuto dopo quando il n° 7 bolzanino gira a rete da due passi ed il n° 12 meranese fa il miracolo opponendosi col corpo. Negli ultimi 4' la FGialla schiera il 4+1 con Casarin portiere di movimento che però perde palla e consente a Zangrandi di infilare l'1-3 a porta vuota. A tempo scaduto è Florian, di gran lunga il migliore in campo, ad indovinare la cannonata del 2-3 che chiude la partita. Si cade alla 4^ contro una squadra che, come ogni anno, si temeva molto e che però eravamo sempre riusciti a superare dal 2011 ad oggi. Con troppi errori nell'ultimo passaggio abbiamo vanificato alcuni 3-contro-1 che meritavano miglior sorte, e con troppi errori sotto porta abbiamo buttato al vento alcuni gol fatti. In queste partite così tirate vince chi è più concreto, e noi non lo siamo stati, purtroppo...

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata A (20.10.2016) # Futsal Dolomiti-Febbre Gialla 1-3 (1-2): La FGialla scala le Dolomiti, ma camminando all'indietro! Partita molto importante per la classifica "reale" della FG/Paulaner questo terzo consecutivo derby bolzanino: vitale conquistare i 3 punti in vista dei successivi due difficili confronti extracittadini con Olimpia e Pineta. Nei primi 5 minuti di gioco i gialloneri sciorinano tutto quanto preparato in allenamento applicandovisi con dedizione ed ottenendo subito i frutti meritati: al 1'30" è una meravigliosa megabomba al volo di Lazzarini a regalare lo 0-1 ai gialloneri. Bella imbucata di Casarin in banda con tiro non irresistibile e scambio Lazza-Bonato con gol mangiato sul II palo. Il Dolomiti a sua volta non arriva all'appuntamento con la palla sul II palo e Manfrin trova l'uno-due vincente in fascia ma non impensierisce "Uku" Corea. Con un contropiede ficcante, Polinetti si presenta solo davanti a Salvatori che gli respinge di petto il tiro. Al 16° altro gran gesto tecnico di Polinetti che si libera con un tunnel del diretto marcatore ma è ancora l'estremo dolomitico ad ergersi a scudo umano e a salvare la rete. Al 18° i gialloneri raddoppiano sfruttando un buon giro palla che attrae la difesa rossonera tutto a sinistra per poi cambiare repentinamente fronte di gioco con Johnny Angelini che, di punta, imbecca l'accorrente Frangipani che realizza in diagonale. (0-2). FGialla sul velluto che, forte del doppio vantaggio, manovra senza patemi e quasi triplica con puntazza bassa di President Esposti verso il palo vicino messa di mano in corner da Salvatori. Ancora l'estremo di casa salva su Casarin e poi i condorini sono graziati da Bonato che, portato a spasso Salvatori, la mette al centro ma tutto sfuma. Al 30° Gianotti, su punizione, trova lo spiraglio giusto a fil di montante e sigla l'1-2 che chiude il tempo. Ad inizio ripresa la FGialla crea alcune buone occasioni pur perdendo quella precisione e quell'ordine che aveva ostentato ad inizio partita; pur giocando poco d'insieme, i singoli sono però autori di pregevoli spunti: Polinetti ruba palla e s'invola verso Salvatori che ancora una volta oppone il petto al tocco d'esterno ravvicinato. Mezzanotte esplode un diagonale che si perde a lato da buona posizione ed ancora Polinetti esalta le capacità d'uscita del n° 1 rossonero che gli eclissa la porta. Ma il miracolo, Salvatori, lo compie al 12° quando Florian arma il destro e spara dai 7 metri un collo pieno a incrociare sul quale il portiere del Dolomiti ci mette il piede di richiamo e devia; Mezzanotte per Lazzarini a rimorchio...alto! Bonato per Crepaldi...esterno rete! Il Dolomiti fa tremare la traversa giallonera e poi Pantozzi da 5 metri trova in girata il collo potente che San Uku neutralizza con reattività esplosiva (Thanks, Titto!). Ancora con i brividi lungo la schiena i gialloneri confezionano, al 26°, l'1-3 scacciapaure grazie ad un lancio illuminante con le mani del proprio portiere al ribollente Capitan Bonato che si gira facendo perno su Fill e prova d'esterno a beffare Salvatori che però ci arriva ma non trattiene, irrompe Bocia Frangipani e chiude l'incontro. Si rimane a punteggio pieno, ma si sono denotate ancora tante falle nel sistema di gioco: positivo è aver vinto proprio contro le tre squadre da cui l'anno scorso avevamo incassato le tre sconfitte dell'andata, ma c'è moltissimo da lavorare...9 punti avanti ma troppi passi indietro!

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata A (13.10.2016) # Febbre Gialla-Jugend Neugries 3-2 (1-1): Una FGialla da "cortile" si guadagna la merenda! Ripetersi alla nausea il mantra "non dobbiamo sottovalutare l'avversario...questa sarà una partita molto diversa rispetto alla Coppa" a quanto pare non è servito assolutamente ai birraioli gialloneri, oggi in rosso, che, nonostante avessero preparato l'incontro con dovizia di particolari, al fischio d'inizio hanno resettato il cervello dimenticando tutto quanto si era detto e fatto. Lo J.Neugries invece, fatto tesoro del tracollo in Coppa, e rinforzato dalla presenza del sempre ottimo De Sarro, è sceso alle Valier con spirito battagliero e voglia di non sfigurare. I primi 8 minuti non fanno registrare grandi emozioni: i padroni di casa hanno saldamente in mano il pallino del gioco, ma a parte un diagonale di Florian ben parato da Pigozzo ed un doppio tentativo di Casarin che frutta due angoli non succede altro. Al 9° fugge solitario El Mekaoui che, dribblando Cavalli in uscita disperata, si allarga e l'appoggio verso la rete sguarnita è bloccato all'ultimo dal rientrante President in provvidenziale scivolata; un minuto dopo però tanto per rispettare il detto "fate quello che dico, ma non quello che faccio", Mister Gualti si fa intercettare di tacco volante l'imbucata per il pivot dal lungagnone De Sarro che lo brucia in velocità ed elude la sua chiusura in scivolata con un terra-aria sotto la traversa, 0-1. I "rosso"gialloneri rispondono con uno scambio Bonato-Polinetti con palla sull'esterno della rete e con un colossale gol mangiato da Mezzanotte che alza a due passi dalla porta. Al 16° è Mezzanotte ad intercettare una palla sporca e lanciare nello spazio Florian che di collo piazza l'1-1. La FGialla, sempre troppo imprecisa nei controlli di palla e nei passaggi, brutta copia di quella di venerdì scorso, sfiora il vantaggio ancora con Florian che supera Pigozzo in uscita con un pallonetto ma trova il montante a respingere. Nell'intervallo si cerca di far quadrare la situazione, si mutano i quartetti sperimentali e si torna all'antica. La ripresa vede il Neugries un po' più alto a folate e i rossi di casa che si fanno prendere dalla frenesia anzichè manovrare con lucidità. Una palombella di testa di Bonato quasi beffa Pigozzo fuori dai pali mentre Florian si smalta contro un montante; Polinetti imbecca Bonato in banda, avversario che va a vuoto e destro che lambisce il palo lontano; al 39° Frangipani, servito in banda, non si accorge di essere solo e appoggia all'indietro per Casarin che infila il 2-1 da quasi metà campo con Pigozzo non esente da colpe. Si alza il pressing dei gialloneri ospiti e prosegue la confusione dei rossi di casa che però, in qualche modo, riescono a creare altre occasioni: un siluro di Crepaldi in seguito a corner regala una palla roteante a Polinetti il cui pregevole piatto di controbalzo si stampa sul palo interno. Lazzarini al volo colpisce il Capitano davanti alla porta ed al 52° Florian blocca una trama ospite e lancia il "Bocia" che si lascia dietro tutti e sigla il prezioso 3-1. Due minuti più tardi Zini riporta sotto il Neugries (3-2) e una girata sotto misura di De Sarro trova la traversa piena. A tempo scaduto ci prova Biasio su punizione dal limite che però s'infrange contro un proprio compagno. Una FGialla svagata, imprecisa e confusionaria porta a casa 3 punti dal cortile polveroso e pieno di buche e di sassi in cui ha giocato...si è vinto, ma non si è visto un gioco degno, bisogna rimboccarsi le maniche...

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata A (07.10.2016) # Kickers BZ-Febbre Gialla 1-4 (1-4): Tutto in un tempo: gialloneri indemoniati ed il poker è servito! 20^ volta che le due longeve compagini bolzanine incrociano le armi (sportive) dal 2007 ad oggi e, nonostante la bilancia penda notevolmente a favore dei gialloneri che conducono per 13 vittorie a 5 (oltre ad un pareggio), quest'incontro si presenta da sempre apertissimo a qualsiasi risultato. Difficile pronosticare a priori cosa accadrà questa sera soprattutto in virtù del fatto che entrambe le formazioni hanno modificato i roster in estate e quindi devono ancora integrare al meglio le new entries. FG/Paulaner che per scelta tecnico-tattica schiera solo 8 uomini di movimento assemblati in due quartetti molto omogenei. Pronti, via, ed al 2° di gioco gli equilibri sono già saltati grazie al bomber Polinetti che imbuca in banda su Lazzarini e va a riprendersi la palla srotolata di fino per esplodere un Mig rasoterra sotto le gambe di Vescoli, 0-1 fulmineo. Risponde l'ex Giaci Sacco che fa filtrare una bella palla nel cuore dell'area giallonera, nessuno la intercetta e palo lontano scheggiato. La FGialla è molto tonica, ruota a meraviglia e spaventa ancora Vescoli in seguito a rimessa laterale e corner. All'11° Mezzanotte, dalla banda sinistra, addomestica la sfera e cambia gioco con un tracciante basso che taglia la difesa di casa, si materializza Casarin sul fronte opposto il cui primo piattone molle finisce addosso a Vescoli ma la sua successiva ribattuta vincente di demi-volèe finisce in rete (0-2). Ospiti come un fiume in piena che insaccano pure l'immediato 0-3 su schema da corner, annullato dal fiscalissimo arbitro che punisce un blocco veniale. Dal Rì inquieta Uku con una girata che sfiora l'incrocio e poi Romeo colpisce il palo esterno su punizione. Dopo una conclusione di Polinetti deviata di tacco da Bonato che Vescoli para, al 18° giunge lo 0-3 "reale" con una splendida azione ariosa a due tocchi: Crepaldi cambia versante per Florian, passaggio in profondità per Capitan Bonato e palla al centro per la scheggia Frangipani sfuggito ad ogni marcatura che realizza da due passi. La FG/Paulaner, che fa tesoro dell'amichevole disputata qui col Mosaico di C1 appositamente per prendere a dovere le misure delle Roen, scatena tutte le sue armi tattiche e sfiora a ripetizione la segnatura: movimento diversivo a liberare Polinetti e fucilata che si stampa sul montante. Al 19° spingardata al volo di Lazzarini in seguito a corner, incrocio interno pazzesco e Torax che si spegne contro l'impietrito estremo di casa; al 21° è ancora un corner eseguito splendidamente a portare "Stebosauro" Casarin al rasoterra diagonale vincente che bacia il palo lontano e regala lo 0-4 ai suoi! Kickers vicini al tracollo al 24° quando Florian vola in ripartenza, dribbla Vescoli in uscita portandosi quasi sulla linea di fondo da dove s'inventa un interno a giro che l'incrocio esterno lontano respinge. Al 25° Dal Rì sfrutta l'unico errore della partita del suo diretto marcatore e spara dalla banda una botta che Uku devia ma, di ginocchio, Proietti sigla l'1-4 della bandiera. L'arbitro trentino Dagostino manda tutti al riposo. Nello spogliatoio l'infortunato Mister-President, costretto per la prima volta a saltare questo "clasico", consegna ai suoi solo qualche dritta difensiva, conscio che non si potranno ripetere altri 30' di assalto all'arma bianca. Infatti la ripresa vede i Kickers un po' più propositivi far girare la palla e cercare di sfruttare i soliti Zoffreo e Dal Rì che però sono francobollati magistralmente dalle coppie Bocia-Gianma e Stebo-Tommi; la FGialla si assesta nella propria 3/4 controllando ogni tentativo biancorosso e si affida alle ripartenze delle sue frecce. Casarin quasi beffa Vescoli con una palombella dalla propria area e Florian vanifica un 2vs1 succoso sbagliando la scelta del passaggio finale. Colossale occasione per Crepaldi che sparacchia centrale non vedendo un Bonato sacramentante, liberissimo a due passi dalla porta. Gli ultimi 20' trascorrono con i K5 a manovrare costantemente ma senza seri pensieri per un quasi inoperoso "Uku" Corea: fase difensiva giallonera che rasenta la perfezione quanto a chiusure dirette e diagonali con "Bocia" Frangipani sugli scudi e un Igor "Midnight" degno di menzione in quanto insuperabile nell'1-contro-1. Nel finale di partita il "Pampa" Dal Rì percuote su punizione la parte alta della traversa e la ripresa si chiude così a reti inviolate. Abbiano iniziato col piede giusto questo difficile Campionato: la prima delle 5 consecutive partite "reali" è andata, ma ora ci attendono altri 4 severi impegni da affrontare con la stessa brillantezza atletica e sagacia tattica. La preparazione estiva ha dato i suoi frutti, le gambe ci sono, ma bisogna eliminare ancora alcuni difetti tattici per potersela giocare contro le corazzate C5 e Marlengo e l'osticissima Olimpia...

Coppa Provincia C2 – I Turno – Ottavi (29.09.2016) # Jugend Neugries-Febbre Gialla 1-8 (0-3): Un ciliegiOTTO sulla torta giallonera! L'incontro con lo J.Neugries, che settimana scorsa aveva superato per 5-2 la Bassa B U21 eliminandola, ha solamente lo scopo di determinare l'assegnazione puramente formale del 1° e 2° posto nel triangolare tra due compagini già matematicamente qualificate ai quarti. La FG/Paulaner sfodera venti minuti iniziali che lasciano in apnea un frastornato Neugries, che, sicuramente falcidiato da alcune assenze, non riesce a scoccare nemmeno un tiro verso la porta ospite. La difesa ad oltranza dei padroni di casa viene scardinata all'8° dall'esecuzione magistrale di un tourbillon di movimenti che vedono, nella fase conclusiva, "Capitan" Bonato suolare all'indietro per l'accorrente "Vice" Casarin che incenerisce il giovane Pigozzo con una botta sotto la traversa (0-1). Il portierino del Neugries si riscatta poco dopo togliendo dall'angolino basso un pallone di Lazzarini già destinato a gonfiare il sacco e arginando una cannonata di Crepaldi fuggito in ripartenza; Polinetti al 19° fa le prove per la segnatura con una staffilata sul I palo ben deviata da Pigozzo che però è costretto a soccombere quando il n. 11 giallonero, bomber di Coppa, salta mezza difesa tagliando verso destra e incrocia il diagonale vincente, 0-2. Al 30° Johnny Angelini duetta in banda con Casarin e imbuca su Bonato che fredda l'estremo di casa sul I palo (0-3). La ripresa vede i ragazzi di Mamo Trotto buttarsi da subito in un pressing altissimo che apre grandi spazi ai gialloneri che piazzano la quaterna al 7°: Casarin si vede respingere la botta da Pigozzo, ma raccoglie Florian e insacca sotto la traversa, 0-4. Da un pregevole srotolo di Crepaldi si innesca la travolgente percussione di Lazzarini che vince caparbiamente due rimpalli e poi aggira con freddezza Pigozzo in uscita bassa infilando lo 0-5 dalla linea di fondo campo. Cavalli, subentrato all'inoperoso Uku, sbroglia in scivolata l'unico pericolo bianconero e al 18° Bonato scambia in velocità con Frangipani, e, con un moonwalking alla M.Jackson, rifila un tunnel a Pigozzo in uscita (0-6). Il rassicurante risultato consente al President di concedersi due cambi, nonostante il menisco dolente, divorandosi un gol fatto su retroimbeccata di Lazzarini. Al 23° una bella sovrapposizione di "Speedy" Frangipanes libera Florian che si accentra ed insacca lo 0-7 baciando il palo interno sinistro. Al 26° la FGialla ottiene un tiro libero dal limite dell'area ma il "Bocia" non riesce ad imporsi e viene spedito dall'arbitro sul dischetto dei 10m: meglio così...botta quasi radente e 0-8. A tempo scaduto giunge la rete della bandiera dei padroni di casa. Si passa ai quarti di finale come primi di un girone a tre forse troppo abbordabile, che però è servito a rodare certi meccanismi che, a causa della grave mancanza della palestra per metà mese, non si erano potuti oliare. Ma dalla prossima sarà tutto molto più impegnativo...

Coppa Provincia C2 – I Turno – Ottavi (15.09.2016) # Febbre Gialla-Bassa Atesina B U21 6-0 (3-0): Per la FG/Paulaner un esordio stagionale da 6 tondo in pagella! Dopo un'ottima preparazione estiva outdoor la FGialla si è ritrovata, alla riapertura delle scuole, completamente senza palestra per mancanza temporanea di custodi serali e quindi l'esordio odierno in Coppa ha coinciso anche con il primo "assaggio" del parquet amico delle Valier. Inoltre, per indisponibilità, infortunio e squalifica, i gialloneri hanno dovuto addirittura fare a meno di Captain "Irish" Bonato, President Esposti, Bocia "Pokemon-Go" Frangipani e "Cavissimo" Cavalli. Ecco dunque che, per necessità, i padroni di casa hanno dovuto affrontare i temibili supergiovani Under 21 della Bassa con due risicati quartetti molto improvvisati, rimescolando i ruoli in base alle necessità contingenti. Al fischio di inizio di Frediani i biancoarancioni ospiti si lanciano subito in un pressing molto alto che durerà per tutto l'incontro; le uscite dal pressing, provate alla bell'e meglio su un campetto spelacchiato del Talvera, danno subito i loro frutti e da uno srotolo di Casarin parte l'imbeccata di "Capitan Futuro" Lazzarini per Angelini D. che, appostato sul II palo, pensa bene di spazzare via la palla dalla porta avversaria. Gli ospiti vanno a caccia del pallone a tutto campo scoprendo delle invitanti praterie alle loro spalle in cui al 12° s'incunea "Stebosauro" Casarin che da fondo campo serve in piena area l'accorrente "Trottolino" Polinetti che di piatto non sbaglia: 1-0. Buona percussione del nuovo centrale Crepaldi che anticipa di netto Tezzele e parte in progressione ma viene chiuso in corner. Al 15° incrocio pazzesco di Lazzarini in seguito a buon schema da corner e successiva ghiotta occasione per "Terror Train" Angelini D. che scarica la botta in pancia a Pergher. La Bassa U21 fa molto movimento ma non impensierisce Uku Corea che si limita ad alcune parate di ordinaria amministrazione. Al 23° il furbo "Johnny" Angelini, battuta rapidamente una punizione per Mezzanotte, riceve la sfera di ritorno e spara in diagonale dal limite trovando la pregevole deviazione vincente di tacco di "Angel Face" Florian: 2-0. Al 30° Mister Gualti e Co-Mister Ugo si alzano dalla panca ad applaudire la splendida esecuzione di una rimessa da parte di Lazzarini che consente al chirurgico Polinetti di infilare il 3-0 con una stoccata bassa ed imprendibile nell'angolino lontano. Nella ripresa i primi 10 minuti sono un monologo dei giovani del duo Pergher/Ceca che partono a mille pressando e aggredendo altissimi: i padroni di casa evidenziano alcune lacune di copertura dovute all'ancora scarso affiatamento e "Uku" si deve rimboccare le maniche per controllare una botta ravvicinata e respingere in spaccata un diagonale velenoso. I gialloneri, pur sul 3-0, non si vergognano a contenere, secondo indicazioni, le sfuriate atletiche avversarie, chiudendosi abbastanza bene e cercando di migliorare l'intesa difensiva con "l'apprendista" centrale Tommi Crepaldi alla sua primissima uscita in questo ruolo in giallonero. Al 13° perfetto corner eseguito dai bolzanini che libera Polinetti, quasi incredulo della riuscita, in piena area e 4-0 imprendibile del folletto n° 11. Uku si esibisce in una provvidenziale uscita di piede e in una deviazione d'istinto su fucilata defilatissima. Altra buona ripartenza orchestrata con personalità da Crepaldi e sugosa sfera offerta a Igor "Midnight" che incredibilmente alza oltre la traversa. Preciso lancio con i piedi di Uku-Pivot che pesca l'inafferrabile Poli lanciato in contropiede solitario, ma il giovane estremo bassotto fa il miracolo. Al 25° un'ariosa ripartenza birraiola innescata da Florian e Mezzanotte consente a "Johnny" Angelini di timbrare il cartellino con una sassata sotto il sette: 5-0. Gli ultimi minuti vedono la FGialla controllare le ultime sfuriate biancoarancioni seguendo l'indicazione preziosa di Casarin: "Non giochiamo con frenètika!" e piazzare il sonoro 6-0 in seguito a punzione battuta d'astuzia da Lazzarini che serve l'Hobbit "Pipino" Polinetti nascosto sul palo per il suo personalissimo poker. Sufficienza piena quindi per questa incerottata FGialla alla sua prima partita ufficiale della nuova stagione: buona la prestazione dei tre nuovi acquisti e menzione particolare per il "Pipita"...pardòn "Pipino" Polinetti, bomber a lungo e vanamente inseguito in passato, autore di una prestazione coi fiocchi condita di ben 4 reti che giustificano l'enorme spesa estiva della società che ha dovuto pagare la clausola rescissoria di ben 94 birre!!!

Le cronache “di parte” della stagione 2015/16

 

Coppa Provincia – Serie C2 – Semifinale R (05.05.2016) # Febbre Gialla-Mosaico 4-3 (1-1): Da una prestazione gagliarda scaturisce una vittoria inutile ma prestigiosa! Dopo il netto 0-3 dell'andata a favore del Mosaico, tutto faceva presagire, questa sera, che la semifinale di ritorno sarebbe scorsa via senza grandi sussulti ed emozioni dato l'improbo impegno di rimontare ben tre reti ai campioni della C2 da parte dei gialloneri. Ma la FGialla non si è data per vinta in partenza ed il lunedì ha ordito uno spregiudicato, ma lucido, piano tattico per sorprendere l'avversario attuando, fin dal fischio d'inizio, un micidiale pressing a folate che ha spezzato il giro-palla nemico ed ha consentito di recuperare molti palloni. Il pressing alto ha anche il suo rovescio della medaglia ed infatti la prima grande occasione la crea Bighi che s'invola solitario verso Uku Corea, bravissimo a respingerne la botta. La risposta di Casarin è una puntazza precisa indirizzata verso l'angolino sulla quale Just ci arriva di piede. Da una punizione a due dal limite Casarin impegna non poco Just e poi Frangipani non arriva per un soffio sul II palo. Sidoti, non in gran vena, manda in fumo per imprecisione alcune imbucate, mentre al 15° la FGialla passa in vantaggio 1-0 sugli sviluppi di una rimessa con deviazione volante di tacco di Lazzarini. Al 19° Stellato spegne gli entusiasmi impattando 1-1 e subito dopo li riaccende facendosi ingenuamente espellere: la FGialla mette il portiere di movimento per il 5vs3 che però sfrutta malissimo creando una sola occasione in due minuti con Bonato che di sinistro centra in pieno Just e poi Fronzi libera sulla linea di porta. Colossale fallo di mano in area mosaica non rilevato e punizione chirurgica di Sidoti che cerca l'angolino ma trova la miracolosa mano di Just in tuffo a deviare. La prima frazione si chiude con una magia di Sommacampagna che prova a beffare Uku usando il "diversivo" del lancio in cielo della scarpa. Dopo l'intervallo in cui i gialloneri contano gli acciaccati si riparte con lo stesso leit-motiv dei primi 30 minuti: Mosaico che imposta a basso ritmo e FGialla che pressa a chiamata mordendo le caviglie. Al 7° però è Somma a sfoggiare tutta la sua classe con il classico tiro di punta a pescare l'angolo lontano ed è 1-2. I padroni di casa alzano ancor più la pressione costringendo Fill e Strano a spazzare ed al 9° Frangipani incuneatosi in area, srotola all'ndietro per l'accorrente Angelini il cui tiro sporchissimo regala il 2-2. La FG/Paulaner attacca con foga e Sidoti in diagonale fa tremare il montante, come anche Zubba in una delle sue rare proiezioni offensive. Bella imbucata a palombella di Esposti per Bonato che addomestica, si gira e costringe Just alla respinta d'istinto. Al 20° un tiro senza grandi pretese di Fronzi sorprende il subentrato Cavalli e porta gli ospiti sul 2-3. A questo punto i birraioli scatenano l'attacco totale ed è caccia all'uomo a tutto campo a costo di lasciare Somma e Bighi a vedersela da soli col centrale di turno in pericolosi uno-contro-uno. E' il 23° quando l'indemoniato Bòcia sfugge a Bighi in contropiede e serve il Capitano che si esibisce in una mirabile "palla-da-una-parte-Fill-dall'altra" e punta imparabile ad incrociare: 3-3 e commento sconsolato di Just: "No, da Silvietto in velocità, no!" Gli ultimi minuti vedono i gialloneri provare il tutto per tutto con un missile radioguidato di Sidoti che si stampa sull'altro palo e una rasoiata di Florian che si stampa su Just. Al 26° c'è finalmente il sorpasso con un tiro non irresistibile di Sidotiego dai 12 metri che inganna l'estremo in viola. Il 4-3 non basta assolutamente, ma esalta i gialloneri che vogliono fortemente questa vittoria: nel finale ancora il Bòcia è protagonista sfortunato quando, sotto porta, devia di stinco una saetta di Sidoti ma trova incredibilmente il palo e poi si scatena una fagiolata da Far West senza esito. Finisce 4-3 con il Mosaico che accede meritatamente alla finale e la FGialla che chiude la sua stagione con la soddisfazione di essere stata l'unica squadra ad aver sconfitto, per ben due volte su quattro incontri, i campioni della C2.

Coppa Provincia – Serie C2 – Semifinale A (28.04.2016) # Mosaico-Febbre Gialla 3-0 (2-0): Un tris secco, che non ammette repliche! In questa semifinale di andata la FG/Paulaner cede 3-0 ai freschi campioni della C2 che si dimostrano più solidi dietro e più concreti sotto porta dove sfruttano le indiscusse superiorità tecniche dei suoi uomini migliori per colpire quando è il momento opportuno. E dire che, rispetto alla recente partita di campionato sempre contro il Mosaico, i gialloneri questa volta erano partiti molto concentrati e determinati, chiudendo benissimo ogni varco e creando anche alcuni grattacapi alla difesa ospite. Dopo una pericolosa girata di Bighi murata ed un diagonale di Stellato parata da "Cava" è Mezzanotte a trovarsi in ghiotta zona tiro, grazie ad un illuminante cambio di gioco di Casarin, ma è il palo che respinge fragorosamente il collo pieno dell'attaccante di casa. Anche Sidoti ci prova due volte, ma è meno brasileiro del solito ed i suoi diagonali sibilano fuori di poco; la retroguardia giallonera regge benissimo l'impatto contro le azioni manovrate dai bianchi di Gentilini che faticano a trovare la porta con Bighi ben francobollato da Bertinazzo, ma al 21° viene infilata in seguito ad un classico contropiede: un tiro da rimessa laterale è respinto da un'anca che mette in fuga Sommacampagna abilissimo ad infilare la sfera nell'angolo lontano, 1-0. Trascorrono 60" e Stellato, ricevuta palla in zona centrale, scarta a destra ed incrocia sotto le gambe del suo marcatore insaccando nell'angolino opposto: 2-0. I due pugni in faccia ravvicinati fanno male ma non abbattono i padroni di casa che, prima con Frangipani e poi con Florian, si presentano dalle parti di Just sempre attento ed inviolato. Una bombazza di Pizzardi è respinta di petto da Bertinazzo e Just alza in corner una fucilata di Florian. Finisce il primo tempo. I primi minuti della ripresa vedono una FGialla molto imprecisa nella costruzione che prova a premere ma sbaglia tanto in impostazione; il Mosaico rimane molto arretrato ma concede pochi spazi e Sidoti lambisce il montante destro. L'occasione più clamorosa per ridurre lo svantaggio capita al 12° quando Sidoti esplode un diagonale verso il II palo che Just sfiora di quel tanto per sporcare l'impatto dell'accorrente Mezzanotte che colpisce un monumentale palo interno! La coppia Stellato-Somma, quando duetta, tiene sempre sulle spine la difesa di casa ed il President deve immolarsi più volte con la scivolata "made of Catanzariti" per contrastare le velenose conclusioni: stoppato in qualche modo un tentativo di sombrero di Somma, deve poi ricorrere al mestiere per bloccarlo fetidamente in piena area. Al 20° il Mosaico assesta, in seguito a corner, il terzo e pesante uppercut: segna Pizzardi (3-0). La FGialla non ci sta e si butta in avanti con Casarin (rasoterra violento parato), Lazzarini (palla lisciata da angolo) e Florian (doppio tiro respinto da Just). Al 28° è ancora Florian a trovarsi di spalle davanti al portiere avversario ma, sbilanciato, opta per un'innocua conclusione di tacco anzichè servire il vicino e libero Frangipani. Grandissimo salvataggio su Bighi lanciato a rete da parte di Cava che, in scivolata, ingloba tra le gambe l'Agla e lo cova fino a 3/4 campo. E' l'ultima emozione e tutto è rimandato alla partita di ritorno. Inutile girarci attorno: in queste due ultime sfide il Mosaico si è rivelato più forte e, soprattutto, abile a realizzare le occasioni che gli si presentano. Noi non abbiamo sfigurato nonostante il 4-0 ed il 3-0 siano risultati netti ed inequivocabili, ma ci è mancata lucidità in fase realizzativa. Ribaltare il 3-0 al ritorno sarà impresa estremamente ardua, se non impossibile, ma forse, giocando con mente libera, chissà che non si porti a casa almeno una vittoria anche se quasi sicuramente inutile per la qualificazione...

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata R (21.04.2016) # Febbre Gialla-Mosaico 0-4 (0-2): Una FGialla un po' troppo "mollaciosa" e sfortunata con le carte, subisce un poker! Ed è arrivata l'ultima giornata di questo avvincente campionato in cui la promozione se l'è aggiudicata meritatamente il Mosaico, squadra sicuramente ben attrezzata, ma non certo schiacciasassi ed invincibile come tutte quelle che hanno trionfato negli ultimi anni: questo ha fatto sì che in conclusione il torneo sia stato abbastanza equilibrato ed in forse fino a due giornate dalla fine. Stasera si gioca FGialla-Mosaico, con i gialloneri, già sul gradino più basso del podio, a far da arbitri super partes per l'assegnazione del virtuale titolo provinciale tra Mosaico e Kickers BZ. Il Mosaico, per essere sicuro del titolo, deve solo vincere ed infatti parte molto forte con un tiro centrale di Zubba ed una cannonata di Pizzardi sul I palo che impegnano non poco Uku Corea. Risponde la FGialla con Bonato che salta Pozzato e va a sfruttare la sponda di Frangipani costringendo Just Cavalli al salvataggio. Al 4° un appoggio fiacco del President favorisce la ripartenza di Bighi che infila di giustezza lo 0-1. Ci prova Sidoti in collaborazione con Sacco ma la fiondata lambisce la parte alta della traversa. Gran gesto tecnico di Sommacampagna che affronta Casarin e, di punta, obbliga Uku ad una paratona a mano aperta. Il Mosaico è molto determinato a trovare il raddoppio e ci va vicino con Stellato che si avvale di una deviazione e poi con Fronzi che non sorprende l'estremo di casa. Da angolo Lazzarini scheggia il montante, mentre, dall'altra, Somma incoccia il palo da posizione defilata. Al 23° è 0-2 per gli ospiti: Zubba prova l'imbucata centrale ed è fortunato nel ritrovarsi la palla sui piedi su respinta giallonera...piatto e rete! Una bella saetta di Florian diretta al sette è deviata da Just e Uku esce malconcio da un'uscita in scivolata sulla trequarti per anticipare Bighi che affonda l'entrata e lo scortica. Nell'intervallo la FG/Paulaner raccoglie idee e forze e riparte nella ripresa con 7 minuti di fuoco; il Mosaico arretra il baricentro e subito al 2° di giocoCap. Bonato serve in profondità President Esposti che prova lo scavetto su Just in uscita bassa che però miracolosamente ci mette una pezza; ancora lo scatenato Bonato libera Lazzarini per la botta secca dal limite e incredibile salvataggio ospite sulla linea di porta. Grande uscita salvifica di Uku su Pizzardi lanciato a rete e Bocia Frangipani, dopo aver vinto un rimpallo, prova di collo da buona posizione ma trova solo il corner. Nel momento di maggior spinta dei gialloneri, il Mosaico pesca, all'11°, lo 0-3 con un eurogol di Bighi che, quasi dalla linea laterale, s'inventa una pazzesca puntazza che si spegne pulita nell'incrocio opposto...niente da dire! Trascorrono 2' ed arriva l'elegante sigillo del "Marchese" di Sommacampagna che gira al volo in gol una rimessa di Zubba, 0-4. La FGialla si sbilancia in avanti alla ricerca del gol della bandiera e Sidoti si libera in slalom per sfoderare il mancino, ma è ancora il palo a fermarlo.Uku frena una ripartenza di Stellato e si supera su una battuta quasi a colpo sicuro di Somma dal limite. Un ultimo sussulto all'incontro lo offre Casarin che, sugli sviluppi di un corner, bombarda in diagonale e Just sbuca dal nulla deviando con l'aiuto dell'ennesimo palo. Finisce così, sconfitta giusta ma troppo severa alla luce di quanto fatto. Il Mosaico ottiene anche il titolo provinciale ed ora lo incontreremo altre due volte nell'imminente semifinale di Coppa, e sarà tutta un'altra storia. Chiudiamo questo campionato con un onorevole 3° posto in entrambe le classifiche, che è un buon risultato se si considera che abbiamo girato sesti alla fine del girone d'andata, ma lascia cmq l'amaro in bocca ricordando che solo due giornate fa (se avessimo vinto coi Kickers essendo 5-4 a poco dalla fine, poi pari 5-5) abbiamo avuto la grande occasione di arrivare a giocarci nello scontro diretto il passaggio in C1. Con 26 segnature piazziamo il nostro Gianma Lazzarini al secondo posto nella classifica cannonieri affiancato a Dal Rì e dietro a Quici (28 reti): ma considerando che è un laterale difensivo e gli altri due sono pivot o cmq attaccanti, al nostro interno lo consideriamo il vincitore morale. La FGialla si aggiudica inoltre, con notevole divario, la Coppa Disciplina, dimostrando ancora una volta che il YellowFeverStyle, nonostante si combatta alla morte per le posizioni di vertice, è sempre invariato e vincente!

Campionato – Serie C2 – 10^ Giornata R (13.04.2016) # Bassa Atesina B-Febbre Gialla 2-9 (2-3): FGialla a "forza nove"! Nel solito Fosso di Helm di Bronzolo la FGialla apre le danze dopo appena 20" in seguito a rimessa laterale di Frangipani che serve Lazzarini il quale imbuca su Bonato e va a rimorchio per il diagonale vincente (0-1).Passa poco e Florian appoggia per Cap. Bonato che d'esterno mette a lato di un niente. All'8° sale in cattedra universitaria il Dott. Sidoti, salta di suola mezza Bassa, portiere compreso, e sigla lo 0-2. I padroni di casa dimezzano lo svantaggio con Crupi su punizione, approfittando della pessima disposizione della barriera ospite (1-2). Al 15° è lesto Mezzanotte ad infilare l'1-3 sotto misura dopo respinta corta di Moser su tiro di Florian. Martini accorcia 2-3 sparando un missile dalla linea di fondo sotto la traversa e Lazzarini si fa parare il tiro libero allo scadere del primo tempo. Nella ripresa è un monologo dei gialloneri bolzanini che già al 3° si portano sul 2-4 con Zanghi imbeccato da uno straripante Sidoti. Due minuti più tardi è lo stesso Sidotinho a perforare Moser sugli sviluppi di una rimessa laterale (2-5). Dal 18° la FGialla è un fiume in piena e le reti sgorgano copiose: il 2-6 nasce da un bello scarico di Bonato per l'accorrente Lazzarini mentre il 2-7 è frutto di una spingardata da centrocampo dell'"Izquierdo de Dios" Sidotiego che non lascia scampo al giovane estremo bassotto. Da riuscito schema da rimessa Lazzarini insacca il 2-8 e poi, allo scadere, si sovrappone intelligentemente a Mezzanotte e va a completare il suo personale poker di reti con il rasoterra del definitivo 2-9. Il prossimo giovedì ci sarà l'ultima di campionato e la FGialla sarà arbitro super partes dell'assegnazione del platonico titolo provinciale incontrando il Mosaico capolista, mente i Kickers, secondi, ospiteranno la Bassa B...

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata R (07.04.2016) # Febbre Gialla-Bubi Merano B 5-4 (1-4): Anche se affetti da febbre gialla, non si muore mai! La sempre scorbutica sfida con gli ostici marpioni del Bubi B sembra mettersi subito in discesa per gli uomini in giallonero (oggi in rosso) che impiegano solo 7 secondi dal fischio d'inizio per mandare in rete il solito Lazzarini, con rimorchio vincente su Capitan Bonato. Come nella partita precedente i primi minuti vedono una FGialla che spinge a tutta birra per scavare il solco e Frangipani viene liberato benissimo a destra ma spara contro Soffiati. Cambia il quartetto ma non cambia la sostanza: Sidoti prima scavetta deliziosamente per Florian che però spreca e poi spara un siluro verso il sette costringendo al miracolo il portiere meranese. La risposta di Rossi non si fa attendere ed è bomba da fuori che Cavalli devia con l'aiuto della traversa. All'11° il demonio Rossi finge la sua tipica fucilata da punizione ravvicinata ed invece serve astutamente Sieff sul II palo per la comoda deviazione: 1-1 e difesa di casa imbalsamata che può solo constatare il pareggio. Ci prova Florian con un insidioso diagonale anch'esso deviato sulla traversa e Casarin fa tutto benissimo ma viene murato all'ultimo da Bartola. Dal 21° la FGialla è preda di un incantesimo, forse una macumba brasiliana che Sidotinho si è trascinato oltreoceano da Porto Alegre, per cui tutti i giocatori sono tramutati in impalbabili ectoplasmi in grado di commettere le più indecenti nefandezze futsalistiche. Inizia il President che sprofonda in una pozza di sabbie mobili e lascia così a Sieff la possibilità di infilare l'1-2 sul I palo. Un minuto più tardi la premiata coppia Cava-Gianma inscena con molto pathos sul palco delle Valier una sintesi der film "Quer pasticciaccio brutto de via Merulana": Cava in uscita bassa chiama la palla e Lazza lo anticipa mettendolo fuori causa e spalancando la porta a Trunzo per l'inaspettato 1-3. Mirabile pallonetto di Bonfiglio al 24° con paratona dell'estremo di casa. Però per non farsi mancare proprio nulla ci pensa lo stesso Cavalli a non trattenere un passaggio di Petrachi da casa sua e a far lievitare senza fatica alcuna il Bubi addirittura fino al pesantissimo 1-4 che chiude così il primo tempo. Nello spogliatoio ci si aspetterebbe un vulcano in eruzione, ma nulla di tutto questo: si prende coscienza di aver fatto la più scandalosa prestazione degli ultimi anni e si bandiscono le parole per far spazio ai fatti. Si rientra sul parquet di gioco ed il Bubi è in modalità muro imperforabile guidato alla perfezione da Rossi: i gialloneri ruotano e sfoderano qualche tiro dalla distanza ma non passano. All'11° è Bertinazzo a trovare uno spiraglio offensivo e mettere verso il centro area un rasoterra che l'estremo meranese si autodevia in porta, 2-4. Autogollonzo brutto ed insperato che però dà l'avvio all'incredibile rimonta. La FGialla ordisce tambureggianti attacchi dalle fasce, ma i bianconeri ospiti murano tutto grazie a Bonfiglio, Trunzo e Sieff che si immolano stile scudi umani o arginano le offensive con generose scivolate. Al 20°, dopo un buon giro-palla, Lazzarini imbuca in profonda banda sinistra su Florian che restituisce allo stesso di suola per il vincente sinistro del 3-4. I rossi di casa ci credono ed al 22° da corner, il brasileiro Sidotiego controlla di suola, elude l'intervento di Rossi e fredda Soffiati in diagonale, 4-4. Il Bubi crolla fisicamente ed anche psicologicamente, Fornasier si fa ingenuamente espellere e la FG/Paulaner butta in campo il portiere di movimento: il gioco è frammentato da continui falli ed interruzioni ed il power-play si esaurisce in fretta senza sussulti. Paradossalmente appena rientrato il quarto meranese la FGialla, ancora in versione 4+1, recupera palla ed in contropiede Lazzarini e Florian volano con doppio triangolo fino alla difficile battuta vincente di prima di Davide "Faccia d'Angelo" che, a 10" dal termine, regala il decisivo 5-4 e festeggia così nel migliore dei modi la sua 100^ presenza in giallonero in 5 stagioni (e 61 reti complessive). Primo tempo da mummie tumulate nelle piramidi, secondo tempo da "Ritorno dei morti viventi"...infatti, come gli zombi, abbiamo almeno dimostrato che non moriamo mai...

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata R (01.04.2016) # Kickers BZ-Febbre Gialla 5-5 (2-3): La FG/Paulaner si fa raggiungere nel finale e consegna la promozione al Mosaico! Al PalaRoen, teatro della C1, Kickers e FGialla danno vita ad un'entusiasmante partita dai ritmi sostenuti e dal notevole furore agonistico: i gialloneri hanno un solo risultato utile a disposizione, la vittoria, per potersi poi giocare la promozione all'ultima giornata con la capoclassifica Mosaico. La partenza del quartetto base degli ospiti "strisciati" è devastate: giro-palla veloce e fluido e aggressività a mille portano già al 4° lo 0-1 con "President" Esposti che batte veloce una rimessa in corsa per Capitan Bonato il cui rasoterra s'infila nell'angolo lontano complice anche una deviazione. La FG/Paulaner pigia sull'acceleratore e trova, un minuto più tardi, lo 0-2 con Lazzarini che chiede ed ottiene da Angelini un veloce uno-due in banda e perfora Vescoli di punta. I Kickers traballano ma non crollano e scheggiano un incrocio esterno con Zoffreo (tocco decisivo con la punta delle dita di Corea) e incocciano un palo pieno con l'eterno Pasquazzi. All'11° gli ospiti sbagliano le coperture difensive e si dimenticano Dal Rì solo davanti a Uku che non sbaglia, 1-2. Angelini innesta il turbo e supera in velocità due avversari ma poi spara addosso a Vescoli in uscita; al 18° gli ospiti si fanno ingenuamente infilare in contropiede dopo aver perso palla in attacco e Bruson impatta 2-2. Il pareggio sarebbe risultato inutile per entrambe e renderebbe matematicamente campione il Mosaico e quindi la FGialla riparte a macinare azioni ed occasioni: il "brasileiro" Gabry Sidoti appena rientrato dagli otto mesi di studio a Porto Alegre dà uno sfoggio della sua potenza sfoderando due rasoiate in rapida sequenza entrambe ribattute con palla che arriva la limite dell'area per la botta dell'accorrente Angelini, alta però sulla traversa. Altro bel giro palla orchestrato da Casarin e Florian e gioco spostato a sinistra dove è acquattato Sidoti che controlla ad arte e deflagra un siluro che fa rimbombare il montante. Le due squadre combattono a tutto campo ma al 24° Esposti da rimessa innesca ancora il sinistro folgorante di Gianma Lazzarini che passa fra un nugolo di gambe, inganna Vescoli e, a detta dell'arbitro, carambola oltre la linea di porta (2-3). Ci riprova Pasquazzi col suo fetido sinistro, mentre Dal Rì ingaggia duelli rusticani contro i ruvidi raddoppi gialloneri. Al 28° Angelini sradica una palla a metà campo e fugge verso Vescoli, viene abbattuto in area e da terra segna…gol o rigore? L'arbitro vede un fallo sul portiere. La prima frizzante frazione si chiude con gli ospiti in avanti di una rete e fa presagire che la ripresa sarà altrettanto combattuta e con varie segnature. Pronti, via e ancora il solito mitico Jack Pasquazzi inventa, da posizione impossibile, un diagonale mancino ad incrociare che va a cogliere il palo lontano. Risponde la FGialla con un tiro di Bonato da rimessa laterale che viene deviato e costringe Vescoli a togliere la sfera dall'incrocio. Al 7° è Florian a creare scompiglio in contropiede ma viene chiuso in corner: sull'esecuzione dello stesso ancora Florian spara un tracciante ad incrociare sul quale l'estremo Kickers si distende e fa il miracolo. Uku sventa in uscita una ripartenza biancorossa e al 10° l'imprendibile Lazzarini semina la difesa di casa, taglia in diagonale e di destro mette sul II palo dove Bocia Frangipani infila il 2-4. Entusiasmo birraiolo alle stelle, smorzato già al 12° con il 3-4 di Romeo che realizza in seguito a schema da corner eseguito alla perfezione. Al 19° la FG/Paulaner corona nuovamente i suoi sforzi raggiungendo il doppio vantaggio: Casarin trova una schiena avversaria a respingere la sua saetta, ma sulla palla vagante si avventa Sidotiego che squarcia le nebbie del jet lag che lo stanno obnubilando ed infila Vescoli sotto le gambe (3-5). Le due compagini sono stanche ed infatti gli errori nei passaggi iniziano ad essere più frequenti. Occasionissima giallonera per chiudere la partita con il 2vs1 condotto da Mezzanotte che però scarica al libero Sidoti troppo tardi e troppo in profondità, quando ormai Vescoli è in uscita a tutto sfuma. I Kickers non attaccano a pieno regime però si affidano alle folate singole di Zoffreo e Dal Rì costretti a fare gli straordinari; al 22° proprio Zoffreo inventa un tiro quasi impossibile sparando contro Bertinazzo con palla che passa sotto le gambe e si spegne nell'angolino lontano (4-5). Un minuto dopo è Dal Rì a segnare in fotocopia dalla fascia sinistra con un destro ad incrociare. La FGialla consuma gli ultimi minuti con il 4+1 che frutta due tiri di Sidoti e nulla più. Termina con un 5-5 che non serve a nessuno e consegna al Mosaico la vittoria matematica del campionato "reale". Sfida bella, tesa, combattuta, a tratti spettacolare, corretta...ma per noi inutile, purtroppo!

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata R (10.03.2016) # Febbre Gialla-Jugend Neugries 3-1 (0-0): A St. Patrick la FG/Paulaner pesca il tri-foglio nella ripresa! Mentre tutto il mondo irlandese si colora di verde in onore del suo santo patrono, la palestra Valier si tinge completamente di giallonero, in quanto teatro del derby fra le due squadre "strisciate" black-yellow del torneo. FGialla che, memore della disastrosa partita d'andata in cui tutti gli uomini in rosa incapparono in una serata stortissima, schiera con oculatezza una formazione molto bilanciata in difesa e pronta a colpire in ripartenza. I ritmi sono blandi già dal fischio d'inizio con gli ospiti ben arroccati all'indietro e con i padroni di casa che cercano di far circolare la palla per aprire qualche pertugio in cui imbucare. La prima occasione capita a Florian che spara sul portiere ospite, irrompe Mezzanotte per il rebound ma un difensore respinge stile scudo umano. Dopo alcuni minuti di noia mortale risponde De Sarro con una saetta rasoterra di sinistro che non inganna l'attentissimo "Uku" Corea pronto a mettere il piede e a salvare sul I palo. Altra serpentina efficace di Florian in prossimità dell'area ospite e scarico al libero Casarin che, anzichè concludere, opta per un incomprensibile e sballato passaggio di ritorno che fa sfumare tutto. Ancora De Sarro sfonda sulla fascia mancina e spara un tracciante a mezza altezza che sfila pericolosissimo attraverso l'area di porta febbregiallina. Il tempo scorre lento e la partita è veramente avara di emozioni, con le due compagini che si affrontano più preoccupate di non scoprirsi e di non commettere errori fatali che determinate a cercare di segnare. Al 22° Capitan Bonato imbuca nel cuore dell'area del Neugries per il President spalle alla porta, la cui girata debole e sporca trova la respinta di Pigozzo che poi si esibisce in una miracolosa paratona sulla ravvicinata bomba a colpo sicuro di "Bòcia" Frangipani. Nel finale del primo tempo si registra il secondo intervento degno di questo nome di Uku che para a due mani una fiocinata defilata e poi innesca con un lancio la risposta di Angelini, bravo ad addomesticare la sfera, ma impreciso nella conclusione. Lo 0-0 dei primi 30 minuti rispecchia giustamente l'andamento soporifero dell'incontro. Anche i primi giri di lancette della ripresa non fanno presagire grandi cose: FGialla con costante possesso di palla e Neugries con rombo molto chiuso e difficile da scardinare. Finalmente all'11° i padroni di casa si sbloccano sorprendendo gli ospiti per una volta un po' troppo sbilanciati: Florian porta palla per metà campo e serve Bonato che fa impennare la sfera saltando Pigozzo in uscita...sulla linea di porta salva Corbo con una rovesciata ma l'Agla capita sui piedi di Stebo Casarin che controlla di suola e di punta bacia il palo, 1-0. E' il solito De Sarro a creare insidie per il Neugries con le sue fucilate dalla media distanza in parte respinte dal President in parte respinte dal subentrato Cavalli. Al 16° Mezzanotte offre una palla succosa all'indietro per il Bòcia che spara forte di punta ma in bocca al portiere; brividi lungo la schiena per una non-uscita di Cava con palla che poi sfila sul fondo e situazione da "Sliding Doors" al 23° con clamoroso palo incocciato da De Sarro che poteva regalare il pareggio agli ospiti e ripartenza fulminea di "Terror Train" Angelini che si divora il campo e appoggia sulla sinistra per "Leprecauno" Lazzarini che incastona nel sette una barbogia urticante imprendibile, 2-0. Il Neugries sostituisce il portiere con il 5° uomo di movimento e cerca di perforare la gabbia dei rossi di casa che però reggono senza grandi patemi ed anzi, al 28°, intercettano palla col folletto irish Lazzarini che va a siglare il 3-0 (18^ segnatura stagionale). A tempo scaduto la rete pasticciata in comproprietà fra Biasio e Casarin fissa il risultato sul 3-1 finale. Non è stata assolutamente una bella partita, ma i punti in palio erano estremamente "pesanti" per la FGialla in ottica classifica reale, l'importante era accaparrarseli e così è stato fatto...Happy St. Paddy's Day!

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata R (10.03.2016) # Febbre Gialla-Futsal BZ 2007 B 3-4 (3-1): FG/Paulaner...dalle stelle alle stalle in 26 minuti! La striscia delle 7 vittorie consecutive giallonere si arena malamente nei minuti iniziali della ripresa di una partita che, per un tempo, era stata condotta agilmente fino al 3-1, e che però si sarebbe già dovuta chiudere prima dell'intervallo, considerando le colossali occasioni create. FGialla che parte bene e che trova al 2° di gioco il vantaggio: rimessa laterale con Lazzarini che supera in scavetto il difensore e mette al centro dove Cap. Bonato non sbaglia il tocco sotto misura, 1-0. Sugli sviluppi di un corner è ancora Bonato al volo a lambire il montante, mentre Cavalli esce a valanga su Marraffa e salva. All'8° Zanghi da sinistra incrocia sul II palo dove Angelini riesce nel tocco vincente del 2-0; al 13° i gialloneri segnano pure il 3-0 con punta di Lazzarini in seguito a corner e la serata pare indirizzarsi verso una comoda vittoria. Il Futsal B manovra ma non punge e Cavalli deve sbrigare solo l'ordinaria amministrazione, tradito però al 22° da Florian che, da ultimo uomo, perde palla e regala a Pellegrinon l'inaspettato gol della bandiera (3-1). Ripartenza giallonera 2vs0 con Lazzarini che forse aspetta un po' troppo a scaricare la palla, ma quando lo fa, Angelini, da 30 cm., colpisce il palo a porta vuota. PAZZESCO! Altra palla d'oro sui piedi di Bonato al 24° che, davanti a Milani, spara in diagonale ma non trova lo specchio. La ripresa invece è da subito un incubo per i padroni di casa e rimanda la memoria ad una partita sciagurata di un girone fa i cui tutto andò storto, portieri compresi. Al 4° Codogno devia sotto porta di tacco un diagonale basso (3-2) ed un minuto dopo Obwexer impatta 3-3 dalla distanza approfittando di una mano che esce dal parquet ed accalappia la gamba destra di Corea impedendogli di intervenire. Da questo momento la FG/Paulaner sparisce inspiegabilmente dal campo diventando molle, prevedibile, pasticciona, imprecisa: i giovani biancorossi proseguono, come nella prima frazione d'altronde, con il loro pressing altissimo a tutto campo ma i padroni di casa hanno staccato la spina e non riescono più ad eluderlo ed anzi rischiano di continuo. Su uno dei tanti traversoni bassi dalla fascia Esposti rischia l'autorete colpendo la propria traversa per anticipare l'accorrente Marraffa. L'unica occasione ghiotta per la FGialla capita a Bonato liberato solo, spalle alla porta, contro Milani che però esce con tempismo e riesce a sbrogliare. Quando l'incontro pare chiudersi in parità, Obwexer pesca il 3-4 al 29° con sinistro dalla distanza sul I palo. Sconfitta meritata al termine di una prestazione a due facce, in cui sono riemersi i soliti vecchi difetti e limiti di squadra e di alcuni singoli. Dalla prossima si ritorna a fare sul serio e non bisogna più sbagliare...

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata R (04.03.2016) # Merano C5 B-Febbre Gialla 3-9 (1-4): La FG/Paulaner ingrana la nona! Come all'andata così anche al ritorno, dieci partite dopo, il leit motiv di Merano B-FGialla è ancora "il miglior attacco contro la miglior difesa della C2" ed infatti ci saranno tante reti, ma stavolta da parte giallonera: già al 3° di gioco il risultato si sblocca per merito di Lazzarini che imbuca in banda sinistra su Cap Bonato, va a recuperare il passaggio di ritorno, suolata di sinistro a saltare un meranese e destro vincente ad incrociare, 0-1. Il Merano risponde con alcuni spunti adrenalinici di Quici, colpisce una traversa con una carambola e costringe "Uku" Corea ad alcune deviazioni provvidenziali. All'11° i bolzanini raddoppiano con Casarin, abile a trasformare in seguito a schema d'angolo (0-2); ci prova anche il febbricitante Bonato che si gira bene ma Buzzini lo chiude in angolo, ripetendosi poi anche su una conclusione ravvicinata di Mezzanotte; al 21° è lesto Mantovan ad avventarsi su una palla respinta corta in area giallonera e a spedirla secca nel sette, 1-2. Due giri di lancette dei secondi ed è 1-3 grazie a Mezzanotte che di piatto infila il gustoso assist servito da Florian dopo uno sfondamento sulla sinistra. Su lancio con le mani di Uku, Angelini incorna di testa sfiorando la traversa, mentre al 29° lo stesso Angelini fa secco Buzzini da lontano con un tiro non certo irresistibile (1-4). La ripresa si apre con l’immediato 2-4 di Mantovan lasciato colpevolmente solo in area bolzanina; palo interno clamoroso di Florian e successivo 2-5 giallonero al 7° in seguito a contropiede "centenario" della coppia Mezzanotte-Esposti trasformata in rete dal President con tiro di punta sul I palo. Mantovan scheggia l'incrocio con una bomba ed al 17° il President è veloce a battere una punizione nella propria metà campo lanciando in fuga solitaria Angelini che incenerisce Buzzini con il rasoterra del 2-6. La partita pare volgere al termine con questo risultato quando, al 28°, Lavoriero pesca il 3-6 con un tiro nel traffico da fuori area. I gialloneri, punti nel vivo, hanno un moto improvviso d'orgoglio e confezionano 3 segnature in 130 secondi: al 29° Lazzarini sfrutta l'autostrada apertagli dai due compagni di ripartenza per infilare il 3-7 segnando il suo 15° sigillo personale della stagione. Al 30° altra fuga del tandem Esposti-Florian con quest'ultimo che non dà scampo all'estremo meranese (3-8); poco dopo ecco anche il 3-9 ad opera di Angelini che, dopo la sgroppata ed il tiro ribattuto, riprende la sfera e, dalla linea di fondo, trova il pertugio giusto per il goal della personale tripletta. Con questa partita si chiude, per quest'anno, con le trasferte alle Segantini di Merano che ci hanno comunque arriso; occhio ora al prossimo incontro "virtuale" con l'insidioso Futsal Bz B in un momento di notevole spolvero...

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata R (25.02.2016) # Febbre Gialla-Bassa Atesina U21 C 4-0 (1-0): La FG/Paulaner fa 4 passi nella Bassa! Nella giornata più "petalosa" della storia la FGialla incontra il giovinoso farm team Under 21 della Bassa Atesina, ultimo in classifica a dispetto della baldanza atletica e fisica dei suoi componenti. Sin dall'arbitroso fischio d'inizio, i ragazzi cecarellosi si buttano avanti attaccantosi e pressingosi, ma i febbregiallosi di casa non si scompongono e risultano alleggerantosi sui propri pivot. Sicuri di aver ricevuto fino ad ora almeno una lurida menzione all'Accademia della Crusca, proseguiamo ora con una cronaca più sobriosa e normalosa! La Bassa fa girare tanto la palla e gli uomini e costruisce pure la prima pericolosa palla gol con una percussione sul II palo sventata da Uku con prontezza; la FGialla risponde con un corner sui cui sviluppi la battuta di Frangipani è deviata all'ultimo e con una insidiosa punizione a due dal limite che però finisce sul fondo. Al 9° il ghiaccio è rotto dal vantaggio bolzanino: Zanghi chiede ed ottiene l'uno-due in banda da Mezzanotte e fredda Moser in uscita, 1-0. Il resto del tempo trascorre noioso e avarissimo di emozioni con tanti errori di passaggio da ambo le parti ed imprecisione totale in fase conclusiva. Il II tempo è invece molto più godibile: la Bassa prosegue nel suo pressing altissimo, stile U21, favorendo i lanci e le imbucate a distanza dei gialloneri sul proprio pivot. E' proprio con un rimorchio su Lazzarini che Frangipani trova la battuta al volo e Moser si distende sulla destra per respingere. Bonato si gira bene facendo perno sul centrale ma la botta è fuori di un pelo. Lo imita poco dopo Mezzanotte che "pernizza" (anche questa vale per la Crusca) su Gratteri e fiocina verso Moser costretto a respingere non senza difficoltà. Uku interrompe la sua assoluta inoperosità con una deviazione facile di piede. Al 20° il President si avventa in banda sinistra su un Agla di nessuno, scavetta il primo che incontra e mette verso Bonato che viene anticipato, irrompe Lazzarini dalle retrovie e spara un tracciante imprendibile a fil di palo: 2-0 e 13 reti in 13 incontri per il "Gianma" giallonero! La Bassa alza ancor più il pressing e, nella voragine creata, si incunea Zanghi che serve ad Esposti una palla d'oro sul secondo palo a pochi centimetri dalla porta spalancata...sciagurato impatto presidenziale con la palla che, incredibilmente, sorvola la traversa! Altra ripartenza birraiola nelle praterie della Bassa e intuizione furba di Cap Bonato che, davanti all'estremo ospite in uscita disperata, vuole far velo per liberare alle sue spalle il liberissimo Zanghi, ma Moser ha un riflesso incondizionato e vanifica tutto con la punta del piede. Gli ospiti schierano il 4+1 negli ultimi 6' ma subiscono il 3-0 al 27°: punizione in attacco per i gialloneri battuta veloce per Florian che non ci pensa su due volte e cannoneggia a fil di primo palo. Mentre gli ultimi minuti trascorrono senza sussulti con i biancoarancio in avanti con il portiere uomo di movimento, c'è spazio anche per il 4-0 siglato da Casarin dalla propria metà campo a porta vuota. Partita non certo bella, ma 6^ vittoria consecutiva, nessuna rete subita e sempre difesa meno battuta del campionato. Continuiamo così...

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata R (19.02.2016) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 2-5 (0-2): Una FG/Paulaner cinica e compatta espugna l'Olimpo! Terza di campionato e terza importantissima partita "reale" per i gialloneri della Paulaner che, dopo il rigenerante rilancio di fine andata grazie alla vittoria sul Mosaico, si erano posti l'obiettivo tassativo del mini-filotto di 5 vittorie: due in Coppa per garantirsi l'accesso alle semifinali e tre in campionato per poter ancora aspirare alla vetta. Con un po' di buona sorte, un po' di cinismo ed una buona compattezza di squadra, il team bolzanino ha superato l'arduo scoglio meranese ottenendo la 5^ vittoria che si era prefissata. Senza il "Cavissimo" Cava di passaggio a Montecavlo ed il "cubano" Florian, la FGialla scende sul parquet delle torride alle Segantini troppo contratta e lenta, forse perchè condizionata dalla difficoltà dell'impresa. L'Olimpia invece, già dalle prime battute, è molto più tonica e brillante, fa girar bene la palla e colpisce subito un palo pieno con un diagonale secco dalla destra. Come sempre tutte le azioni più pericolose passano da Capitan Michele Di Mauro che al 4° cerca sul II palo Dallapè, in ritardo di un soffio. Al 7° Uku Corea è posseduto dallo spirito di Pirlo e, dalla propria area, lancia di piede in profondità per Capitan Bonato che elude l'intervento di un olimpico e serve verso il centro l'accorrente President che non può sbagliare: è 0-1. Gli uomini di Vinante non ci stanno e si propongono in avanti con pericolosità: Dallapè viene liberato solo a pochi metri da Uku ma mette incredibilmente sul fondo. Da una punizione dal limite ribattuta è ancora M. Di Mauro a centrare l'incrocio. Un'imbucata illuminante libera Bauer che non riesce a superare l'estremo bolzanino mentre, dall'altra parte, Torneri fa il miracolo nel faccia a faccia con Casarin lanciato solitario a rete. Al 16° la FG/Paulaner raddoppia: Lazzarini salta il diretto avversario in banda e spara verso Torneri trovando la determinante deviazione di natica di Bonato che si accaparra così la paternità del prezioso 0-2. L'Olimpia, a questo punto immeritatamente sotto di ben due reti, attacca a testa bassa ma ancora uno sfortunato montante le fa capire che non è serata. Nell'intervallo i gialloneri si rendono conto che se non si scrollano di dosso la lentezza e la mollezza dei primi 30 minuti rischiano parecchio e la ripresa li vede molto più determinati e agguerriti. Un triangolo veloce con Casarin porta Bonato al tiro ma Torneri è mostruoso nella respinta. Dallapè battaglia in area con Bertinazzo e lo costringe ad alcune chiusure disperate in scivolata; dopo due schemi da corner che portano Frangipani al quasi-gol ed una volèe di Casarin che sfiora il sette è M. Di Mauro ad infilare il meritato 1-2 con puntazza all'incrocio. Ma la FGialla è viva ed al 16°, in seguito a rimessa con scavetto, Bonato riceve nella zona d'angolo d'attacco, fa andare a vuoto Santese e, dalla linea di fondo, cerca il Bòcia ma trova l'anticipo di M. Di Mauro per la più classica delle autoreti (1-3). Il forcing dei bianchi, sospinti da Urban in panca, si fa insistente, ma inevitabilmente apre grandi praterie in cui i gialloneri si buttano a capofitto: al 22° Uku evita il pressing lanciando centralmente per "Crotalo" Mezzanotte che si libera ad arte di Bauer, salta con un "sombrero" Anzil e rifila un tunnel di classe all'estremo di casa: 1-4 da applausi! L'Olimpia scatena il 4+1 negli ultimi 6' ma il fortino giallonero (ben testato lunedì nell'amichevole col Futsal Fiemme di C1) regge con baldanza potendo contare soprattutto su un Corea tornato ai livelli dell'Uku(rukuku) della finale di Coppa 2014: due assist-goal e sicurezza assoluta in ogni intervento lo rendono protagonista indiscusso di questa serata. Al 2-4 di Dallapè con spettacolare rovesciata al 31°, la FGialla risponde un minuto dopo con il 2-5 frutto di un 3vs1 da manuale orchestrato da Sacco, impostato da Frangipani e finalizzato dalle "fibrille" sfilacciate di Gianma Lazzarini. Finisce così e i bolzanini ottengono la settima vittoria consecutiva complessiva (quinta in campionato). 5 vittorie si volevano e 5 vittorie si sono ottenute: in classifica reale si è nelle prime posizioni ed in quella virtuale si è a -2 dalla vetta. Ora avremo tre farm teams prima dello strappo finale...l'appetito vien mangiando...

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata R (11.02.2016) # Febbre Gialla-Pool Calcio Bolzanese 5-4 (0-0): FG/Paulaner…dalle stalle alle stelle in 5 minuti! Secondo tempo di FG/Paulaner-Bolzanese vietato ai deboli di cuore alle Valier, stasera, con 9 reti, alternanza continua di vantaggi/pareggi/svantaggi, una corposa manciata ben distribuita di pali e traverse da ambo le parti e sigillo finale in pieno recupero...e pensare che la prima frazione si era conclusa con uno scialbissimo zero a zero! Ma riavvolgiamo il nastro: dopo la buona partenza nel girone di ritorno, i gialloneri di casa, oggi "All Reds", sono chiamati a confermarsi contro la Bolzanese, cliente sempre scomodo che anche all'andata li fece penare. Mancano Florian e Mezzanotte e quindi "Mister" Gualti sceglie la formula a 9 di movimento con Sacco in versione "falso pivot". Partenza e subito un triangolo perfetto libera Bonato davanti a Tessaro, ma il Capitano si mangia il gol fatto con una punta sul fondo. Gran giro-palla e rasoiata di Lazzarini che lambisce il montante lontano; i rossi di casa hanno il pallino in mano e pare possano sbloccare da un momento all'altro anche perchè i neri bolzanesi rimangono arroccati a zona bassa e aspettano solo eventuali ripartenze. Bonato apre per Lazzarini che spara di piatto a botta sicura ma Tessaro ci "mette" la faccia mantenendo inviolata la rete; in una delle rare sortite offensive gli ospiti si trovano con Bevilacqua in buona posizione ma il tiro è in bocca a Cavalli. Occasione colossale al 26°: Lazzarini riceve da fallo laterale, salta il marcatore e spara un tracciante diretto a rete che, sulla linea di porta, viene "respinto" incredibilmente dal compagno Angelini D....roba da inchiesta per calcettoscommesse! La prima frazione si chiude con un noioso Null-zu-Null e tanti errori da entrambe le parti: nessuno potrebbe immaginare cosa sarebbe successo nella ripresa. Calcio d'inizio, la FGialla imbuca, tira, subisce la ripartenza, pasticcia in difesa e al 2° di gioco si trova sotto 0-1. Palla al centro, da destra Esposti cambia versante per Lazzarini tutto a sinistra e appoggio illuminante a Capitan Silvietto che fa 1-1 di piatto appena entrato in area. Al 7° è sorpasso giallonero: da corner il President chiama lo schema modificato nell'intervallo e Lazzarini esegue alla perfezione (2-1)! Al 15° i padroni di casa si fanno buggerare come bambini in cortile: la Bolzanese batte la punizione mentre le "belle statuine" di casa fanno la conta per chi sta sotto a nascondino e Boschi infila indisturbato il 2-2. Imperdonabile! La FGialla va in bambola e Vescio fa tremare la traversa con Frangipani che allontana dalla linea di porta. Ma l'imbarcata si sta profilando all'orizzonte ed infatti al 19° i difensori birraioli, con la grinta di budini alla vaniglia, perdono 4 contrasti consecutivi e subiscono il giusto svantaggio (2-3). Svantaggio che monta come la panna a 2-4 quando su banale corner scaricato in banda nessuno pensa di impedire il prevedibile tiro fortissimo di Vescio che letteralmente incenerisce Uku. Mentre il President, in panchina, tra un porco e l'altro, indossa la maglia del portiere di movimento per attuare il 5vs4, Lazzarini sfonda in fascia e spacca la traversa, a breve imitato da Sacco che si beve un uomo e di punta ricolpisce la stessa traversa. Quando sembra tutto segnato e mancano oramai solo 5' al termine sale in cattedra Stebo Casarin che si porta a spasso mezza difesa e serve sul piatto d'argento a Dani Angelini la palla da spingere in rete per il 3-4...la vendetta degli ex! La Bolzanese cerca di sfruttare le ripartenze ma l'urto dei rossi è potente e difficile da arginare: è il 27° quando ancora Casarin mette il suo marchio sull'incontro armando la colubrina e deflagrando un pallettone al sale sul quale Tessaro tocca di piede ma non può evitare il 4-4. Il President a questo punto rinuncia a scatenare il 4+1, snasando comunque l'aroma di remuntada che aleggia nell'etere. Due minuti di recupero chiamati dall'arbitro e Lazzarini, lanciato in corsa da Uku, sfrutta il varco aperto da un buon movimento diversivo e, in diagonale, col bisturi mancino colloca un rasoterra chirurgico nell'angolino lontano...30'40" ed è 5-4. Nei restanti secondi di sofferenza giallonera Bertinazzo entra a fare il secondo centrale, Uku devia in corner due disperate spingardate insidiosissime e G. Angelini fa risuonare il montante destro. Finita! Portata a casa! #Fiuuuuuu (cit. Allegri) Anche questa volta si è giocato decentemente 10' all'inizio e 5' alla fine...si sono commessi errori pazzeschi (vedi gol su punizione e gol su corner) che nemmeno i "Primi Calci" fanno, ma c'è di buono che appena si inizia sul serio si è devastanti ed i gol vengono a grappoli: all'andata una partita così l'avremmo persa sicuramente! Ora bisogna lavorare seriamente sul "Black Hole" dei 45' centrali dell'incontro in cui si entra inspiegabilmente in un iperspazio irreale e si mandano in campo solo ologrammi svagati ed impalpabili...

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata R (04.02.2016) # Futsal Dolomiti-Febbre Gialla 1-5 (1-2): La FG/Paulaner festeggia il Carnevale con una "manita" di coriandoli! E' "Giovedì Grasso" ma la FGialla deve bandire crostoli, krapfen, frappe, castagnole, chiacchiere, graffe e fritole varie per essere lucida e spietata nella prima giornata di ritorno del campionato. Reduci da un'agevole quarto di finale di Coppa e ben mèmori dell'inopinata sconfitta dell'andata, i gialloneri vanno a far visita al F.Dolomiti ancora sanguinante per la scoppola tennnistica, appena ricevuta, che li estromessi dal torneo provinciale. Ospiti privi degli indisponibili Zanghi e Angelini ma determinatissimi già dal fischio d'inizio con frombolata di Lazzarini parata di piede da "Jesus" De Chirico. Al 3° è ancora Lazzarini ad incunearsi fra due dolomitici e sparare verso l'estremo di casa che nuovamente si salva in angolo; i birraioli tengono un buon ritmo ed il giro-palla è fluido e ragionato per far sbandare il rombo serrato condorino e trovare un varco in cui imbucare. All'8° Casarin legge ottimamente la situazione ed imbecca President Esposti, transitante in area, con una palombella tesa: il jurassiko n. 9 manda il destro in cielo e s'inventa la deviazione volante sotto la traversa per lo 0-1. Passano 4' e Florian, defilato sulla sinistra, punta il diretto marcatore e con la magìa "palla c'è, palla non c'è" libera la puntazza destra che s'infila imprendibile nell'angolino lontano, 0-2. Al 13° il Dolomiti accorcia 1-2, approfittando di un errato raddoppio che libera Salvadori il quale vince un rimpallo contro Cavalli e segna a porta vuota. FGialla che rischia moltissimo quando un corner a favore si trasforma in ripartenza due-contro-zero sventata miracolosamente da "Cava" che blocca in presa al limite dell'area. Clamoroso contropiede birraiolo sprecato da Sacco che "non vede" Mezzanotte liberissimo in area e preferisce la conclusione personale defilata, facilmente deviata da Jesus. Il primo tempo si chiude con l'unico lampo della partita di Bocia Frangipani che taglia diagonalmente in area avversaria e coglie in pieno il palo sinistro. La ripresa vede i padroni di casa biancorossi che, dato lo svantaggio, cercano di prendere in mano le redini dell'incontro, ma la difesa giallonera conferma il dato di "meno battuta del campionato" e regge senza alcun patema. Il subentrato "Uku" Corea è lestissimo ad aprirsi in spaccata per neutralizzare un impazzito Torax deviato ben due volte e poi esce prontamente in scivolata per sbrogliare un tentativo di ripartenza. Il Dolomiti si alza sempre di più per provare il pressing alto, ma apre così spazi sempre più ampi per i contropiedi ospiti: al 14° Sacco fugge bene in dribbling ma la conclusione sul I palo è deviata in corner. E' ancora Sacco a sfiorare il palo lontano con piatto al volo su servizio diretto con le mani di Uku e il Bocia, assistito all'indietro dal Capitano, è murato all'ultimo. Buona azione di Pantozzi che si libera bene e spara di prima intenzione trovando la mano aperta di Uku a dirgli di no. Al 24° Florian esce dalla pressione alleggerendo su Mezzanotte che fa viaggiare in banda l'accorrente Casarin il quale buca Jesus sotto le gambe per il prezioso 1-3. Al 29° la FGialla chiude virtualmente l'incontro con un magistrale colpo di biliardo: Stebo Casarin recupera palla nella propria trequarti, vede Jesus abbondantemente fuori dai pali e lo beffa con un pallonetto da 20 metri, chapeau! (1-4). Al 30° c'è ancora spazio per l'1-5 di pregevolissima fattura grazie alla liberazione in lungolinea di Casarin per Bonato che duetta di prima ed in velocità con "Angel's Face" Florian fino alla segnatura di quest'ultimo nella porta spalancata. La vendetta è stata consumata, anche se quei pesanti punti persi alla prima di andata resteranno un macigno indigesto in chiave promozione. Ottimo risultato, ma prestazione non buona nel complesso dato che abbiamo giocato come si deve soltato i primi 10' e gli ultimi 5'...in mezzo, 45' di grossi errori tecnici, tattici e di concentrazione su cui bisogna lavorare al più presto per evitare che si ripetano...

Coppa Provincia – Serie C2 – Quarti R (29.01.2016) # Bassa Atesina B-Febbre Gialla 4-10 (1-2): La FG/Paulaner "ricorre" ad un deca per sbancare il flipper di Bronzolo! La FG/Paulaner, forte del rassicurante 8-0 della partita d'andata, si presenta in completo rosso sul micro-parquet di Bronzolo intenzionata a buttarsi a capofitto nella furiosa battaglia, che le ridotte dimensioni di questo campo favoriscono, per divertirsi ed uscirne in ogni caso vittoriosa. Dopo le prime azioni confuse e qualche tiraccio, una palla persa al 7° consente ai padroni di casa di portarsi sull'1-0. I gialloneri rispondono rabbiosamante con un doppio palo di Casarin ed un montante pieno di Lazzarini, ma devono aspettare fino al 23° per impattare 1-1: Barchetti respinge come può una sassata da fuori ma non può nulla sul rebound ravvicinato di Mezzanotte. Tre minuti più tardi "Uku" Corea serve con le mani "Crotalo" Mezzanotte che stoppa ad arte ed in girata infila sotto la traversa l'1-2 che chiude il primo tempo. La ripresa risulta molto più scoppiettante, non quanto a gioco, dato che i microscopici spazi non lo consentono, ma quanto a segnature: al 2° in seguito a rimessa President Esposti va alla stoccata dai 10 metri e Lazzarini sfiora di tendine rubandogli la paternità dell'1-3. Anche la Bassa si può fregiare di un doppio palo clamoroso, mentre all'8° Strobl pesca il 2-3 da centro area dopo un veloce triangolo in attacco. Palla al centro ed immediata replica giallonera su schema da calcio d'inizio trasformato nella rete del 2-4 da Casarin. Al 9° Casarin imbuca sul proprio pivot che scarica all'accorrente Sacco per la punta vincente sul primo palo (2-5). Zanghi prova la magia da lontanissimo, Barchetti la battezza sul fondo, e la sfera si stampa in pieno sul palo sinistro. Una punizione violentissima di Strobl al 17° cambia il risultato nel 3-5 temporaneo che si trasforma subito in 3-6 quando Bonato apre per Lazzarini il cui destro è imprendibile. Al 21° Capitan Bonato sfrutta una punizione dai 6 metri per esplodere una cannonata che piega le mani al portiere e si incastona sotto la traversa (3-7). La traversa bronzolotta è poi scossa da una fucilata di Florian che successivamente colpisce pure il palo sinistro. Anche la Bassa spaventa il subentrato Cavalli ma viene fermata dal montante destro. Al 22° perfetta esecuzione di uno schema da corner e 3-8 realizzato da Lazzarini. Il 3-9 è tutta opera di Sacco che sfonda in dribbling sulla banda destra e conclude in diagonale: Mezzanotte irrompe sulla linea e si aggiudica la segnatura. Al 26° Bertinazzo trova uno spiraglio per il tiro, Barchetti respinge e Florian non gli dà scampo (3-10). Dopo il 4-10 di Franceschini, Strobl ha l'occasione, su tiro liber,o di dimezzare lo svantaggio: dalla panchina bolzanina "Uku"-Otelma vaticina "Urbi et Orbi" che verrà colpito il palo ed infatti così è. Semifinale raggiunta, se ne parlerà a fine aprile...ora, testa al Campionato...

Coppa Provincia – Serie C2 – Quarti A (21.01.2016) # Febbre Gialla-Bassa Atesina B 8-0 (3-0): Sull'ottovolante la FGialla ipoteca la qualificazione! Nuovo anno e si parte con i quarti di finale di Coppa Provincia dopo aver scaldato i motori, durante la sosta natalizia, sui campi trentini della C1 con due proficue amichevoli contro Tavernaro e Futsal Fiemme. Si ospita la Bassa Atesina B e l'obiettivo è cercare di sistemare il discorso qualificazione già all'andata alle Valier, visto che il ritorno sarà nel sempre insidioso "MicroFosso di Helm" bronzolotto. La FG/Paulaner parte a razzo e già al 1° di gioco trova il vantaggio-lampo: imbucata con scavetto di President Esposti per Capitan Bonato che stoppa ed attende il rimorchio fulmineo di Lazzarini che insacca nell'angolo lontano, 1-0. I gialloneri tengono il ritmo altissimo per alcuni minuti ed al 6° raddoppiano con Florian, abile a saltare un uomo in fascia e a sparare contro il montante un Agla impazzito sul quale il giovane Moser pasticcia e respinge da dentro la porta...la "goal-line technology" soccorre l'arbitro e gli comunica che la sfera ha varcato la linea ed è quindi 2-0. Si susseguono una ventina di minuti di gioco non proprio edificante con tanti errori da ambo le parti, gentile lascito delle abbuffate natalize, finchè al 31° l'insaziabile "Bocia" Frangipani infila il 3-0 con una botta centrale a mezza altezza. Anche la ripresa vede i padroni di casa bolzanini partire con un buon piglio e siglare il 4-0 subito al 4°: Lazzarini intercetta un passaggio in orizzontale, s'invola solitario verso la porta, salta il portiere in uscita ed insacca. Al 9° sale sugli scudi "Stebo" Casarin che, sugli sviluppi di un corner in banda destra, esplode un Mig nell'incrocio opposto, 5-0. Al 10° la FGialla chiude il primo set: imbucata su Florian che di tacco smarca il lanciato Casarin il quale sembra perdere palla ma poi la arpiona di destro e di punta sinistra fa secco Moser per il 6-0. I gialloneri sprecano tre contropiedi succosi vanificando malamente dei 3vs1 e dei 2vs1 che meritavano miglior sorte, finchè al 12° Angelini ingaggia una lotta greco-romana con la difesa ospite, esce dalla mischia palla al piede, salta il portiere ed infila il 7-0 dalla linea di fondo. La Bassa impegna "Uku" Corea solo in tre occasioni (di cui due molto insidiose) ed il portierone di casa ne esce con un pregevole shoot-out. Allo scadere c'è gloria anche per "AminoGiaci" Sacco che finalmente pone fine alla sua reiterata sterilità offensiva mettendo la firma sul rotondo 8-0: servito in profondità con una sopraffina scucchiaiata, mette la sfera sul palo lontano. Con un risultato del genere si è ipotecato seriamente il passaggio del turno, ma nel flipper di Bronzolo, fra una settimana, sarà comunque, e come sempre, una sanguinosa battaglia...

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata A (17.12.2015) # Mosaico-Febbre Gialla 2-3 (1-1): Il risveglio della Forza...giallonera! Ultima partita del girone di andata per la FG/Paulaner che, nonostante il recente 4-0 alla Bassa B, si sta ancora leccando le ferite per le tre sanguinose sconfitte consecutive che l'hanno fatta precipitare dalla seconda piazza ad un'anonima metà classifica. Ultima di andata in generale ma anche ultima partita, prima della sosta natalizia, valida per la classifica "reale" contro l'Avversario con la "A" maiuscola: il Mosaico capolista, e fin qui imbattuto, dei grandi ex (Caio Gentilini in panca, Peron in tribuna, Fronzi e Sommacampagna in campo). Un po' tutta la C2 ha l'orecchio teso verso questo incontro perchè una vittoria, abbastanza preventivata, della capoclassifica la proietterebbe ad un +4 prezioso sulle due seconde e quasi archivierebbe il discorso promozione. La FGialla, sicuramente sfavorita dai pronostici, ma con la mente libera di chi non ha nulla da perdere, prepara l'incontro in modo chirurgico il lunedì e non si presenta certo in veste di agnello sacrificale...la Morte Nera del Mosaico sta avanzando lentamente, il Lato Oscuro trionferà? "Tanto tempo fa in una Valier lontana, lontana...", calcio d'inizio e subito tra le truppe ribelli giallonere è "Luke" Lazzarini ad andare a rimorchio per la frombolata che scalda le mani al cacciatore di taglie "Boba Fett" Todeschi; la "Forza" adrenalinica scorre potente nei gialloneri che girano a mille e sfondano in banda mancina ancora con "Luke" Lazzarini che di scavetto salta il "sabbipode" Fronzi e mette verso il centro area, respinta corta del "Jawa" Fill e spettacolare siluro al volo di sinistro dell'arrembante "Anakin" Frangipani alla guida del suo imprendibile Sguscio, 0-1 al 2° di battaglia. Ripartenza del soldato imperiale Strano che esplode una fucilata diagonale sulla quale arriva a salvare, in elegante spaccata, il dorato droide protocollare " D-3BO " Uku. Al 12° "Darth Maul" Bighi crea scompiglio nella foresta del pianeta Endor, allunga la sfera al defilato "predone Tuskin" Macrì che infila l'1-1 a fil di primo palo. Attacco ribelle orchestrato da "Han Solo" Mezzanotte che lancia "Maestro Yoda" Esposti solo contro il portiere in uscita, ma il rasoterra è sporcato in angolo. Ghiotta punizione dal limite calciata da "Obi-Wan Kenobi" Bonato salvata sulla linea da Fill. Ancora il pericoloso "Sith" Bighi sfodera la sua doppia rossa spada laser per un fendente quasi da fondo campo ma "D-3BO" Uku, memore della ferita dello scorso anno, questa volta si protegge a dovere; su schema da corner "Jar Jar Binks" Zanghi bombarda di prima, respinta, arma il fucile laser a colpo sicuro e Todeschi si immola di mani-faccia. Dopo 30' di duri scontri le truppe ribelli giallonere e le truppe imperiali bianche si concedono un breve riposo...la Morte Nera è sempre lì che incombe, è stata colpita ma ha retto l'urto e non mostra segni di cedimento alcuno. Riprendono le ostilità con alcune folate degli Star Destroyer Imperiali che attaccano a volo radente dalle bande ma vengono sempre rintuzzati dalle contraeree ribelli; da corner è ancora il giovane "Anakin" Bòcia a liberarsi bene per una fiondata che l'estremo di casa respinge con difficoltà; al 6° "Yoda" Gualti fa ricorso ai suoi supremi poteri di Maestro Jedi facendo levitare una sfera ad orologeria oltre la cortina nemica fino al fedele "Obi-Wan" Silvietto che s'inventa il colpo magico Jedi della zuccata sotto la traversa: la sfera esplode riducendo in cenere "Boba Fett" Alan e portando i ribelli sull'1-2. L'imperatore "Palpatine" Gentilini, vistosi in difficoltà, scatena le sue truppe all'assalto ed ancora il Tuskin Macrì si trova col blaster carico davanti all'inerme droide "C1-P8" Cavalli a difesa dei pali...sembra capitolazione certa, ma da lontanissimo rinviene alla velocità della luce il Bòcia "Anakin" in sella al suo Sguscio e, incredibilmente, salva sulla linea di porta! "Chewbacca" Casarin cannoneggia addosso al nuovo defender della porta Imperiale mentre, da punizione, l'insidioso soldato Strano scheggia la traversa ribelle. Al 19° prende il sopravvento il temutissimo "Lord Darth Vader" Sommacampagna, fno ad ora ben contrastato, seppur a fatica, da "Yoda" Gualti e "Qui-Gon Jinn" Bertinazzo: giochi di prestigio con la sua splendente suola laser a disorientare gli avversari e fulmine rasoterra nell'angolino lontano (2-2). Sull'onda dell'entusiasmo le truppe imperiali cercano il colpo del K.O. ma "C1-P8" Cava fa buona guardia e, tra sibili, fischi e suoni vari, sbroglia varie situazioni anche con l'aiuto delle sue gambe meccaniche. Ma l'Alleanza Ribelle giallonera avverte un fremito nella Forza, sente di potercela fare e cerca di scovare delle falle nello scudo difensivo della Morte Nera: prima è "Anakin" Frangipani ad infilarsi tra le fila nemiche ma è arginato in extremis, poi è "Luke" Lazzarini ad aprirsi un varco che gli consente di entrare nella mastodontica stazione da battaglia nemica e di essere abbattuto in piena area. Retrocedendo al limite dell'area "Luke Skywalker" Gianma sfodera la spada laser e con un colpo secco trancia in due il verde Just "Jabba the Hutt", poi risale a bordo del suo caccia X-Wing e, facendosi guidare solo dalla Forza, lancia i suoi siluri dritti nel reattore della Morte Nera del Mosaico che esplode in una miriade di frammenti infuocati. E' il 2-3 al 26°, "Luke" Lazzarini è ora un vero Cavaliere Jedi, la Forza scorre potente in lui! I restanti 5' si esauriscono con le ultime violente scaramucce tra Jedi e ribelli da una parte, e truppe imperiali dall'altra...la Morte Nera è distrutta ma "Darth Vader" Somma è in salvo sul suo Executor che si sta allontanando nello spazio profondo...si riorganizzerà è tornerà di certo, il Lato Oscuro non è ancora sconfitto del tutto. "Yoda" Gualti contemplando i suoi prodi chiosa a mezza voce: "FARE, O NON FARE. NON C'E' “PROVARE”...OGGI ORGOGLIOSO DI VOI IO SONO!"

Campionato – Serie C2 – 10^ Giornata A (10.12.2015) # Febbre Gialla-Bassa Atesina B 4-0 (2-0): La FG/Paulaner riemerge dai Bass(a)fondi! Dopo il lungo periodo nero, la FGialla torna a riassaporare i tre punti, non senza faticare, contro la Bassa Atesina “B”, anche un po' “C”(haibi). Partenza lanciata dei gialloneri che, nei primi 5 minuti, aggrediscono l'avversario con varie imbucate da cui scaturiscono due insidiose bordate di Lazzarini. Da rimessa laterale Bonato si accentra e costringe Concolino ad una difficile deviazione oltre la traversa. Bella punizione al 5°, murata in extremis e poi Florian spara contro il petto dell'estremo bronzolotto in uscita bassa. Una botta di Tezzele lambisce il montante con palla che esce oltre la linea di fondo, incoccia nel palo di sostegno della rete e rientra in campo: l'arbitro non se ne avvede e gli ospiti, rimasti in attacco, proseguono l'azione centrando lo spigolo del palo interno. Casarin si libera bene a destra e incrocia verso il II palo dove non compare nessuno. Al 13°, da corner, Lazzarini stoppa di petto e supera Concolino con delizioso scavetto, 1-0. La FGialla mantiene un buon ritmo nel giro-palla e i due quartetti, ben assemblati, ruotano con ordine e sincronismo. Al 17°, sugli sviluppi di un altro calcio d'angolo, Lazzarini assesta il piatto vincente per il 2-0 ampiamente meritato. La prima frazione si chiude con un "Uku" Corea quasi inoperoso che lascia la difesa dei pali inviolati a "Crazy Horse" Cavalli, alla sua 100^ presenza in maglia giallonera in 6 stagioni consecutive. All'inizio del II tempo è Chaibi a fucilare alto dopo aver vinto un contrasto e Florian, in ripartenza, prova a beffare Concolino in uscita con una palombella fuori di poco. Le squadre sono un po' più larghe e, mentre i verdi ospiti vengono tarpati da Cavalli in uscita, i gialloneri di casa cannoneggiano contro Concolino da posizione ravvicinata. Dopo un tap-in mancato da Mezzanotte su conclusione di Zanghi è "Bocia" Frangipani ad infilare di giustezza il 3-0 tra palo e portiere sugli sviluppi di una rimessa laterale. E' il 17° quando Capitan Bonato è lanciato in contropiede da Lazzarini e serve all'indietro per l'inserimento del "Bòcia" il cui "piede caldo" non perdona: Agla sotto le gambe dell'estremo difensore e 4-0. La Bassa spreme il funambolico Chaibi a più non posso, ma le feroci marcature di Zanghi o Florian non gli consentono di creare quasi mai pericoli e si porta a casa finalmente un rassicurante 4 a niente. Si è ritrovato un buon ritmo di gioco e si sono ri-oliati i meccanismi, sistemando due quartetti omogenei e solidi: settimana prossima sarà l'ultima partita dell'andata in casa della capolista Mosaico. Impresa ardua e durissima, ma ce la giocheremo a viso aperto, non avendo ormai più nulla da perdere...

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata A (04.12.2015) # Bubi Merano B-Febbre Gialla 3-2 (0-1): FGialla fatta "nera" da Rossi! Buio pesto per la FG/Paulaner che inanella in quel di Merano il terzo tonfo consecutivo, evidenziando una crisi di gol e risultati che non si vedeva dal campionato 2011/12. Questa volta a gioire sono i tosti marpioni del Bubi B che, trascinati dal sempre splendido e devastante Enrico Rossi, ribaltano lo 0-1 iniziale e ballano sulle ossa rotte dei gialloneri che accorciano solo a tempo scaduto con l'uomo di movimento. Il primo tempo vede una FGialla, salita alle Segantini a ranghi ridotti causa infortuni ed indisponibilità, abbastanza accorta e chiusa, preoccupata più che altro a tamponare la sua "bestia nera" Rossi che, addirittura, al 17° devia nella propria porta un tiro teso di Casarin per lo 0-1 ospite. Subito Rossi cerca di rifarsi con due sventagliate di sinistro che Cavalli neutralizza non senza difficoltà. Si rivede in campo, dopo tanto tempo, anche il mitico Simone Facchini, ma, con i crociati rotti, non può fare più di tanto. Sacco si ricorda della scorsa stagione, quando qui, contro il Bubi, fece il diavolo a quattro ed infatti si esibisce in due-tre belle serpentine che però terminano con palla contro l'ostacolo Iacomino. I ritmi sono bassi da entrambe le parti e la prima frazione, molto equilibrata, si chiude senza emozioni con questa autorete a pendere sul piatto della bilancia. La ripresa inizia con il pareggio al 3° di Rossi che si appoggia ad arte sul marcatore e, dopo aver provato di sinistro, si torce a terra come una vipera e di destro la infila sul palo lontano, 1-1. FGialla senza idee che prova qualche attacco, ma sbaglia tanto e si vede assegnare giustamente un rigore al 10°: Lazzarini, come se fosse al Luna Park, spara forte, dritto e centrale contro la sagoma del portiere, e la colpisce anche...ma non vince alcun pupazzetto! Al 18° Rossi fa vedere a tutti come si crea una magìa dal nulla e, dalla linea di fondo campo, esplode un terra-aria che s'incunea nell'unico pertugio libero sbattendo sotto il sette del primo palo, 2-1. Sacco si beve tre bubini in velocità e incrocia, il Torax rimbalzante va a sbattere sul II palo eludendo la gamba tesa del President in scivolata disperata. Al 24° il demonio Rossi fa tris aiutato da una deviazione sfortunata giallonera che gli incastona il tiro nell'incrocio a Cavalli spiazzato (3-1). I gialloneri provano il 4+1 nei minuti finali e accorciano 3-2 con autorete provocata da bomba nel mucchio di Casarin. Fine. Terza sconfitta di fila e si torna a casa in silenzio con le pive nel sacco.

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata A (26.11.2015) # Febbre Gialla-Kickers BZ 1-4 (0-1): FGialla con le polveri bagnate cola a picco! Altro scivolone dei gialloneri che da due giornate hanno imboccato una pericolosa china negativa; ancora una volta ci si deve rammaricare per episodi sfortunati e occasioni fallite...ma quando si ripetono queste due situazioni, non è il Fato ad essere avverso ma in realtà siamo noi che in fase offensiva, dall'anno scorso, abbiamo grossi problemi realizzativi dovuti a tante componenti che spaziano dalla mancanza di lucidità, all'eccesso di sufficienza, ai limiti tecnici. La lotta per la promozione è irrimediabilmente persa, almeno cerchiamo di fare un dignitoso campionato virtuale! Contro i Kickers la FG/Paulaner inizia con discreta pericolosità: Esposti imbuca per Bonato che libera a rimorchio Frangipani la cui botta verso l'incrocio è deviata da Vescoli. La scena si ripete subito dopo con Bonato che fa perno su Pasquazzi e spara verso il sette, ma ancora Vescoli si supera d'istinto. Sugli sviluppi di un corner Florian di punta scuote la rete esterna. Dal Rì sciorìna una serie di doppi passi ed il suo sinistro violento è parato a mano aperta da Cavalli. All'11° un 3vs1 giallonero sfuma con l'ultimo passaggio deviato tra le braccia di Vescoli che lancia prontamente Dal Rì in una controripartenza 2vs1 concretizzata da Zoffreo, 0-1. Ci prova Jack Pasquazzi di punta sinistra in una delle rare sue proiezioni offensive ma lambisce il montante lontano; splendida botta al volo di Florian in seguito a corner ma l'estremo biancorosso si supera. Occasionissima dei padroni di casa al 23° con Mezzanotte lanciato solo verso Vescoli, che però non conclude con sano egoismo ma sceglie inaspettatamente l'assist per l'accorrente Zanghi con sfera troppo lunga che finisce sul fondo. Fine primo tempo. Anche l'inizio ripresa vede i gialloneri proiettati in avanti alla ricerca della segnatura, soprattutto con Capitan Bonato che prima impegna Vescoli sul I palo e poi esplode un bel collo al volo da corner che esce di un niente. Ma se non si segna non si va da nessuna parte e si viene puniti ed infatti all'8° Dal Rì vince un rimpallo, slalomeggia Zanghi e consente a Zoffreo di raddoppiare a porta vuota. Un minuto dopo inusitato erroraccio a centrocampo di Casarin che perde palla contro Zoffreo il quale beffa Cavalli con un pregevole scavetto, 0-3. L'unico a non arrendersi è Frangipani che corre, lotta, tira, sbaglia...ma almeno è vivo: è suo l'1-3 su pulito schema da corner ed ancora è suo un face to face sventato da Vescoli. L'estremo ospite para di "gambale" la punizione dal limite di Bonato e Cavalli neutralizza una fuga solitaria di Zoffreo. Clamoroso errore sotto porta di Zanghi che non centra lo specchio...anzi, la mette quasi in fallo laterale, mentre dall'altra parte una svirgolata sul II palo si trasforma in assist all'indietro per Seferi che fa il definitivo 1-4. Poco da dire: se si segna col contagocce è probabile che finisca male, soprattutto contro chi fa una buona partita difendendosi con grintoso ordine e dimostrandosi letale in contropiede...

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata A (19.11.2015) # Jugend Neugries-Febbre Gialla 6-4 (3-2): Occasione avvicinamento...fallita! Dato l'inaspettato pareggio imposto dall'Olimpia Holiday alla capolista Mosaico, si presentava per la FG/Paulaner, seconda in classifica, la ghiotta opportunità di avvicinarsi pericolosamente ai Leones, a patto però di far propria l'intera posta nello scontro "giallonero" con la neonata J.Neugries: non è andata così...complice una serata stortissima in cui sono incappati tutti i componenti della squadra marchiata Paulaner (entrambi i suoi portieri compresi) che non digeriscono le dimensioni di un Palasport che resta campo inviso, che commettono errori grossolani in fase difensiva, che sbagliano alcuni gol fatti, che non affrontano la partita con il piglio, la grinta e la lucidità mostrate nelle 5 vittorie successive alla sciagurata sconfitta della prima giornata. Si aggiunga un ottimo portiere avversario che para tutto e l'assenza assoluta di buona sorte in alcune occasioni (palo interno clamoroso su tutte) e la frittata è fatta: inevitabile e giusta sconfitta per 6-4. Ma passiamo alla cronaca. Parte bene la FGialla che al 2° minuto mette Capitan Bonato solo in piena area avversaria: Tosoni anticipato ma palla che lambisce il montante. Al 4° una ripartenza dei padroni di casa libera De Sarro davanti a Corea che non sbaglia: 1-0 e grossa amnesia dei rodati difensori birraioli in fase di copertura. Da corner il collo pieno del President è deviato di ginocchio al volo dal Capitano ma non nello specchio. Bellissima fiondata di Florian diretta all'incrocio e Tosoni vola a respingere. Al 14° il Neugries allunga 2-0 con un rocambolesco gol dalla linea di fondo, con tanto di rimpallo e sfera che s'infila sotto le gambe dell'estremo ospite. Un minuto dopo la FGialla accorcia 2-1 grazie al tiro più sporco della giornata da parte di Florian: rasoterra basso e non irresistibile. Trascorre un altro minuto e Neugries ancora avanti di due, grazie al diagonale di sinistro di De Sarro da circa 15 metri e quasi dalla linea laterale (3-1)! La FGialla non ci sta ed attacca a tutta per i restanti 14' pressando altissima, ruba molti palloni, ma i plurimi tiri s'infrangono o sui difensori o sono poco precisi; un'uscita di Tosoni con i pugni ampiamente fuori area passa inosservata, mentre sono assurde le continue rimesse giallonere "suolate" in avanti dichiarate chissà perchè irregolari. Al 28° Mezzanotte accorcia 3-2 rubando palla a metà campo e involandosi solitario per la battuta vincente. Fine primo tempo. Si ricomincia, ma i buoni propositi gialloneri formulati e condivisi durante l'intervallo circa calma, lucidità, ordine, precisione, vengono vanificati subito al 2° di gioco: palla alta per De Sarro al limite dell'area che la pizzica di testa e brucia il subentrato Cavalli rimasto sulla linea di porta...4-2 e di nuovo FGialla sotto di due reti. Mentre Florian colpisce un incredibile palo interno e Bonato si vede intercettare la sfera sulla linea di porta da un "transitante", il Neugries incastona nel sette una palla vinta in un contrasto (5-2). Tra i gialloneri inizia a serpeggiare la triste convinzione che stasera non ci sia proprio nulla da fare: si potrebbe giocare ancora tre ore ma qualcosa farebbe sempre sì che si vada sotto di due appena si accorcia! In 15 anni di campionati ne sono successe alcune di giornate di questo tipo, e questa pare proprio essere una di quelle! Al 19° Frangipani sigla il 5-3 dopo un bel doppio uno-due con Bonato e Zanghi esalta ancora le doti di Tosoni che va a togliere la palla dall'incrocio opposto. Mancano 11 minuti...un'eternità per il calcio a 5, e ci sarebbe tutto il tempo per recuperare, ma gli ospiti pensano bene di pasticciare su una rimessa regalando il 6-3 in contropiede a Paltrinieri. Il 6-4 di Mezzanotte a poco dal termine chiude lo scempio giallonero. Ben 6 gol subiti in una sola partita dalla difesa che fino ad ora ne aveva subiti solo 7 in sei incontri dimostra, purtroppo, quanto si sia sbagliato l'approccio a questa sfida che doveva essere, vincendo, un'occasione di rilancio, e che invece si è rivelata un'ennesima dimostrazione di mancanza di maturità nei momenti cruciali...peccato!

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata A (12.11.2015) # Futsal BZ 2007 B-Febbre Gialla 0-9 (0-5): FGialla troppo "over" per un C5 troppo "under"! Tutto facile per la FG/Paulaner nel confronto con i giovanissimi cicinquini di Gian Vitiello: età media bassissima per i biancorossi e ancora pochi rudimenti di futsal nel loro bagaglio. Già al 3° i gialloneri sbloccano il risultato con una percussione in fascia sinistra di Lazzarini che poi, quasi dalla linea di fondo, incenerisce Milani con una esplosione sotto l'incrocio del I palo, 0-1. All'11° Frangipani sradica palla a metà campo ed innesca un 2vs1 che egli stesso va a finalizzare con un imparabile tiro incrociato, 0-2; al 13° perfetta esecuzione di schema da corner ed ancora "Bocia" Frangipani infila Milani con un rasoterra secco, 0-3. Imbucata su Lazzarini al 16° che rientra, lascia sul posto il suo marcatore ed infila lo 0-4 in diagonale. Gialloneri sul velluto che giocano praticamente ad una porta sola e chiudono la pratica al 30° con lo 0-5 del "mexicano" Lazzarini ben imbeccato dal Capitano al limite dell'area. Nella ripresa i "birraioli" staccano un po' la spina e per lunghi 15 minuti la partita scivola via lenta e condita di troppi errori: tanti i gol mangiati malamente e tanti gli errori nell'ultimo passaggio. Dal 19° il tutto si rivitalizza ed il velo di noia, che stava pericolosamente calando sul parquet, viene spazzato via dallo 0-6 propiziato da Frangipani che arriva in piena velocità sul fondo, serve all'indietro per Florian che gira per la ginocchiata vincente di Capitan Bonato. La FGialla si fa questi ultimi 10 minuti di gioco in pressing ed al 23° ancora Bonato segna lo 0-7 con un esterno a fil di palo. Al 27° lancio lungo di Cavalli con le mani che pesca Mezzanotte dall'altra parte del campo, girata al volo verso il centro e piattone vincente di Bertinazzo per lo 0-8; la "nona sinfonia" giunge al 28° su spunto di Sacco che, dopo essersi divorato un gol fatto a tu per tu col portiere, si riscatta mandando in rete Mezzanotte appostato sul II palo. Partita che non fa testo per l'enorme divario tra le due compagini, ma cmq un buon allenamento in vista dei due prossimi impegni "reali" che si profilano all'orizzonte. Venerdì prossimo si torna a calcare, dopo alcuni anni, il parquet del, per noi, sempre ostico immenso Palasport.

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata A (05.11.2015) # Febbre Gialla-Merano C5 B 2-0 (1-0): La meglio difesa ha la meglio sul meglio attacco! Nello scontro fra le due terze della C2 si fronteggiano la miglior difesa (7 reti subite dai bolzanini) ed il miglior attacco del torneo (28 reti segnate dai meranesi): per circa 20' le due compagini sono molto, troppo, attente a non offrire il fianco al nemico e si annullano a vicenda. Ogni tanto il velocissimo Merzi, squarcia la fascia, si lancia fino alla linea di fondo e spara qualche diagonale che attraversa l'area dei padroni di casa. Da corner Florian alza troppo la mira e Corea para su Mantovan. L'incontro si trascina bruttino e senza grandi sussulti. Da rimessa laterale "Barbafitta" Casarin si libera bene ma centra la sagoma di Buzzini in uscita; non ha miglior fortuna Mezzanotte (servito da quarterback Uku) che addomestica bene la sfera, si gira, ma si trova subito addosso Buzzini che fa scudo. Dopo un contropiede di speedy Merzi ben accompagnato verso il fondo, la FG/Paulaner passa in vantaggio: da rimessa laterale Florian si guadagna spazio vitale con una suolata vincente e silura verso il II palo, ma Duso, per anticipare Mezzanotte a centroarea, la devia imparabilmente nella propria porta, 1-0. La ripresa è un po' più movimentata: al 2° di gioco Frangipani tira un sasso a mezza altezza ed Esposti prova a deviare di punta, ma non basta; gran volèe di Lazzarini sugli sviluppi di un corner e incrocio interno, si avventa Bonato di testa per ribadire in rete a porta spalancata ma angola troppo e piglia il montante. Esposti imbuca centralmente per Bonato che gira a sinistra per Frangipani, Buzzini saltato ma salva un difensore quasi sulla linea di porta. Pericolosa ripartenza di Peloso sventata dalla provvidenziale uscita di Uku sulla 3/4. Sacco fa fuori secco Tomio e si presenta solo davanti a Buzzini che salva di piede; gran palla di Bertinazzo che serve sulla corsa Sacco ma ancora una volta l'estremo meranese si oppone di petto alla puntata del n° 8 che non vede però un compagno liberissimo in area. Classica fuga merziana in banda e saetta ad incrociare che lambisce il palo. Al 18° il President imbuca a palombella sul Bòcia che difende bene l'Agla e lancia Lazzarini in sovrapposizione con rasoiata in diagonale che si spegne nell'angolino lontano...ciuffff, 2-0. Gli ultimi 10 minuti non fanno registrare quasi nulla di significativo: i meranesi di Max Ghiotti alzano il pressing ma senza molta convinzione e i gialloneri di casa chiudono ogni varco garantendo a “Uku” Corea di terminare l’incontro con la porta inviolata. Quarta vittoria consecutiva dei "birraioli", dopo l'inopinato passo falso iniziale, con un attacco non molto prolifico, ma con una difesa sempre più blindata.

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata A (30.10.2015) # Bassa Atesina U21 C-Febbre Gialla 2-4 (0-2): Törggelen a Laives: un mosto frizzante, ancora un po' acerbo, e 4 vecchie toste castagne! Nella palestra di Laives gli "attempati" birraioli gialloneri, con una formazione dall'età media di 32,7 anni, vengono a far visita ai giovanissimi U21 della Bassa (età media 18,7) guidati in panca dall'indimenticabile Tommy Giuliani, per molte stagioni oggetto del desiderio (purtroppo mai realizzato) dei bolzanini. Fischio d'inizio con imbucata su Bonato e Frangipani cerca di anticipare Halloween e prova a smaterializzarsi come un poltergeist per passargli attraverso venendo però respinto dalla sua pancia. Scappano i ragazzini in fascia destra e Uku Corea blocca a terra con sicurezza. Da schema d'angolo va alla botta Lazzarini ma Moser risponde deviando sul fondo. Bello slalom di Sacco che semina due guardiani e serve in area il libero Bertinazzo che però aspetta troppo e tutto sfuma. Il funambolico Chaibi svaria a sinistra con finte e controfinte ma è sempre raddoppiato e non punge. Bello scambio in velocità tra Frangipani e Florian con quest'ultimo che trova la sventagliata di mezza punta sul I palo e Moser fa il miracolo alzando in corner. Violentissimo diagonale di Chaibi al 12° che esalta la reattività di Uku "Drugo" Corea che salva parando il bolide a manona aperta. Al 14° punizione dal limite area per gli ospiti bolzanini: se ne incarica Capitan Bonato che trova di punta il pertugio giusto (0-1) e volge lo sguardo-dedica alla moglie presente in tribuna (evento eccezionale), che però parla con l'amica e non ha visto nulla! Si riparte con i giovani "bassotti" che caricano a testa bassa e pressano altissimi, ma gli esperti gialloneri eludono il tutto con palombelle imbucanti sui loro pivot e ripartono. Gran botta al volo di Cap Silvietto in seguito ad angolo...stilisticamente pregevole, ma alta di un niente. I biancoverdi di casa sono troppo irruenti e commettono tanti falli regalando due ghiotte punizioni agli ospiti che Casarin non riesce a trasformare. Al 23° viene commesso il 6° fallo dai padroni di casa e Casarin, dal dischetto, tira alto sulla traversa. Al 25° altro fallo evitabile dei giovani in verde (con giusta arrabbiatura del loro Mister) e Lazzarini dai 10m. stavolta non sbaglia, 0-2. Al 29° Bassa vicina al gol con una fagiolata sotto rete bolzanina: da corner la sfera sbuca tra tante gambe e Chaibi bombarda da pochi metri a botta sicura, ma Uku c'è e salva il suo shoot-out personale. La ripresa inizia a ritmi ancor più elevati e dopo appena 60" Manarin è bravo a vincere un rimpallo e a freddare il subentrato Cavalli, spiazzato anche da una deviazione determinante, 1-2. I giovani ci credono e pressano ogni cosa si muova sul parquet, ma già al 4° la FGialla spegne i loro entusiasmi allungando 1-3: Florian scippa una palla sugosa a centrocampo e lancia il Capitano che, a dispetto dell'età e della differenza di corporatura col suo marcatore, va via come un airone in banda destra e assiste l'accorrente "Bòcia" Frangipani sul II palo per il piatto vincente. La Bassa C attacca spronata da Giuliani che, in panca, è una belva in gabbia, e la FG/Paulaner riparte sfruttando gli spazi: Mezzanotte fa perno su Grezzani ma non trova lo specchio, Lazzarini appoggia a Frangipani a quasi porta spalancata ma un difensore salva, Casarin arriva libero al tiro ma Moser para di petto. Al 15° da corner ospite "con fraintendimento" si innesca il letale contropiede biancoverde che porta al 2-3 di Marcotto. Chaibi prova varie giocate, ma la concretezza è il suo grande limite, mentre è Manarin a far soffrire il President che deve ricorrere a tutta la sua esperienza per impedirgli di far male. Cavalli respinge tre insidiose conclusioni basse sparate da varie posizioni; Manarin fa tremare tutti con una bordata velenosa da quasi fondo campo ed a 6' dalla fine la Bassa ricorre al portiere come uomo di movimento. La FGialla appronta la gabbia difensiva collaudata per questa situazione e chiude ogni varco: anzi trova pure l'ossigenante 2-4 grazie a Florian che ruba palla e, dalla propria area, insacca nella lontana porta sguarnita con una spingardata precisa. Finisce così questo spumeggiante Töggelen laivesotto tra vino novello e anziani marroni...

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata A (22.10.2015) # Febbre Gialla-Olimpia Holiday 3-1 (1-1): Una FG/Paulaner finalmente “quadrata”, vince con gli “angoli”! Partita molto delicata per entrambe le formazioni questa FG/Paulaner-Olimpia Holiday: per i meranesi, reduci da due vittorie con altrettanti farm teams, è il test per saggiare la propria reale forza e per i bolzanini, dopo i primi 3 sudati punti "reali", è il test per dimostrare di aver imboccato la via giusta in ottica lotta per la promozione. Scelte dolorose ma necessarie, fan sì che la FGialla si presenti con soli 9 uomini di movimento, dopo aver istituito anche un secondo allenamento (atletico) settimanale. Inizio contratto dei padroni di casa che sbagliano alcuni facili appoggi e già al 5° si trovano a dover inseguire: palla persa in avanti e contropiede fulmineo 3vs1 orchestrato dal capitano bianconero che serve G. Di Mauro per il facile rasoterra dello 0-1. Lo schiaffo a freddo viene assorbito ben presto dai gialloneri che rispondono con Florian che salta il diretto avversario e spara una gran bordata deviata da Carli d'istinto. Da rimessa laterale Lazzerini fiocina in diagonale, Carli devia di mano e mette fuori tempo l'accorrente Frangipani. Da corner viene pescato il piena area Angelini che, di piattone, non inquadra lo specchio. M. Di Mauro esplode il suo tipico diagonale che si spegne oltre il palo lontano e subito dopo Zanon, su punizione, costringe Uku Corea ad una difficile deviazione. Al 21° Casarin impegna severamente Carli, si conquista l'angolo che batte con grande velocità servendo Mezzanotte sul II palo: l'esperto pivot cicca clamorosamente la battuta di prima, ma è lesto a domare la palla impazzita, infilandola nel sacco con una zampata di pianta, 1-1. Sacco prova le sue serpentine in banda ma non è in gran serata e trova sempre chi lo stoppa. Dopo azione avvolgente, bello scarico di Mezzanotte per il Bòcia solo sulla sinistra, ma collo pieno da dimenticare! Nel finale di tempo si assiste ad una fagiolata da Far West sotto porta bolzanina: Dallapè riceve in area e tira di prima intenzione, Uku respinge d'istinto, Dallapè controlla di braccio e tira ancora da due passi, Angelini intercetta sulla linea di porta e spedisce sul palo e sulla sua mano, altro tiro, altro miracolo "ukiano" e poi palla spazzata definitivamente. Fine primo tempo con sudori freddi. La ripresa si apre con i gialloneri, oggi in completo rosso, a menar le danze fin dal primo minuto: Florian anticipa nettamente Santese e spara una puntazza insidiosa; bello scarico a ritroso per la sassata di Casarin sul I palo; fuga solitaria di Angelini che calcia su Carli in uscita disperata. Il subentrato Cavalli salva, nel frattempo, su botta ravvicinata di G. Di Mauro e poi blocca, in sicura presa plastica, la fucilata di M. Di Mauro. I bianconeri dell'Olimpia danno l'impressione di essere ormai calati fisicamente e si chiudono nella loro metà, mentre i rossi bolzanini provano a sfondare sulle bande, ma senza esito. Al 51° è uno schema d'angolo che rompe gli equilibri: provato tante volte, ma raramente in partita perchè non ci sono mai state le condizioni, viene coraggiosamente chiamato da Lazzarini e concretizzato magnificamente da Casarin con Agla infilato all'incrocio di piatto: 2-1. Al 54° è apoteosi giallonera con il 3-1 da manuale: azione tutta di prima da "Stebo" Casarin a Lazzarini sulla destra, imbucata su "Capitan" Bonato e girata a sinistra per il collo esterno al volo di "Bòcia" Frangipani che va a baciare il palo interno lontano. Gli uomini di Vinante si alzano per tentare il tutto per tutto e Mezzanotte lancia un cioccolatino sul II palo dove si catapulta l'incontenibile "Bòcia n° 10" (a segno in 4 partite su 5) che viene contrato all'ultimo. E' soltanto un autentico miracolo di Carli a negare a Bonato la soddisfazione personale: il capitano giallonero arriva all'appuntamento con la sfera sul II palo e spara a colpo sicuro, ma l'estremo difensore olimpico riesce a salvare con un tuffo prodigioso. Finalmente una prestazione corale di spessore e convincente...abbiamo migliorato le "geometrie", trovando forse la "quadratura del cerchio" e vincendo con gli "angoli"!

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata A (16.10.2015) # Pool Calcio Bolzanese-Febbre Gialla 2-3 (0-2): Nella battaglia tra Angeli(ni) buoni e Angeli(ni) cattivi, trionfano quelli gialloneri! E' sempre particolare ritornare al PalaRoen, palestra che per più di un decennio è stata il fulcro del calcio a 5 della nostra regione: buon fondo, dimensioni del campo perfette, struttura avvolgente e racchiusa. Qui ci gioca in casa quest'anno il rinnovato Pool Bolzanese che, dopo alcuni anni di degrado assoluto, si è risollevato grazie alla buona volontà di alcuni giocatori che si sono rimboccati le maniche ed hanno formato un roster che può dire la sua. FG/Paulaner ancora orfana del suo Capitano Bonato, alla disperata caccia dei 3 punti dopo l'inopinato scivolone della prima giornata. Calcio d'inizio e Florian sfodera un tacco volante su battuta secca di Lazzarini con Agla che lambisce il montante; i gialloneri alzano da subito il ritmo ed il pressing e, sugli sviluppi di un corner, Frangipani calcia fuori di un niente; risponde la Bolzanese con un contropiede di Boschi il cui tiro è deviato in angolo da Cavalli a mano aperta; Tessaro respinge di piede due conclusioni giallonere dalle diagonali mentre Leveghi si lancia contro "Cava", lo salta, ma il tutto si spegne a fondo campo. Al 19° la FGialla ruota il rombo, sbilancia ad arte gli avversari e Lazzarini imbuca in banda sinistra su D. Angelini che gli chiude il triangolo e lo manda a calciare solo davanti a Tessaro che viene trafitto, 0-1. Trascorrono 2' e, con un'azione in fotocopia, Lazzarini chiede ed ottiene il triangolo da Mezzanotte, spara, Tessaro respinge come può di piede, ma irrompe a tutta Frangipani ed in acrobazia insacca a porta vuota: 0-2. La Bolzanese accusa il colpo e sbanda paurosamente mentre i padroni di casa confezionano un'altra imbucata in fascia destra con palla splendida per Bertinazzo appostato sul II palo...fuori sciaguratamente! A tempo quasi scaduto è ancora il centralone difensivo Bertinazzo a trovarsi, sugli sviluppi di una rimessa laterale, solissimo davanti all'estremo difensore ospite che si salva parando di spalla.  Nella ripresa i gialloneri, forti del doppio vantaggio abbassano colpevolmente il baricentro, e la partita si trascina senza grandi sussulti: molti gli errori da entrambe le parti, passaggi fuori misura, ripartenze fallite...incontro brutto e confuso. All'11° la FGialla innesca un 3vs1 pericoloso, ma un rimpallo assurdo mette in moto invece la controripartenza avversaria che porta G. Angelini ad accorciare 1-2. Florian fugge via di forza tra due avversari che lo trattengono per la maglia quasi al limite dell'area: punizione senza effetto. Leveghi pizzica la parte alta della traversa. Sacco prova ripetutamente a sfondare sulla sinistra ma a centro area c'è sempre troppo traffico e le sue imbeccate vengono respinte. Ci prova anche Casarin a trafiggere la sua ex squadra, ma la mira non è delle migliori. Tra il 24° ed il 25° ha luogo l'epica battaglia tra Angeli(ni) cattivi e Angeli(ni) buoni: il barbuto e "cattivo" G. Angelini spara una puntazza dai 10m. che sorprende tutti e fa 2-2...palla al centro, imbucata centrale, scarico al Bòcia che gira sul II palo dove il fratello "buono", D. Angelini, insacca il 2-3. Sarà il gol dell'ex che decide la partita, ma prima si assiste ancora ad clamoroso palo interno incocciato dallo scatenato Frangipani quasi dalla linea di fondo e ad una clamorosa occasione capitata sui piedi di Florian che, solo e dai 6 m., mette incredibilmente sul fondo. Anche Lazzarini alza sopra la traversa una rete fatta a porta spalancata, mentre all'ultimo secondo Cecconi arriva solo davanti a Cava che respinge col corpo e poi osserva la carambola metafisica della sfera che s'impenna e roteando nell'aria si dirige verso la rete sguarnita...uscirà a fil di palo (fiuuuuu!!!). Finisce così, si portano a casa tre punti "reali" molto sudati, alla luce del pessimo secondo tempo. Ancora troppi gol fatti sbagliati, ma almeno un tempo (il primo) di buon ritmo e di (quasi) concretezza...

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata A (08.10.2015) # Febbre Gialla-Futsal Dolomiti 1-2 (0-1): L'Assedio a Fort Dolomieu, porta zero punti! La FG/Paulaner inizia subito in salita questo campionato 2015/16 perdendo in modo bruciante una partita assolutamente dominata quanto a occasioni, tiri, gioco e possesso palla, ma in cui ha confermato la sua assoluta mancanza di cinicsmo e concretezza in fase realizzativa, già croce dello scorso anno. Come contro il Merano B in Coppa, i padroni di casa oggi in completo rosso, partono lancia in resta e cercano di scardinare il rombo chiusissimo degli ospiti. Florian lambisce l'incrocio e Lazzarini si vede negare il gol da un deviazione di dita di Salvatori. Splendido tiro al volo di Lazzarini in seguito a corner e portiere dolomitico colpito al fianco. Il F.Dolomiti ruota, quando può, ma non crea alcun pericolo su azione manovrata: è Gianotti su punizione violentissima a costringere Uku Corea a parata determinante. Ottima imbucata di Frangipani su Mezzanotte e triangolo arioso chiuso con pericoloso diagonale del Bòcia che impegna severamente Salvatori; Pantozzi riesce ad esplodere un missile e Uku si distende a deviare in angolo. Gran suolata di Sacco che si beve un difensore ospite e puntazza secca che Salvatori scaccia d'istinto di braccio come fosse una mosca fastidiosa. Al 25° il pasticcio: Casarin anticipa di netto Pantozzi, ma la palla gli resta sotto il piede e rimane lì, incustodita...l'attaccante dolomitico ringrazia del regalo e serve Pascucci al limite dell'area che segna lo 0-1. Fine primo tempo. La ripresa è un monologo totale dei rossi marchiati Paulaner: 32' di attacchi continui, sciorinando tutti gli schemi possibili da corner, rimessa, punizione, imbucate, scarichi, rimorchi, ma niente gol. Oltre ai pali di Zanghi e Casarin si contano più di una quindicina di tiri sparati verso la porta dolomitica respinti in tutti i modi dal "Salvator della Patria" Salvatori o da giocatori immolatisi a mò di scudo umano: l'occasione però da non sbagliare è quella che arriva da schema di rimessa laterale sui piedi di Angelini che si fa trovare benissimo sul II palo a 10 cm. dalla porta spalancata ma non riesce, incredibilmente, a metterla dentro! Anche Sacco è liberato magistralmente da solo davanti al portiere avversario ma gli spara addosso anzichè servire i due smarcatissimi compagni in area! E questi errori si pagano! Cavalli esce a sventare le uniche due ripartenze ospiti, ma, ironia della sorte, non può nulla al 26° sul tiro di Pascucci che pesca addirittura il sette dopo una ribattuta, 0-2. La FGialla prova gli ultimi 4' con l'uomo in più ma trova solo la rete dell'1-2 dell'ottimo Frangipani, migliore in campo assoluto, al 32°. Prima sconfitta giallonera della storia contro il Dolomiti dopo 10 vittorie birraiole e 3 pareggi, ma quel che è più grave è la conferma della grandissima fatica a concretizzare l'enorme mole di occasioni che si creano. Non si può sperare sempre che segni per noi il Giudice Sportivo...

Coppa Provincia C2 – I Turno – Ottavi (02.10.2015) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 0-6 a tav. (1-2): Il Giudice Sportivo, il nostro bomber di Coppa! Inaspettato risvolto dopo il I Turno di Coppa Provincia: per una probabile dimenticanza di tesseramento da parte dell’Olimpia, il Giudice Sportivo tramuta il nostro 1-2 in 0-6 a tavolino con conseguente primato nel triangolare e passaggio ai quarti di finale. Dispiace superare il turno così, ma è stata un’inevitabile decisione federale.  Qui di seguito la cronaca dell’incontro giocato sul campo: “Terza e ultima partita del Triangolare A e la FGialla è già chiamata a tentare un'impresa: per effetto dei vari risultati i gialloneri hanno un solo risultato a disposizione per non essere eliminati e cioè vincere contro l'Olimpia Holiday con almeno due reti di scarto. Si gioca all'aperto, al Palamainardo, per l'indisponibilità delle Segantini e, naturalmente, per rendere le cose molto più complicate, a Merano piove! La palla schizza che è un piacere e logicamente è un grosso punto a sfavore per i bolzanini che sono costretti a costruire per cercare di segnare; l'Olimpia pare più a suo agio e fa girare palla e uomini per alcuni minuti ma fondamentalmente non accade nulla di rilevante; il primo tiro giallonero lo scocca Lazzarini e Ceppetelli mette in corner. Fuga in contropiede dei padroni di casa e Uku esce alla disperata e spazza. Una punizione di Modonesi sibila a fil di palo, mentre Zanghi sugli sviluppi di una rimessa laterale incoccia il montante sinistro. Al 18° l'Olimpia passa in contropiede: M. Di Mauro assiste Dallapè in piena area che segna l'1-0. Febbre Gialla subito al contrattacco ed un minuto più tardi, in seguito a corner, Lazzarini infila una fucilata a fil di palo, 1-1. Occasionissima per Frangipani al 24° che si trova libero in area dopo rimessa laterale ma il suo tiro, a porta spalancata, colpisce il palo esterno e finisce sul fondo. Nella ripresa i bolzanini, nonostante il fondo di gioco sempre molto scivoloso, alzano molto il pressing, riescono a prendere le misure e costruiscono varie occasioni: punizione dal limite di Lazzarini respinta dal portiere, Sacco di punta poco alto sulla traversa, Esposti alza a palombella in area e un evidente braccio galeotto stoppa la sfera come nulla fosse. Al 9° Zanghi tira da casa sua e Ceppetelli si fa bucare complice il terreno bagnato, 1-2. I gialloneri insistono ad attaccare e l'Olimpia perde moltissimi palloni in difesa: Florian si libera ad arte ed incrocia benissimo, ma Ceppetelli ci arriva con la punta del piede. Il subentrato Cavalli annulla una pericolosa ripartenza bianconera e mantiene inviolata la sua porta ancora una volta; il tempo passa e Casarin sfiora tre volte il II palo con diagonali insidiosi; negli ultimi 5 minuti la FGialla utilizza l'uomo in più schiacciando i meranesi nei propri 6 metri e, all'ultimo secondo, ottiene il sesto fallo e quindi il tiro libero della qualificazione: va sul dischetto Florian ma spara troppo centrale e Ceppetelli porta i suoi ai quarti di finale. Si termina con tutte e tre le squadre a 3 punti, ma per la differenza reti noi, per un solo gol, siamo eliminati. Molta amarezza per l'esito, ma molta soddisfazione per la buona prestazione fornita, considerando anche le avversità climatiche che certo non favorivano la squadra costretta ad attaccare per far gioco e segnare...fossimo stati al coperto, non sarebbe andata così...”

Coppa Provincia C2 – I Turno – Ottavi (17.09.2015) # Febbre Gialla-Merano C5 B 1-3 (1-0): Nuova stagione, ma, ahimè, vecchi difetti! Alle Valier la FGialla inizia il suo triangolare di Coppa incontrando un nuovissimo farm team, il Merano C5 B, che presenta vari giovani integrati da alcune vecchie conoscenze marlenghesi della mitica finale di due anni orsono. Gialloneri privi dello squalificato Mezzanotte. Al 3°, dopo un partenza molto frizzante, Lazzarini spara un bel diagonale che il portiere devia in corner; ci prova anche Florian che lambisce il palo lontano; Casarin si districa sulla destra e fiocina un rasoterra che Burchiellaro devia di piede e vanifica il tap-in di Angelini sul II palo! Insidiosa punizione di Zanghi il cui tiro è deviato e Lazzarini, quasi sulla linea, è contrato e non trova lo spiraglio; gli ospiti ordiscono un contropiede velocissimo sventato da un'ottima uscita di Cavalli. Al 16° Esposti innesca una ripartenza 3vs1 lanciando a sinistra Lazzarini che manda verso il II palo per la chiusura perfetta di Frangipani: 1-0 pregevole. Mantovan sfugge a destra e spara verso il centro ma Quici devia alto sopra la traversa. Punizione violenta di Cogoli, parata. Da schema di corner battuta al volo di Casarin sull'esterno della rete. Fuga solitaria di Quici che cade appena viene affiancato da Frangipani: giallo per i giallonero e punizione senza esito per i meranesi. Termina il primo tempo con la sensazione di una FG atleticamente valida e tatticamente sveglia, ma purtroppo con una sola misera rete in saccoccia. La ripresa è a ritmi più blandi e all'8° da un corner meranese nasce il pareggio: Ravanelli, clamorosamente dimenticato da tutti, riceve la sfera e spara, Corea respinge, ma ancora Ravanelli indirizza verso la porta dove Mantovan insacca da zero centimetri: 1-1. La reazione giallonera è sterile ed anzi, al 14°, Ravanelli tira da distanza siderale e sorprende l'estremo bolzanino con un rasoterra a fil di palo: 1-2. Da questo momento saranno 15' di attacchi a spron battuto dei padroni di casa: collo di Florian che incoccia nel palo lontano; Sacco lancia Frangipani che spara verso l'incrocio e Burchiellaro si supera con una parata magistrale. Ancora Florian a tu per tu col giovane portierino biancorosso che, con una mano, gli nega un gol fatto; Bonato pizzica di testa un lungo lancio ma non inquadra la porta; Lazzarini ci prova dalla sinistra ma ancora Burchiellaro devia quanto basta per mandare l'Agla contro la parte superiore della traversa; in seguito a punizione Florian si trova da solo davanti alla porta spalancata ma mette incredibilmente sul fondo. Ultimi 5' con la FG che prova il 4+1 ma senza esito, anzi, da una palla persa nasce il troppo severo 1-3 con Quici che s'invola verso la rete sguarnita. Molta delusione in casa giallonera a fronte dell'ottimo primo tempo disputato e degli arrembanti ultimi 15 minuti: tanti tiri, tante occasioni, ma solo una rete...antico difetto della stagione scorsa, purtroppo!

Le cronache “di parte” della stagione 2014/15

 

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata Ritorno (10.04.2015) # Bubi Merano B-Febbre Gialla 2-3 (0-1): La FG/Paulaner, a Merano, se la "Cava" per la terza volta! Terza ed ultima trasferta consecutiva in terra meranese ed ultima di campionato, con la FG/Paulaner costretta a fare almeno un punto per non rischiare una dolorosa perdita del 4° posto a beneficio dell'Olimpia Holiday nel caso vincesse a Bronzolo. Fischio d'inizio e bolzanini pericolosissimi con imbucata e rimorchio di Sidoti che sparacchia un bolide respinto da Iacomino. Gli fa eco, poco dopo, Casarin che si libera bene a destra e cerca il II palo ma una deviazione di un bubino causa un clamoroso auto-palo interno. Il Bubi si affida come sempre alla perfetta regia di Rossi che, da centrale, soprassiede a tutte le azioni dei padroni di casa, oltre che andare a concludere personalmente: è da una sua imbeccata che Libardi scalda le mani all'attento Cavalli. Cambio di quartetto in casa giallonera e ghiotta opportunità di passare in vantaggio con Bonato che, appostato sul II palo, vede roteare verso di sè una Torax-trottola e la spedisce proprio contro il II palo da zero centimentri! Rossi libera il sinistro che c'è in lui e scarica una saetta costringendo Cavalli alla difficile respinta in tuffo; gran fuga in ripartenza di Bonato che gira bene per l'accorrente Frangipani, ma Iacomino para miracolosamente di gomito; l'estremo di casa è altrettanto fortunato nell'inconsapevole deviazione di tacco su conclusione ravvicinata di Sidoti e poi respinge con qualche patema la puntazza di Florian. Sugli sviluppi di un corner meranese, Rossi dà un saggio della sua immensa tecnica sparando al volo un piattello che sibila a lato di un niente. Gli risponde, dall'altra parte Florian con identico tiro al volo su schema da corner e Iacomino respinge coi pugni. Punizione dagli 8 metri calciata fortissimo da Rossi che "Cava" alza d'istinto oltre la traversa. Al 31° Rossi si libera sulla sinistra e deflagra un tracciante contro Cava che prima alza contro la traversa e poi, con sprezzo del pericolo, si lancia fra due neroarancioni pronti a ribadire in rete, e con un guizzo di mano ruba loro la palla lanciando a campo aperto Sacco: il n° 13 giallonero vola per una decina di metri e scarica sulla sinistra per il defilato "Angel's face" Florian che, di prima, gira a rete bucando Iacomino in uscita bassa, 0-1. Fine prima frazione. Nella ripresa il Bubi, a dispetto dell'età di parecchi suoi componenti, inizia un pressing molto alto e Rossi "switcha" nell'insidiosissima "modalità pivot": al 5° infatti il furbo mancino elude il suo marcatore girandosi verso sinistra e di piatto destro insacca sotto l'incrocio, 1-1. Niente da fare stasera per Sidoti che pare avere le polveri bagnate e, in contropiede, calcia addosso a Iacomino in uscita; all'8° gran pezzo di bravura di "AminoGiaci" Sacco che, da fermo e con la difesa bubina schierata esplode una punta imprendibile, 1-2.  Il Bubi si fa sempre più pressante e cerca di bloccare i gialloneri in fase di costruzione che però eludono il pressing uscendo sulle fasce ed innescando tre pericolosi contropiedi: fuga di Mezzanotte che viene abbattuto da Iacomino in uscita, fuga di Sacco che salta due meranesi ma non trova il passaggio finale e fuga di Florian la cui conclusione è deviata in angolo. Risponde Rossi con due terrificanti punizioni salvate sulla linea di porta da Lazzarini con il ventre e poi da Bertinazzo con il...basso ventre! Altra ripartenza giallonera di Mezzanotte che cerca di servire Lazzarini sul II ma la palla sfila sciaguratamente sul fondo. Al 22° è ancora quel demonio di Rossi ad impattare per i suoi: corpo a corpo con l'asparagone Sidoti e girata sporca e fiacca che però s'infila sotto le gambe del portiere ospite, 2-2. Dopo una manciata di minuti un po' confusi la FGialla si alza anch'essa in pressione nel tentativo di ritrovare il vantaggio. Al 29° Sidotiego pressa con aggressività il laterale destro bubino che prova a liberare ma la palla incoccia contro la Nike arancione-fluo n° 48 dell'attaccante "polacco" e ne nasce una palombella impossibile che va a spegnersi nell'incrocio dell'incredulo Iacomino per l'inaspettato 2-3 bolzanino. Tre minuti alla fine ed i padroni di casa provano il 4+1 senza però trovare varchi nell'ottima difesa retta da President Esposti. A tempo scaduto il Bubi ha la grossa opportunità di pareggiare su tiro libero: il letale Rossi va sul dischetto dei 10 metri e piazza basso a fil di palo, ma San Cava ci arriva di piede e salva i suoi, vendicando così la bruciante sconfitta dello scorso anno all'ultima di campionato proprio per mano del Bubi B a tempo scaduto. Finisce così anche questo campionato: abbiamo confermato il 4° posto nella classifica generale come la passata stagione e ottenuto un buon 3° posto nella classifica reale (migliorando di una piazza); obiettivamente più di così non avremmo potuto fare, almeno per quanto riguarda il discorso promozione che è sempre stata materia esclusiva di Bolzano 1996 e semmai Mosaico. Bruciano un po' i punti persi contro alcuni farm team, ma al massimo si sarebbe potuto concorrere per il 3° posto nella "generale", certo non di più. Annata in ogni caso positiva. Si è lavorato tanto e bene e con ottimo feed back da parte di quasi tutti i giocatori, ora bisogna proseguire da qui per fare un altro piccolo passetto avanti...

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata Ritorno (25.03.2015) # Marlengo F.F. B-Febbre Gialla 1-8 (0-3): Alla penultima chiamata meranese, la FG/Paulaner risponde: presente! Seconda trasferta consecutiva a Merano, sempre ad orario tardo (21.45), ma stavolta nell'anomala giornata di mercoledì. Le Segantini, il Marlengo in muta biancorossa e l'arbitro Frediani fanno riaffiorare alla mente luccicanti rimembranze di Coppa...ma in realtà, ad aspettarci, è solo il giovane farm team di Patròn Duso. Inizio un po' confuso delle due compagini che incappano in frequenti errori nei passaggi che lo sparuto pubblico certo non gradisce. Il primo acuto è opera del Presidente Duso il cui tiro, non forte ma molto insidioso, costringe Corea alla parata di piede in spaccata; Mezzanotte al 10° apre le danze e, dopo aver domato la morbida palombella di Bertinazzo, fa il suo classico perno sul centrale avversario e fredda Buzzini con un diagonale ravvicinato, 0-1. Mantovan e Ravanelli rispondono con tiri dalla distanza mentre Bertinazzo coglie il montante sugli sviluppi di un corner. Al 14° Angelini ruba palla, vola in contropiede ed incrocia sul II palo dove Frangipani, puntuale in scivolata, infila lo 0-2. Ci prova Casarin su punizione ma Buzzini respinge, mentre Florian sfodera la puntazza ma non è preciso. Una defaillance tragicomica della difesa giallonera consegna un Torax dimenticato al Marlengo costringendo "Uku" all'uscita disperata ed al successivo salvataggio di Zanghi sulla linea di porta. Al 25° è 0-3 grazie al diagonale forte, ma non irresistibile, di Casarin in seguito a schema da corner. Intervallo. Nella ripresa il Marlengo alza il pressing sui gialloneri arrivando ad infastidirli fino al limite della loro area, ma aprendo, inevitabilmente, sconfinate praterie in cui Sacco, al 5°, si lancia a briglia sciolta con una palla rubata e va a depositarla nell'angolo lontano dove l'estremo di casa non può arrivare, 0-4. Punizione di seconda per i biancorossi dal limite dell'area e salvataggio sulla linea di scudo-umano Esposti su tiro di Duso. Alcune ripartenze giallonere sfumano per il recidivo errore nell'ultimo passaggio e Corea sbriga l'ordinaria amministrazione (oltre ad andare a colpire in rilancio le arcate delle Segantini...per lui sempre troppo basse!). E' il 20° quando Cap. Bonato, da corner, fa filtrare un cioccolatino per "Bocia" Frangipani in arrivo dalle retrovie e 0-5 siglato con freddezza alla destra di Buzzini. Il Marlengo prosegue nella sua coraggiosa pressione alta, ma la FGialla non si scompone e regolarmente elude l'aggressione con le imbucate sui suoi pivot: al 25° Mezzanotte controlla ad arte il lancio e srotola per il "rimorchiante" Casarin che, con un delicato tocco d'esterno, salta Buzzini in uscita (0-6). Un minuto dopo ancora l'indemoniato Stebo Casarin intercetta secco un passaggio a centrocampo ed innesca la ripartenza con scarico a Mezzanotte sul cui passaggio di ritorno a chiudere il triangolo interviene Duso mettendo fuori causa il proprio poritere e regalando a Casarin la sfera da appoggiare nella porta sguarnita (0-7). Altro giro di lancette e l'incontenibile Igor "Midnight" (e fortuna che era convalescente!) sfugge al controllo marlenghese ed appoggia sulla destra per "Pirat" Casarin che s'inventa un pregevole cucchiaio in diagonale con palla nel sette per il rotondo 0-8 al 27°. A tempo scaduto il solito calo di concentrazione, già visto recentemente, permette la percussione centrale di Aiello che insacca il gol della bandiera per l'1-8 finale. La prossima settimana osserveremo il turno di riposo in vista della terza e ultima trasferta in terra meranese di venerdì 10 aprile per la chiusura del campionato contro il sempre ostico Bubi Merano B, ma stavolta con un Sidoti in più...

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata Ritorno (20.03.2015) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 3-4 (1-0): La FG/Paulaner giace a terra per 3 volte, ma poi "Giaci" Sacco la porta sul podio! Anche quest'anno le Segantini di Merano sono teatro, per la FG/Paulaner, di una partita chiave per l'esito della stagione giallonera: certo, non è sicuramente l'epica finale di Coppa Provincia del recente passato, ma è cmq lo scontro diretto con la tosta Olimpia Holiday per aggiudicarsi il 3° posto definitivo nella classifica "reale" 2014/15. Per i bolzanini, orfani di due pezzi da novanta come Lazzarini e Mezzanotte, a pari punti con i meranesi ma con una differenza reti peggiore, c'è un solo risultato utile questa sera ed è la vittoria. Pronti, via, e i padroni di casa in completo black si mostrano molto aggressivi in fase difensiva e ben organizzati in fase di costruzione offensiva con Zanon a menare le danze e Di Mauro M. a sparacchiare appena vede la porta. E' infatti in seguito ad una palla persa in attacco dagli ospiti che l'Olimpia riparte e presenta ben due uomini al cospetto di Cavalli, ma è il palo a porta spalancata a mantenere lo 0-0 iniziale. Anche Dallapè ci prova un paio di volte ma la mira è sballata, mentre Califano preferisce la potenza alla precisione bombardando le reti di protezione. Solo al 9°, il redivivo Florian innesca un contropiede pericoloso ma la sua puntazza è preda di Carli. Al 13° l'Olimpia raccoglie i frutti del suo buon inizio partita e passa in vantaggio: Zanon si libera di Bonato con un secco movimento e spara verso il centro dell'area dove è appostato Di Mauro G. per la determinante deviazione vincente di tacco esterno, 1-0. La FGialla risponde con un morbido lancio con le mani del suo portiere per Frangipani che però, solo davanti a Carli, fa sfumare tutto con un inguardabile controllo di stinco. L'Olimpia è più tonica ed in palla degli ospiti e spaventa ancora l'estremo bolzanino con una fucilata in diagonale di Di Mauro M., la sfera parata si impenna e Dallapè non riesce nel tapìn vincente nel corpo a corpo con Esposti. La FGialla prova a penetrare in fascia per eludere il baluardo centrale Zanon, ma le azioni sono lente e prevedibili e spesso favoriscono i contropiedi dei neri di Vinante che sfumano per imprecisione nell'ultimo passaggio. Negli ultimi 5' del I tempo i gialloneri hanno tre buone occasioni per pareggiare: imbucata su Bonato e srotolo per Zanghi con tiro sull'esterno rete, fuga solitaria di Angelini affossato appena dentro l'area e 3vs1 veloce con ultimo passaggio di Casarin troppo arretrato per i due compagni. Finisce la prima frazione. Si riparte e la FGialla è cosciente di avere a disposizione gli ultimi 30 minuti per cercare di ottenere questa vittoria che darebbe una virata positiva alla stagione in corso, fin qui un po' troppo avara di soddisfazioni. L'Olimpia prosegue nel suo pressing molto alto e mette molto in difficoltà il giro-palla bolzanino; Zanon imbuca su Dallapè che ingaggia una lotta grecoromana col President non riuscendo a concludere, irrompe dalle retrovie Di Mauro M. per la botta risolutrice ma Frangipani gli si oppone eroicamente. Occasionissima al 6° per Angelini che ruba palla, s'invola a campo aperto verso Carli e spara però malamente sul fondo dal limite; al 13° sale in cattedra il "thai" Sacco che dribbla netto il suo diretto marcatore e fiocina Carli con la punta in diagonale, 1-1. Passa appena un minuto e da rimessa laterale Capitan Di Mauro M. anticipa il non attento Zanghi ed infila il 2-1. Tutto da rifare per i bolzanini. Miracoloso "CrazyHorse" Cavalli che evita ai suoi il tracollo alzando sopra la traversa d'istinto una deviazione ravvicinata di Dallapè, mentre al 16°, in seguito a corner meranese, la palla schizza verso Zanghi che si lancia in fuga verso Carli e lo fredda con una magìa rasoterra incrociata a fil di palo, 2-2. Ma non c'è pace per la difesa rossogiallonera che commette un altro marchiano errore in disimpegno al 20°, regalando al solito Di Mauro M. la palla buona per il diagonale del 3-2. La FGialla, oggi all red, si riversa in avanti sospinta dal cuore e si affida ai più talentuosi come Sacco e Florian unici in grado di saltare l'uomo e creare superiorità; Florian infatti spara in area e Bonato fa velo costringendo Carli alla parata d'istinto; al 22° Capitan Bonato allarga sulla destra per "Bocia" Frangipani che incrocia ad arte verso il II palo dove si materializza "Pirat" Stebo Casarin che insacca il 3-3 da manuale. Zanon non ci sta, ma il suo diagonale al volo fa la barba al montante. Ancora Florian si lancia in un'azione travolgente fra tre avversari, sforna l'assist per Sacco sulla destra ma Carli non si fa superare. Fagiolata in area bolzanina con batti e ribatti furioso dopo paratona di "Cava" e Bertinazzo risolve facendo muro contro tutto e tutti. Inizia il minuto di recupero e la FGialla rischia tutto schierando un quartetto super offensivo: all in, o la va o la spacca! Al 30'33" il coraggio è premiato: Florian si dimentica del collaterale sfilacciato, sradica una palla preziosa a centrocampo e scarica allo scatenato "AminoGiaci" Sacco defilato sulla destra che controlla e spara di punta in diagonale andando a baciare il palo lontano...3-4! Finita! Ancora una volta le Segantini ci regalano soddisfazioni: 3° posto blindato in classifica reale e quindi si migliora di una posizione il 4° posto dello scorso anno. Si è vinto con gran cuore e di squadra in un campo in cui ancora riecheggiavano i nostri cori di festa per la conquista della Coppa Provincia 2013/14. Ora sotto con la classifica generale...e un terzo posto anche lì, difficilissimo, ma matematicamente ancora possibile. Ed intanto mercoledì si torna nuovamente qui, alle NOSTRE amate Segantini...

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata Ritorno (12.03.2015) # Febbre Gialla-Mosaico 1-4 (1-3): Il risultato non inganni: la FG/Paulaner, poco fortunata, ne esce a testa altissima! La FG/Paulaner ospita il favorito Mosaico secondo in classifica e costretto a vincere per mantenere viva la flebile, ma ormai remota, speranza di arrivare allo scontro diretto col Bolzano 1996 con ancora la promozione da giocarsi. Gialloneri che scendono in campo molto determinati, dopo un allenamento in cui si è preparata la partita nei minimi particolari per evitare l'imbarcata dell'andata e che si rendono subito pericolosi al 1° con Mezzanotte che riceve l'imbucata, si libera e calcia in seconda battuta costringendo Just alla parata sulla linea. Al 2° minuto arriva alla bordata Frangipani con deviazione in corner. Al 3° però in seguito ad angolo, il Mosaico libera Scalise agli 8 metri che, contrato in ritardo, inventa una fiondata proprio nell'incrocio perfetto ed è 0-1. Al 5° arriva la puntazza di Casarin su punizione ma ancora Just ci mette la sagoma. Riuscito schema su altro calcio da fermo defilato e Lazzarini fa tremare l'esterno della rete. La FGialla, oggi in completo rosso, difende ottimamamente su Bighi e Montel che non riescono mai a girarsi e copre tutte le diagonali per impedire gli assist sui secondi pali; al 19° Sacco si beve in fascia l'avversario con una veronica e scocca il diagonale vincente del giusto 1-1. Pizzardi ci prova da fuori un paio di volte ma è impreciso, così come Casarin che spara di punta contro le spalliere. Al 26° la difesa in nero intercetta l'Agla calciato troppo basso da corner ed innesca la volata solitaria di Montel verso Cavalli che nulla può contro il cobra della Bassa, rasoterra preciso e 1-2. Pareggio dei rossi di casa sfiorato subito dopo grazie al lancio di Lazzarini per Frangipani e colpo di testa (!) che scavalca Just, con palla allontanata proprio sulla linea da un intervento disperato di un difensore ospite. Non è fortunata la FGialla allo scadere del primo tempo, quando da una doppia chiusura di Bertinazzo e Sacco su un attaccante in nero, nasce un rimpallo sventurato che fa schizzare l'Agla proprio sui piedi di Montel in piena area che delizia il pubblico con scavetto letale, 1-3...troppo severo! Nella ripresa le due formazioni si studiano e si annullano per 15 lunghissimi minuti in cui non succede quasi nulla: i duelli più tosti sono Esposti-Bighi e Pizzardi-Mezzanotte, in cui i difensori hanno sempre la meglio, ed infatti entrambi i portieri sono praticamente inoperosi. Al 16° l'incontro si anima: contropiede velenoso di Montel ed il subentrato "Uku" salva in spaccata; dall'altra parte occasionissima per i rossi di casa confezionata dall'ispirato Sacco che imbuca ottimamente per Mezzanotte a tu x tu con Just che salva letteralmente di faccia rimanendo a terra semi stordito. Altro 2vs1 degli ospiti condotto da Bighi, ma Uku fa buona guardia e cannonata di Casarin a colpo sicuro che però incoccia su un compagno a Just battuto. Angelini battaglia come può in area nemica ma non trova la girata vincente, mentre Lazzarini ha uno spiraglio buono, si libera sulla sinistra e calcia sul fondo di pochissimo. Gli ultimi 5' vedono la FGialla giocare con l'uomo di movimento al posto del portiere anche se la novità del fischio necessario dell'arbitro per riprendere il gioco dopo ogni cambio ha reso la cosa farraginosa e poco utile. Il Mosaico si ritrae nei 6 metri e la gabbia rossogiallonera fa circolare la palla per trovare il varco giusto che si apre su un veloce cambio di fronte: Lazzarini approfitta di una copertura errata e imbecca Sacco staccatosi dal palo e liberissimo, tiro immediato, Just devia miracolosamente di spalla contro la traversa, poi linea di porta e spazzata definitiva. Veramente poca fortuna stasera per gli uomini di "President" Esposti che, con indosso la casacca da portiere di movimento, perde palla al 30° in un contrasto e lascia a Bighi la fuga a campo aperto per l'impietoso 1-4 a porta vuota. Niente da rimproverarci stavolta: la squadra ha coperto benissimo non soffrendo mai a difesa schierata ed ha creato anche alcune ottime palle-gol che se ci fosse stato un certo Sidoti forse avrebbero avuto altra sorte...la fortuna non ha girato certo a nostro favore, ma quel che conta è la consapevolezza di essere usciti da questa sfida, che probabilmente il prossimo anno si ripeterà per le posizioni di vertice, a testa alta, anzi altissima...

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata Ritorno (06.03.2015) # Pool Calcio Bolzanese-Febbre Gialla 3-10 (2-4): La FGialla caccia un "deca" tra luci e qualche ombra! Per la partita contro il fanalino di coda Pool Bolzanese, ancora a secco di punti, la FG/Paulaner torna a calcare il caro vecchio e consunto linoleum verdastro del PalaRoen: la partita è apparentemente agevole, ma, come sempre nelle sfide con gli ultimi in classifica, si possono nascondere insidie a iosa ed è quindi obbligatorio scendere in campo concentrati al massimo. Ed infatti già dal calcio d'inizio i padroni di casa rossoblu sorprendono per l'atteggiamento tattico molto spregiudicato dell'aggressione a tutto campo, che, certo, alla fine non pagherà, dato l'ampio risultato, ma che in certi frangenti creerà alcuni grattacapi alla difesa ospite. I gialloneri passano in vantaggio già al 5° sugli sviluppi di uno schema da corner modificato in corsa da Bonato che pesca President Esposti libero al centro: collo pieno sotto la traversa e 0-1. All'8° Casarin serve teso in piena area da centrocampo e Capitan Bonato devia al volo di tacco sotto misura per lo 0-2. La Bolzanese spaventa Cavalli con due sgroppate di Silipo ed un tiraccio di Pozzato deviato in angolo di stinco, ma al 15° è 0-3 dopo una ripartenza 3vs1 con l'Agla che arriva a Mezzanotte che gira per l'accorrente Lazzarini che non dà scampo a Bacher. Lo 0-4 è frutto invece di un ottimo giro palla con l'Agla che da Esposti giunge in piena area a Lazzarini per l'immediato assist sul II palo dove Mezzanotte non perdona. I cali di tensione sono nell'aria ed infatti al 23° Moschin accorcia 1-4 insaccando dalla linea di fondo campo ma, soprattutto, a tempo quasi scaduto, e quel che è più grave dopo il time out chiamato apposta per richiamare tutti all'ordine, al 29° Silipo sfugge al controllo ed insacca il 2-4. La ripresa vede i rossoblu di Perchinelli che si riversano abbastanza sconsideratamente in avanti con tanta foga a caccia di uomini e palloni e subiscono l'espulsione molto ingenua di un loro effettivo già al 4° minuto. Con l'uomo in più la FG/Paulaner asserraglia i padroni di casa nella propria area e, dopo tre conclusioni consecutive di Lazzarini sempre respinte, arriva il 2-5 di Frangipani con sassata sotto l'incrocio. Appena ristabilita la parità numerica, la FGialla scava il solco incolmabile con una serie di segnature ravvicinate: al 7° il diligentissimo Lazzarini esegue alla perfezione lo schema su punizione e porta i suoi sul 2-6 ed all'8° uno srotolo magistrale di Bonato regala a Casarin la palla d'oro che viene trasformata nel 2-7 con un destro imprendibile in diagionale. Altra dormita giallonera al 9° e clamoroso contropiede di Silipo che pesca il 3-7 e conseguente manciata di minuti di caciara da cortile da entrambe le parti con folate e controfolate imprecise e brutto gioco. Al 18°, in seguito a rimessa laterale, il "Bòcia" Frangipani insacca il 3-8 con un esterno ciofèca rimbalzante che inganna il portiere rossoblu che si aspettava invece una bomba incredibile.  Al 23° contropiede condotto da Mezzanotte che appoggia sulla sinistra dove compare Sacco che sigla il 3-9 con delizioso scavetto in diagonale e pone fine al proprio digiuno di reti in campionato. L'incontro si chiude al 30° con il definitivo 3-10 di Lazzarini appostato sul II palo e servito con precisione da Bonato. Partita nel complesso decente, reti di buona fattura, ma alcune "ombre", soprattutto in fase di copertura, da non ripetere contro squadre di altra levatura...

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata Ritorno (26.02.2015) # Febbre Gialla-Futsal Dolomiti 5-0 (2-0):  Dalla Bassa alle Dolomiti, Sidoti(ego) ci saluta con una manita giallonera! Le 5 reti in due partite del nostro incontenibile "GabryRicky" Niccolò Sidoti sono la spiegazione lampante del perchè quest'anno la FG/Paulaner non sia riuscita ancora a ripetersi ai livelli della passata stagione: è bastata la breve comparsata del suo trascinatore in questi due ultimi incontri perchè tutta la squadra ritrovasse sicurezza, gioco spumeggiante, prolificità offensiva e, conseguentemente, salutari vittorie. Non c'è niente da fare, se hai nuovamente in squadra uno che salta l'uomo con disarmante facilità, "shfonda" in banda con le sue falcate smisurate, imbuca e cerca rimorchi in ogni parte del campo e poi esplode dei missili terrificanti da qualsivoglia posizione che centrano quasi sempre lo specchio con una percentuale realizzativa altissima, beh, non si ha più il patema d'animo del vivacchiare sul filo del rasoio di uno o magari due golletti di vantaggio, che possono essere rimontati in ogni momento! Contro il F.Dolomiti Sidoti presenta subito il suo biglietto da visita nei primi due minuti di gioco: frombolate ai 120 km/h che Salvatori respinge come può. Pericolosa ripartenza 3vs2 dei giallorossocrociati al 4° con sfera che lambisce il palo e risposta immediata di Casarin con due puntazze non precise. Imbucata su Mezzanotte che fa perno sul centrale dolomitico ma la sua girata fa la barba al montante. Ancora Sidoti approfitta di una pulita percussione d'attacco diretta a liberare il suo mortale sinistro ma una muraglia mantiene inviolato Salvatori. Al 14° un buon giro palla fa sbandare il rombo basso ospite ed il repentino cambio di gioco da destra a sinistra regala a "Shpalmen" Sidoti quei vitali metri di libertà che gli consentono di armare la spingarda mancina ed eiettare un proiettile di bronzo nella porta dolomitica, scheggiando il palo e lasciando il portiere di sale, 1-0. La FG/Paulaner, oggi in completo rosso inferno, sciorìna una buona circolazione di palla, avvantaggiata anche dai molti spazi lasciati dal rombo di Mangiarulo che aspetta, arretrando parecchio: una sequenza di tre corner consecutivi porta i padroni di casa a provarle tutte per fa breccia nuovamente ma le conclusioni sono respinte. Salvatori salva sul diagonale di Lazzarini ma, al 20°, deve raccogliere ancora l'Agla in fondo al sacco: buon srotolo di Bonato su rimessa laterale per Zanghi che, furbamente, finge il tiro e scarica a lato per l'accorrente "Pirat" Casarin la cui rasoiata si infila nell'angolino lontano...2-0 pregevole, ma schiena stirata per lo sfortunato Stebo! L'impalpabile arbitro, alla sua prima esperienza nel futsal, non vede una palla fuori di un metro abbondante e consente una pericolosissima ripartenza dolomitica gestita però malissimo con ultimo passaggio fuori misura. "Crazy Horse" Cavalli sbriga l'ordinaria amministrazione, si spaventa non poco su un'altra folata di contropiede ospite che si arena contro il President e chiude la prima mezzora con l'ennesimo shoot out stagionale lasciando la difesa dei pali all'intercambiabile "Uku" Corea. La ripresa vede il Dolomiti affacciarsi nella 3/4 dei rossi di casa con Pantozzi e Gianotti che provano dalla distanza, ma senza esito. Sull'altro versante Sacco è autore di alcune accelerazioni insidiose e Bonato s'inventa una rabona in diagonale che esce di pochissimo sul II palo. Mezzanotte dialoga con Lazzarini il cui sinistro è preda di Salvatori in uscita disperata, mentre "Uku" s'immola uscendo coraggiosamente su Vinci lanciato a rete e sbrogliando. Al 13° Sidotiego, come è soprannominato in Polonia in un torneo universitario, inventa il provvidenziale 3-0 da posizione impossibile e con un tiro impossibile: da rimessa laterale, da fermo e con una barriera di due uomini davanti, fa partire un missile terra-aria che s'incastona sotto l'incrocio. Il triplice vantaggio rende tutto più facile per gli All Reds che disegnano buone trame di gioco negli immensi spazi aperti dai condorini in simil pressing offensivo: Sacco in area per Bonato e assist per l'accorrente Esposti, fuori. Al 23° azione splendida che porta al poker rossogiallonero: a centrocampo Zanghi appoggia all'indietro e si lancia in banda, Mister Gualti lo serve con deliziosa palombella ed il "Mago" gira a centroarea per Igor "Midnight" che trafora Salvatori mettendola nel sette: 4-0 con soli tre passaggi, tutto molto bello! La FGialla, dato il vantaggio corposo, si rilassa per qualche minuto e favorisce, con alcuni sconsiderati erroracci di controllo e passaggio, alcune ripartenze dolomitiche: in una circostanza in particolare i condorini non sono fortunati con Pantozzi che colpisce il montante e Vinci s'impapera mettendo sul fondo a porta spalancata e portiere battuto. Al 29° si chiude virtualmente l'incontro con il 5-0 che è gran motivo di soddisfazione perchè provato, riprovato, spiegato e rispiegato tante volte: Frangipani, in fascia destra, imbuca in profondità per Capitan Silvietto che, quasi sul fondo campo, stoppa ad arte e serve di suola all'indietro per il rimorchio del "Bòcia" che di prima spara un diagonale basso, teso e precisissimo nell'angolino lontano! Meraviglioso! Si chiude il sipario sulla presenza italiana del nostro "polacco" in procinto di diventare pure "brasileiro": piacere immenso averlo riavuto fra di noi ed aver respirato ancora l'atmosfera vincente dello scorso anno...chissà se fosse stato con noi per tutto il Campionato dove saremmo ora? Speriamo di far tesoro per le partite che restano dei benefici della "cura Sidoti", anche se...chissà...magari, tornerà ancora...boh...forse...

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata Ritorno (20.02.2015) # Bassa Atesina B-Febbre Gialla 3-4 (2-2):  Sulla Bassa si abbatte la furia Cec(c)a, anzi polacca di Sidotiego! Ci voleva proprio il ritorno in Patria del Dott. "Shpalman" Sidoti per riportare alla FG/Paulaner tranquillità, allegria e superpotenza offensiva, corollario di una brillante vittoria nel sempre rognoso ed indigesto minicampo bronzolotto di via Aquila Nera. Temporaneamente abbandonate le brughiere desolate di Wroclaw, l'indiscusso trascinatore della FGialla 2013/14 si presenta al campo con polacchissima mìse trendy costituita da inguardabili babbucce oblunghe clown-style, discutibili jeans con elastico alla caviglia, fantasmini estivi e malleoli metrosexual in bella vista. Riappropriatosi della sua amata maglia n° 11, solleva all'istante l'umore dello spogliatoio giallonero esibendo degli esilaranti microparastinchi nuovi di pacca, taglia 6-9 anni, che nemmeno gli si allacciano dietro il polpaccio! Ore 21.00: l'arbitro fischia ed inizia la solita battaglia nella fossa della Bassa. Ore 21.03 Gabry Sidoti mette subito il suo marchio a fuoco sull'incontro: liberato in banda sinistra dall'apertura del suo President, allunga la falcata divorandosi 3 metri secchi con un solo passo, e classico tunnel violento ai danni di Concolino, 0-1. La reazione dei padroni di casa è immediata ed al 4° Martini si libera bene con una finta a centrocampo ed infila l'1-1 con botta terribile sotto l'incrocio. Passano 60" e la Bassa passa sul 2-1: Bertacche sfugge sul fondo e, sul suo traversone verso il centro, Bonadio è lesto a vincere un rimpallo ed insaccare con tocchetto fetido ravvicinato. In altre situazioni un uno-due di tal genere avrebbe fatto sprofondare i bolzanini, consci della loro endemica sterilità offensiva, in un gorgo di timori, paure e demoralizzazioni, ma oggi no...non è così, perchè sanno che c'è tra le loro fila un giocatore di categoria superiore che ha fatto la differenza in C1 in passato e l'ha fatta pure lo scorso anno in C2 trascinando con i suoi "shfondamenti" la FGialla Anno Zero ad un pregevole 4° posto e ad una splendida vittoria in Coppa. I gialloneri sono trasformati rispetto alle recenti sbiadite uscite e lottano su ogni pallone: Frangipani imbecca Bonato che salta Cavaliere e costringe Concolino alla difficile parata di piede. Risponde la Bassa con due cannonate di Martini e Pivaro sulle quali "Uku" Corea si esalta respingendo in tuffo; palo sfiorato da Lazzarini sugli sviluppi di una rimessa, mentre "The Train" Angelini per due volte si libera bene facendo perno sul centrale ma le conclusioni sono da dimenticare. Concolino esce a valanga salvando sul libero Mezzanotte, mentre Uku sbroglia di piede un insidioso 3vs1 biancoarancione. Al 15° il "Poloniese" Sidoti fa le prove generali del gol del pareggio liberandosi a suo modo in fascia e costringendo l'estremo difensore di casa ad una disperata chiusura in scivolata: un minuto dopo però, "Zùbr" Sidoti, shfonda in fascia, finta il tiro, suolata a destabilizzare il portiere e punta secca sotto le gambe per un 2-2 di classe e tecnica. La battaglia infuria in ogni cm quadrato del campo e l'arbitro trentino fischia sempre meno; Uku con le mani per Capitan Bonato che stoppa di petto e gira al volo di un niente alto. Da centrocampo President Esposti spara di punta nel traffico e scheggia la traversa; bolgia dantesca in area giallonera al 26° con falli e controfalli di tutti contro tutti con Uku che ne esce in qualche modo inviolato. Si va al riposo sul risultato di parità, ma gli ospiti sentono di potercela fare, perchè stasera dispongono di una freccia in più al loro arco...e che freccia! I gialloneri pressano alto e i padroni di casa iniziano ad imbucare parecchio su Pivaro e Martini con palombelle, ma i rimorchi vengono sempre sventati. Gran botta al volo di "The Pirat" Casarin su corner, mentre Uku toglie un Agla dal sette e poi neutralizza alla grandissima due face-to-face da togliere il respiro. Igor "Midnight" si libera ad arte di Gallo ma non riesce a piazzare il suo classico morso del cròtalo e spara sul portiere; ci riesce invece al 12° l'incontenibile Gabry "Turgi(si)doti" che, invitato al tiro su corner del President, trova lo spiraglio giusto ed esplode un napalm rasoterra che incenerisce il n° 1 di casa che nulla può, 2-3. Dal 15° l'incontro si fa cruento e i duelli rusticani fioriscono in ogni zona del campo, l'arbitro fischia poco o nulla e i contrasti sono parecchio al limite da ambo le parti. Ma è bello anche così! Occasionissima per il "Bocia" al 18° che, chiuso un veloce triangolo, spara a rete ma Concolino si salva con l'aiuto del montante e poi Cavaliere libera in angolo cannoneggiando contro il proprio portiere dalla linea di porta! Lancio con le mani di Uku per Bonato che gira magistralmente di esterno al volo ma la spalla di Concolino gli dice di no; al 23° la Bassa pesca il 3-3 con la classica sfortunata autorete del Bocia che, in ripiegamento difensivo, devia nella propria porta nel tentativo di anticipare un avversario alle spalle. La FGialla non si scompone, ma profilandosi il 5° inutile pareggio, alza ulteriormente il pressing e va a caccia di palloni e uomini. E Bertinazzo? (domanda che evoca pessimi ricordi in questa palestra)...Mirko "Cannavaro", tornato stasera ai suoi fasti di "The Wall" le dà, le prende, si immola, si propone, combatte coltello fra i denti ed al 25°, dall'angolo, piazza un piattone intelligente tra difensore, palo e portiere favorendo l'irruzione sul II di Capitan Silvietto per il comodo appoggio in rete del 3-4 vincente! Gli ultimi 7 minuti sono confusione infernale di base conclusa da una fagiolata finale in area bolzanina in cui succede di tutto con corpi ammassati, piedi volanti, mani tagliate, intreccio di gambe, dentiere disperse...ma il risultato non cambia. Vittoria sudata, gloriosa e necessaria...finalmente si è rivisto l'urto offensivo e lo spirito battagliero dello scorso anno, ma ci voleva The Return of the Polish Sidotiego! Grazie di tutto, Gabry, e...vita sana!

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata Ritorno (12.02.2015) # Febbre Gialla-Kickers BZ B 1-2 (0-1): Senza parole! Nello sport perdere contro chiunque, che sia la prima o l'ultima della classifica, può accadere, è questo il suo bello ed è questo il pepe che dà sapore all'attività agonistica, ma bisogna almeno uscire dal campo avendo dato tutto; questa sconfitta invece è grave e indecente perchè si è fornita una prestazione che non può essere nemmeno lontanamente definita accettabile: e il commento sarebbe stato identico avessimo pareggiato o addirittura vinto. Da agosto si lavora, anche sodo, per fare dei passi avanti e dare continuità all'ottima impostazione dello scorso anno, ogni lunedì si mette tatticamente tanta nuova "carne al fuoco", ma poi di giovedì, come in questo caso, non vedere applicato nulla, è demoralizzante. Le avvisaglie di questa involuzione si sono viste già altre volte quest'anno, ma in questa circostanza si è proprio toccato il fondo: non solo non si è fatto niente di quanto si era preparato con cura, ma quel che si è fatto è stato frutto solo di improvvisazioni, di confusione atletica e mentale e di scelte quasi sempre sbagliate. No, così non ci siamo. La scherzosa atmosfera carnevalesca permea le Valier fin da subito, visto che l'arbitro designato non si presenta e viene quindi sostituito in tutta fretta da Frendo che arriva in tuta, senza cartellini, senza penna e, soprattutto, senza fischietto; dopo questo scherzone il primo tempo si trascina faticosamente a ritmi da pensionati condito da qualche punizione giallonera e da qualche tiro biancorosso da lontano. Noia mortale e gioco assente. All'ultimo minuto una palla persa a centrocampo viene lanciata a Maccari che la incrocia per lo 0-1. La ripresa non fornisce certo uno spettacolo migliore: la FGialla prova ad entrare in area K5 ma imbuca male, sbaglia gli ultimi passaggi e quando Zanghi si trova a due metri dalla linea di porta, imita Dybala contro l'Inter e spedisce altissimo. Non va meglio a Lazzarini che è liberato da schema di corner e da pochi passi la mette a lato a porta spalancata. I K5 provano qualche ripartenza ma le misure dei passaggi sono imprecise. Mezzanotte lotta in area ospite, si libera bene, ma in caduta di punta non inquadra lo specchio. Al 17° un confuso batti e ribatti in area biancorossa fa pervenire la sfera a President Esposti che pareggia di sinistro, 1-1. FGialla che alza la pressione, ma trascorrono 3' e Romeo pesca l'1-2 con tiro da fuori. Gli ultimi 4 minuti vedono i gialloneri provare con il 5° uomo di movimento ma Vescoli fa il suo neutralizzando un tiro ravvicinato di Zanghi e due puntazze di Casarin. Fischio finale. Quello che tutti si devono mettere in testa è questo: dopo 14 campionati, tanti podi, due C1, 3 coppe provincia, non ci interessa e non ci possiamo accontentare di giocare e/o vincere delle partite “in qualche modo” (perchè ne abbiamo già vinte 235) o casualmente (perchè abbiamo battuto negli anni tutti, anche i più forti), è fondamentale invece vedere la costante crescita tattica e l'applicazione in partita del lavoro fatto...l'anno scorso questo è avvenuto, ma quest'anno fino ad ora non è ancora successo...e NON va bene così...senza parole!

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata Ritorno (05.02.2015) # Futsal Bz 2007 B-Febbre Gialla 2-2 (0-2): Ancora febbre da pareggio! Come non si è vista qui a Bolzano la tanto attesa "Big Snow" così non si è visto stasera alle Valier un gran spettacolo nell'incontro tra i giovani cicinquini e i paulaneriani; la partenza dei gialloneri promette subito scintille con un'illuminazione di Lazzarini in profondità per il President che supera Todeschi in uscita col piatto sinistro, ma la palla si stampa contro il montante. Bella imbucata subito dopo per Bonato che controlla e appoggia a Sacco la cui puntazza è murata. Grandi riflessi di Cavalli al 9° che di piede neutralizza un insidioso diagonale. Percussione di Zanghi sulla sinistra con tracciante incrociato, para Todeschi; occasionissima febbricitante al 13° quando Casarin imbecca Angelini libero in area ma la deviazione di prima intenzione fa la barba al palo; gran perno di Garbin sul proprio marcatore e traversa piena al 18°; bravissimo Frangipani ad incunearsi in banda destra e servire verso il II palo...ma la palla è troppo forte e a mezza altezza e Angelini non riesce a domarla. Nel finale di tempo Cavalli è monumentale a deviare a mano aperta una conclusione sparata a botta sicura. Primo tempo chiuso quindi con uno scialbetto 0-0. Nella ripresa si vede un po' più di vitalità da parte di entrambe le squadre ed al 6° gli ospiti passano in vantaggio: filtrante magistrale di Sacco per Zanghi che non perdona ed insacca con un sinistro a giro sul palo lontano, 0-1. Passano tre minuti e la FGialla va sullo 0-2: Casarin apre per Mezzanotte che è rapidissimo a stoppare di coscia e a bucare Todeschi da posizione ravvicinata. Al 10° il Futsal B accorcia con Garbin che sfrutta un blocco, si accentra e silura il subentrato Corea, 1-2. Contropiedissimo orchestrato da Bonato che di tacco manda Zanghi a solcare le praterie: pregevole tentativo del laterale di saltare Todeschi con suolata, ma la palla gli si incarta all'ultimo e tutto sfuma. Fagiolata insidiosa sotto la porta birraiola con il Bocia che salva sulla linea immolamdo un ginocchio contro il palo; paratona di Uku su fendente diretto all'angolino basso e volo di Todeschi, dall'altra parte, a respingere una spingardata di Casarin. Angolo perfetto battuto dai gialloneri e Zanghi, libero, strozza il tiro e non inquadra lo specchio da centroarea. Occasione incredibile al 20° quando lo scatenato Sacco impegna Todeschi che non trattiene, irrompe Cap. Bonato a porta spalancata e spara il rigore in movimento alle stelle...errore che, sommato agli altri, costerà caro, purtroppo! Dopo un contropiede biancazzurro vanificato e una deviazione in tuffo di Uku su Lazzari, giunge al 26° il 2-2: Garbin è chiuso quasi sul fondo ma non gli viene impedito di girare fortissimo verso la porta con palla che si incastra tra Esposti-Uku-Pellegrinon e beffardo tocchetto di quest'ultimo in gol. Nell'ultima folata del C5 b, la FGialla rischia pure di perdere la partita se "Uku" non riuscisse a metterci una mano deviando sul palo la cannonata. La FGialla incamera questo inutile pareggio, il quarto della stagione, palesando un'inguaribile sterilità offensiva...segnamo troppo poco e, quando siamo in vantaggio, non riusciamo, come invece l'anno scorso, a blindare la difesa e a difendere il risultato...Mala tempora, currunt!

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata Ritorno (29.01.2015) # Febbre Gialla-Bolzano 1996 0-4 (0-2): La FG/Paulaner gioca discretamente a briscola, ma subisce un poker! Dopo la sosta natalizia il campionato sciorìna subito l'interessante scontro tra il Bolzano 1996, capolista imbattuta sul campo e la FGialla, quinta ma vogliosa di cancellare il pesante rovescio dell'andata. Già dal calcio d'inizio si notano le premesse di un incontro spumeggiante: gialloneri che sfondano in banda andando al tiro con Lazzarini e subitaneo contropiede bolzanino sventato da Cavalli. Al 3° altra micidiale ripartenza biancorossa e palo pieno. Al 6° i padroni di casa si avventurano in uno sciagurato pressing troppo alto ed il BZ96, con tre passaggi, mette Polinetti in condizione di infilare lo 0-1. La risposta della FG/Paulaner si concretizza in una magistrale imbucata di Esposti per Capitan Bonato che premia il rimorchio di Lazzarini, ma Culpo si supera sul tiro ravvicinato. Tra finte e controfinte Akkari si libera in area e salta Cavalli in uscita ma Angelini salva sulla linea; come all'andata Polinetti sfrutta il corpo del suo diretto marcatore per fare perno e incastona lo 0-2 nell'incrocio opposto, è il 19°. Il BZ96, forte del doppio vantaggio, si concede un po' troppa accademia e rischia moltissimo su una travolgente fuga di Sacco che salta tre uomini in velocità e spara su Culpo che gli chiude lo specchio. Due bordate di Troiani in diagonale, neutralizzate non senza patemi da Cavalli, chiudono la prima frazione di gioco. Contrariamente all'andata, in cui i gialloneri si "dimenticarono" di rientrare in campo favorendo la goleada bolzanina, stavolta la FGialla scende sul parquet, conscia della propria inferiorità tecnica, ma comunque determinata a non sfigurare e subito mette i brividi agli ospiti con due buone ripartenze; al 4° è Mezzanotte a saltare due uomini in velocità ma trova sulla sua conclusione un Culpo attento e insuperabile. Troiani cerca di tenere alta la sua squadra scatenando folate di pressing oltre la metà campo con Veronese, Moufakir e Polinetti, ma i gialloneri escono discretamente bene disimpegnandosi sui propri pivot; fino al 22° della ripresa il BZ96 resta inchiodato sul non molto rassicurante 0-2 perchè la FGialla se la gioca a viso aperto ed anzi confeziona due colossali occasioni per accorciare: palla splendida per il mancino Zanghi solo davanti al portiere che però di destro non riesce a trasformare. Passano due minuti ed ancora Zanghi si ritrova l'Agla sul piede sbagliato a tu per tu con Culpo già sdraiato a terra, ma non ha la lucidità, nè la capacità di alzare la palla e così gli calcia addosso. El Kabdany prova dalla distanza e Uku Corea toglie la sfera dal sette; a 7' dalla fine si chiude virtualmente la partita, quando Akkari mette l'esca, si fa regalare dal suo marcatore lo spazio per il suo sinistro ed esplode lo 0-3 a fil di palo. Al 28° giunge anche il severo 0-4 con Moufakir che approfitta di un altro grave errore di copertura, addomestica una palla rimbalzante ed insacca. Più di così onestamente non si poteva fare: BZ96 tecnicamente troppo superiore e dotato di individualità di altra categoria, resta il rammarico di non aver realizzato almeno due delle colossali occasioni avute, che avrebbero reso il passivo meno pesante...

Coppa Provincia – I Turno Ritorno (18.12.2014) # Febbre Gialla solo 2-1 (0-0): La FG/Paulaner esce di scena dopo un inutile 9-2 "sul campo"! Non riesce ai gialloneri l'impossibile impresa di ribaltare il 6-0, dico 6-0 (citando un "genio", ndr), inflitto loro dal Giudice Sportivo: 60 minuti di attacchi frontali fatti più col cuore che con la testa contro una muraglia cinese che, memore dello schiacciante 1-7, dico 1-7 (ricitando il "genio", ndr), subìto in casa e poi ribaltato a tavolino, deve solo difendere e ripartire, se del caso, in contropiede. Ci prova in tutti i modi la compagine birraiola orfana dell'infortunato Capitan Bonato, ma, oltre a non avere grandi soluzioni offensive, trova sulla sua strada gli scudi umani avversari che si immolano come possono su ogni conclusione bolzanina ed il portiere ospite che più di una volta respinge tutto con bravura, con fortuna ed anche inconsapevolmente di braccio-faccia-palo, naso, ginocchio ed altri casuali parti del corpo; il primo tempo termina 0-0 con Cavalli che salva su due ripartenze pericolosissime. Nella ripresa prosegue il tambureggiante forcing giallonero ma, con le buone e con le cattive, gli avanti di casa vengono stoppati sempre all'ultimo; clamorosa ed incomprensibile espulsione diretta di Mezzanotte “scarpato” a più non posso da dietro e reo di una reazione mai avvenuta...mah; all'11° Angelini fa di forza l'1-0 e al 26° Sacco interrompe finalmente il suo lunghissimo digiuno e sigla il 2-1 che chiuderà poi l'incontro. Corea salva il vantaggio per due volte sul finale. E' triste venire eliminati come squadra detentrice della Coppa dopo aver vinto sul campo due volte su due, con un risultato complessivo di 9-2, e solo per effetto di un ricorso concepito da chi ha subito comunque una sonora ed inequivocabile sconfitta. Salutiamo la Coppa ma, renzullianamente, almeno non da perdenti sul campo...

Campionato – Serie C2 – (Recupero) 7^ Giornata Andata (15.12.2014) # Mosaico-Febbre Gialla 4-1 (4-0): La FG/Paulaner regala un tempo al Mosaico e poi non riesce più a sistemare le tessere! Nell'inedita giornata di lunedì si rigioca la famosa partita viziata dall'errore tecnico dell'arbitro (e, cosa più unica che rara, dallo stesso ammesso!) con le due formazioni al gran completo. Solo che la FGialla, come avvenuto in alcune altre occasioni quest'anno, già dal fischio d'inizio dimentica inspiegabilmente negli spogliatoi grinta, voglia, ordine, precisione...testa. Gli avversari, ancora freschi della cocente sconfitta subìta dal Bolzano 1996 nella sfida al vertice, sono invece molto concentrati e rabbiosamente parton a spron battuto. Al 2° di gioco Bighi riceve in banda e molto defilato gira a rete cogliendo impreparato il portiere giallonero: il Mosaico si trova così subito sull'1-0. Reazione fiacca degli ospiti che provano ad imbastire qualche azione offensiva ma non si rendono pericolosi. Il Mosaico al 16° si guadagna un corner e chiama lo schema straconosciuto dai difensori che però, muovendosi come bradipi tridattili, non riescono a coprire il tiro teso verso il centroarea dove Montel trova la girata vincente in anticipo, 2-0. La FGialla riesce ad imbucare parecchie volte sui suoi pivot che però stasera peccano di misura e precisione e non riescono a dispensare palle decenti; al 18°, da altro corner con passaggio teso verso il centro, Lazzarini è molto sfortunato nell'anticipo perchè la sua spazzata incoccia nel piede di Pizzardi e si trasforma in una sassata diretta nel proprio incrocio stile "foto" del calciobalilla, 3-0. Ma che la serata sia storta lo si nota pochi minuti dopo quando un passaggio dalla banda verso il centro è intercettato da Casarin che lo trasforma nella più imparabile casuale deviazione verso la propria porta, 4-0. Invocare la sfortuna non è però corretto, perché, quando si è sempre di una frazione in ritardo sull'uomo e sui palloni e si perdono sistematicamente i contrasti, significa che manca qualcosa e quindi la sfiga te la stai costruendo con le tue mani. Ci prova Florian al 23° con un bel tiro verso l'angolino lontano ma "Just" si distende e para. Anche "Uku" si oppone bene a Bighi e Macrì, mentre il collega "Just" è fortunato a bloccare sotto il sedere una palla tesa di Florian "velata" dal President. Si va alla ripresa con il ripristino da parte dei birraioli dell’alternanza dei suoi due portieri tra i pali; i gialloneri ripartono finalmente con dignità ed il Mosaico controlla la situazione. Stupendo tiro al volo di Sacco in seguito a corner e Just si salva mettendoci il piedone. Lazzarini ci prova con una fiondata verso il sette, ma l'estremo di casa ci arriva incredibilmente. Anche Florian dopo essersi svincolato  fra tre avversari trova lo spazio per la frombolata che però Just respinge non senza difficoltà. Il tempo passa e tra i gialloneri serpeggia la sensazione che si potrebbe giocare anche 3 ore ma la situazione non cambierebbe di una virgola. Grandissimo Cavalli a mantenere inviolata la porta nella mezzora a sua disposizione con un'uscita provvidenziale nel face-to-face con Macrì. I gialloneri indirizzano altri tiri verso la porta del Mosaico senza fortuna, anche se l'occasione più ghiotta capita sulla sinistra a Zanghi solo in area che però viene chiuso in angolo. Al 28° dal dischetto dei 10 metri Casarin rende meno amara la prestazione giallonera, almeno per quanto riguarda la seconda frazione di gioco, trasformando il tiro libero per il 4-1 conclusivo. Peccato, giocata molto male questa chance che il giudice sportivo ci aveva concesso, dopo il pasticcio di Leto: ma come già detto nessuno ci poteva restituire l'ottima prestazione che avevamo fatto quella volta. Sicuramente ha molto pesato per noi, che siamo una squadra tecnicamente inferiore a Bolzano '96 e Mosaico, l'impossibilità di preparare questa partita, ma d'altronde la Figc aveva l'esigenza di farla disputare e ci ha chiesto di concedere le ore del nostro allenamento affinchè la si potesse giocare al più presto...forse la si sarebbe persa ugualmente, ma certo non così malamente. Ora ci aspetta giovedì la "madre di tutte le partite": anche questa frutto di un ricorso che ha trasformato la nostra vittoria per 7-1, dico 7-1, a 0-6, dico 0-6 (citando qualcuno). Impresa praticamente impossibile rimontare ben 6 gol per passare il turno, ma ci proveremo...al massimo faremo ricorso!

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata Andata (11.12.2014) # Febbre Gialla-Bubi Merano B 4-3 (0-2): Trascinata dal rinato "Stebo” Casarin la FG/Paulaner risorge dalle ceneri come la Fenice! Ultima di campionato (anche se per i gialloneri si tratta della penultima, dato che lunedì 15/12 ripeteranno la partita contro il Mosaico) e, come la scorsa stagione, c'è il remake contro il sempre ostico Bubi Merano B di Enrico Rossi; meranesi a 16 punti e bolzanini a 15, è in gioco il 4° posto. Il Bubi inizia molto meglio dei padroni di casa, si rende subito pericoloso con Bonfiglio e, su rimessa laterale, sorprende la difesa giallonera imbambolata con A. Facchini libero di battere a rete quasi indisturbato (0-1). La doccia gelata non risveglia i birraioli che manovrano troppo farraginosamente e sbagliano parecchi appoggi elementari. Uno squillo di tromba giunge da Capitan Bonato che, su lancio di Uku, sfodera il "tacco volante dello Scorpione" ma Iacomino si salva fortunosamente di stinco. Prova Lazzarini ad imbucare centralmente e ancora Bonato si avventa sulla palla vagante e bombarda bene ma a lato. Break di Rossi che si libera da par suo in fascia ed esplode il sinistro al veleno che costringe Uku alla deviazione a mano aperta; bella imbeccata di Bertinazzo per Bonato nel cuore della difesa neroarancione, assist di petto per l'accorrente "Bocia" Frangipani e diagonale contrato alla disperata da Bartola. Ci prova anche Angelini al 12° ma la sua girata esce di pochissimo, mentre il solito devastante Rossi fugge in contropiede ma gonfia solo l'esterno della rete. Al 20° in seguito a corner, Casarin controlla velocemente e tira ma il palo pieno gli dice di no. al 23° il Bubi raddoppia meritatamente: da rimessa laterale Bonfiglio approfitta della scriteriata posizione dei difensori di casa e premia lo scatto da centrocampo di A. Facchini, sfuggito a qualsivoglia controllo, che di piatto realizza il facile 0-2 dal limite dell'area. Una FGialla colpita e quasi affondata, brancolante nel buio per la scarsa vena di parecchi suoi uomini, riesce a partorire solo un paio di tiracci alti di Florian e una percussione di Sacco che viene murato all'ultimo. Con l'azione di Rossi che si beve un uomo in banda e spingarda alto, si chiude la prima frazione. Nell'intervallo musi lunghi in casa giallonera con Mister President che invoca 30 minuti di battaglia per evitare quella che pare una sconfitta già archiviata. Cassata fischia la ripresa delle ostilità e subito la FGialla stecca malamente lo schema da calcio d'inizio. Pare non sia cambiato nulla rispetto al I tempo, a parte Mezzanotte che si danna l'anima combattendo da solo contro i rudi Bartola e Barbiero: gran perno sul centrale bubino e puntazza in pancia a Iacomino in uscita. Al 40° arriva anche il macigno dello 0-3 grazie ad una fuga di Fornasier lanciato con palombella smarcante ancora da rimessa laterale! La partita pare ormai irrimediabilmente segnata: i meranesi, forti del triplice vantaggio, si chiudono come sanno, sempre ben diretti dal maestro d'orchestra Rossi che gestisce ad arte il tutto. In seguito a corner Cap Silvietto ha un guizzo ma ancora Iacomino gli si oppone come scudo umano. Al 43° Casarin è trebbiato in area e trasforma il penalty dell'1-3 con una rischiosa punta esterna. FGialla che non festeggia nemmeno, conscia del passivo ancora notevole...ma qualcosa inizia a scattare nella mente e nelle gambe di alcuni suoi giocatori: Florian si destreggia bene sulla destra e prova la fucilata che Iacomino respinge di faccia restando a terra. Inizia un disperato forcing giallonero che produce due conclusioni insidiose di Zanghi e la punizione vincente di Casarin che di punta fa 2-3 al 46°. Il Bubi non ha più tanta autonomia fisica e si affida a Rossi che spaventa Uku con due rasoiate su punizione, una delle quali respinta coraggiosamente con petto-mano-faccia dal portierone di casa. Improvvisamente sale in cattedra Giaci Sacco che si produce in alcune adrenaliniche ripartenze ed in uno slalom vertigionoso che lo porta, dopo aver evitato alcuni colpi di falce, a sparare su Iacomino in uscita. Al 60° Mister Gualti indossa la casacca del portiere di movimento e la FG/Paulaner costruisce la gabbia del 5vs4: i meranesi si schiacciano nei loro 7 metri ed i bolzanini riescono ad andare al tiro tre volte con Casarin dalla destra e con Florian e Lazzarini dalla sinistra. Al 61° bel giro palla avvolgente dalla sinistra verso il centro, Fornasier si alza male su Esposti che apre a destra per il libero "Stebo" Casarin che di punta trova il pertugio ed infila l'Agla sotto l'incrocio del I palo...3-3, magic "hat trick" per il risorto Stebo e pareggio spettacolare per la risorta FGialla. Manca ancora un solo minuto di recupero e, mentre dalla panca giallonera si richiama tutti a difendere con i denti il pareggio appena faticosamente conquistato e Igor "Midnight" si lancia come un mastino a uomo sul pericoloso Rossi per impedirgli di inventarsi il "colpo gobbo" dell'ultimo secondo, la Fenice giallonera, in un turbinìo iridescente, risorge dalle sue ceneri, dispiega le potenti ali fiammeggianti, si alza in volo e dona a Davidino Florian l'accecante sfera incandescente della vittoria che Faccia d'Angelo scaraventa in diagonale a spegnersi nell'angolino lontano per il mirabolante 4-3 finale! Epilogo sicuramente insperato di un incontro che ci aveva fatto precipitare nelle tenebre più oscure in una serata in cui troppi uomini gialloneri erano fisicamente e/o mentalmente fuori condizione: ma questo dimostra quanto sia importante non essere contati (come l'anno scorso) e di avere la possibilità di poter far affidamento su alternative e forze fresche...questo è essere squadra. Ed oggi la squadra, tutta, ha vinto.

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata Andata (27.11.2014) # Febbre Gialla-Marlengo F.F. B 5-0 (1-0): Nella giornata dei ricorsi, col Marlengo ricorre il n° 5…ma è solo il farm team! Avversario di giornata è il Marlengo F5 e in tutti i gialloneri non può non tornare alla mente quella mitica finale di Coppa giocata e vinta appunto 5-3 lo scorso maggio in casa dei leoni rampanti del Presidente Duso; ma bando ai ricordi, la compagine di oggi è soltanto il farm team del Marlengo di C1: un buon gruppo di giovani di belle speranze guidati in campo dall'esperto Ravanelli. Si inizia con un consistente forcing bolzanino che produce una gragnuola di tiri da tutte le posizioni, più o meno precisi: Zanghi e Florian bombardano Buzzini dalle bande mentre Frangipani, lanciato a briglia sciolta, tira fra le gambe del portiere e la palla sfila lambendo il palo. Angelini ci prova tre volte ma, dopo tre perni sul difensore, non trova mai la stoccata vincente. Imbucata di Esposti per Mezzanotte con rimorchio e Buzzini in uscita respinge la puntata presidenziale. Al 19° Capitan Bonato porta in vantaggio i suoi trasformando una punizione dai 7 metri: gran movimento diversivo di Zanghi ad aprire un buco e chirurgica puntazza fetente "made in Silvietto" sul palo lontano (1-0). Non è fortunato Casarin al 22° quando la sua conclusione colpisce Buzzini e grazie allo spin ricevuto carambola verso la porta sguarnita, ma è spazzata sulla linea da un salvataggio disperato; si propone anche Bertinazzo in zona tiro ma è murato dall'estremo ospite che poi ci mette due grosse pezze su conclusioni ravvicinate di Mezzanotte. Il Marlengo trova una pericolosa ripartenza non finalizzata sul II palo e poi Corrente spara dai 10 metri un diagonale insidiosissimo disinnescato dal volo plastico di Uku quest'oggi di "12-verde-Cava" vestito. Nel finale di tempo Sacco si libera bene in banda sinistra ma alza troppo la mira e subito sguscia attraverso la difesa azzurra e viene tarpato dalla sagoma rossa di Buzzini in uscita. La ripresa vede i giallorossoneri partire a spron battuto e già al 2° trovare i raddoppio: intelligente scarico di Florian per l'accorrente President, assist immediato verso il II palo e deviazione vincente di Zanghi per il 2-0. Al 4° la premiata ditta Davidino-Mago confeziona il 3-0 con Zanghi che rasoia in diagonale il puntuale splendido assist di "Faccia d'Angelo”. Il Marlengo si alza in pressing, forse troppo, e gli spazi per le imbucate e per i lanci agli avanti birraioli si moltiplicano. In seguito a corner Bonato stampa l'Agla contro l'incrocio e successivamente doma un'imbucata ed invita il President ad un assist al bacio sul II palo vanificato da un intervento di testa di un difensore marlenghese. Mezzanotte è liberato centralmente da un mirabile passaggio del "Bocia" che aspetta, invano, l'assist di ritorno ed assiste invece al pallonetto egoistico del compagno che sorvola la traversa. Angelini ha l'occasione di arrotondare dal dischetto del tiro libero: qui però non siamo ad allenamento e la sua bomba non inquadra lo specchio. Ci riprova "Traktor" Angelini subito dopo, si scrolla di dosso due avversari ma spara in pieno petto a Buzzini. Si vede anche il Marlengo con Corrente che partorisce un diagonale non irresistibile sul quale Uku si esibisce nella goffa parata "della foca morta" e salva in qualche modo da terra, aiutato dal montante. Si riscatta un minuto dopo, il portierone, togliendo dal sette una cannonata che tutti avevano già visto dentro e legittima finalmente il suo secondo shoot-out stagionale. Al 29° "Manhattan" Bertinazzo va a concludere caparbiamente in seguito a corner: la prima botta è respinta, la seconda è parata ma non trattenuta e la terza finalmente si infila, 4-0. Al 30° Sacco serve dall'angolo Stebo Casarin che ha un guizzo, molla il freno a mano psicologico, fa scorrere la palla di sinistro e di punta destra fiocina in rete per il 5-0. Finisce così. Settimana prossima turno di riposo e quindi amichevole alla Vela di Trento contro il Tavernaro dell'amico Beppe De Luca, secondo in C2 trentina.

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata Andata (20.11.2014) # Febbre Gialla-Olimpia Holiday 3-3 (2-1): Ancora fatale l'ultimo secondo! Parte a mille la FG/Paulaner di rosso vestita che sciorìna nei primi 5 minuti gran parte delle sue tattiche d'assalto su cui sta lavorando molto sodo da settimane; la bomba di Florian in esecuzione del calcio d'inizio che Modonesi respinge casualmente è il prologo del vantaggio birraiolo che arriva al 25° secondo quando Zanghi trova la diagonale per imbeccare Bonato, controllo e srotolo per il rimorchiante "Mago" Alessio e 1-0 lampo con sinistro nell'angolino opposto. President Esposti imbuca ancora per il Capitano che stavolta ignora Zanghi e apre per Florian il cui rasoterra è chiuso da una scivolata salvifica. Bello scambio su rimessa laterale e Bonato si accentra ma alza troppo la mira. Al 3° risponde l'Olimpia con la sua prima ripartenza che Dallapè ottimizza al meglio insaccando l'1-1 con diagonale non irresistibile ma a fil di palo. Occasionissima al 5° per i gialloneri su ripartenza di Florian che serve Bonato solo in area ma Carli è bravissimo a sventare in tuffo un gol fatto. Percussione insistita sulla banda sinistra di Sacco che vince un contrasto, arriva in area, ma spara di punta contro l'estremo difensore meranese. Grande parata di "Uku" Corea che alza sopra la traversa un'insidiosa conclusione ravvicinata e poi controlla con lo sguardo i tiri violenti, ma non precisi, dalla distanza di Zanon e di Di Mauro. Dopo 8 giornate la FGialla presenta finalmente sul parquet lo sfortunato Stebo Casarin, ai box da settembre per una fastidiosa microfrattura al piede: subito l'esperto laterale si esibisce in uno schema da punizione riuscito a metà con palla ribattuta e poi calciata verso l'incrocio da Bertinazzo...Carli sbuca dal nulla e devia miracolosamente! Al 19° il quarterback Uku lancia lungo, Zanon è superato dalla parabola ed il crotalo Mezzanotte assesta la zampata vincente con un esterno vellutato che non dà scampo, 2-1. Nel finale di primo tempo entrambe le formazioni si controllano e succede poco o niente. La ripresa inizia con uno slalom di Florian che però viene sbarrato all'ultimo dal portiere dei neri di Merano ed al 5° Zanon si guadagna la linea di fondo e scodella in area per Dallapè che gira di piatto a fil di I palo, 2-2. Nelle manciate di minuti che Casarin si può concedere ala sua prima uscita ufficiale rientra un'altra sugosa punizione quasi dal limite che Carli respinge col fianco. Altro piattone di Bertinazzo sotto l'incrocio disinnescato dall'estremo olimpico e gran diagonalaccio di Angelini che scuote l'esterno della rete. All'8° su una palla imbucata in banda arrivano in contemporanea due vecchi volponi come il roccioso Zanon ed il serpeggiante Mezzanotte: Zanon prova l'anticipo scivolato, ma "Furby" Midnight usa tutta la sua esperienza facendolo andare a vuoto ed involandosi palla al piede verso Carli per infilare di punta l'Agla nel sette...3-2 da applausi tratto da pag. 72 del "Manuale dell'Ultimo dei Pivot". Dopo due corner gialloneri che portano alle sventagliate al volo di Lazzarini di sinistro e di Florian di destro, respinte casualmente da gente di passaggio in area meranese, è Di Mauro a mangiarsi un gol fatto in seguito a ripartenza letale ospite: arriva solo sul II palo, liscia la facile deviazione ma da terra riesce comunque a tirare in porta...Corea, già sdraiato a causa dell'involontaria finta, ha un colpo di reni e di mano-faccia respinge la conclusione ravvicinatissima! L'Olimpia si gioca il jolly dell'uomo in più negli ultimi 3 minuti della gara, la FGialla regge bene fino al 62'40" quando, su corner meranese, dimentica incredibilmente Dallapè solo in area per la girata un po' sporca ma vincente. 3-3 e triplice fischio immediato. Che polli! Discreta prestazione, buona la realizzazione di varie cose provate, ma ancora troppi errori individuali ed ingenuità che ci costringono ancora una volta ad un pareggio facendo sfumare una vittoria che, soltanto con un pizzico di malizia e di attenzione in più, si poteva (e si doveva) portare a casa. Rispetto all'anno scorso abbiamo solo un punto in meno, ma, senza le defaillances suddette potremmo avere 6 punti in più...via a qualche esperimento tattico e nei ruoli...

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata Andata (13.11.2014) # Mosaico-Febbre Gialla (da rigiocare): Lo spirito di Hitchcock decreta un 2-1 "simulato"! 60 minuti e 40 secondi di gioco dell'entusiasmante sfida Mosaico-FGialla, risultato inchiodato sull'1-1, 5 falli a carico di entrambe le squadre...su una palla un po' lunga a centrocampo si avventano Lazzarini e Scalise, il giallonero ci arriva prima di punta, il bianco del Mosaico è in leggero ritardo e va in scivolata, la caviglia del n°3 ospite si torce ed il giocatore cade rovinosamente a terra con tanto di urlo: inevitabile fischio del direttore di gara che ferma il gioco ed invita a soccorrere il giallonero in lacrime per il dolore. A questo punto entra in scena lo spirito di Hitchcock che s'impossessa del corpo dell'arbitro Leto e si inventa il colpo si scena a sorpresa per evitare lo scontato finale in cui "l'assassino è sempre il maggiordomo": dichiarazione plateale "urbi et orbi" che trattasi di simulazione, ammonizione a Lazzarini a terra, sesto fallo a carico della FGialla, tiro libero per il Mosaico trasformato, 2-1, fine partita! In 20 secondi si perpetra l'omicidio perfetto di una partita di calcio a 5 fin qui bella, tesa, dura, sentita, corretta e a tratti spettacolare...ma questa volta l'omicida non ha curato tutti i particolari ed ha commesso un errore madornale: la simulazione, con tanto di cartellino giallo per comportamento antisportivo, è da regolamento un fallo che comporta punizione indiretta e non è "cumulativo" per cui non poteva essere concesso il tiro libero perchè non era il 6° fallo a carico della FGialla. Dato che qualcuno ci ha ricordato recentemente che "le regole vanno rispettate", ora tocca a noi affermare che "il regolamento va conosciuto" ed abbiamo quindi presentato al Giudice Sportivo reclamo avverso l'errore tecnico dell'arbitro: atto dovuto solamente per stigmatizzare la palese ingiustizia di una decisione che ha alterato in modo effettivo il risultato, vanificando così gli sforzi di tutti. Ma facciamo un passo indietro: grande attesa alle Valier dove la FG/Paulaner, terza forza del campionato, attende l'imbattuta capoclassifica HSL/Mosaico. La partenza dei gialloneri è tostissima: bomba di Florian in diagonale fuori d'un niente che subito dopo non riesce ad agganciare una splendida palla recapitatagli in piena area dal Capitano, punta di Mister Esposti da 5 metri che lambisce il montante e punizione di Bonato salvata d'istinto di piede da "Just" Cavalli. Dall'altra parte il Cavalli birraiolo si produce in un doppio intervento su Crupi e poi Bighi coglie il palo nell'unica girata che gli viene consentita. Salvataggio miracoloso in area Mosaico su fendente di Florian che incoccia sul ginocchio di Varignani e Just che respinge di busto la scheggia impazzita. Ci prova anche Zanghi dalla sinistra ma non ha fortuna, mentre Fill in scivolata si oppone alla fucilata di Lazzarini. FGialla vivissima che trova sempre un pertugio nel rombo difensivo meno battuto della C2: giro palla arioso e Florian apre per il Capitano che fa il pelo al palo, Sacco vince il rimpallo con Scalise ma di punta non perfora Just in uscita e Angelini fa ottimo perno su Fill ma non inquadra lo specchio. Qualche tiro di Scalise e Pizzardi dalla distanza non impensieriscono Cavalli ed il primo tempo termina con un insolito 0-0. La ripresa vede un Mosaico più arrembante che porta subito Scalise al tiro; i bianchi di Gentilini accennano un pressing alto ma la FGialla esce benissimo ed imbecca più volte i suoi pivot che battagliano con i centrali Fill-Pizzardi. Al 12° Bighi per Crupi che "in qualche modo" si porta avanti la palla verso il fondo e spara sul II palo dove "The Barbeer" Varignani usa la maradoniana "mano de Diòs" per siglare l'1-0. I gialloneri non si demoralizzano ed anzi prendono ancora più coscienza della loro serata di grazia attaccando a pieno organico: al 14° sfortunato palo pieno del President che spara a botta sicura dai 7 metri ed al 15° Giaci Sacco si trova sbarrata la strada da una sagoma verde raganella in uscita disperata. Ma il pareggio degli ospiti è nell'aria: fiocinata di sinistro di Lazzarini verso il II palo col "Bocia" Frangipani che prova la coraggiosa deviazione di testa e Igor Midnight salta 3 uomini in banda ma la conclusione si spegne sull'esterno della rete. Altra uscita provvidenziale di Just su Sacco lanciato a rete ed al 17° una respinta corta della difesa leonina serve l'Agla a President Gualti che stavolta non dà scampo ed impatta 1-1 incrociando a fil di palo. I restanti 13' di gioco vedono le due formazioni fronteggiarsi in ogni parte del campo annullandosi a vicenda: Bertinazzo francobolla Bighi mentre Pizzardi tarpa la coppia Igor-Silvietto. Un pericoloso contropiede di Crupi è annullato da Cava mentre un batti-ribatti-fagiolata sotto porta del Mosaico è risolta da Just che respinge quel che può. La partita scivola via così, fino ai 60'40" quando succede il fattaccio di cui sopra... Grandissima prestazione di tutti i gialloneri, nessuno escluso, che han disputato una partita di grandissimo ordine ed intensità come lungamente provato in allenamento: non importa se il ricorso presentato verrà o meno accolto, non importa se la gara verrà ripetuta o meno e non importa se, in quel caso la si perderà nuovamente, quel che deve restare, ed è restato, da quest'incontro è che la FG/Paulaner ha giocato PIU' che alla pari contro la compagine che, per le superiori qualità tecniche degli uomini tesserati per questa stagione, è indubbiamente una delle due formazioni deputate a vincere la C2! Avanti così, sempre e comunque...

ERRORE TECNICO IN MOSAICO-FG: GIUSTIZIA (SPORTIVA) E' FATTA!!! Comunicato Ufficiale FIGC di data 27.11.2014: "Il Giudice Sportivo, esaminato il reclamo del GSD Febbre Gialla e visto il supplemento di rapporto dal quale si rileva che l'arbitro ha riconosciuto l'errore, delibera di accogliere il reclamo e di disporre la ripetizione della gara per errore tecnico dell'arbitro".Grande soddisfazione per questa decisione che annulla un'ingiustizia sportiva enorme, che rende onore all'arbitro Leto che ha onestamente e coerentemente ammesso il proprio errore tecnico, che dimostra l'assoluta veridicità di quanto da noi descritto nella nostra cronaca della gara e che sbugiarda penosamente chi ha dato volipindariche versioni fantasiose dell'accaduto. La partita Mosaico-FGialla verrà dunque rigiocata in data 15.12.2014: dispiace cmq che nessuno potrà restituirci l'ottima prestazione sportiva che si era fornita e di non aver mezzi per far luce su quel famoso episodio, punito con la simulazione di Lazzarini che era in realtà un fallo subìto da Lazzarini, con tanto di infortunio annesso, che avrebbe dovuto mandare noi sul dischetto dei 10 metri....ma non si può pretendere troppo, accontentiamoci!

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata Andata (06.11.2014) # Febbre Gialla-Pool Calcio Bolzanese 8-0 (6-0): ...e come dice Valma: "Di buono c'è stato il vincere a GNENTE!!!" Complicato commentare una partita non classificabile come tale a causa della nostra totale mancanza di concentrazione, energia, ordine, voglia...dire così sembra una posa ruffiana, dato il risultato abbastanza rotondo, ed invece è pura e triste realtà: i gol sono venuti, perchè non era possibile non farli, ma sono quasi tutti frutto di improvvisazioni personali, anzichè il risultato di tutto quello che si prova sempre, ed inoltre sono soltanto una misera parte di quelli che invece si sarebbero dovuti fare, se si fosse giocato con testa ed impegno. Che la serata butti male lo si capisce già dai primi minuti in cui, nonostante le direttive date nello spogliatoio, si manifestano nei gialloneri erroracci inqualificabili nei "fondamentali", rimesse laterali eseguite coi piedi in campo, inspiegabili cross da calcio a 11, inguardabili passaggi fuori misura, vergognosi tiracci sballati. Al 10° arriva il faticoso 1-0 grazie ad un inserimento dalle retrovie del centralone Bertinazzo che di piatto sinistro infila nell'angolino. Fino al 19° è un susseguirsi di giocate da cortile che avrebbero fatto rabbrividire anche il tipico pensionato col cappello e col giornale sotto braccio che normalmente si ferma a scrutare i cantieri dei lavori in corso con le mani dietro alla schiena. Al 20° sale in cattedra Zanghi che in tre minuti porta la FG/Paulaner sul 4-0: prima si fa trovare puntuale sul II palo per ricevere l'assist di Mezzanotte (2-0), poi segue il lancio con i piedi di Uku per Mezzanotte e va a chiudere come si deve sul II palo (3-0) ed infine sfrutta la fuga del Bocia Frangipani sulla fascia destra ed ancora lì, sul suo amato II palo, compare per il comodo 4-0. Al 23° è ancora Zanghi ad imbeccare il taglio di President Esposti che salta in scavetto Bacher in uscita rotolante e di punta quasi sbaglia il 5-0. Al 26° Lazzarini imbuca su Capitan Bonato e va a rimorchio insaccando il 6-0 con un rasoterra. Ecco, la partita di calcio a 5 è durata sei minuti! Dei 30' della ripresa c'è ancor meno da dire a parte qualche palo, una sconfinata mole di gol sbagliati e noia a palate: molto bella la rete del 7-0 col "Bocia" che intercetta un passaggio e di pallonetto lancia Igor "Midnight" che, dal limite dell'area, sfodera un collo pieno con Agla incastonato nel 7 opposto. L'8-0 è confezionato su punizione a due dal limite con Florian che esplode una granata sotto la traversa. Dopo un tragicomico flipper palo-facciaportiere-fuori, l'arbitro ha pietà degli spettatori e manda tutti a casa. Di questa partita c'è poco o nulla da salvare, non è stata utile nemmeno come allenamento: non si è fatto niente, ma proprio niente di quello che si prova e si riprova il lunedì...giovedì prossimo arriva la capoclassifica Mosaico, la musica deve cambiare radicalmente!

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata Andata (30.10.2014) # Futsal Dolomiti-Febbre Gialla 3-6 (1-3): Alla vigilia di Halloween, nel "Clasico" del DownTown, la FGialla prevale per 6 zucche a 3! FGialla e F.Dolomiti anche quest'anno di fronte nella sfida n° 12 della loro storia (fino ad ora 8 vittorie giallonere e 3 pareggi); partita molto delicata per entrambe le formazioni che giungono a questo derby dopo un inizio campionato non particolarmente esaltante e con l'assoluta necessità di un successo pieno per non perdere prematuramente il treno di collegamento con le prime posizioni. FG/Paulaner, oggi in completo rosso fuoco, che parte con gran ritmo e produce una cannonata dalla fascia di Lazzarini respinta a due pugni da Prifti e immediatamente dopo Capitan Bonato mette President Esposti nella condizione di battere a rete in solitaria, ma l'estremo dolomitico "ci mette la faccia". Il Dolomiti risponde con una ripartenza di Dal Negro che s'incarta da solo davanti a Cavalli, bravo subito dopo a chiudere su Pirilli. Dopo un'imbucata su Mezzanotte che si gira bene ma calcia troppo centralmente, la FGialla si fa infilare in contropiede ed il palo interno la salva dalla capitolazione; all'11° un buon giro-palla consente a Florian di trovare il corridoio per lanciare in diagonale "Mago" Zanghi che, in girata, di punta esterna porta i suoi in vantaggio con una rasoiata imprendibile: 0-1. Ma il Dolomiti è vivo e reagisce con un altro montante di Manfrin in mischia ed al 14° trova il meritato 1-1 grazie allo stesso Manfrin che ruba caparbiamente una palla in attacco e spara in rete dal limite dell'area. Lazzarini dribbla Mizzon e spara verso il II palo dove si materializza Frangipani che però non riesce nella, difficile, deviazione vincente. Un giro di lancette più tardi e la FGialla è nuovamente in vantaggio: percussione centrale di Zanghi, sospinto da una bruciante voglia di vincere, e botta di sinistro nel traffico con velo del Bocia e Prifti perforato, 1-2. La FGialla alza il ritmo per cercare l'allungo ed è sempre "Mago" Alessio a creare i pericoli maggiori: impensierisce Prifti su schema da punizione e, in combutta, con "Midnight" fugge in contropiede e stampa il Torax sull'incrocio. Bel tiro al volo di Florian imbeccato dal Capitano ed al 30° è 1-3 grazie al Bocia che, cadendo, riesce a servire l'indemoniato Zanghi il quale gira da manuale verso il II palo dove "Tractor" Angelini mette in pratica "l'esercizio della panca" e beffa Prifti con un delicato scavetto sotto misura. A tempo scaduto "Cava" esce prontamente su Pantozzi lanciato a rete e, sulla respinta, chiude ancora in angolo. L'inizio ripresa vede i neri del Dolomiti alzare leggermente il baricentro e Gianotti impegna severamente il subentrato "Uku" Corea costringendolo ad una doppia parata. Dopo un altro intervento decisivo dell'estremo birraiolo su diagonale insidioso di Dal Negro, la FGialla incrementa il suo score al 9° con ripartenza di Zanghi, apertura per Mezzanotte e palla all'indietro per l'accorrente Bertinazzo che di piattone fa 1-4. Nel giro di due minuti lo scatenato "Manhattan" Bertinazzo sfiora per ben due volte la segnatura: piatto sinistro ad incocciare in pieno il palo e, soprattutto, folgore di collo pieno che si stampa sul viso di Prifti. Al 16° pregevole 2-4 dolomitico con Gimbo che scucchiaia in area per il fenicotterone Manfrin che si esibisce in un sontuoso tocco a saltare Uku. Brividi per Prifti in seguito a punizione a due dal limite con punta di Bonato deviata e fuori di un niente. Il tempo scorre e la partita pare spegnersi quando, al 28° uno scontro fortuito Uku-Bertinazzo spalanca la porta a Dal Negro per l'insperato 3-4. Il Dolomiti rimette la palla al centro rinvigorito dal favorevole evento ma non ha nemmeno il tempo di organizzare un forcing perchè subisce immediatamente il 3-5: 3vs2 giallonero con palla a Florian che è contrato in uscita dal portiere dolomitico, ma irrompe Gianma Lazzarini ed insacca con uno spettacolare colpo di tacco alla Mènez! Ancora palla al centro e Igor "Midnight" ruba la sfera al centrale condorino e s'invola come un lugubre stregone verso Prifti...a nulla serve l'urlo alle sue spalle dei compagni a rimorchio "Igooooor, siamo in treeee!": lui non ha pietà e trafigge la vittima con un rasoterra insanguinato, 3-6. Tremate, tremate, le streghe son tornate! Happy Halloween!

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata Andata (23.10.2014) # Febbre Gialla-Bassa Atesina B 2-2 (1-0): Finisce in pareggio una partita a "bassa" ritmo! La nota più positiva della serata è la presenza in panchina dello sfortunato Stebo Casarin (anche se solo per puro onor di firma e desiderio di star vicino ai compagni visti ancora i non corti tempi di recupero dopo la fastidiosa frattura al piede) che comunque ha avuto almeno il piacere di indossare la divisa di gioco e respirare l'aria della partita. Si parte subito con un'imbucata per Bonato che di testa dispensa sul laterale per Lazzarini che bombardeggia alto di poco. Gli risponde Stellato che sfugge sulla sinistra e gonfia l'esterno della rete. Al 7° President Esposti imbecca con una palombella il pivot Mezzanotte che controlla al limite dell'area da par suo e gli apparecchia un gustoso Agla da spedire in rete, ma il braccio galeotto di Bertacche salva il gol fatto senza però evitare il solare penalty: Lazzarini la piazza di giustezza, bassa, nell'angolo ed è 1-0. Attentissimo, Cavalli neutralizza una conclusione diagonale e svolge l'ordinaria amministrazione, mentre da punizione Zanghi appoggia a Florian che strozza troppo la girata e manca il bersaglio. Dal 12° al 16° "Angelini Show": prima manca di un soffio l'appuntamento con la palla sul II palo, poi salta due birilli avversari costringendo il portiere in angolo e poi sfonda centralmente e sfodera un cucchiaio che Larentis è superbo ad intercettare. Da punizione ravvicinata Stellato scheggia la parte alta della traversa e, sul finire del tempo, impegna l'ottimo "Cava" con un tiro velenoso diretto sul I palo che l'estremo bolzanino devia di piede. Si chiude così una prima frazione abbastanza soporifera e senza grandi emozioni. La ripresa si apre con un pericolosissimo contropiede ospite sventato dal subentrato Corea, il quale però nulla può al 6° sul tiro di Stellato che passa fra una selva di...tunnel, 1-1. In due occasioni Sacco si libera bene saltando l'uomo ma manca lo specchio di poco. "Fiera degli Orrori" giallonera al 18° con Florian che perde palla da ultimo uomo, pasticcio con Uku che, anzichè spazzare, s'inventa un minuetto da Lanzichenecco a corte, e Mariz insacca indisturbato l'1-2 senza che Zanghi gli si opponga con decisione...tutto futsalisticamente molto imbarazzante! La FG/Paulaner, punta nell'orgoglio, si desta alfin dal suo prolungato sonno e inizia un forcing decente, ma ormai mancano solo 9 minuti; Sacco ha un sussulto di adrenalina e prende in mano le redini dell'attacco, incuneandosi più volte nel cuore della bassa difesa della Bassa arroccata in difesa del prezioso vantaggio; La Feltra e Grezzani vedono poche palle ma in compenso "vedono" molto bene le gambe dei pivot gialloneri che "sentono" molto bene le loro particolari attenzioni...l'arbitro trentino Cennamo non se la sente di fischiare un secondo rigore per scarpata rumorosa su Mezzanotte. Al 22° da schema d'angolo del President scaturisce la botta di Zanghi con respinta corta di Larentis e finalizzazione sotto la traversa di Florian da pochi passi, 2-2. I gialloneri si buttano in pressing alto per cercare la vittoria e si espongono ad un terrificante 3vs1 con palo clamoroso colpito da pochi centimetri. Negli ultimi scampoli di partita la FGialla le prova tutte ma sente la pesante assenza del polacco Sidoti, ahimè l'unico in grado di schfondare sulla fascia; l'occasione ghiotta per portarsi a casa i 3 punti finisce, al 29°, sui piedi di Gianma Lazzarini che, dal dischetto dei 10 m., ha l'opportunità di sparare un tiro libero quasi allo scadere: purtroppo la conclusione è troppo centrale e viene respinta. L'ultima azione dell'incontro è una folata ospite che Uku riesce a sventare evitando così la beffa. FGialla che non riesce a decollare quanto a concentrazione e "stare sul pezzo" ed anzi mostra in certi uomini delle preoccupanti defaillances mentali con conseguenti marchiani errori tattici e tecnici...urge correre al più presto ai ripari...

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata Andata (16.10.2014) # Kickers Bz B-Febbre Gialla 3-5 (0-1): Finalmente un II tempo da vera FGialla porta i primi 3 punti! Dopo i primi due turni di campionato un po' troppo tribolati quanto a prestazioni e risultati, la FG/Paulaner si affaccia alla 3^ giornata molto rimaneggiata e con una serie di defezioni mica da ridere: oltre al "polacco" Sidoti e al convalescente Casarin, sono indisponibili anche i due essenziali Frangipani e Zanghi. Contro i Kickers B quindi solo due quartetti di movimento, ma, come il recente passato dimostra (tutto un girone di ritorno + la fase finale di coppa), i gialloneri in 8 sono in grado di dare il meglio di sè. Fischio d'inizio e subito i padroni di casa testano una percussione che dà buone sensazioni; immediatamente dopo Lazzarini imbuca su Mezzanotte e scuote l'esterno alto della rete. Seguono due palle perse in attacco che imbeccano le ripartenze biancazzurre ma senza pericolo per Cavalli. Al 5° Mezzanotte è affossato al limite dell'area e Capitan Bonato, affila la punta, e, su punizione, perfora senza pietà la barricata ospite: 0-1 e 200^ segnatura (questa volta valida!) nel futsal per il n°7. E' in gran giornata Florian che si destreggia in dribbling sulla banda, conquista il fondo e mette in area per Angelini la cui botta a colpo sicuro è però incredibilmente fuori. Gran perno di Mezzanotte sul centrale ospite e girata in allungo che costringe Todeschi alla difficoltosa deviazione. FGialla che insiste con Esposti e Bertinazzo ad imbucare con facilità sui suoi pivot dati gli enormi spazi offerti dagli ospiti: Florian danza tra due e spara una bordata che sibila a lato di un niente, mentre Sacco si libera agilmente due volte in banda con le sue tipiche suolate ma trova sempre sulla sua strada l'estremo ospite. Break K5 dopo un doppio tackle perso in attacco dai padroni di casa e fuga solitaria di Vescio che si trova a tu per tu con Cavalli, magistrale a ipnotizzarlo e a neutralizzare il grosso pericolo. Numero di "alta scuola dei pivot" da parte di Angelini che usa ennesimamente il corpo avversario per ruotare a 360° e palo pieno che ferma il suo tiro a Todeschi battuto. Da corner e da rimessa laterale i gialloneri creano molti grattacapi alla statica difesa biancazzurra e un gran srotolo libera Lazzarini che non trova Mezzanotte sul II palo. Un tiro di Antoniello e uno di Princivalle non impensieriscono "Cava" che chiude la sua frazione con uno shoot-out e lascia, per il II tempo, la difesa della porta all'intercambiabile "Uku" Corea. Già al 2° della ripresa è però 1-1 grazie alla ripartenza di Capitan Alfieri che assiste Antoniello per la comoda deviazione vincente. Passano 4' e ancora Angelini fa un sontuoso perno su Bensoulah e infila l'1-2 con un imprendibile rasoterra in diagonale...Valmasoni sarebbe stato fiero di lui! Al 10° è 1-3 di gran classe grazie allo schema da calcio d'angolo che in questi anni tante soddisfazioni ha dato, ma che non è mai stato realizzato così alla perfezione: gran plauso alla stupenda coordinazione di Davidino Florian che insacca un siluro al volo dai 10 metri tenendo mirabilmente il Torax radente al parquet. I Kickers, dato il passivo, si alzano leggermente disponendosi però in quella tipica via di mezzo che non è pressing e non è difesa a uomo, ma è apertura di voragini in cui Igor Midnight va a nozze: al 16° chiama e riceve sulla corsa l'assist con le mani di Uku, brucia in corsa il ben più giovane marcatore e trafigge il portiere in uscita con il suo letale tocco velenoso, 1-4. Ancora l'inesauribile Igor riesce a far filtrare una sugosa palla per "AminoGiaci" Sacco dimenticato in piena area, ma Todeschi stavolta esce con tempismo. Al 18° clamoroso palo di Angelini con piattone a botta sicura e salvataggio dell'estremo ospite su Bonato con uscita disperata in scivolata. Al 19° altra magia del jurassiko "Bus" Mezzanotte che, apparentemente chiuso in banda nella propria 3/4 si beve il marcatore girandogli addosso, fugge sulla linea, si accentra passando fra due avversari e serve in piena area un cioccolatino al Capitano che non dà scampo: 1-5 di esperienza, tecnica ed eleganza. Negli ultimi 9 minuti la FGialla tira un po' troppo i remi in barca e Chaibi, sotto stretta osservazione per tutto l'incontro, per la prima volta gode di libertà e pesca il 2-5. Uku salva di piede su punizione e gli risponde Todeschi dall'altra parte deviando di gamba un tracciante da fermo di Lazzarini. Dopo il 3-5 di Princivalle altra punizione dai 7 m. di Gianma Lazzarini che deflagra un napalm deviato da Todeschi sul palo sinistro col President, lì appostato, impotente davanti al proiettile-Torax impazzito. E su coraggiosa rovesciata di "Piola" Bensoulah, Frediani decreta che si chiuda definitivamente il sipario. Qualche miglioramento rispetto alle prime uscite c'è stato, ma siamo ancora molto lontani dallo standard raggiunto a fine scorsa stagione; non è certo un problema di stato fisico, ma solo di testa, bisogna lavorare su questo e poi è necessario recuperare gli assenti e completare il recupero del fondamentale "Stebo" Casarin, finora purtroppo mai visto all'opera...

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata Andata (09.10.2014) # Febbre Gialla-Futsal BZ 2007 B 2-2 (1-1): Botta e risposta tra Lazzarini e Lazzaro...un'orrida partita di morti viventi! Una FG/Paulaner molle, imprecisa e svogliata si impegola nella melassa difensiva cicinquina non concretizzando le poche occasioni create e subendo due reti evitabilissime; già la mancanza di Mezzanotte non è di buon presagio, ma almeno i primi 10' vedono i gialloneri abbastanza in palla che subito imbucano per Bonato, sponda di testa per il tiro di Frangipani respinto da Di Cicco, rebound centrale di Lazzarini ribattuto e diagonale finale del Bocia sull'esterno rete. Percussione di Lazzarini che libera il Bocia in banda e tiro al volo che Di Cicco mette in angolo. Girandola di cambi e fase interlocutoria con i birraioli in costante possesso palla che però non trovano sbocchi e risultano sterili e senza idee; al 12° ci pensa il loro uomo migliore, Gianma Lazzarini, a sradicar palla all'ultimo difensore biancorosso e ad involarsi verso Di Cicco dribblato sulla sinistra con appoggio da fondo campo nella rete sguarnita, 1-0. Risponde il Baracca's Team con un uomo che mette incredibilmente sul fondo dal II palo e con una palombella di Troiani su punizione che s'infrange contro l'incrocio. Iniziano gli orrori: controlli inguardabili, passaggi fuori misura, lanci sballati...la partita è pessima! In due occasioni è Zanghi ad essere nel ruolo di uomo assist: nel primo caso il tiro di Sacco è fuori di poco e nel secondo fa tutto da solo, ma si allunga troppo la palla e Di Cicco esce e sventa. Al 26° in un ripiegamento difensivo il "Mago" fa la magia di scomparire da campo e ricomparire in panchina lasciando libero Lazzaro che riceve una strana palla alta da rimessa laterale e beffa Cavalli in inopportuna uscita esagerata, 1-1 tragicomico. Una fuga di Angelini e un Lazzarini bloccato in extremis sono gli ultimi colpi di coda di una FGialla bruttissima che chiude la prima frazione. Al fischio d'inizio del II tempo i cicinquini lanciano due uomini oltre le linee, non seguiti dagli impietriti menhir gialloneri e Codogno riesce a scoccare tre tiri ravvicinati consecutivi contro il subentrato "Uku" Corea, abile a respingere tutto. Risponde l'ex Sacco con una puntazza non trattenuta sulla quale si avventa Capitan Bonato che però non vince i contrasti con il nugolo di gambe buttate a protezione della porta. Grande imbucata per President Esposti che addomestica e dispensa sul laterale per la bomba di Florian che lambisce il palo. All'11° Uku lancia lungo con le mani per Angelini appostato al limite dell'area biancorossa: stop e sponda per "Bocia" Frangipani a rimorchio e collo pieno in rete, 2-1. E' comunque sempre Lazzarini il più propositivo in avanti per i padroni di casa e suoi sono i bengala esplosi verso Di Cicco verso il 14°; tre minuti dopo, un contropiede giallonero interrotto da un intercetto innesca la contro-ripartenza di Lazzaro che al grido di "alzati e cammina" avanza, avanza, avanza, inganna tutti con un non riuscito passaggio a Troiani e tira un drittone che, pure deviato di suola, beffa Corea, 2-2. A parte un bradipizzato forcing finale febbricitante che non porta a nulla, la partita in pratica finisce qui, con un'equa spartizione della posta...come lo scorso anno al ritorno. Prestazione insufficiente, gravi errori di tecnica individuale e atleticità degna degli Zombi di Romero...altro che costruire dalle fondamenta, qui bisogna iniziare dalle catacombe!

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata Andata (03.10.2014) # Bolzano 1996-Febbre Gialla 7-1 (3-1): La FG/Paulaner gioca un I tempo magistrale ma, nella ripresa, il Bolzano, in attesa dei denari, cala il settebello! Difficilissimo esordio in Campionato per la FG/Paulaner "Anno Primo" che si trova subito al cospetto del "neonato" F.C. Bolzano 1996 fondato saldamente su un quartetto di gran valore proveniente da quel Kaos renzulliano che ha dominato la C1 della passata stagione (salvo poi estinguersi per svariate altre circostanze): Culpo tra i pali, Polinetti, Akkari e addirittura il mitico Lo Conte sono da primi posti in categoria superiore, figuriamoci in C2! La FGialla, orfana "dell'inibito" co-Mister Scacchetti, dello studente "polacco" Sidoti e dell'ingessato Casarin scende in campo umile ma determinata a fare bella figura davanti all'inaspettato numerosissimo pubblico delle Roen (venuto per vedere i "nomi" biancorossi, mica per altro!). E fin dalle prime battute i gialloneri mostrano subito di che pasta son fatti: approfittando degli enormi spazi lasciati dai bolzanini partiti con un pressing alto e poco accorto, fioccano le imbucate su Mezzanotte, bravissimo a dispensare assists al bacio tra cui uno al "Bocia" Frangipani che spara su Culpo in uscita provvidenziale. Il Bolzano prova a far gioco ma spesso pecca di precisione nei passaggi e gli ospiti ripartono velocissimi in contropiede: dalle rimesse laterali sgorgano le peggiori paure per Culpo che è bersagliato dai tiracci di Lazzarini, Bertinazzo e Sacco. Polinetti sfiora il montante alla destra di Cavalli mentre Akkari e Veronese sono sempre chiusi sulle bande. Ci provano El Kabdany e Bajdar con tiri violentissimi dalla lunga distanza ma sono sempre fuori specchio. A metà tempo capitano sui piedi dell'acerbo Angelini due occasionissime colossali in quanto viene liberato da solo davanti a Culpo, ma per inesperienza e poca freddezza colpisce il portiere in buona uscita bassa e tutto sfuma. Sacco invia un Agla succulento per la deviazione di testa di Capitan Bonato che però se lo vede togliere dalla fronte da un salvataggio disperato di "Nano" Veronese quasi sulla linea di porta. La partita è bella e il ritmo è alto e sembra quasi da C1: Bolzano infilato ancora al 18° da una ripartenza 2-contro-0 innescata dall'imprendibile Frangipani che però, giunto nei pressi di Culpo, serve Angelini troppo all'indietro e lo costringe così ad un tiro strozzato sul quale il portiere ci mette una pezza. Nel momento migliore dei gialloneri, Polinetti si ricorda di essere stato un bomber del Pool BZ e Kaos, riceve al limite dell'area, fa perno sull'ingenuo giallonero e, in girata, fredda Cava senza pietà, 1-0. Trascorre una manciata di minuti e, da rimessa laterale, Lazzarini finge il tiro, salta l'uomo, si porta sul fondo e mette in area la palla sui piedi di Igor "Midnight" che non può sbagliare da pochi passi, 1-1, giusto, ma anche stretto per gli ospiti. Dopo un montante colto su punizione da El Kabdany, ci pensa il sempreverde Lo Conte a riportare in vantaggio il team di Armani con una rasoiata di rara potenza e precisione dai 12 metri in seguito a corner, 2-1. La FGialla non ci sta e crea altri grattacapi a Culpo, costretto ad una deviazione di piede su Lazzarini, di mano d'istinto su Sacco e poi ancora su una puntazza del n° 13 Giaci. Gianma Lazzarini scuote il palo al 26° a Culpo stavolta battuto e Mezzanotte si guadagna una punizione da ghiotta posizione che Zanghi non riesce a trasformare. A tempo praticamente scaduto giunge la beffa del 3-1 biancorosso grazie ad Akkari che imbambola la difesa ospite con due finte e fiocina in diagonale. La FGialla si ritira nello spogliatoio fiera dei primi 30' giocati più che alla pari con i blasonati avversari e riordina le idee per la seconda durissima frazione...peccato che però si dimentichi di tornare in campo! Lasciato nello spogliatoio tutto, testa, grinta, ordine, gli uomini gialloneri che rimettono piede sul verde linoleum delle Roen sono fantasmi senza anima che ben presto vengono spazzati via dai concreti biancorossi: 4-1 di Polinetti in contropiede dopo palla intercettata su punizione giallonera, 5-1 di Lo Conte dimenticato sul II palo, 6-1 di Santacroce liberato in area e 7-1 ancora di Loco completamente perso di vista. Inspiegabile questo black out giallonero che non è nelle corde della compagine marchiata Paulaner, ma che però indubbiamente è successo. Bruttissimo perdere così, con un passivo così pesante, ma soprattutto senza giocare e reagire minimamente, commettendo erroracci che nemmeno nell'Anno Zero si sono commessi. Teniamo buono, anzi buonissimo il primo tempo e lavoriamo sodo ripartendo da questo...il Bolzano, in considerazione di ulteriori innesti che certo verranno, è di un'altra categoria, e per noi non deve far testo...

Coppa Provincia – I Turno Andata (26.09.2014) # Bassa Atesina B-Febbre Gialla 6-0 a tav. (1-7): L’asso nella manica dei “Ceccarelli Brothers” cancella tutto ed assegna il primo set! Qui di seguito la cronaca dell’incontro giocato sul campo…”La FG/Paulaner riparte da dove aveva terminato: da quella Coppa Provincia conclusasi il 16/5 con la conquista dell'ambìto trofeo alle Segantini meranesi. Sul sempre ostico miniparquet di Bronzolo, i gialloneri bolzanini schierano gli stessi 9 eroi della finale con l'aggiunta dei tre nuovi acquisti Florian, Angelini e Sacco, vestiti però con la nuova fiammante maglia personalizzata a strisce giallonere confezionata appositamente dalla Sportika, sponsor tecnico del Sassuolo. Sul versante opposto, in biancoarancione, i giovani del farm team della Bassa Atesina. Fischio d'inizio e Lazzarini vince caparbiamente due rimpalli e serve in area Capitan Bonato che fredda l'estremo difensore di casa con tocco sotto misura: è 0-1 dopo soli 9 secondi e 200^ rete in carriera futsalistica per il n° 7 bolzanino! Al 3° una palla alta viene addomesticata da Bonato che combatte col centrale avversario e riesce a far giungere la sfera all'accorrente Lazzarini che sigla lo 0-2 con puntata sul primo palo. Ospiti scatenati in questi primi minuti di gioco, che trovano al 7° anche la terza segnatura in seguito a schema da rimessa che libera Zanghi, lesto ad assistere Mezzanotte sul II palo per uno 0-3 di puro opportunismo. Su millimetrico lancio con le mani di Cavalli, il prestigiatore Bonato tira fuori dal suo cilindro una deviazione di tacco leggera ma determinante, 0-4; riuscitissimo schema da corner che porta Frangipani all'insidiosa conclusione, montante secco incocciato da Zanghi su punizione, fuga spettacolare di Sacco con rasoiata che lambisce il palo lontano ed al 30° 0-5 di Angelini servito sulla corsa da un pregevole spunto di Florian con Agla infilato sotto le gambe di Concolino in uscita al limite dell'area. A tempo scaduto Cavalli para un potente tiro libero di Franceschini e chiude con un pregevole shoot-out (considerando che qui a Bronzolo è quasi un record!) lasciando la difesa dei pali per la seconda frazione all'altro portiere intercambiabile Corea. Nella ripresa gli ospiti cittadini non scendono in campo col giusto piglio, preoccupandosi forse un po' troppo di controllare il risultato, cercando di evitare di subire segnature e smettendo però così di giocare; i padroni di casa bronzolotti invece, nonostante il pesante passivo di 0-5, si buttano encomiabilmente all'attacco e pressano altissimi, mettendo da subito in seria difficoltà la retroguardia giallonera. Fioccano parecchi tiri dai 7-8 metri sui quali Corea è costretto a plurime respinte abbastanza impegnative. Al 16° una fuga in banda di Franceschini porta al meritato gol della bandiera per i bronzolotti con tiro deviato dall'anca di President Esposti che s'infila sotto la traversa, 1-5. La FGialla si risveglia dal suo torpore e ricomincia a macinare con imbucate sui suoi tre pivot: Mezzanotte combatte ai limiti dell'area avversaria e scarica per Lazzarini che prova a beffare Concolino già sdraiato, il quale però è bravissimo a deviare la sfera a mano aperta, grazie ad un colpo di reni magistrale. Dopo alcune ripartenze biancoarancioni sventate dalle tempestive uscite alla disperata di Corea, al 26° l'incontro è virtualmente chiuso dall'1-6 bolzanino: Frangipani intercetta una sugosa palla a metà campo ed imbecca la percussione di Mezzanotte che punta Concolino in uscita ed appoggia sulla sinistra per la splendida deviazione vincente in scivolata del "Bocia" che aveva diligentemente seguito l'azione. Dopo un incrocio pieno colto da Florian con una delle sue fiocinate, la FG/Paulaner sigla anche l'1-7 su provata e riprovata situazione da punizione ravvicinata sull'asse Esposti-Lazzarini con determinante deviazione vincente sotto porta del solito strisciante "Bus" Mezzanotte. Ottima prima uscita per la FGialla "Anno Primo" che gioca un grandissimo primo tempo districandosi a meraviglia negli angusti spazi del flipper bronzolotto; leggero calo di tensione nella ripresa e buon finale...la via è tracciata, ma il lavoro ancora è appena all'inizio.”

Grazie all'ineccepibile ricorso partorito da menti integerrime, irreprensibili e, soprattutto, senza MACCHIA, viene giustamente punita la grave disattenzione in cui è incorso per la prima volta in 14 anni President Gualti: un 6-0 a tavolino molto difficile da ribaltare al ritorno, quasi impossibile...

Le cronache “di parte” della stagione 2013/14

 

Coppa Provincia – Finale (16.05.2014) # Marlengo F.F.-Febbre Gialla 3-5 (2-2): NON C'E' 2 SENZA 3: la FG/Paulaner si aggiudica la sua terza Coppa Provincia! Venerdì 16 maggio 2014 - Alle Segantini di Merano, si disputa la prestigiosa finale di Coppa Italia-Provincia di Bolzano tra il favoritissimo Marlengo Football Five, padrone di casa, detentore del trofeo e fresco vincitore del campionato di C2, e la sorpresa Febbre Gialla "Anno Zero", rinata dalle ceneri dopo il corposo esodo estivo di giocatori di grido, e fondata su un manipolo di under e over plasmati, nel corso di un'intera stagione, ad immagine e somiglianza del loro indomito "Mister/President" Esposti. Un recente parallelismo hockeystico lo si potrebbe individuare nella finale di Ebel tra la corazzata Salzburg e l'umile Bolzano, mentre in campo calcistico viene alla mente la finale di Europa League tra il superiore Benfica e l'outsider Siviglia...ma appunto la storia dimostra che non sempre vince chi è favorito! Tribune affollate di simpatizzanti meranesi tranne uno spicchio di 8 bolzanini ed alcune zie di Sidoti. Gara diretta dalla coppia arbitrale Frediani-Broggi con quest'ultimo alla chiusura di carriera. Fischio d'inizio ed immediato forcing biancorosso che frutta due corner: al secondo calcio d'angolo la palla giunge a Dell'Osta che spara dalla distanza un rasoterra centrale che sorprende Cavalli, è l'1-0 dopo appena 3' di gioco. La FGialla reagisce immediatamente con una percussione di Lazzarini sulla sinistra il cui diagonale lambisce il palo lontano e con Sidoti, lanciato con le mani da Cavalli, che spara sul bersaglio grosso di Schmieder in uscita. Pericolosissimo contropiede a tre del Marlengo arginato da una scivolata salvifica di Bertinazzo e fuga del furetto Merzi che scema contro l'esterno della rete. Cogoli acchiappa un incrocio pieno. Bella imbucata su Mezzanotte che si gira bene ma è contrato e al 23° punizione dai 12 metri per i gialloneri: Sidoti beffa il portiere posizionato a fianco della barriera fingendo il tiro e scaricando al defilato "Manhattan" Bertinazzo che sfodera un potente piattone alla De Bacco (presente in tribuna!) che non lascia scampo e s'infila nella porta semisguarnita, 1-1. Passano 4' e velo a servire Bonato che, puntando Cogoli, premia la sovrapposizione della saetta Lazzarini che frombola verso la porta da quasi fondo campo...mano di Cogoli, palo, piede di Schmieder e Silvietto Bonato è lì sulla linea a cacciarla dentro, 1-2. A tempo praticamente scaduto "Bocia" Frangipani, come ad allenamento abbatte i birilli dello slalom, così rovina su un innocuo Merzi causando il 6° fallo: dai 10 m. Bagalà non sbaglia ed è 2-2 e fine prima frazione. Nell'intervallo i bolzanini riordinano le idee ed entrano sul parquet molto decisi e senza alcun timore reverenziale, constatano che il Marlengo ha alzato la pressione e così, come lungamente provato, escono con ordine usando le fasce o imbucando sul pivot. Dopo due tiri alti di Merzi e Dell'Osta, un contropiede di Zanghi viene bloccato al momento del passaggio terminale, innescando la controripartenza di Bagalà sul quale esce ad arte il subentrato "Uku" Corea che rilancia a Mezzanotte nella metà campo nemica: l'esperto pivot della vecchia guardia giallonera fa un buon uso di Duso come perno per girarsi e di punta buca Schmieder sotto le gambe, 2-3. I gialloneri approfittano del momento di incredulità meranese e assestano la mattonata del 2-4 al 7°: rimessa laterale battuta da manuale da Frangipani per la sassata di prima dell'accorrente "Gianma" Lazzarini che si spegne con un "ciuff" nell'angolo lontano. Il Marlengo non ci sta e pressa a tutto campo, gli ospiti si fanno prendere dall'eccitazione e, al 9'30", perdono in attacco una palla bollente che il solito Bagalà addomestica e spedisce in profondità a Scaglione che coglie il II palo e poi ribadisce in rete, 3-4. La partita diventa adrenalinica con i meranesi assatanati a caccia della sfera ed i bolzanini che si affidano alle ripartenze che fanno male; al 12° è proprio una ripartenza giallonera (copyright del Marlengo di questi ultimi due anni) a decidere l'incontro, quando Igor "Midnight" controlla sulla 3/4 avversaria e aspetta l'arrivo di "Shpalman" Sidoti che si esibisce in una suolata in corsa che corica Salzano (subentrato a "Shrek" Schmieder) e con un rapido esterno mancino colloca il Torax nell'angolo basso...3-5, goooooolazooooo!!! I biancorossi di Max Ghiotti accusano il colpo e caricano a testa bassa, ma la FG/Paulaner fa tesoro dei due precedenti in campionato e si ritrae a testuggine nei propri 12 metri. "Mago" Zanghi capisce che non è più il momento di scorribandare in banda e si retrocede a tamponare il tamponabile; il "Bocia" Frangipani mordicchia caviglie a nastro come un ràbido Pinscher Nano impazzito; "Cannavaro" Bertinazzo è uno scudo impenetrabile e l'immenso "Capitan" Bonato, rasato come un marine, combatte all'arma bianca nella giungla contro i Khmer (bianco)rossi. La marcatura a uomo birraiola è spietata e lascia ai marlenghesi solo la possibilità della battuta dalla distanza. "Uku" Corea fra i pali è reattivissimo e, dopo aver tolto in tuffo dal sette un gol fatto, interviene su ogni tiro con grinta e personalità. A 8' dal termine i meranesi scatenano il 5vs4 utilizzando Bagalà come portiere di movimento; il co-mister "Ughetto 51" Scacchetti appronta il quartetto-antidoto che dovrà farsi questi eterni minuti di pura sofferenza con "Cyborg" Esposti al centro a dirigere una difesa che chiude ogni varco, tappa ogni pertugio, cancella ogni possibile diagonale, annulla ogni imbucata..."Voi, non potete passare!" sembra urlare il Mister/President in campo (o lo urla veramente?!) mentre Dell'Osta, Merzi, Scaglione, Bagalà, Cogoli fanno girare la palla in cerca di uno spiraglio che non si apre mai...sono i minuti più lunghi della storia, ma il risultato è inchiodato e, quando giunge il liberatorio triplice fischio finale, il pallone è tra i piedi del 47enne "President" Esposti che lo eleva al cielo in stile Mundial 1982! LA FEBBRE GIALLA E' CAMPIONE!!! Capitan Bonato alza la Coppa in un tripudio giallonero e con la colonna sonora della perniciosa ma efficacissima bi-tromba di RobySuperGordon e gli applausi degli stoici fans Paolazzo, AdriSàtan, SteflPanda, NeffoGayOlè, GraniticoDeba, LukeGreenVerdi e ValmaBisonte. La FG/Paulaner si gode, come unica società provinciale, il gustoso record della sua terza Coppa Provincia, dopo i trionfi nel 2006/07 e nel 2007/08. Questa quinta finale per i gialloneri era l'ago della bilancia dato che il computo era fin'ora 2 vittorie e 2 sconfitte: ora il piatto dei successi è nettamente più pesante. Questo trofeo, giunto sicuramente inaspettato date le premesse di inizio stagione, è però il giusto premio per questo gruppo unito, umile, serio ed educato che da luglio scorso ha lavorato duramente nell'ombra e con commovente costanza migliorandosi di mese in mese fino a toccare il top della forma fisico-tecnico-tattica in questa memorabile finale. Un forte abbraccio ed un grazie di cuore (giallonero) a tutti questi ragazzi, vice allenatore compreso, per questo "capolavoro" di stagione...e mentre le Segantini si svuotano Gualti e Silvietto si guardano con un sorriso beffardo pensando a giugno 2013 quando del roster erano rimasti solo loro due + Uku e Cava e dubitavano addirittura di potersi iscrivere alla C2...e gli occhi sono un pochino umidi!

Coppa Provincia – Semifinale Ritorno (09.05.2014) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 2-5 (1-3): La FG/Paulaner sale sull'Olimpo e si conquista la Finale! I dieci gloriosi guerrieri gialloneri che già una settimana fa sconfissero sonoramente i Ciclopi negli abissi dell'Ade ascendono ora verso l'alto Monte Olimpo per liberarlo definitivamente dai terribili Titani e regnarvi indisturbati assurgendo meritatamente all'iperbolico rango di dèì antropomorfi. I Titani bianconeri li attendono sul piede di guerra ma vengono subito scompaginati dal potente Sidoti che prima spara una fiondata respinta dal piede di Tanzola e poi, lanciato da uno scavetto pregevole del saggio Mezzanotte, si beve il portiere e colpisce il palo a porta vuota. Al 6° un rapido uno-due in velocità consente a Zanghi di assumere le sembianze di Efesto, il dio del fuoco, che sprigiona una bolla di lava incandescente che fonde Tanzola e regala lo 0-1 ai suoi compagni. Il Titano Zanon fa rotolare un macigno enorme in direzione di "Poseidone" Cavalli, dio del mare ma anche protettore dei cavalli, il quale lo devia contro il montante della propria porta, poi respinge col tridente su girata di Dallapè ed infine è colpito dolorosamente nei bagigi da Di Mauro. Capitan Bonato suona la carica ai suoi e, con due sassate da rimessa laterale che colpiscono il portiere e la traversa inizia ad indossare le vesti del dio della guerra Ares, pronto a deviare mortalmente in rete una gran volèe dalla distanza di Sidoti, 0-2. Anche il n° 11 giallonero si avvia alla divinizzazione e, in qualità di "Eolo" Sidoti, dio dei venti, scatena una bufera che manda gambe all'aria Dallapè, e, tra scarpe che volano, infila una tromba d'aria nell'angolino lontano, 0-3 al 27°. I Titani dell'Holiday non hanno obiettivamente più speranze di rimonta e l'imprendibile "Cupìdo" Frangipani, dio dell'erotismo e della bellezza, imperversa svolazzando fastidioso fra di loro con il suo archetto e le freccette schiantandosi ogni tanto contro qualche marcantonio meranese. Inizia la ripresa e, nonostante l'1-3 siglato da Zanon in seguito a tragica disattenzione "presidenziale", la difesa giallonera non cede all'urto titanico grazie a due magistrali interventi su Dallapè ad opera di "Ganimede" Corea, il coppiere-barman degli dèi. Reagisce immediatamente "Kronos" Mezzanotte (per il quale, come scrisse Esiodo "né triste vecchiaia arrivava, ma sempre ugualmente forte di gambe e di braccia era") che scappa due volte ai guardiani titanici ma a tu per tu con Tanzola è bloccato in extremis. Alcune provvidenziali chiusure di "Atlante" Bertinazzo confermano il suo ruolo di "pilastro del cielo", dopo che tutto l'anno ha retto magistralmente la volta celeste giallonera. All'11° è il velocissimo messaggero alato "Mercurio" Lazzarini a sfondare sulla sinistra e a recapitare a Tanzola un pessimo messaggio nel 7 opposto, 1-4. A questo punto l'armata divina giallonera mette nelle retrovie i tre dèi già feriti da un cartellino giallo per evitare spiacevoli squalifiche e Mister "Zeus" Esposti inaugura i suoi 25 minuti ininterrotti in campo respingendo tutto e tutti con una gragnuola di scivolate, fulmini e saette da autentico Re degli Dèì. "Ares" Bonato disorienta con lo scudo Anzil e s'invola verso l'estremo difensore ma stavolta non riesce a uccellarlo sotto le gambe. Al 21° "Kronos" Mezzanotte ferma il tempo mentre la palla è indirizzata sul II palo: un Titano meranese prova a spazzare ma la carambola sulle gambe di "Efesto" Zanghi causa il vulcanico 1-5. Il 2-5 di Dallapè a tempo scaduto è l'ultimo anelito di vita esalato dai Titani che, sconfitti, sprofondano irrimediabilmente nell'oscuro e sconfinato regno degli Inferi. Le dieci divinità giallonere si accomodano sull'Olimpo conquistato, e già guardano verso l'orizzonte dorato...uno scontro finale epico li attende....che la dèa Nike sia con voi!

Coppa Provincia – Semifinale Andata (01.05.2014) # Febbre Gialla-Olimpia Holiday 8-2 (1-1): La FG/Paulaner sfodera un secondo tempo “olimpico”! La Coppa Provincia entra finalmente nella fase calda delle semifinali: ad aprire questo gustoso turno da cui usciranno le due finaliste che si contenderanno l'ambìto trofeo alle Segantini il 16 maggio, è la FGialla di rosso vestita che ospita gli "all blacks" meranesi dell'Olimpia Holiday. Bolzanini al completo, ospiti privi del plurisqualificato G. Di Mauro. Al contrario delle Roen una settimana fa, palestra Valier aperta, nonostante sia il 1° maggio, grazie all'irreprensibile gestione tiroler della scuola con tanto di custode preso a gettone e fischio d'inizio affidato a Frediani; i primi 4 minuti scorrono a rilento con i padroni di casa molto contratti ed imprecisi e gli ospiti un po' più intraprendenti e sul pezzo. Grande uscita a valanga di Cavalli su penetrazione pericolosa di M. Di Mauro e tiraccio di Zanon che sibila a lato di poco...l'Olimpia è partita bene e mette ansia. Al 6° è Sidoti ad evoluire sulla 3/4 e, mettendo a serio rischio i sui malconci ischiocrurali, esplode una saetta che incoccia il palo a portiere battuto. La FGialla inizia a crescere: ancora Sidoti che, dopo essersi schiavellato al suolo con la leggerezza di una sequoia secolare, inventa un magnifico assist per Zanghi che centra Tanzola in uscita. Bravo Lazzarini ad eseguire uno schema su punizione, ma viene murato. L'Olimpia si chiude bene sotto l'attenta regia del solito insuperabile Zanon che tarpa regolarmente ogni velleità dei due pivot di casa; gran contropiede di Frangipani, liberato in banda sinistra, che però non sfrutta lo spazio e tira affrettatamente di punta da troppo distante; approfittando dell'assenza temporanea del mastino Zanon, Lazza imbuca ad arte su Mezzanotte che srotola per il rimorchio di Zanghi frenato dal montante pieno. Al 17° basta reti inviolate: punizione dal limite affidata a Capitan Bonato che esegue lo schema fetido del "tunnel al portiere" ed è 1-0. Passano due minuti e Dallapè ristabilisce la parità raccogliendo sul II palo una palla deviata da Cavalli, 1-1. La manovra rossogiallonera è troppo farraginosa e l'Olimpia regge bene l'urto: "Baobab" Sidoti ha un sussulto al 23°, si libera di Anzil ed esplode una minella che fa tremare la traversa; poi è Igor "Midnight" ad eseguire una finta di corpo a cui abbocca tutta l'Olimpia, panca compresa, e mette un cioccolatino sul II palo che "Pino Silvestre" Sidoti non scarta perchè radicato nel parquet. Ancora un legno bolzanino nel finale di tempo con Frangipani liberato benissimo da Bonato a centro area. Nell'intervallo la FG/Paulaner riordina le idee e scende in campo molto più determinata: passano 50" e Mezzanotte apre sulla sinistra per "Acero" Sidoti la cui barbogia urticante si stampa ancora sul palo; all'1'20" gran giro palla e percussione centrale di Bertinazzo che riesce a colpire un clamoroso palo interno (è il sesto, e si inizia a pensare che la serata non sia particolarmente fortunata). Al 2°, però, "Larice" Sidoti scuote la sua verde chioma, scambia col pivot, ed incrocia in rete l'imparabile 2-1. Le dinamiche dell'incontro girano definitivamente a favore dei bolzanini all'8° quando Bertinazzo anticipa imperiosamente il suo avversario e mette in area ospite una palla rasoterra che il magico "Bòcia" Frangipani, con la spensieratezza dei suoi 19 anni, devia in rete con uno splendido tacco stile Llorente contro il Sassuolo (per i più acerbi) o stile Bettega contro il Milan (per i più attempati), 3-1. La FGialla diventa inarrestabile e, grazie a qualche spazio di troppo, sfonda più volte: arioso 3vs1 gestito da Mezzanotte, finta, scarico a Lazzarini e preciso appoggio sul palo lontano per Zanghi che non sbaglia, 4-1 al 18°. L'Olimpia commette l'errore fatale di salire in pseudopressing e l'Uno e Trino "GabryRickyTommy" Sidoti si presenta ai sei metri da Tanzola che compie un autentico miracolo parando a mano aperta il flash scattatogli dal n° 11. Ma nulla può al 20° quando "Quercia" Sidoti percorre una decina di metri con un meranese abbarbicato alle sue fronde e, con la nodosa puntazza, lo trafigge senza pietà, 5-1. Al 26° penalty evidente per uso improprio di trinciapolli ai danni del Capitano di casa: Silvietto non può sbagliare ed è 6-1. Meranesi sempre più offensivi e Pazienza trova un varco, ma trova anche la spaccata di "Chuck Norris" Corea che salva. Pericolosa punizione di Zanon spazzata via dalla linea di porta e 6-2 di Dallapè al 27°. Grande azione di forza di Bonato che riesce a girarsi su Zanon, resiste alle sue sportellate ma non inquadra lo specchio; il finale è pirotecnicamente rossogiallonero quando al 28° il "Pitcher" Uku lancia al seconda base "Midnight" che la serve a palombella in terza base a "Wizzard" Zanghi che al volo la spedisce nel sacco del catcher...corridore meranese out (7-2). Dopo un incrocio esterno dello sfortunato Bertinazzo, gloria finale per l'indemoniato Igor al 31° che si fa lanciare direttamente da Uku a campo aperto, controlla di petto, anticipa Tanzola in uscita disperata e insacca di sinistro il conclusivo 8-2, chapeau! Ottima prestazione nel II tempo e positivo risultato in vista del ritorno alle Segantini dove però non bisogna mollare nemmeno un centimetro...l'Olimpia ha già dato prova di poter compiere imprese incredibili...

Coppa Provincia – 2° Turno – Triangolare “B” (24.04.2014) # Febbre Gialla-Futsal Dolomiti 3-1 (1-0): FG/Paulaner: vittoria dolo...MITICA!!! Dopo un intervallo di tre mesi la FGialla riprende il discorso Coppa interrotto in gennaio dopo il pareggio con gli Hic Sunt Leones, giusto, ma strappato in super extremis. Questa sera, contro il F. Dolomiti dei tanti ex, i gialloneri hanno la possibilità di passare al turno successivo con una vittoria o anche un pareggio, ma occhio a fare troppi calcoli perchè più si rimugina peggio è. FGialla in formazione tipo con i soliti 8 uomini di movimento rimasti che, da febbraio, stanno brillantemente "tirando la carretta" e con i due portieri intercambiabili. Per il Futsal Dolomiti c'è un solo risultato utile: vincere (e con la garanzia di trovare in semifinale il Marlengo). Dopo i primi minuti di studio in cui le due compagini non affondano, sono i rossogialloneri di casa a rompere gli indugi con Lazzarini che di puntazza sinistra esplode un diagonale da destra che l'incrocio respinge. Il rumore metallico della traversa risveglia come un gong il pugile (suonato) Sidoti autore di una doppia staffilata che Testini respinge come può. La risposta dei giallorossocrociatiblunotte, è solo un diagonale di Nicolussi verso il II palo dove però non arriva nessuno in tempo. Al 9° è vantaggio Febbre grazie alla coppia dei giovani terribili: Gianma Lazzarini punta due dolomitici in fascia sinistra e, con un pregevole cucchiaio, fa passare l'Agla sopra di loro per la semisforbiciata al volo di Frangipani che non dà scampo a Testini. Preziosissimo 1-0 e giusto premio per "il Bocia" ritornato carichissimo e responsabilizzato dall'esperienza di Capitano della Rappresentativa dell'Alto Adige al Trofeo delle Regioni di Lignano. Il Dolomiti accusa il colpo e, a parte qualche tiro dalla distanza di Splendore, Gianotti e Florian, la difesa degli All Reds chiude ogni spazio, ogni diagonale e ogni scambio. Ottima regia difensiva della coppia centrale Esposti- Bertinazzo e diligentissima esecuzione di laterali e pivot: non si passa. Quando la FGialla riparte è pericolosissima: Mezzanotte occulta una gran palla e libera l'accorrente Zanghi che gliela rimette al centro per la deviazione sotto misura respinta dal portiere...sulla palla vagante ripiomba "ZanghiGerulaitis" per lo smash sottorete ma Gianotti in scivolata disperata salva tutto. Grande accelerata del "veronese" Ricky Sidoti che si accentra e fa tremare il montante interno alla destra di Testini in versione statua di sale. Verso il 20° tocca all'inoperoso Cavalli respingere prima una punizione dal limite e alzare poi in corner una saetta dalla linea di fondo. Dolomiti più propositivo nel finale di tempo con duelli rusticani in area rossa tra Esposti e Vitiello e Bertinazzo e Vinci. Gran contropiede "veterano" con Mister Gualti abbattuto al limite e punizione calciata da Capitan Bonato che non sorprende Testini. Allo scadere della frazione FGialla vicinissima al raddoppio: lo scatenato "Bòcia" si lancia come un pit bull ràbido alla caccia del pallone sradicandone alcuni dai piedi avversari finchè ha anche la palla d'oro per innescare un irrefrenabile 2vs1 in coppia con l'altra scheggia, "Lazza", che soltanto la salvifica scivolata di Splendore riesce a stoppare all'ultimo. Termina il primo tempo. Mentre la FGialla fa scaldare Uku per l'avvicendamento consueto tra i pali, Mister Gualti cerca di leggere telepaticamente nella mente dell'amico Mister Intro per cercare di capire se il Dolomiti salirà o no in pressing alto. La ripresa non mostra atteggiamenti diversi da parte delle due squadre e subito Zanghi per Sidoti che sfiora il palo e ancora Zanghi per Sidoti che cerca il tap in di Mezzanotte in ritardo di un niente. Al 7° è 2-0 rossogiallonero: da rimessa in corsa Bonato spara da manuale verso il cuore dolomitico, irrompe Lazzarini che strappa caparbiamente la palla alla difesa, la protegge con carattere ed in veronica segna di rabbia! Il Dolomiti ha un sussulto e Florian ci prova in ripartenza ma Uku esce a valanga; batti e ribatti che libera Mizzon alla battuta ma Uku vince il duro tackle in uscita di piede; Nicolussi spara dalla banda e Uku è gigantesco nel volare a deviare contro l'incrocio. L'onda condorina si attenua dopo che Gabry veste nuovamente i panni dell'accipicchiano "Ricky" Sidoti e fa piangere per la seconda volta lo spigolo del palo interno e si esaurisce definitivamente quando Vitiello si becca il rosso per "vilipendio a cartone animato". Power play febbricitante gestito pessimamente quasi come "a" Bubi e partita che scorre via liscia fino al minuto 59'28": contropiede condorino dopo palla persa in attacco ed il più ex di tutti, Davidino "Faccia d'Angelo", punisce con una punta fetente a fil di palo...2-1 a 2 minuti dal termine, che non serve al Dolomiti (che dovrebbe vincere 2-3 per passare), ma che condanna la FGialla alla semifinale proibitiva col Marlengo. Time out dei padroni di casa dominato dagli improperi del Mister che si gioca una possibile canonizzazione futura e palla al centro: da Bonato indietro a Bertinazzo che imbuca al Bocia, rimorchio da sinistra dell'incontenibile Lazzarini, suolata di controllo e saetta sotto la traversa per il grandioso 3-1 al 61'18". La FG/Paulaner vince dunque il triangolare con il risultato perfetto (due gol di scarto o almeno tre reti) ma soprattutto completa la sua crescita nella sfida diretta con i "cugini" del F. Dolomiti (3-3 soffertissimo nel primo incontro dell'andata, 1-1 molto stretto nel secondo incontro del ritorno ed infine netto 3-1 nel terzo faccia a faccia). Vittoria bellissima perchè figlia della fatica e del sacrificio, nonostante le tre scomode settimane di sosta, e perchè maturata sull'asse verde dei due giovani lucenti smeraldi (Bocia Frangipani e Gianma Lazzarini) sgrezzati, tagliati e lucidati in un anno di lavoro...Siamo in semifinale contro l'Olimpia Holiday, sarà dura, ma perchè non sognare in grande?

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata Ritorno (04.04.2014) # Bubi Merano B-Febbre Gialla 3-2 (1-0): Ultima di Campionato: la FG/Paulaner cade dal podio a tempo scaduto! La FGialla delle sorprese arriva alla sua ultima di campionato a giocarsi lo spareggio per il terzo posto con i padroni di casa del Bubi Merano B, autore di una super stagione. Considerando le premesse di fine agosto, quando appunto il torneo stava iniziando con un grande punto interrogativo (dato il profondo restyling di uomini operato in estate), essere arrivati a giocarsi questa preziosa posizione di classifica è per i gialloneri già un grande risultato...ma l'appetito vien mangiando e il gradino più basso del podio sarebbe la ciliegina sulla torta. Anche stasera, come da fine gennaio ad oggi, FGialla con gli uomini contati: oltre ai due portieri che si alterneranno nei due tempi, solo 7 di movimento data la pesante assenza di Mezzanotte. L'inizio fa ben sperare per i bolzanini che partono forte e confezionano alcune ghiotte palle gol nei primi sei minuti: giro palla veloce, imbucata e botta di Sidoti che Marinelli respinge; altro filtrante per Sidoti che spara e, sulla ribattuta, Lazzarini fuori di poco; bel triangolo in area bubina con conclusione di Bonato che s'infrange sul palo esterno. Al 7°, su contropiede sbagliato, recupera palla Rossi che sfonda centralmente e arriva indisturbato a battere Cavali con un sinistro chirurgico a giro sul palo lontano, 1-0. I bolzanini accusano il colpo e attraversano dieci minuti di assenza spazio-temporale con errori marchiani di pura tecnica individuale: passaggi sballati, controlli palla pessimi, fraseggi inguardabili. Al 21° Sidoti si sveglia, va in percussione sulla banda e deflagra verso il II palo dove Frangipani mette alto dalla linea di porta. Il Bubi risponde con un clamoroso palo interno di Bartola e una cannonata di Rossi su punizione disinnescata da Cavalli. In ripartenza Bonato eccede in generosità e cerca l'assist anzichè il tiro e Zanghi prova un collo pieno troppo centrale. La ripresa inizia col pareggio bolzanino al 3°: Sidoti imbuca per il Capitano, va a rimorchio sullo srotolo ed infila l'1-1 sul primo palo. Incredibile svolta al 7° quando l'arbitro espelle Marinelli per proteste e la FGialla pecca d’inesperienza riuscendo ad innescare una fuga letale di Rossi che batte Corea con un diagoonale al veleno, portando sul 2-1 i meranesi con un uomo in meno! Nonostante il Bubi abbia tra i pali il n° 8 Vian, quindi un giocatore e non un portiere, la FGialla non riesce quasi mai ad arrivare al tiro, grazie alla perfetta difesa arcigna dei padroni di casa. I gialloneri girano palla, ma non trovano pertugi, a parte un montante pieno colto da Bertinazzo. Il solito splendido Rossi si rende pericolosissimo con due ripartenze che Corea stoppa in uscita, mentre al 21° Lazzarini triangola con Sidoti e spara il siluro del 2-2 nell'incrocio opposto. Gli ultimi 8' sono vissuti dai bolzanini in apnea, cercando di mantenere il possesso palla e di evitare che il pericolo pubblico n.1, Rossi, arrivi in zona tiro. Nel concitato finale il Bubi, che per arrivare terzo ha solo la vittoria come risultato utile, rischia il tutto per tutto e attacca con Vian portiere di movimento: Mister Esposti, troppo impegnato da centrale a tamponare le falle e a cercare di gestire la difesa in inferiorità, non ha la lucidità necessaria per operare dal campo i giusti cambi correttivi e così, al 61° suonato, Bonfiglio trova lo spiraglio ed imbecca Vian tra le linee che con il suo ultimo tiro della carriera sigilla il definitivo e meritato 3-2 meranese. Finiamo quarti con l'amaro in bocca per aver tutti, dal primo all'ultimo, gestito malissimo LA partita che ci poteva dare il terzo posto, premio, sicuramente meritato, per la splendida stagione fatta. Questo scivolone all'ultimo minuto di recupero dell'ultima partita del torneo offusca purtroppo, ma non deve far dimenticare assolutamente, quanto di eccelso si è fatto quest'anno: bisogna ricordare che a metà giugno 2013 eravamo rimasti in 4 e a metà luglio siamo riusciti a formare un roster di 14 giocatori da inquadrare o istruire o proprio formare come giocatori di futsal. Non dimentichiamo quanto prefissatoci in settembre e cioè "amalgamare, istruire e cementare un team che ha come obiettivo primario crescere, migliorare e diventare una squadra. Ogni punto che verrà sarà un successo perché sudato e frutto del lavoro fatto..." Ora possiamo dire che, dopo la selezione naturale, i 10 giocatori rimasti sono UNA squadra di calcio a 5: i due portieri interscambiabili hanno fatto un'ottima stagione, chi veniva dal calcio a 5 si è integrato alla perfezione, Capitan Silvietto si è riconquistato con merito il suo ruolo di trascinatore in campo e fuori e più di una volta si è caricato di resposabilità anche organizzative e, cosa fondamentale, abbiamo pescato due eccellenze (il Bòcia e Gianma Lazzarini) due autentiche gemme su cui costruire per il futuro. Ora, con umiltà e sudore, tuffiamoci nella Coppa...e che sia di champagne!

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata Ritorno (21.03.2014) # Marlengo F5-Febbre Gialla 3-0 (0-0): Alle Termopili delle Segantini, lo sparuto manipolo spartano giallonero cade con onore dopo una strenua lotta con i potenti persiani del Marlengo! Termopili in greco significa "porte calde", e come non associare questo famoso nome alle torride Segantini di Merano rievocando così la battaglia cruenta del 480 a.C. in cui un pugno di spartani eroici resse fino alla propria completa distruzione l'invasione dell'imponente esercito persiano? La FGialla, giunta a due incontri dal termine del suo splendido campionato che la vede brillantemente terza, fa la conta degli uomini abili per la disperata trasferta contro la potente capolista Marlengo: tra indisponibilità e infortuni, oltre al portiere Cavalli sono arruolati solo 6 uomini di movimento + 1/2 Bertinazzo con caviglia malandata. Il Marlengo si gioca una gran fetta di scudetto finale e nelle orecchie dei gialloneri bolzanini poco prima di entrare nell'arena riecheggiano le parole di re Leonida: "Spartani, preparate la colazione e mangiate tanto, perchè stasera ceneremo nell'Ade!" Ma come Leonida rispose al re persiano Serse che li invitava a consegnare le armi, "Venite a prenderle!", così i bolzanini di President Esposti scendono in campo consci dei loro enormi limiti di numero e di resistenza ma determinati a vender carissima la pelle! I biancorossi di casa si trovano di fronte una falange difensiva ordinata e ben organizzata che non lascia varchi ed anzi punge pericolosamente in contropiede più volte: al 3° imbucata per Bonato che libera Frangipani per la stoccata laterale su cui Schmieder compie il primo intervento determinante. Al 7° Lazzarini scippa la sfera al centrale meranese e s'invola solitario verso Schmieder che chiude lo specchio e si fa calciare addosso. Al 12° bella apertura di Bertinazzo sulla fascia per il Bocia che serve al centro per il liberissimo Bonato che cerca il primo palo ma trova il piede miracoloso del n° 1 meranese. Il Marlengo fa girar palla ma non trova sbocchi di sorta e l'attacco più prolifico del torneo deve affidarsi a qualche tiro da fuori su cui Cavalli non ha problemi; biancorossi che sprecano malamente un 2vs1 nell'unica ripartenza concessa per un errore dagli ospiti e quasi trovano il vantaggio su tiraccio di Dell'Osta deviato insidiosamente da un giallonero. Ma la FGialla è tonica, nonostante gli esigui cambi, e ancora spaventa Schmieder con Frangipani che gli si presenta davanti dopo un batti e ribatti in area, ma la conclusione è parata. Altro sfondamento sulla sinistra di Zanghi che sfrutta la sponda di Lazzarini e altra respinta di Schmieder..."Qui è dove li bloccheremo, qui è dove combatteremo, qui è dove moriranno!" gridò Leonida ai suoi alla vista dei persiani, e i bolzanini cominciano a credere nel possibile miracolo di fare risultato. Sidoti ruba palla davanti alla proprira difesa e lancia Esposti a campo libero che fa a sportellate per una decina di metri ed è poi chiuso in corner. Il primo tempo termina 0-0, ma i gialloneri si disperano per le 5 colossali occasioni in cui sono arrivati con l'uomo davanti al portiere e non hanno concretizzato. Si riparte e il Marlengo pressa altissimo; fin da subito si nota che le forze nei difendenti cominciano lentamente a scemare; i meranesi hanno più gambe e più cambi, oltre ad un tasso tecnico e di esperienza notevolmente superiore. Incrocio di Cogoli al 4° in seguito a punizione a due e cannonata di Merzi dai 10 m. che Cavalli devia. Al 7° Dell'Osta s'inventa una girata ad incrociare a poco da fondo campo e pesca il pertugio di 20 cm. libero tra Esposti e Cava insaccando sul palo lontano, è l'1-0 preludio della fine. Bertinazzo deve alzare forzatamente bandiera bianca, onore a lui per essere stato in campo a combattere con orgoglio ed efficacia finchè ha potuto! Il Marlengo prova a schiacciare gli ospiti che però reggono l'urto ricorrendo alle risorse più recondite: ognuno lotta come un leone sui veloci e feroci furetti meranesi ma, nell'uno-contro-uno, i vari Merzi, Scaglione, Dell'Osta e Bauer non hanno mai la meglio ed infatti fino al 23° si rimane in bilico sull'1-0. Cavalli è strepitoso su botta di Merzi deviata da un compagno e si distende in tuffo togliendo la palla dall'angolino. Il montante respinge altra saetta dal limite ed altre conclusioni biancorosse sfilano di poco a lato. Ma la testuggine spartana giallonera non cede. A 7' dalla conclusione un tiro secco di Scaglione dalla banda incoccia nel petto dell'incolpevole Frangipani per la più classica delle autoreti, 2-0 liberatorio per il Marlengo che scaccia i fantasmi dalla mente. Mancano 5 minuti quando i generosi bolzanini rischiano il tutto per tutto buttandosi avanti con cuore e disperazione: Sidoti arriva sul fondo e deflagra una meteora che il monumentale Schmieder alza in angolo con un gesto istintivo e poi para a mano aperta sempre su Sidoti liberatosi con doppia suolata. Il Marlengo gode finalmente di alcuni minuti di spazi liberi e rischia di dilagare: i biancorossi arrivano in ripartenza da tutte le parti e trovano il 3-0 su contropiede di Dell'Osta. Il manipolo giallonero, ormai sulle ginocchia, cade definitivamente, le frecce persiane oscurano il sole e gli spartani si accasciano inermi sussurrando: "Re Leonida, è un onore morire al tuo fianco"..."Soldati, è un onore aver combattuto al vostro!"

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata Ritorno (14.03.2014) # Olimpia Holiday-Febbre Gialla 4-9 (1-3): Superata brillantemente la "prova del 9"! La FG/Paulaner sale alle Segantini in "tarda serata" per iniziare il terribile trittico delle 3 trasferte meranesi consecutive: avversario di turno è la neonata Olimpia Holiday Merano che, al gran completo, sfoggia la nuovissima divisa papale giallo-bianca. Bolzanini quindi in completo rosso-inferno, sempre con i soliti 8 di movimento tosti, quadrati e assatanati di punti per raggiungere quel podio, insperato ad inizio anno, ed ora veramente molto vicino e che saprebbe di grandissimo successo. In porta stavolta il solo Cavalli data l'indisponibilità di Uku Corea. Il primo brivido per Tanzola giunge al 4° dopo un'imbucata su Zanghi che restituisce a ritroso per Sidoti che frombola forte ma troppo centrale. Al 13° i bolzanini sbloccano il risultato: Bonato appoggia a Zanghi che vince un contrasto con un difensore olimpico e, sull'uscita bassa di Tanzola, serve al centro il Capitano per la rete dello 0-1 a porta sguarnita. Passano 2' quando lo scatenato Zanghi intercetta una sugosa palla sulla propria trequarti, sguscia fra due giallobianchi, divora lo spazio vuoto e appoggia a Bonato che infila lo 0-2 con diagonale preciso nell'angolino lontano. Quasi-gol di Bertinazzo su splendido schema d'angolo e gran salvataggio di Cavalli su tentativo di autogol del President che devia un siluro di G. Di Mauro. Lo stesso Di Mauro, appena rientrato dall'ennesima pesante squalifica, si becca un classico giallo dopo alcune caccia all'uomo in giro per il campo e assiste sul II palo il vecchio volpone Aquilano per la rete dell'1-2. Tanzola ci prova addirittura dalla propria porta con un rinvio che lambisce l'incrocio e poi Cavalli ci mette le mani e la fronte per alzare oltre la traversa una spingardata di G. Di Mauro; al 28° colpo di classe del fetente Cap Bonato che, da punizione molto defilata, finge il passaggio a Zanghi ed invece infila l'Agla nel grande pertugio lasciato ingenuamente sul primo palo da portiere e barriera: 1-3, hattrick di Silvietto e sonora incazzatura di mister "Patata" Vinante. Fine primo tempo. I bolzanini scendono sul parquet per la ripresa consci delle difficoltà che incontreranno vista la tendenza dell'Olimpia a pressare alto per non dare respiro. Ma nel corso del 2° minuto di gioco la FG/Paulaner piazza un uno-due pesantissimo: gran imbucata su Mezzanotte, srotolo per la conclusione dell'accorrente Lazzarini che vede il suo primo tiro respinto, ma che non sbaglia sulla ribattuta insaccando sotto la traversa, 1-4. Una manciata di secondi più tardi stupenda ripartenza ospite con doppio scambio in velocità Mezzanotte-Frangipani con il Bòcia che entra in porta con la palla, 1-5. Sembra fatta ed invece l'Olimpia si trasforma nel vecchio Holiday e sospinta dal granitico Zanon, dai due ficcanti Di Mauro Brothers e da Aquilano in versione playmaker pescano al 6° il 2-5 con Dallapè dopo fagiolata in area. Al 9° la FGialla ristabilisce le distanze grazie a Sidoti che finalmente molla il freno a mano e, contollato in fascia il preciso lancio di Cava, si beve con un doppio passo la difesa meranese e, dopo essersi accentrato, fredda Tanzola senza pietà, 2-6. Ma i padroni di casa non sono ancora morti: al 12° si guadagnano il rigore che G. Di Mauro trasforma (3-6) e al 15° Califano indovina il 4-6 con diagonale sporcato che passa nel traffico. La FGialla si riordina e riparte determinata a chiudere l'incontro: Lazzarini cerca Bonato al centro ma Zanon lo anticipa con un'imperiosa zuccata, la palla torna a Gianma Giannino n°3 che stoppa di petto, poi coscia, si accavalla un nervo e fulmina Tanzola con un palo-gol devastante, 4-7. I giallorossoneri sentono il profumo del sangue e affondano i colpi mortali: su corner meranese Midnight ruba palla e lancia a briglia sciolta Ricky Sidoti in banda che, attirato in uscita Tanzola, premia lo scatto impressionante di Igor dandogli la sfera da sospingere in rete a porta vuota, 4-8 al 25°. Cava non passa momenti tranquilli, costretto a deviare in spaccata una saetta di Zanon e in tuffo una frustata di G. Di Mauro; fuga a tre di Bocia-Gualti-Silvio con i due vèci del Muppets Show che urlano al bocia "ci siamo-ci siamo-ci siamo" ma l'azione sfuma sul fondo. Al 28° i bolzanini rosso fuoco chiudono l'incontro con l'ispiratissimo "Mago" Zanghi che dalla sinistra chiude la ripartenza con colpo da biliardo sul palo opposto, 4-9. Negli ultimi scampoli di gioco si erge a protagonista "The Wall" Bertinazzo che con tre interventi decisivi alla Cannavaro chiude ogni possibile velleità meranese. Splendida prestazione di questa FGialla che ora è veramente "squadra" umile, unita e determinata. Ci mancano due partite per difendere il terzo posto nella classifica generale e provare a conquistare il terzo posto in quella reale...due finali, da giocare con la testa sgombra e senza pressioni come fatto fino ad ora. La prossima battaglia è col favoritissimo Marlengo in una partita che potrebbe decidere le sorti della promozione tra i meranesi e gli Hic Sunt Leones. Noi non abbimo nulla da perdere, quindi perchè non provare a vincere?

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata Ritorno (06.03.2014) # Febbre Gialla-Kaos BZ B 5-1 (2-1): Il Kaos è calmato da una carezza della manina...anzi, della "manita" giallonera! Dopo il pesante 5-1 subìto all'andata, la FG/Paulaner ritrova sulla sua strada il farm team del Kaos/Forst per un "derby del luppolo" che promette spettacolo vista la presenza, tra i biancazzurri ospiti, di Culpo in porta e con il 10 e la fascia di capitano...udite, udite...nientepopodimenochè di "Patròn" Renzullo in carne e ossa, alla sua prima apparizione in C2 dopo l'anno della promozione datato 2010/11. Inizio con i giovani del Kaos più propositivi ma che rischiano grosso su un doppio triangolo Bonato-Lazzarini che si arena a due passi da Culpo per un controllo difettoso. Al 6° si sblocca la situazione grazie alla scena da teatro degli orrori interpretata dai difensori di casa che, tra una chiamata sciagurata e un no-look da dimenticare, regalano a Bissaro l'autostrada per lo 0-1. La reazione giallonera è immediata: palla al centro e Sidoti si fa perdonare la chiamata sciagurata con veronica che lascia l'avversario sul posto, fuga in banda sinistra e siluro ad incrociare che piega le mani a Culpo, 1-1 al 7°. Trascorre appena un minuto e President Esposti si fa perdonare il no-look da dimenticare srotolando da rimessa la sfera che "Superman" Sidoti incastona nell'incrocio quasi dalla linea di fondo con un tracciante a 300.000 km/s, 2-1. La FG/Paulaner insiste ancora con l'incontenibile Gabry Sidoti che si beve Renzullo in allungo, si accentra e spara, ma Culpo si ricorda di aver vinto recentemente una Coppa Italia e salva a mano aperta un gol fatto. L'onda giallonera è impetuosa: bella imbucata per Bonato che di tacco libera Lazzarini, rasoiata verso il II palo per la scivolata disperata di Esposti che non ci arriva. Renzullo trova un corridoio centrale per Nicastro ma Cavalli sventa con uscita tempistica; ci prova anche Chemroukhi a funamboleggiare sulla sinistra ma Zanghi in scivolata lo tarpa senza fronzoli; i gialloneri vanno vicinissimi alla terza marcatura con Lazzarini che di ginocchio mette sul fondo dal II palo e con Mister Gualti, che triangola con Frangipani e prova a scavettare su Culpo in uscita mettendo però sul fondo. Grande respinta a doppia gamba di "Cava" su Lorenzini e ancora salvataggio del n° 12 in verde su tocco ravvicinato in seguito a corner. Duplice bombarda di Sidoti da punizione e finale con tiro libero affidato a Nicastro: il rito sciamanico panchinaro composto da piede che batte a terra e formula "chiudila troppo" fa sì che il tiro si stampi sulle spalliere. Si va al riposo. La ripresa vede il giovane Kaos B in pressing alto...molto alto...troppo alto e sconsiderato: la FGialla ha spazi enormi per uscire senza patemi e rendersi letale. Terrificante punizione dal limite dell'area di "Scud" Sidoti che tàtua un Agla sul petto di Culpo immolatosi stile scudo-umano irakeno; ariosa ripartenza di Bonato che imbecca il "Bòcia" che di punta sfiora il montante; altro bel veloce fraseggio che porta il Bòcia dai riflessi neroblu corvo a concludere in diagonale con salvataggio provvidenziale di un kaotico sulla linea di porta. Al 15° Corea calibra al millimetro per il Cap che viene trebbiato in piena area: s'incarica del fondamentale penalty "Uomo di latta" Lazzarini che non sbaglia ed è 3-1. Il solco è segnato, la FGialla ora dialoga tranquilla ed assesta un altro fendente al 18° quando Mezzanotte aspetta la sovrapposizione di Sidoti che s'invola in fascia e mette sul II per la scivolata vincente del "Mago" Zanghi, 4-1. Break biancazzurro con un palo colpito ed una fagiolata davanti a Uku(rukuku) con palla che zampilla garrula e Nicastro che s'incastra. E' il 22° quando Gianma Lazza dimostra tutta la sua crescita futsalistica ed il suo strapotere atletico sradicando una palla con prepotenza, volando verso la porta kaotica e saltando Culpo con un sin-dx mortale: la "manita"...anzi, l'Amanita velenosa è servita, 5-1. Gli ultimi 5' vedono ancora un Agla stampato da Sidoti sulla faccia del povero Culpo ed un ghiotto 2-contro-0 giallonero vanificato malamente. Il rombo di casa, agli ordini dell'insuperabile "Wall" Bertinazzo deve solo resistere pochi minuti contro il 4+1 kaotico che, col portiere come uomo di movimento, prova a rendere meno severo il passivo, ma non succede praticamente nulla. Prestazione di grande umiltà e carattere, 4 punti in più rispetto all'andata, podio vicino e crescita esponenziale in continuo divenire...solo un lontano ricordo la pessima prestazione della 7^ giornata di andata...tutto scorre, panta rei o meglio...pEnta rei!

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata Ritorno (28.02.2014) # Pool Bolzanese-Febbre Gialla 3-2 (0-1): A Carnevale, un brutto scherzo fa male! Venerdì grasso alle Roen e la FG/Paulaner di rosso vestita affronta l'ostica Bolzanese con seri propositi di sorpasso. Partita preparata con molta cura dai rossogialloneri, in serie positiva ormai dal 28/11/2013, che con Sidoti, travestito dal clown, si presenta subito dalle parti di Sartin e coglie il palo esterno su velo del President. Pulito schema da corner con bomba carta di Bonato un po' svergola che arriva a Sidoti per l'esplosione che Stracco respinge. La Bolzanese risponde con due trikke e trakke di Angelini D. e Bighi, ma il capo indiano Cavallo Pazzo annulla da par suo. Al 12° Lazzarini, dismesso il costume da mummia resuscitata, al grido di "Lazzaro...alzati e cammina!" deflagra di punta una castagnola che Sartin respinge con impennata, irrompe Bonato "Toro Seduto" che incorna in rete per lo 0-1. FG/Paulaner che gira bene e si crea numerose occasioni di festa carnascialesca: triangolo stretto Bonato-Sidoti e conclusione con fontana di luci respinta; Sidoti in profondità per Mezzanotte che, in piena area, aspetta troppo ad accendere le sue fatali miccette e Stracco esce a spegnerle; fuga solitaria di Bòcia "Wolverine" verso il portiere avversario con puntazza sul fondo senza degnare di uno sguardo "Mago Silvan" Zanghi libero al suo fianco; splendida imbucata di Lazzarini verso il II palo dove Zanghi liscia clamorosamente il Torax, neanche fosse una fialetta puzzolente; giratona di Mezzanotte travestito da Minion che esalta le capacita di "Zio Fester" Sartin che salva ennesimamente sulla botta a colpo sicuro...troppe occasioni, troppi errori...La Bolzanese coglie un palo su tiro di Casarin deviato casualmente da Bighi e la prima frazione che termina sullo striminzito risultato di 0-1. Sul piatto gira un Geghegè anni '60 quando riprendono le ostilità: tra festoni e coriandoli la Bolzanese si riversa nella bolgia della festa con animosità e Casarin spaventa il subentrato Corea, col poncho da mexicano, con stelle filanti in diagonale; FGialla che vede la festa prendere una piega da caciara da cortile e si fa inspiegabilmente intimorire psicologicamente...nasi finti che cadono, occhiali da clown che non spruzzano più acqua, cappellini con piume che si spennano: i rossogialloneri scompaiono dalla pista da ballo, non giocano più e lasciano il pallino all'avversario. Non ci sono grandi pericoli ma il rombo ospite è soltanto sempre under pressure finchè al 17° Casarin, su punizione magnanima, lancia delle cappette cinesi che disturbano la barriera e poi esplode dei Raudi che valgono l'1-1. Appena due minuti dopo Segarizzi fugge in banda e scaglia una bomboletta di schiuma nell'angolino, 2-1. Capitan Bonato non ci sta e, ricevuto, un lancio di crostoli da Uku, li gira di testa al Bòcia per il tiro al volo che Stracco in parte mangia e in parte sgretola; azione in fotocopia subito dopo...lancio di bomboloni alla crema, petto possente del Cap, puntazza al volo del giòvin n° 10 e ancora Stracco ingurgita tutto, lasciando la rete illibata. Tocca poi a Uku deviare di piede sulla traversa una matassa di zucchero filato speditagli da Bighi e poi inglobare uno Strauben fumante sfornatogli da due metri in seguito a corner. Per 10' la festa è molto confusa, la musica è fiacca, i cicciopolenta scarseggiano ed è rimasta solo la mefitica aranciata amara. Quando al 29° gli invitati stanno per sciamare verso altri lidi, Lazzarini caracolla in banda mancina e scaraventa un sacchetto di chiacchiere e frittelle di mele nell'angolo lontano dove Stracco non può arrivare, 2-2. I festoni cominciano ad essere tolti ed i coriandoli ad essere spazzati quando al 31°, una controversa rimessa laterale, consente a Casarin di accentrarsi e buttare per disperazione nel mucchio di mascherine un qualcosa che, scambiato per un minicicciolo, mette apprensione a tutti, passa tra cento gambe e si spegne tristemente nella rete ospite...era soltanto uno scherzo, era solo un fetido ed innocuo "palloncino delle scorregge", e noi ci siamo cascati come pollastri...3-2 e le luci della festa si spengono di botto!

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata Ritorno (20.02.2014) # Febbre Gialla-Futsal Dolomiti 1-1 (0-1): Una FG/Paulaner incerottatissima le prova tutte, ma non va oltre il pareggio! La FG/Paulaner, nel suo migliore momento atletico/tattico, si affaccia al "Derby-DownTown" con il Futsal Dolomiti senza la pedina d'attacco più fulgida, il Dott. Sidoti, magiaro per l'occasione, con "Machete" Pirillo a serio rischio strappo e Capitan Bonato, febbricitante e con l'anca disarticolata, in campo solo grazie ad un innocuo cocktail di dhea (ormone della giovinezza), bentelan (che aumenta le capacità respiratorie), apomorfina (per il controllo delle fluttuazioni motorie) e clenbuterolo (ormone anabolizzante)...insomma, sulla carta 8 di movimento, ma in pratica 6 e 3/4. Colori sgargianti per le due compagini: rossogiallonero per la FGialla e giallorossocrociatoblunotte per il Dolomiti...non ci sono più le maglie di una volta! Il direttore di gara roveretano, comico negli spogliatoi e bipolarmente severissimo in campo, dà il fischio d'inizio e subito un gran collo pieno di Bonato raggiunge Zanghi, apparso sul II palo, che colpisce proprio in pieno il II palo! Il dopato Capitan Silvietto, un minuto dopo (e dopo una veloce inalata di ossifenilbutazone), spara un'altra minella verso il rugbysta Pozzato che para come può ma rischia pure di buttarsela dentro e regala un angolo. I primi 5 minuti vedono una FGialla che, contro ogni aspettativa, pur andando a ritmi rallenty, appena affonda, crea insidie da "Dungeons & Dragons": arioso cambio gioco di Frangipani da sinistra a destra per il solissimo Pirillo che arma il tiro ma Pozzato neutralizza. Panca in ansia per il muscolo sfilacciato del "Macellaio" Andy che però tranquillizza tutti e poi si distrugge una caviglia in un fortuito contrasto con Donini. FGialla in 7 dal 7°. Il Dolomiti, dal canto suo, non è che manovri con più brio e, dopo alcune insistite azioni solitarie di Splendore chiuse sempre con prontezza dai centrali di casa, si presenta pericolosamente dalle parti di Uku col solo Florian, bravo a liberarsi in fascia, e a cannoneggiare in diagonale. Contropiede da brividi al 16° quando dalla mancina Gianotti serve al centro Pantozzi, liberissimo di timbrare il montante destro. Riuscito schema su punizione dei rossi di casa con doppia conclusione di Lazzarini sempre respinta e girata fetente di Mezzanotte che fa perno su Manfrin, disinnescata da Pozzato in tuffo. E' vincente invece la girata di Donini al 25°, servito con palombella in piena area: Lazza in versione "Uomo di Latta" del Mago di Oz, offre un solido appoggio invitante al pivot ospite che stoppa, addomestica e strozza in rete, 0-1. Il Capitano rossogiallonero non ci sta e, trangugiata un'intera borraccia di RedBull+carbazocromo, va al deep impact con un Agla spiovente che soltanto un salvifico polpaccio riesce a deviare evitando devastazioni. Si va al riposo e la FGialla conta i sani...6 sicuri + il Capitano che però ha una pupilla dilatata e si sta dilatando anche l'altra assumendo della volgare normalbutilscopolamina grazie alla quale "Ombra del vento" vinse in ottobre il Gran Premio di trotto di Milano. Si riparte, sempre alla moviola, con il Dolomiti che manovra ma non trova sbocchi grazie alle impietose puntuali chiusure del sempre ottimo "Manhattan" Bertinazzo su Vinci e Donini e alle provvide scivolate, di Catanzaritiana memoria, di Mister Gualti che non lasciano scampo a Pantozzi e Splendore. La FGialla chiude e riparte, e quando riparte fa paura: Mezzanotte si esibisce in una volèe insidiosa che Pozzato respinge...ribattuta, altra parata. Bel contropiede orchestrato con apertura sulla destra per l'accorrente Bertinazzo a botta sicura, ma Pozzato respinge; finto no-look di Bonato, con in mano una fiala di flunixin, e palla al Bòcia per la sciabolata che l'estremo dolomitico va a togliere dall'angolino basso; ci prova anche il "Mago" Zanghi con un violento diagonale ma il n°1 condorino si distende e allontana. Gli ospiti non impensieriscono "Uku" se non con qualche tiro ordinario di Gianotti, Florian, Splendore, mentre Pantozzi si mangia una deviazione in scivolata sul II palo. Al 18° la FGialla, pur se con gli uomini contati ed in debito d'ossigeno, alza il pressing: Lazzarini intercetta subito palla a metà e s'invola a campo aperto verso Pozzato che gli oscura la porta facendosi calciare addosso...bravo Giannino a crearsi l'occasione, ma peccato che non si fosse accorto di avere alle spalle il Bocia arrancante per un possibile 2-contro-0 da non sbagliare! Al 25° gli "All Red" strappano il meritato pareggio: Zanghi recupera un rinvio corto e attiva il "Bòcia-maio che tira con forza...rimpallo portiere/difensore e punta vincente sotto misura di "Babbo" Igor che regala l'1-1 ai suoi e pensa alla notte in bianco che dovrà passare. Ultimi minuti con i diavoli rossi in proiezione offensiva disperata per mettere la ciliegina sulla torta: il President scaccia la luciferina idea del portiere di movimento, balenatagli per un istante in testa, pescando con un lancio di 20 metri Bonato che inventa una girata volante pregna di pseudoefedrina per Zanghi che non riesce nella deviazione; finale con fagiolatina in area dolomitica con conclusioni di "Tronchetto" Frangi e "Jack&Cola" Lazza sul triplice fischio finale. DownTownDeuce! I "7 dell'Ave Maria" febbricitanti hanno compiuto un'altra ottima impresa e venerdì prossimo si torna alle mitiche Roen...

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata Ritorno (14.02.2014) # Bassa Atesina B-Febbre Gialla 7-8 (4-4): ...e nel Fosso di Helm bronzolotto echeggiò: "Voi non potete passare!" In cielo non si scorgevano nubi, ma l'aria era pesante; faceva caldo, rispetto alla stagione in cui erano. Man mano che gli 8 sparuti componenti della Compagnia dell'Anello Giallonero avanzavano verso il Cancello di Helm, l'aria era più greve e cupi cirri li raggiunsero; il sole, color sangue, discese in una nebbiolina fumante. Dall'imboccatura del Fosso provenivano grida disumane e suoni metallici di trombe e dall'oscurità le prime frecce giungevano sibilando. La Compagnia puntò risoluta verso la rocca del Trombatorrione dove erano asserragliati i pochi guerrieri dell'Ovestfalda già assediati. Giunti sul ponte di pietra "Frodo" Frangipani strappò una lancia dalle grinfie di un orco e la porse al centro a "Gimli" Bonato che lo trafisse senza pietà in pieno petto, 0-1 al 6°. Il manipolo di orchi, colto alla sprovvista, reagì con furia e con un colpo d'ascia all'8° assestò l'1-1 che però, 10" dopo, scatenò la furia vendicatrice di "Aragorn" Lazzarini che, involatosi sul lato sinistro del ponte, sparò un letale colpo di fionda nell'angolino basso, 1-2. Gli 8 della Compagnia erano giunti alla porta d'ingresso della rocca che si aprì loro dopo che "Gimli" Bonato, ingaggiata una lotta corpo a corpo furiosa, difese la preziosa palla esplosiva che Bòcia Frodo, a rimorchio, riuscì a far esplodere sotto le gambe dell'orco che gli sbarrava l'accesso al portone, 1-3 al 15°. La Compagnia era alfìn dentro la rocca e i guerrieri dell'Ovestfalda festeggiarono il loro arrivo; ora difendersi dall'assedio pareva possibile. Al 16° il silenzio fu squarciato da un sinistro sibilo ed una sentinella cadde trafitta, 2-3. "Legolas" Sidoti reagì con velocità elfica e scoccò due dardi in sequenza: il primo si conficcò nel montante ma il secondo trapassò l'orbita di un orco che stava scalando il muro, 2-4 al 17°. In pochi minuti gli orchi si riorganizzarono e, lanciando massi con la catapulta, fecero due serie brecce nel possente terrapieno della rocca, 4-4 al 28°. Improvvisamente tutto si chetò; una calma innaturale calò nella pianura sottostante. Pareva che gli orchi fossero in ritirata e da un angolo "Legolas" Gabry si lanciò all'inseguimento dei fuggitivi abbattendone uno con una fiocinata letale in diagonale, 4-5. Sembrava fatta; gli uomini della rocca iniziarono ad intonare canti di vittoria che però lentamente scemarono quando si accorsero che, di fronte a loro, nella piana del Fosso di Helm, col favore dell'oscurità, si era radunata una sconfinata orda di terribili Uruk-hai. Si udirono un boato ed uno scoppio...il Cancello di Helm si sbriciolò precipitando fra polvere e fumo (5-5) ed i possenti orchi di Isengard si lanciarono all'attacco della rocca. "Re Thèoden" Zanghi si lanciò alla carica col suo bianco destriero menando fendenti a destra e a manca, liberando "Barbalbero" Mezzanotte per la stoccata vincente del 5-6 al 46°. Ma gli Uruk-hai sghignazzavano feroci incuranti delle molte perdite subite e con un fulmine saettante che mietè alcuni Cavalieri di Eorl, trovarono il 6-6 al 51°. Le nere orde di Sauron si ammucchiarono sotto le mura della rocca ed una gragniuola di ramponi vennero lanciati all'interno ed immense scale appoggiate ai parapetti. L'assedio si preannunciava furioso. Il terrore s'impadronì dei difensori della rocca quand'ecco che una frase rimbombò stentorea nella valle: "Mai nessun nemico sì è impadronito del Trombatorrione! Voi-non-potete-PASSAAAARE!"...era "Gandalf" Gualti che si lanciò nel cuore della masnada di Uruk-hai e, col suo bastone magico, sprigionò una bianca fiammata verso il II palo dove "Barbalbero" Igor mise a segno il 6-7 al 59°. I potenti orchi di Isengard vacillarono ma, forti del loro gran numero, provarono a forzare le difese della rocca: un'aiuto inaspettato giunse ai difensori da "Nazgul" Cavalli che si erse a sentinella delle mura respingendo una grandine di dardi, una saetta in rovesciata e una spingardata deviata da una testa di orco. L'onda nera di orchi trovò un pertugio nel terrapieno ed iniziò a riversarsi all'interno della rocca: al 60° il 7-7 si materializzò per la stanchezza degli indomiti ma esausti sparuti difensori della rocca. Sembrava che la fine fosse segnata. Allora, improvviso e terribile, dalla torre superiore squillò il grande e famoso corno di Helm. "Helm! Helm! Helm!" gridarono i difensori della rocca, il coraggio li pervase e con un ultimo sforzo disumano si lanciarono come un boato contro i mostruosi invasori. Al 61'40" "Legolas" Sidoti mirò con freddezza elfica il cuore di Lar-hen Tis, il capo Uruk-hai, e scoccò la freccia di mithril che colpì il bersaglio mettendolo in ginocchio...sopraggiunse l'antico e stagionato "Barbalbero" Igor che lo schiacciò definitivamente sotto le sue nodose e letali radici...7-8. Il terrore empì gli orchi di follia e, urlando, si dispersero nella vallata...come un fumo nero spinto da vento impetuoso fuggirono via. Gli 8 componenti della Compagnia dell'Anello Giallonero alzarono al cielo i fiammeggianti scudi rosso fuoco, il Fosso di Helm era loro!

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata Ritorno (06.02.2014) # Febbre Gialla-Hic Sunt Leones 4-0 (1-0): Un poker giallonero di cuore e tattica! Terza volta che FGialla e HSLeones si incontrano quest'anno (1-1 e 0-1 per i leoni "olandesi") e 11^ sfida complessiva fra le due compagini, dal 2007/08 ad oggi, con 4 vittorie giallonere, 2 patte e 5 vittorie HSL. FG/Paulaner determinatissima, fin dall'allenamento tirato di lunedì, a chiudere con una vittoria il trittico di incontri con la capoclassifica, alla luce delle due ottime prestazioni precedenti giocate sempre alla pari con gli uomini di Gasperetti, anche se deve fare a meno del preziosissimo Igor Midnight fiaccato dal morbo influenzale. Inizia la sfida e le due squadre si studiano a lungo ma non sfondano; il ritmo non è certo elevato ed entrambe le difese chiudono ogni spazio e qualsivoglia diagonale annullandosi reciprocamente stile Pro Vercelli-Pro Patria degli anni '50...considerando che nelle due FG-HSL di questa stagione si sono segnate appena 3 reti, la proiezione è che finisca 0-0 o poco più! Dopo il tiro di Strano alle stelle ed un tentativo di fuga di Montel chiuso in angolo, si desta Zanghi con un rasoterra non forte ma insidioso che costringe Virciglio a distendersi lungo lungo come un gatto al risveglio per evitare guai. Gli oroneri ospiti aspettano ben chiusi e ripartono in contropiede appena possono ma Cavalli fa sempre buona guardia e sventa in uscita un pericoloso 3vs2. Capitan Schgör ruba palla ma si defila troppo e spara sull'esterno rete mentre Lazzarini imbuca su Bonato con una palla altissima che gli viene restituita di testa per la puntazza esterna di controbalzo che trafigge Virciglio: 1-0 al 23°. I Leones alzano il baricentro ma i padroni di casa sono chiusi e compatti e con ordine chiudono ogni varco. Dopo un duello rusticano nella Terra di Mezzo tra Lazzarini e Lazzarotto (...roba da lazzaroni!), all'ultimo minuto, è Strano ad accentrarsi e colpire con un fendente basso il palo interno di un "Cava" fin qui quasi inoperoso. La ripresa è molto più scoppiettante già dai primi minuti: i Leones cercano di costruire con più intensità ma, appena varcata la linea blu della 3/4 avversaria, vengono braccati dagli indemoniati guardiani di casa; Montel è reso inoffensivo da un "Manhattan" Bertinazzo in forma smagliante, autore di almeno 5 anticipi imperiosi, più una manciata di multicolori interventi decisivi in scivolata e non; Macrì e Schgör sono francobollati dal President, per l'occasione in versione antica di centrale, col compito di registrare dal campo tutta la difesa, muovendo col joystick "Lazza" e soprattutto Pirillo al suo incoraggiante esordio da laterale. Al 5° stoccata da buona posizione di Varignani con il subentrato Uku Corea che ferma l'Agla con la mano aperta a pochi cm. dalla linea di porta e che resiste poi eroicamente ai ripetuti tentativi fallosi di sradicargliela via ricevendo scarpate in ogni dove.Al 9° Mister Esposti anticipa tutti a centrocampo e lancia con un delizioso pallonetto Frangipani in contropiede: il mitico "Bòcia" vede Virciglio in uscita disperata e lo sorvola con una palombella al rallentatore che si deposita nella porta sguarnita vanificando il tentativo di salvataggio in extremis di Schgör: splendido 2-0. Gli oroneri accusano il colpo e la FGialla, oggi nel beneaugurante completo rosso fuoco, è incontenibile: e l'emblema della serata è Gianma Lazzarini che perde palla in attacco ed è il primo a tornare come un fulmine chiudendo l'avversario in corner con una scivolata d'autore! I Leones pressano ancor più ma aprono varchi invitanti e al 14° Frangipani addomestica una gran palla da pivot consumato, si gira ad arte sul centrale che lo marca e smista con intelligenza all'accorrente Gabry Sidoti che dalla banda sinistra esplode un bengala in diagonale che incenerisce Virciglio, 3-0. Lancio di Uku per Capitan Bonato con girata sopraffina a cercare l'incrocio opposto, fuori di poco; bomba di Sidoti ribattuta e Mister Gualti al volo che lambisce il montante. Al 24° fiammata rossogiallonera a completare l'opera di distruzione: "Rosso Ferrari" Sidoti piomba come una furia a rubare palla al centro e, di forza bruta, s'invola in ripartenza nonostante due remore oronere aggrappate ai fianchi, giunto al limite dell'area tocca d'esterno a sinistra dove è in corsa lanciata "Frecciarossa" Frangipani che secca Virciglio per il 4-0 senza appello. Negli ultimi minuti i Leones provano di tutto ma si scontrano con un muro solidissimo che non cede di un millimetro: occasionissima per Pintimalli con collo esterno a colpo sicuro da 5 metri che s'infrange sulla manona aperta di Uku determinato a chiudere finalmente con uno shoot-out. Ennesimo anticipo del "Prof." Bertinazzo con lancio per il "Mago" Zanghi che sfoggia una prestidigitazione sin/dx che va a stamparsi sulla traversa; ultimi minuti con qualche tiro incomprensibile dalla lunghissima distanza ed un palo pieno colto dall'indomito Varignani. Ottimo Pirillo a sfoderare il machete nei convulsi attimi finali tranciando a destra e a sinistra ogni velleitaria incursione ospite. La FG/Paulaner si porta a casa una splendida vittoria contro i primi della classe, frutto di tanto cuore, tanto lavoro tattico e umiltà: non abbiamo fuoriclasse ma ottime "spugne" che assorbono, imparano e mettono in pratica...dobbiamo continuare così! Venerdì prossimo sarà battaglia all'ultimo sangue nel Fosso di Helm bronzolotto, iniziamo ad affilare le lame...

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata Ritorno (30.01.2014) # Febbre Gialla – Futsal BZ 2007 B 2-2 (1-0) : Un volenteroso C5 imbriglia una moscia FG! Ampio stallo della FG/Paulaner nella sua fase di lenta crescita: dopo i notevoli progressi contro gli HSL in coppa e la brillante vittoria con i K5, i gialloneri si presentano troppo molli, confusionari e poco lucidi contro i ragazzi del farm team del C5 già affrontati, e battuti, in questa stagione per tre volte. Troppo ben abituati alle precedenti sfide con i biancorossi, non si è messo in conto però che tra i pali, stavolta, c'è un certo Martin "Spiderman" Gianordoli e, in cabina di regia, il prezioso "Mister" Mongelli. E' in queste situazioni che si dovrebbe dimostrare di avere maturità calcistica...e noi non lo abbiamo dimostrato. Inizio confuso da ambo le parti con trame imprecise e palle perse a iosa; dopo lunghi minuti in cui non succede nulla è Sidoti a provare a suonar la sveglia con un gran diagonale che Gianordoli caccia in corner come una mosca fastidiosa; al 7° punizione dal limite ancora con Sidoti che usa il President come sponda e bombarda centrale esaltando le doti di Gianordoli che respinge non senza difficoltà. Ripartenza cicinquina giostrata magistralmente da Mongelli con conclusione a lambire il montante e successiva bordata di De Sarro deviata bene da Cavalli. Girata a lato di poco di Cap Bonato e contropiedone di Pirillo con destraccio dagli 8m. ignorando un Mezzanotte solo in piena area. Tira Sacco in controbalzo e Cavalli si arrangia in qualche modo, mentre Ercoli spara di punta benissimo e l'estremo giallonero si supera con un'efficace spaccata. Veloce triangolo Mezzanotte-Zanghi, palla girata all'indietro per la conclusione di prima di Bertinazzo a lato di un niente. Coast to coast di Lazzarini che s'invola verso l'area cicinquina ma si trova difronte la montagna Gianordoli che eclissa la porta e respinge di petto. Al 31° erroraccio di posizione del rombo giallonero che si mette in linea sulla 3/4 favorendo l'incursione di Sacco che assiste Mongelli per l'1-0. Intervallo. Nella ripresa la FG/Paulaner parte con più convinzione trovando in Sidoti l'unico in grado di creare pericoli: il fromboliere n° 11 prima sfiora il montante e poi l'incrocio con due sassate violentissime. Al 4° imbucata per Mezzanotte che si conquista un fallo dal limite: bomba ad occhi chiusi di Gabry Sidoti e rete gonfiata, 1-1. La FGialla ci mette un po' più di impegno, ma ha troppi uomini in serata no...bella ripartenza di Lazzarini che ruba palla con un anticipo imperioso, ma non ha la freddezza di saltar Gianordoli in uscita che salva di piede (avrà il 55!). Al 12° contorto vantaggio giallonero in seguito a corner con palla sparata da Pirillo ed autoinsaccata da Sacco nel sacco, 1-2. Occasionissima birraiola dopo fuga di Lazza con tiro violento di Pirillo sul II palo che centra Mezzanotte ma non entra. Dopo un contropiede di Garbin senza esito, al 17° il Futsal B impatta 2-2 in modo abbastanza rocambolesco: palombella per De Sarro che tira in diagonale, Cavalli respinge ma l'Agla incoccia la gamba di Bertinazzo in ripiegamento e torna perfetta e pulita allo stesso De Sarro che infila defilato. Il finale non è bello da vedere con la FGialla che prova a pressare alta, ma l'imprecisione e la poca lucidità fa sì che non ne cavi un ragno dal buco. Finisce con un giusto pareggio. Prestazione insufficiente, occorre un serio giro di vite per tornare in fretta sulla retta via, anche perchè la prossima è con la capoclassifica…

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata Ritorno (23.01.2014) # Febbre Gialla-Kickers Bz 3-2 (2-1): Al termine di un’avvincente battaglia la FGm la spunta sui K5m! Ricomincia il campionato ed è subito "derby d'Italia" alle Max Valier, giunto ormai alla 6° stagione con questi precedenti: 14 incontri (tra Campionato e Coppa), 11 vittorie FG (55 fatti-32subiti), 3 vittorie K5, nessun pareggio; FGialla nella sua versione "Anno Zero", sicuramente meno organizzata e meno tecnica di sempre, ma atleticamente straripante in alcuni suoi elementi e molto accorta tatticamente, e Kickers improntati sul loro solido zoccolo duro con qualche iniezione di gioventù. Gialloneri reduci da un ottimo pareggio in Coppa con la prima della classe (Leones) e Kickers reduci da un buon filotto in Campionato culminato però nell'assurda eliminazione in Coppa. Sfida pepata tutta da giocare e da gustare. Nei primi minuti si assiste ad un discreto giro palla di entrambe le compagini, con le rispettive difese che reggono senza affanni. Rompe gli indugi Tessaro che esplode un collo pieno verso l'incrocio dove "Uku" Corea vola a guadagnarsi l'ingaggio; gli risponde l'adrenalinico "Flash" Frangipani, lanciato in contropiede dal President, che passa fra due biancorossi, supera il terzo in velocità e, di precisione, infila di sinistro Selva in uscita bassa, 1-0. Esce dal campo il Bòcia, fresco di convocazione in Rappresentativa, ed entra il Dott. Sidoti che, all'8°, riceve palla in fascia sinistra ed esplode una folgore sotto il sette dai 15 metri per il sugoso 2-0. I Kickers si rimboccano le maniche e provano a costruire, ma la difesa a uomo giallonera azzanna tutti nella propria trequarti; il più efficace è Masiello che, con spunti solitari, risulta sempre insidioso come al 12°, quando si accentra e tira costringendo Uku alla deviazione contro lo spigolo alto della traversa. Stupenda imbeccata con le mani dell'estremo di casa per Capitan Bonato in area nemica con esterno volante che esce di un niente e punizione deflagrante di Sidoti dai 10m. sulla quale Selva salva (di piede). Al 15° i K5 accorciano: birraioli troppo fiacchi e lenti in copertura e "demonio" Zoffreo non perdona con girata letale dal limite dell'area, 2-1. Gli ospiti si affidano soprattutto alle invenzioni delle due veloci punte Zoffreo e Masiello, ma "Prof." Bertinazzo è in serata saracinesca e chiude sempre con interventi puliti e decisi. Gran contropiede di Mezzanotte, tunnel e assist per l'accorrente Lazzarini che spara verso il II palo ma Selva ci arriva e sventa; violenta punizione di Masiello neutralizzata da "Lazza" appostato ad arte sul palo e ripartenza di Sidoti con rasoiata in diagonale a tagliare tutto il campo per la scivolata del President che non ci arriva di un pelo (di Muniz)! Perathoner fischia l'intervallo...i fuochi d'artificio devono ancora venire! Fin dalle prime battute della ripresa si nota maggior spavalderia nei biancorossi rispetto al passato: tentativo di pressing alto per impedire la costruzione e rotazione degli uomini per scardinare il rombo difensivo dei padroni di casa. Le contromosse giallonere sono immediate e i due pivot marchiati Paulaner entrano in scena con un gran lavoro di protezione palla nelle uscite dalla pressione. Ottima imbucata di Sidoti per Mezzanotte che gli serve un "cioccolatino" che il n°11 spedisce a lambire il montante. Dopo una fagiolata in area febbricitante sventata in qualche modo è Tessaro a provarci due volte dalla lunghissima distanza ma Uku, pur se coperto, non si fa sorprendere. Fuga terrificante dell'incontenibile "Bòcia-maio" Frangipani che si presenta a tu per tu con Selva ma gli calcia addosso; i K5 hanno più possesso palla ma spesso l'imprecisione dell'ultimo passaggio vanifica tutto, mentre il granitico duo Bertinazzo-Esposti lotta senza sosta con il satanico duo Zoffreo-Masiello e Zanghi tarpa tutto quello che si muove sulle bande. Al 18° pirotecnico 3-1 in seguito a corner: il tiraccio di "Manhattan" Bertignaz è girato al volo dal "Mago" Zanghi verso il II palo dove "Furby" Midnight insacca al volo sotto misura...futsal bailado! Al 15° occasionissima K5: botta dalla distanza che colpisce il palo e tapin a colpo sicuro di Masiello da pochi passi che trova un miracoloso Uku(rukuku) di azzurro vestito a salvare di gamba. Al 18° il solito Zoffreo trova il 3-2 con un'astuta girata in scivolata (18^ marcatura complessiva alla FGialla!); la partita s'infiamma, forse non è bella, ma è sicuramente una battaglia con continui rovesciamenti di fronte...collo pieno di Sidoti, Selva vola; Bergamo s'incunea in area ma è contrato all'ultimo; "Shpalmen" Sidoti, shfonda sulla sinistra e spara di punta a Bonato che viene colpito sulla linea di porta ma non riesce a buttarla dentro; colpo di testa di Zoffreo e Agla che rimbalza sulla traversa; sombrero di classe di Gianma Lazzarini a Masiello ma Selva esce e para di petto; puntata di Mister Gualti in proiezione offensiva col montante che salva Selva, graziato poi anche da Sidoti che si libera, slalomeggiando bene, ma da 4m. spara incredibilmente sul fondo. Ci si avvicina alla fine...cartellini gialli a catinelle per falli, proteste, perdite di tempo; Selva blocca sotto le gambe un napalm di Sidoti da punizione, mentre gli ultimi giri di lancette vedono i K5 buttarsi insolitamente altissimi per rubar palla, ma non accade più nulla...finisce 3-2. La FGialla più proletaria della sua storia balza ora al terzo posto sopperendo quest'anno alla evidente carenza di qualità tecniche con grinta, cuore, atleticità, sagacia tattica e voglia di sacrificarsi...

Coppa Provincia – 2° Turno – Triangolare “B” (16.01.2014) # Hic Sunt Leones-Febbre Gialla 1-1 (1-0): Dopo l'eterna sosta natalizia, la FG/Paulaner torna finalmente in campo a più di un mese dall'ultimo incontro giocato; la chiusura della palestra nel corso delle feste è stato ovviato da gelidi allenamenti all'aperto, di gruppo ed individuali, con giocatori sorpresi a faticare nei posti più impensabili (oltre al classico Talvera e ai campi di Maso della Pieve): S. Osvaldo, Appiano, Virgolo, Flavon, Birti... Tutti si sono dati da fare e cmq si è lavorato in qualche modo e non si è arrivati così al difficile faccia a faccia di Coppa con gli Hic Sunt Leones impreparati, almeno dal punto di vista atletico. Leones in completo nero e oro e FGialla che esibisce la nuova seconda maglia rosso fuoco che ha soppiantato il glorioso completo azzurro datato anni 2000, ormai troppo vintage. Unica partita della serata con Vip d'eccezione tra il pubblico: compare il "bandito" Neffo, dopo lustri d'assenza, e pure il mitico Calde che, per mantenere la neutralità, si siede proprio al centro delle gradinate.Ottima partenza dei "red devils" della Paulaner che, nei 5' iniziali, sciorinano un veloce giro-palla e belle trame di gioco che portano alla velenosa conclusione di Pirillo e alla rasoiata in diagonale di Sidoti sulla quale Virciglio compie il primo dei tanti miracoli della serata. Anche il President arriva due volte al tiro dal limite ma ha il mirino non calibrato e di sinistro alza oltre la traversa. Al primo errore degli ospiti i Leones ripartono in contropiede e Montel timbra la traversa. Gran palla di Bertinazzo per l'ex Zanghi che spara in diagonale ma trova la mano di Virciglio ad anticipare Frangipani sul II palo. Pochi istanti dopo, identica azione del Bòcia che cerca Bonato sul II, ma ancora l'estremo in bianco-viola ci mette la mano ed evita un tap-in già fatto. Lazzarotto sparacchia sul fondo da buona posizione e Strano tira un tiro strano fuori di poco. Il Cavalli birraiolo è il gran serata, si rifugia in corner su insidiosa percussione di Montel e soprattutto blocca l'Agla sotto le gambe dopo un'imbucata con tiro centrale di Fill. L'intervento più spettacolare è però la respinta magistrale nell'1vs1 contro Pintimalli comparsogli davanti dopo ripartenza solitaria. I legni si pareggiano al 20° quando, su punizione dai 7 m. il Capitano pesca sulla sinistra il dimenticato Pirillo la cui girata di prima colpisce il palo interno a portiere battuto. Al 24° i Leones passano: contropiede degli "all reds" che van via 2-contro-1 con erroraccio nell'ultimo passaggio che innesca in contro-contropiede dei "gold-blacks" per il facile 1-0 del "boemo" Strano. Anche stavolta, come in campionato, il sostanziale equilibrio è rotto da un episodio...prova a pareggiare Gollin con una fuga palla al piede che lo fa arrivare a tu per tu con l'estremo di casa, ma la loffia finale è parata senza alcun patema. Ad inizio ripresa la FG/Paulaner esegue il consueto avvicendamento fra i pali con Uku Corea che scende sul parquet indossando la nuova maglia azzurra n°1 della Mass, scelta ad immagine e somiglianza di quella indossata dal suo noto idolo futsalistico kaotico; subito l'estremo ospite è chiamato ad una parata su collo di Montel e ad un'uscita di piede sullo stesso cobra nero-oro; risponde Mezzanotte imbeccando dal fondo Lazzarini per una deviazione sotto misura fuori di un nonnulla; Pirillo sbroglia da solo una complicata situazione contro tre Leones e Bertinazzo cannoneggia verso Virciglio che letteralmente vola a togliere un Agla dall'incrocio. Non è da meno Uku(rukuku) che si supera su volèe ravvicinata di Macrì e poi esce alla disperata vanificando il tentativo di rebound di Schgör. In questa seconda frazione si assiste ad un maggior possesso palla dell'HSL che cerca però di abbassare i ritmi ed addormentare la partita, mentre la FGialla, come in campionato sotto di 1-0, non decide, come in campionato, di alzarsi a pressare lancia in resta ed offrire il fianco all'avversario ma attende, pronta a colpire al momento opportuno. Dopo un'altra girata di Macrì ottimamente respinta dal portiere ospite ed una ripartenza di Zanghi che ruba palla e lancia Midnight, il quale salta secco un uomo ma mette sull'esterno della rete da due passi, iniziano gli ultimi quattro giri di lancette dell'orologio di un arbitro ormai in balìa di se stesso...58°: senza motivo viene fischiata a Bertinazzo una scivolata lontana dall'uomo a coprire la porta: sarebbe il 6° fallo e Virciglio arriva in area febbricitante per tirare dai 10 m. ma l'arbitro, per non farla troppo sporca, s'inventa che è fallo sì, ma di 2^ quindi non cumulabile...sgorgano le proteste ed, essendo passati troppi secondi, viene invertita la battuta con la FGialla che fugge verso la porta avversaria sguarnita, ma Bonato è abbattutto al limite dell'area. 59°: alla battuta si appresta "Bazooka" Sidoti che, vedendo davanti a sè un muro nero-oro che ostruisce completamente lo specchio, chiede al Capitano: "Cosa faccio?", ricevendone come risposta: "Uccidine uno!". Detto, fatto: Gabry Sidoti arma il micidiale sinistro, prende la rincorsa, entrambe le panchine si coprono gli occhi, tutti gli spettatori evacuano la palestra e...lui decide per una flebile, insulsa, fiacca, moscia, molle, inguardabile, ridicola palombella senza esito! 60°: rovesciamento di fronte con palla a Montel che, ad arte, si lascia cadere appena sente l'odore di sudore di Bertinazzo, ma questa volta Iddio è giusto e consiglia a Limoncella di non abboccare! 61°: riparte Sidoti in fuga solitaria in banda e viene scaravoltato con anche qualche listello di parquet al seguito...la panchina leonina entra tutta in campo per protestare ancora per lo svenimento di Montel, ma Capitan Silvietto fa da regista consumato di questo cortometraggio esigendo l'uscita di tutti dal campo e la possibilità di riprendere il gioco...62°: tocco a lato per il domatore Riccardo Gabriele Nicolò "Orfei" Sidoti e colpo di frusta chirurgico dai 12m. che s'infila pazzescamente nel sette, riportando in gabbia i Leones ed impedendogli di ruggire per la vittoria. Lo spettacolo circense termina all'istante. Buona prova dei rossogialloneri che ancora una volta han dimostrato di giocare alla pari con quella che è la capoclassifica indiscussa del campionato: HSL, con 4 punti, già in semifinale mentre FG-Dolomiti, in aprile, deciderà la seconda qualificata...

Coppa Provincia – 1° Turno Ritorno (12.12.2013) # Febbre Gialla-Futsal Bz 2007 B 6-1 (1-1): Ritorno di Coppa Provincia alle Max Valier con la FG/Paulaner che parte da un rassicurante 0-3 e che quindi pensa bene già al 3° di gioco di dar pepe alla sfida passando in svantaggio: Sidoti, in campo con scarpe a suola liscia da Super Pippo, si dimentica la palla in piena area e Obwexer indisturbato segna lo 0-1 ed esulta insieme a lui...dubbi di combìne da Procura Federale! Incenerito dallo sguardo satanico di Mister Gualti, il n° 11 giallonero decide di farsi subito perdonare ed al 5° indossa le vesti di tal "GabryRicky" Sidoti, attaccante universitario veronese dell'A.C. Picchia, e, triangolando con Mezzanotte, folgora in diagonale Garbin (1-1). I giovani del C5-Futsal si esibiscono nel loro tipico schema da corner che ancora i padroni di casa non hanno capito e Obwexer spara di piatto fuori di poco. Sacco e Franchini cercano di far valere la loro esperienza di C1 ma non si rendono quasi mai pericolosi, è invece "Bòcia" Frangipani a lanciarsi in fascia tra due avversari, saltarli con una piroetta da Vispa Teresa a caccia di farfalle e costringere Garbin al miracolo. Prof. Bertinazzo salva in scivolata su Sacco e spara due bordate da corner, mentre Midnight favorisce il rimorchio del President che tira due volte ma lambisce il palo. Cavalli salva in tuffo su "Obexenweger" ("Giusto, Bocia?") ed è graziato da Sacco che si beve un difensore ma di punta inquadra la spalliera. Il primo tempo scivola via come la maionese sulla pizza del Bòcia e si chiude con un salomonico 1-1. Nella ripresa subentra tra i pali, come di consueto, Uku Corea ed il pubblico ancora non sa a cosa starà per assistere. Intanto è Franchini, saltati due birilli di casa, ad impegnare l'estremo difensore birraiolo che salva in spaccata. Bella imbucata di Andrew Pirillo su "Furby" Midnight, scarico al "Mago" Zanghi e Garbin toglie l'Agla dall'angolino. La FGialla manovra abbastanza bene e con fluidità, entrando ed uscendo dall'area cicinquina con un gran lavoro di costruzione del pivot di turno: all'11° da schema di rimessa con srotolo, Captain Bonato centra il 2-1 con puntazza a giro nell'angolo lontano. E' un momento di grazia per il pivot Silvietto che riceve imbucate sopraffine e dispensa scarichi da leccarsi i baffi mettendo Esposti e Gollin soli a due metri da Garbin...in entrambi i casi si gioca a chi fa la ciofeca più inguardabile e anche l'arbitro si vergogna a non poter fischiare due gol già fatti e minaccia di andarsene a casa a guardare Master Chef! Dopo che "Obxewerbaum" prima e Franchini poi impegnano Uku in due parate non facili è ancora "Action Man" Silvio a servire dal fondo verso il centro area una palla preziosa su cui si avventa Sidoti, in versione burattino senza fili, che si affloscia a mezzo metro dalla riga di porta, mettendo pure fuori causa Zanghi che lo insulta in curdo con inflessioni turche della Cappadocia meridionale. Al 18° Pirillo "Er macellaro" appoggia su MezzIgor che perde palla, la riconquista con caparbia e libera "Flash" Frangi in sovrapposizione laterale che insacca di prima nell'angolino opposto, 3-1. Il C5 si conquista tre corner e per tre volte Uku respinge deliziando tutti con un finale tuffo plastico quanto inutile perchè il tiro era diretto sul fondo. E' il 26° quando il tempo alle Valier si ferma...la palla è tra le mani di Uku-Corea che vede il suo collega Garbin a 25 metri di distanza appostato a cercar finferli e quadrifogli al limite della sua area: senza pensarci due volte e dopo aver elevato un breve e sgraziato peàna mistico al proprio idolo futsalistico ("Ukurukukuuuu palomaaaa, ahiahiahiahiiii segnavaaaa!"), calcia una palombella che attraversa tutta la palestra e, tra l'incredulità generale, s'infila in rete per lo spettacolare 4-1 (seconda segnatura personale in carriera). Al 27° prove generali di rigore con schiacciata assurda di mano, non vista, e subito dopo altro fallo di mano troppo evidente per non essere sanzionato: penalty affidato al Bòcia che trasforma senza guardare, 5-1.  Siamo agli sgoccioli e al 29° "Shpalman" Sidoti, lanciato a briglia sciolta in banda, incenerisce Garbin con una sassata nell'incrocio opposto sotto lo sguardo arcigno del President solo in mezzo all'area. Termina 6-1 e si passa al 2° turno di Coppa che ci vedrà impegnati in un triangolare con Hic Sunt Leones e il F.Dolomiti, passato per il rotto della cuffia. Ma se ne riparlerà il 16 gennaio del nuovo anno...

Coppa Provincia – 1° Turno Andata (05.12.2013) # Futsal Bz 2007 B-Febbre Gialla 0-3 (0-1): C5-Zero3...colpito il primo pezzo! Archiviato il girone d'andata del Campionato con i Leones campioni d'inverno, si passa alla Coppa Provincia che impegnerà le 11 compagini di C2 fino a fine gennaio. Apre le danze l'incontro C5 Futsal BZ contro FG/Paulaner con i cicinquini costretti ad una panchina un po' corta dal regolamento Figc che non consente di schierare giocatori che abbiano disputato anche solo un incontro in serie superiore: un accordo fra le società, all'insegna della sportività, consente ai biancorossi di C. Rossi di portare almeno i titolari del farm team di C2. Gialloneri privi degli indisponibili Sidoti, Bertinazzo e Pozzato. Passano appena 30 secondi e la FG/Paulaner è già in vantaggio: da rimessa laterale un doppio triangolo Frangipani-Pirillo permette al "Bòcia", unto di maionese, di sgusciare come un'anguilla fra due avversari ed infilare Precivale di punta, 0-1. Il C5 si affida al mitico mister della prima squadra Ruben Mongelli che giostra da dietro, imposta, dà ordine e getta esche sulla fascia per far abboccare qualche inesperto giallonero (riuscendoci!). Un veloce uno-due con Lazzarini libera Capitan Bonato in area ma la sua caviglia, imbrigliata in uno scarpone da sci di tape, gli impedisce di arrivare al tiro. Gran conclusione defilata del "Mago" Zanghi con "Chef" Precivale, in versione Presidenziale, che toglie l'Agla dal sette. Risponde Mongelli su punizione, respinta, e Obwexer ancora da calcio da fermo è murato dalla barriera. Girata sopraffina di "Furby" Mezzanotte, facile preda dell'estremo cicinquino, e ariosa sovrapposizione di "Maio" Frangi che schfffonda sulla sinistra e spara sul I palo conquistando un corner. Insidiosissima percussione centrale dopo un corner con velo e unica, ma determinante, parata di piede di "Horse" Cavalli al 18°. Insistita azione del giurassico "Cyborg" Esposti che salta due difensori, che potrebbero essere suoi figli, e spara dal limite di punta lambendo il palo. La prima frazione si chiude con un contropiede di "The Butcher" Pirillo che, forse sorpreso dal fatto di non essere stato raggiunto dai più atletici avversari, si deconcentra e tira senza tanta convinzione. La ripresa vede il C5 mantenere un iniziale maggior possesso palla, ma i birraioli chiudono bene ogni diagonale e il rombo non mostra falle di sorta. Molto diligente "Gollum" Gollin svolge bene il suo compito difensivo laterale e soprattutto non si fa più uccellare da Mongelli in banda. Da una buona circolazione di palla che passa dai piedi di Bonato e Zanghi, si arriva all'accorrente Pirillo che però bombarda alto. Annullati due schemi su rimessa dei giovani del Futsal, la FGialla combatte sulla trequarti su ogni pallone e Lazzarini, sempre col sorriso stampato da "Uomo di Latta" del Mago di Oz, sradica vari palloni dalle grinfie nemiche. Al 19° apoteosi dell'imbucata dopo i tanti lunedì passati a provarla: delizioso passaggio centrale al pivot Midnight e rimorchio sontuoso di "Machete" Pirillo con diagonale secco imparabile, 0-2. Gran soddisfazione di Mister Gualti. Il C5 alza leggermente il baricentro con Ercoli e Obwexer ma senza esito e al 22° da schema di corner modificato in corsa, Zanghi pesca intelligentemente Cap Silvietto sui 10m che calcia da fermo di punta a fil di palo: Precivale nulla può ed è 0-3. Mongelli va vicino al gol della bandiera con un tiro deviato che esce di poco, ma per il subentrato "Ukurukuku" Corea è solo ordinaria amministrazione fino al fischio finale. Ultimi highlights della serata: Pirillo si trova da solo al limite dell'area, prova a pallonettare Precivale in uscita che commette fallo di mano fuori area e poi lo stende (punizione dal limite senza esito) e puntazza del Bòcia verso il II palo per l'incornata di testa del Capitano che non inquadra il bersaglio. L'andata di Coppa termina 0-3 per i gialloneri, un buon risultato in trasferta, ma non certo sufficiente per sonnecchiare sugli allori dato che c'è ancora un ritorno da disputare...

Campionato – Serie C2 – 11^ Giornata Andata (28.11.2013) Febbre Gialla-Bubi Merano B 2-1 (0-0): Contro i "veci" decidono i "veci"! Ultima partita del girone d'andata e, per i gialloneri, ultima del miniciclo delle tre compagini meranesi, incontrate consecutivamente: dopo l'Olimpia Holiday (vittoria) ed il Marlengo (sconfitta), c'è dunque il Bubi B da testare, sempre scomodo ed ex capoclassifica appena tre giornate orsono. Partita preparata meticolosamente dai bolzanini, che partono molto coperti per non offrire subito il fianco ai giallorossi, che, dal canto loro, non forzano e restano anch'essi arroccati dalle loro parti. I primi minuti sono quindi abbastanza noiosi, il ritmo è soporifero e le squadre abbottonate non regalano proprio nulla al numeroso pubblico. Ci prova due volte Sidoti dalla distanza e senza tanta convinzione e poi un'efficace imbucata su Bonato consente la bomba centrale di Lazzarini. Dopo un diagonale al veleno di Sidoti che lambisce il montante, dagli sviluppi di una buona circolazione di palla Bonato si trova libero sul fondo e assiste l'accorrente "Bocia" Frangipani che gira di prima ma Marinelli, apparentemente battuto, compie il miracolo con un salvataggio spettacolare a mano aperta. I bolzanini hanno in mano il pallino del gioco e ruotano anche dignitosamente, ma i volponi meranesi capitanati come sempre da Bonfiglio si difendono in modo ordinato e non soffrono più di tanto. Ottima realizzazione di uno schema su punizione che però sfuma per un rimpallo sfortunato della sfera contro Zanghi ben appostato sul II palo. "Manhattan" Bertinazzo dimostra la sua crescita fisica chiudendo in pulita scivolata una fuga di A. Facchini, mentre "Scheggia" Lazzarini ruba una preziosa palla a centrocampo con un anticipo imperioso ma la sua fuga verso il campo aperto è fermata da un evidente fallo non sanzionato. I meranesi provano qualche conclusione dalla distanza con Bartola e Ferrarese, ma il più pericoloso è A. Facchini che impegna severamente "Ukurukuku" Corea dalla sinistra, costringendolo a deviare in angolo: dalla "bandierina" ne esce una palombella fetente che il n° 1 giallonero smanaccia, togliendo la palla dalla testa di Facchini e poi, da terra, deve rialzarsi come un gatto, per annullare la successiva conclusione in diagonale di Bonfiglio diretta verso la porta spalancata. Furba punizione toccata da Bonato al liberissimo "Bocia” che, offuscato dalla maionese, perde l'attimo e viene contrato. Il primo tempo si avvia a chiudersi con uno scialbo 0-0, quando, da schema da corner, i bolzanini recuperano una palla che pareva persa, Marinelli è sorpreso fuori dai pali ed il repentino cross è incornato di testa da Bonato contro il palo sinistro. Nell'intervallo il Capitano ordina alla squadra: "non finisce 0-0", ed il President ordina a Sidoti: "Gabry, sfonda a sinistra e spara sul II"...detto, fatto...al 35° secondo della ripresa "Shpalman" Sidoti sfonda in banda mancina e deflagra un tracciante verso il II palo dove piomba "Midnight" Mezzanotte, per l'1-0 d'autore. Bel duetto in velocità tra Mezzanotte e Zanghi chiuso all'ultimo da Barbiero, mentre l'esperto Petrachi fa letteralmente volare il Bocia "Peso Piuma" lanciato in contropiede solitario. All'8° il "dimissionario" "Giannino" Lazzarini ruba palla ai meranesi, serve Bonato ed in coppia col President dà vita a due sovrapposizioni in stile Frecce Tricolori che aprono la voragine centrale per il Capitano che tramuta Marinelli in una statua di sale: fiondata da fuori area con palla a scendere e 2-0 bellissimo. Il Bubi alza un po' la pressione e sfiora il palo col solito Facchini. La FGialla, quando manovra, è tranquilla e ordinata e Pirillo inanaella una buona manciata di minuti in cui gestisce bene il ruolo di centrale in impostazione, gli manca solo la conclusione; Sidoti sfiora il gol della sicurezza mancando il bersaglio di un niente. Ottima uscita dal pressing dei gialloneri con lancio millimetrico di 20 m. del subentrato Cavalli a "Flash" Frangipani, che riesce a controllare una palla impossibile, la mette giù, si districa sul fondo e appoggia a centro area dove però non è arrivato ancora nessuno dei compagni...nessuno viaggia come lui alla velocità della luce! Al 23° il Bubi riparte ed imbecca Bonfiglio che fa 2-1 e i padroni di casa cominciano ad aver paura di vincere; i meranesi pressano alti e, anche quando ripiegano, lasciano sempre in attacco Bonfiglio come mina vagante. "Cava" Cavalli salva il risultato con una provvidenziale uscita disperata sulla 3/4 proprio sul solitario Capitano giallorosso, dimenticato da tutti. Nei minuti finali è "Mago" Zanghi a trovarsi solo davanti a Marinelli che, con parata di classe, toglie l'Agla dall'angolino. Finale con i bubini che schierano il portiere di movimento per qualche minuto ma il risultato non cambia. Contro i "veci" meranesi hanno deciso i "veci" del team bolzanino: chiudiamo l'andata con 16 punti di tutto rispetto, frutto di 5 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte...non male considerando il punto di partenza estivo. Nel ritorno cercheremo di fare ancora un po' meglio. Intanto settimana prossima c'è già aria di Coppa...

Campionato – Serie C2 – 9^ Giornata Andata (14.11.2013) # Febbre Gialla-Marlengo FF 2-6 (1-3): La FG/Paulaner se l'è giocata, nonostante il tennistico set perduto! Difficilissimo cliente per la FGialla "Anno Zero" questa sera: arriva il Marlengo, vicecampione della passata stagione, orfano delle colonne Maggetto e Zanon (emigrate altrove), ma sempre squadra rognosa e di tutto rispetto. Anche la FGialla, dopo la "rifondazione" estiva, è orfana di 7 colonne del recente passato e umilmente si avvicina a questa partita conscia di essere tecnicamente inferiore ma con l'obiettivo di provare comunque a giocarsela a viso aperto (tanto lo scorso anno su 4 sfide con i meranesi se ne erano perse ben 3!!!). L'ordine iniziale è stare attenti alle loro ripartenze e non imbeccare il velocissimo Merzi con passaggi sbagliati: come non detto...al 2° e 3° minuto due sciagurati appoggi, intercettati a centrocampo, lanciano Merzi a campo spalancato verso Cavalli per lo 0-2 a freddo! I gialloneri partono subito in salita, ma reagiscono con Bonato che manca di poco il bersaglio da centro area, con Pirillo che conclude bene e forte lambendo il palo e con Sidoti che cannoneggia mancando di poco lo specchio. Al 12° Sidoti rispolvera i suoi slalom da ex-C1 bevendosi mezza difesa meranese e fiocinando Schmieder in diagonale, 1-2. Contrariamente alle attese il Marlengo non pressa alto e pare temere l'inesperta e rinnovata formazione bolzanina, rintanandosi nel suo rombo difensivo ed affidandosi alle ripartenze di Bagalà, Merzi e Bauer. Mezzanotte riceve due succose imbucate e, facendo perno sull'avversario, si gira ed impegna seriamente il colossale n° 1 ospite. Nel momento di maggior spinta giallonera arriva l'1-3 che chiude il primo tempo: palla centrale ad un azzurroblu dimenticato in piena area, scontro Cavalli-Zanghi per chiuderlo, scarico all'indietro per Bauer che infila la porta sguarnita. Altro regalo evitabile. Nella ripresa la FGialla riesce a macinare un discreto giro-palla e tiene gli ospiti nella loro metà, ma al 5° un affrettato lancio con le mani di Corea viene intercettato da Costanzo a centrocampo ed il suo siluro dai 15 metri non dà scampo, 1-4. La FGialla alza obbligatoriamente il suo baricentro ed inizia a pressare altissimi i meranesi, impedendo loro di costruire ma, inevitabilmente, offrendo il fianco alle loro veloci ripartenze. Al 17° Sidoti salta netto Duso in fascia e spara un rasoterra verso il II palo per la deviazione vincente del solito diligente Zanghi, 2-4. La FGialla ci crede, gira, gioca, crea: splendida triangolazione Frangipani-Bonato che non ha fortuna ed altro II palo cercato da Lazzarini con Zanghi anticipato questa volta in extremis. Grande miracolo di Schmieder in spaccata su puntata ravvicinata di Mezzanotte. Bravo anche Corea a respingere una bomba su punizione e a parare una conclusione ravvicinata. Purtroppo al 20° viene affossata ogni velleità bolzanina: con i padroni di casa in piena proiezione offensiva, un giocatore del Marlengo, zoppicando, esce dal campo (senza che l'arbitro abbia fermato il gioco) molto lontano dalla propria panchina dalla quale invece entra Merzi, con tanto di lancio del fratino a terra...combinazione è proprio il n° 9 azzurroblu, comparso alle spalle dei gialloneri in attacco, a ricevere la palla ed ad andare in contropiede solitario a siglare il 2-5. Nei minuti finali il forcing birraiolo è generoso e produce anche discrete occasioni: Esposti triangola nello stretto con Mezzanotte e si presenta davanti alla montagna Schmieder che oscura con abilità la porta; bella punizione con Pirillo liberato solitario al tiro che però opta per altra soluzione e definitivo 2-6 di Ravanelli con ennesima ripartenza. Perso sì, ma non male come con Bolzanese e Kaos: abbiamo fatto gioco, abbiamo anche creato abbastanza rispetto ai nostri standard, siamo riusciti a tenere in apprensione gli avversari...insomma stavolta non tutto è da buttare. Da buttare sono sicuramente le ingenuità evitabili, che ci sono costate 4 reti, mentre bisogna correre ai ripari di fronte alla ancora tanta/troppa inesperienza e, in certi casi, alla esasperante lentezza nella connessione testa-piedi...Ora turno di riposo con amichevole e poi sotto con la terza ed ultima meranese consecutiva: il Bubi B dei ben noti sornioni ma mortali volponi.

Campionato – Serie C2 – 8^ Giornata Andata (07.11.2013) # Febbre Gialla-Olimpia Holiday 4-1 (3-1): La FG/Paulaner fa 1 passo indietro per farne 4 avanti! Dopo le due recenti spazzolate subìte, la FGialla "Anno Zero" si è trovata a dover risistemare con più oculatezza l'assetto difensivo in modo da evitare di mandare allo sbaraglio certi quartetti un po' troppo spensierati e sbarazzini; quindi rombo un po' più basso e molto più serrato e cambi molto più equilibrati in vista del temuto trittico meranese delle ultime tre giornate. La prima formazione del Passirio che scende alle Max Valier è la neonata Olimpia Holiday Merano imbottita però di tante vecchie conoscenze ex Bubi, ex Holiday, ex Pragma ed ex Marlengo, insomma una squadra, sulla carta, di tutto rispetto. Non sarà facile. Il rombo difensivo giallonero parte ben coperto e, quando attacca, esibisce un giro palla abbastanza fluido; già al 5° gli equilibri si rompono: Bonato battaglia con Deflorian, gli ruba palla sulla trequarti, punta Zanon e scarica d'esterno all'accorrente Zanghi che buca Ceppetelli sul I palo con un tiro radente, 1-0. Ancora il "Mago" Zanghi si rende pericoloso con due violenti diagonali che non sorprendono l'estremo ospite. Anche Sidoti sfonda sulla sinistra e cannoneggia verso Ceppetelli che ci mette i pugni, mentre Mezzanotte riceve una bella imbucata di Pirillo, ma la sua girata è preda del n° 1 meranese. Pregevole colpo di biliardo di Igor "Midnight" all'8° con palla toccata sotto su rasoterra proveniente dal fondo e incrocio sfiorato di un niente. Su lancio lungo di "Uku" a liberare Bonato in area nemica, interviene M. Di Mauro con una spettacolare schiacciata stile volley che gli vale il giallo e la punizione dal limite: la cannonata di Lazzarini centra l'all black appostato a protezione del palo. L'Olimpia prova ad imbastire qualche azione d'attacco, ma Costanzo, Zanon, Di Mauro e Dallapè non riescono mai ad entrare nelle serrate maglie difensive dei gialloneri (oggi in completo azzurro) e si devono limitare a conclusioni dalla distanza non sempre precise. Ghiotta occasione per i padroni di casa al 14° quando Bonato è strattonato in area: il penalty lo batte lo stesso Capitano ma Ceppetelli lo costringe ad angolare troppo e l'Agla finisce sul fondo scheggiando il palo di sinistra. Fortunatamente l'errore da dischetto viene cancellato al 17° quando "Bocia" Frangipani rientra intelligentemente da un attacco murato e riparte con uno stretto triangolo con "Action Man" Silvietto che lo libera in area, controllo di petto, poi di ginocchio ed infine puntazza imprendibile nell'incrocio opposto, 2-0 bellissimo, e grande acume tattico del giovane '94, maionesedipendente, che applica diligentemente quanto imparato ad allenamento. Al 23° Dallapè si fa largo sulla banda sinistra, entra in area, spara verso Uku, ma sulla traiettoria trova il braccio di President Esposti in tentativo disperato di chiusura: rigore indiscutibile che lo stesso n° 10 trasforma accorciando 2-1. Al 28° Dott. Sidoti ruba palla a metà campo sfruttando le lunghissime leve e serve Mezzanotte che viene anticipato, Shpalman Gabry ripiomba come un falco sulla palla ed esplode un maglio perforante che incenerisce Ceppetelli in posizione da Mazinga Z, 3-1. La ripresa delle ostilità vede i neri dell'Olimpia molto più aggressivi e pressanti: i frutti sono immediati con un montante esterno colto da Di Mauro ed il quartetto bolzanino che sbanda un po'. Inizia lo show del portierone di casa costretto ad una provvidenziale parata su velenoso diagonale di Di Mauro, venendo poi graziato da Zanon che non inquadra di pochissimo lo specchio spalancato. Nei primi 7' di forcing potente meranese ci provano anche Costanzo e Di Mauro, ma Corea fa buona guardia ed è sicurissimo in presa bassa nonostante siano tiri sporcati e molto insidiosi. Il funambolico Dallapè s'incunea in area bolzanina con uno slalom frenetico ma il palo respinge la conclusione. Break di Sidoti con rasoiata respinta da Ceppetelli e tap-in mancato da Mezzanotte. Ancora Sidoti da schema di rimessa laterale riesce ad imbeccare Zanghi solissimo sul II palo...illusionismo del "Mago" di destro/sinistro e palla incredibilmente fuori! Sull'altro versante un'imbucata centrale libera al tiro un meranese, Corea para miracolosamente, arriva Di Mauro di collo pieno da 2 metri e lo stratosferico "Ukurukuku" ci mette la manona, soffocandogli in gola l'urlo per un gol già fatto! Come non bastasse è ancora l'imperioso UkuCorea, con la mossa della piovra gigante, a far sparire la palla dai piedi di un olimpico piombato sotto porta per la botta a colpo sicuro. Il "Bocia" Lorenz, dopo aver dato la caccia con efficacia ad ogni cosa nera si muovesse sul parquet, ha ancora la forza di sgroppare in varie ripartenze inseguito vanamente dai lupi mannari meranesi. Il "Prof." Bertinazzo ingaggia duelli rusticani con lo scomodo Dallapè, ultimo degli all blacks, insieme al granitico Zanon, ad arrendersi. Pericolosa la percussione di Gollin sulla destra con palla messa al centro in direzione di un compagno, ma Anzil sventa tutto. Al 23° si chiude virtualmente l'incontro: dalla banda mancina Sidoti deflagra un tracciante sul I palo che Ceppetelli respinge, la palla schizza tra varie gambe ed arriva al President, in una delle sue rare proiezioni offensive, che di piatto la deposita nella porta sguarnita, 4-1. Gli ultimi 7 minuti vedono l'Olimpia Holiday attaccare il fortino bolzanino che però regge senza più grandi patemi d'animo. La nuova impostazione tattica ed anche la calcolata gestione dei cambi ha indubbiamente pagato. Il progetto di crescita è stato volutamente rallentato ma con lo scopo di fare maggiori passi avanti..."festina lente" dice un vecchio e saggio brocardo latino, cioè "affrèttati lentamente"...

Campionato – Serie C2 – 7^ Giornata Andata (31.10.2013) # Kaos BZ B-Febbre Gialla 5-1 (2-0): La FG/Paulaner vede in faccia le streghe di Halloween! Nella sera delle zucche infernali la FGialla incontra i giovani del Kaos B priva di "UkuPugsley" Corea, del "Dottò" Sidoti e di "Midnight" Mezzanotte; prima occasione per Lazzarini su sviluppo da corner che impegna Degan sparando centrale. Risponde il Kaos con una girata di Nicastro che Cavalli devia. Bella punizione schematizzata che porta Lazzarini a sparare dalla banda verso il II palo dove Pirillo non ci arriva per un niente; l'estremo giallonero sventa in uscita due folate kaotiche mentre Zanghi libera Capitan Bonato solo in area ma il suo tocchetto d'esterno è troppo debole e non inganna Degan. Al 21° Galasso, solo(!?), infila da zero cm. una palla girata da Nicastro e non trattenuta da Cava, 1-0. Occasionissima giallonera al 23° con fagiolata sulla linea di porta biancazzurra: punizione respinta dal portiere che finisce su gamba di Bonato, salvataggio di Zubba di testa sulla linea, palla che rimpalla su spalla del Capitano birraiolo e finisce sul fondo lambendo il montante...brutto segno!  Al 25° Bissaro triangola sulla fascia sinistra e viene liberato al centro per il 2-0 che chiude la prima frazione. Cresce "Bocia" Frangipani che libera Gollin al tiro ma Degan non si fa sorprendere; dopo il 3-0 subìto all'8° da Corrias con un 2vs1 da manuale ed il 4-0 al 12° di Nicastro in contropiede la FGialla inizia finalmente a giocare: tre schemi da corner portano al tiro Lazzarini dalla banda, Frangipani dal centro e ancora "Lazza" d'esterno ma Degan oggi è insuperable. Il Kaos, forse appagato, molla la presa e il "Bocia" s'invola solitario verso l'estremo kaotico che sventa di tacco il face to face. Anche il President è liberato solo davanti a Degan ma la palla è troppo arretrata e il tutto sfuma. Gli ultimi 5' vedono la FGialla sperimentare l'uomo di movimento che però non porta alcun frutto, anzi arriva il 5-0 del Kaos al 29° con tiro dalla propria area verso la porta sguarnita. Il gol della bandiera lo sigla Bonato, agli sgoccioli, appostato vicino al II palo. Termina con un pesante 5-1 che mette in risalto tutti i difetti e le mancanze di quei giocatori gialloneri che sono ancora inesperti e non ancora pronti ad affrontare certe situazioni e variabili tattiche; probabilmente siamo partiti troppo bene e questo ha mascherato i vari difetti, ora questa, al momento, è la nostra vera faccia...anzichè migliorare, stiamo regredendo, quindi non alzeremo l'asticella, ma faremo un passo indietro...

Campionato – Serie C2 – 6^ Giornata Andata (24.10.2013) # Febbre Gialla-Pool Bolzanese 0-3 (0-2): Tre sculacciate riportano la FG/Paulaner sulla terra! Che la Febbre Gialla-Anno Zero dovesse prima o poi pagare lo scotto del suo essere "under construction" era previsto, ma grazie all'umiltà, ad una forma atletica sopra le righe e anche alla fortuna era riuscita ad arrivare indenne fino alla 6^ giornata superando brillantemente alcuni notevoli scogli: ma quando calano tensione, concentrazione, umiltà e si incappa pure in una giornata di fiacchezza fisica generale non si può che prendere sberle. E' toccato alla Bolzanese, interpretando la partita da FGialla, rifilare ai gialloneri, mai in partita veramente, una sonora e meritata battuta d'arresto casalinga. L'incontro inizia con le due formazioni che si fronteggiano con un po' di titubanza, sbagliando parecchio e senza creare grosse occasioni. Bonato libera di tacco Zanghi in profondità ma l'assist di ritorno è tarpato da un provvidenziale salvataggio di un difensore. Casarin, su punizione, scalda le mani di Cavalli e due girate di Bighi escono di poco. Al 6°, con i gialloneri schierati, imbucata per il pivot Bighi che tiene palla e rimorchio da manuale di Bassetto che infila lo 0-1. Ci prova Bertinazzo dai 12 metri, barriera sfiorata e gran parata di Sartin. La FG/Paulaner riesce a provare tutti gli schemi da corner andando sempre al tiro ma non centrando lo specchio, mentre "Dottor" Sidoti, con tanto di fascia da Capitano in onore della fresca laurea, sfonda a sinistra e deflagra un rasoterra destinato verso il II palo per Mister Esposti, che "Stracco" Sartin mette fuori tempo con una lieve, ma determinante, deviazione di unghia! “Baffo” Bighi combatte con i centrali gialloneri che però, ingenuamente, gli danno troppo appoggio e favoriscono la sua continua ricerca del fallo. La partita è bruttarella alquanto e i padroni di casa non stanno mettendo in campo la solita grinta e fame e risultano fiacchi, spuntati e prevedibili. Botta di Pirillo da fuori e sfera che sibila a lato di poco; al 31°, Cava, fin qui inoperoso, è costretto a raccogliere la seconda palla dal fondo del sacco...ancora un'imbucata per il pivot, abbastanza telefonata ma non arginata dalla molle retroguardia febbricitante, con rimorchio di Casarin e ineccepibile 0-2. Termina il I tempo. La ripresa inizia con erroraccio di posizione dei gialloneri che rischiano di subire gol da calcio di inizio, ma la traversa salva Uku. Bel duetto Mezzanotte-Zanghi che sfondano a sinistra ma il tutto sfuma con un cross imprendibile. Ci prova il "Bocia" Frangipani con due colpi di testa...e questo la dice lunga sulle trame offensive giallonere di stasera! La FGialla si butta in un pressing alto ma fatto male: sempre in ritardo sugli avversari, sempre il pivot biancazzurro marcato dietro anzichè davanti, sempre secondi sulla palla e sempre perdenti nei contrasti. All'11° arriva pure lo 0-3 su corner con Segarizzi dimenticato incredibilmente a centro area...La Bolzanese si chiude giustamente a riccio e riparte 2-3 volte con Bighi e Segarizzi (che colpisce anche un palo). Per il resto è sterile predominio territoriale birraiolo con possesso di palla che però porta solo a conclusioni da distanze siderali annullate senza patemi da Sartin. Negli ultimi 5' i padroni di casa esibiscono un discreto 4+1 col President portiere di movimento ma il risultato non cambia fino al fischio finale. Pessima prestazione globale sotto tutti i punti di vista e quindi giusta sconfitta; ma non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi adesso, con una vittoria avremmo potuto accarezzare la vetta della classifica, ma sarebbe stato sinceramente troppo, con questa sconfitta rientriamo nei ranghi e ci rendiamo conto che il nostro percorso di crescita è appena all'inizio e ce n'è ancora tanta di strada da fare. Da salvare ci sono gli schemi da corner che sono riusciti quasi tutti e il "portiere di movimento" fatto scolasticamente, che non ha portato a grandi conclusioni ma nemmeno a subire pericoli...

Campionato – Serie C2 – 5^ Giornata Andata (17.10.2013) # Futsal Dolomiti-Febbre Gialla 3-3 (0-1): La sfida con la capolista finisce...pali e patta! Battesimo del fuoco per la "FGialla-Anno Zero" che, alla 5^ di campionato, si trova di fronte il Futsal Dolomiti, capolista, imbattuto e a punteggio pieno, imbottito di ex e guidato sapientemente in panca dall'ex centrale giallonero Mirco Introvigne. Sfida ìmpari sulla carta dato il notevole divario tra le due compagini di affiatamento, esperienza, qualità tecniche e pure tattiche...ma una cosa è certa: i giovani apprendisti gialloneri ci metteranno gambe e cuore, poi alla fine si vedrà cosa ne sarà venuto fuori. Come sempre fatto fino ad ora la FG/Paulaner schiererà in campo entrambi i suoi portieri, brillanti ed in piena forma: la prima frazione è affidata ad Andrea "Cava" Cavalli che è subito costretto ad alzare sullo spigolo alto della traversa una fiocinata di Splendore e a deviare una bella girata di Donini. La troppa irruenza dei difensori birraioli, condita da una buona dose di ingenuità, fa sì che la FGialla si trovi caricata di ben 4 falli già al 7°, che la condiziona non poco. Dopo un incrocio esterno con tiraccio defilato ancora di Splendore arriva il ghiotto break degli ospiti: Vitiello si fa intercettare il passaggio da Cap Bonato il quale si presenta solo davanti a Galati che chiude le gambe e non si fa bucare. Una manciata di secondi dopo Lazzarini smarca in piena area dolomitica Silvietto che però indugia a tirare e preferisce l'appoggio all'accorrente Frangipani contrato all'ultimo. Bella imbucata centrale su Mezzanotte che si gira da par suo ma alza troppo la mira; gli risponde Donini con una percussione di forza conclusa con diagonale che si stampa sul montante pieno. Indubbiamente i biancorossi di casa hanno il predominio territoriale ed un ottimo palleggio, ma la marcatura a uomo giallonera è abbastanza puntuale e non offre grandi spazi. Dopo un'altra traversa alta scheggiata da Donini con Cava che controlla, la FGialla passa in vantaggio con una sassata dalla distanza di Sidoti deviata da Mizzon, 0-1. A fine I tempo grossa possibilità offerta agli ospiti per raddoppiare dal dischetto del tiro libero: "Shpalman" Sidoti si appresta ad esplodere il suo sinistro al napalm, ma ne esce un'inguardabile ciofeca strozzata e caracollante che si spegne ampiamente sul fondo (poi rivelerà di essere stato distratto da "fischi sommessi e schiocchi di labbra di un avversario"....ma si può sbagliare un tiro libero per questo??? Derisione eterna per lui!!!). Nell'intervallo consueto cambio di estremo difensore tra i pali con discesa nella mischia di Uku Corea che vede subito la sua traversa tremare su bordata di Splendore a coronamento di una partenza rabbiosa condorina. Ma al 1'26" di gioco Lazzarini, in posizione anomala di pivot, smista per Mezzanotte sulla destra che si divora metà campo e incrocia di precisione nell'angolino lontano, 0-2. Il Dolomiti non ci sta e si butta a pressare altissimo, Donini lotta come un demonio con Pirillo e Bertinazzo ed è battaglia. Bravissimo "Gollum" Gollin ad uscire pulito dalla pressione come imparato da poco, ma all'8° Vitiello chiude un bel triangolo stretto ed infila di punta l'1-2. La FGialla vacilla, pecca di poca esperienza e subisce il 2-2 un minuto più tardi: Vinci si libera in fascia, tira in diagonale, Uku ci mette la mano ma "serve" il liberissimo Mizzon che infila da due passi. Sull'onda del pareggio ottenuto i dolomitici proseguono ad aggredire alti ma la FGialla esce bene sulle bande o appoggiando al pivot. Gli entusiasmi condorini vengono raffreddati al 13° dal "Mago" Zanghi autore di un siparietto paranormale: prima di un corner a favore il "Mago" Alessio gesticola inspiegabilmente verso la panchina come stesse esultando, nessuno capisce che voglia...schema perfetto da angolo con palla a lui per la botta immediata che s'infila sotto le gambe di un sorpreso Galati e prezioso 2-3...ci si chiede se abbia esultato in anticipo o cosa? Boh, è un Mago, l'avrà pre-visto! Il Dolomiti non ci vede più dalla rabbia e attacca a testa bassa ma non con lucidità; gli scontri sono durissimi in ogni parte del campo tra scivolate, simulazioni e spigolosità varie, il gioco non sarà bello, ma l'adrenalina scorre a fiumi. Grande prova ancora una volta del "Bocia" Frangipani che svolge alla perfezione il ruolo di antidoto al mortale veleno del temutissimo Florian, impedendogli più volte di mordere. La retroguardia giallonera combatte coltello fra i denti ed il resto lo fa un superlativo Uku(rukuku) che esegue due uscite basse da rapace artigliando la sfera a Vitiello e Donini. Il capolavoro lo fa però sulla cannonata ravvicinata di collo pieno di Splendore sulla quale il portierone, ancora a terra, alza la mano intercetta miracolosamente, rischia di buttarsela alle spalle e la blocca a terra...proteste biancorosse per un presunto gol fantasma ma sinceramente della fagiolata non s'è capito nulla. L'arbitro, posizionato quasi sul fondo campo, dice di no. Ancora Corea sugli scudi al 27°: si butta sul Torax danzante in area e subisce un calcio sulla mano, poi arpiona la palla e ancora gliela viene fallosamente strappata dalle mani, alza il braccio verso il cielo per richiamare l'arbitro e con la "mano di Dio" devia la botta a quasi colpo sicuro di Vitiello...che numero! Sidoti riesce in una sua tipica fuga, suolata a sdraiare Galati ma s'incarta al momento di freddarlo. Al 28° il Dolomiti fruisce di un tiro libero e Donini non sbaglia, 3-3. Gli ultimi minuti trascorrono nel marasma più completo, l'arbitro non fischia più nulla a nessuno ed è autentico Far West con tanto di spettacolare lancio di scarpa di Donini verso il direttore di gara che lo grazia con un benevolo giallo...Termina 3-3, col Dolomiti che si rammarica per i troppi pali presi e con la FGialla che ripensa ai 32 legni colpiti nella scorsa stagione e calcola che è ancora in credito di 26! Che battaglia signori! Stavolta abbiamo sperimentato lo scontro frontale con una squadra obiettivamente superiore e non ne siamo usciti con le ossa rotte: ancora una volta c'è la conferma che atleticamente e tatticamente ci siamo (sappiamo difendere sempre meglio e anche il pressing alto avversario non è più "questo sconosciuto"), ma abbiamo ancora moltissimo da migliorare dal punto di vista della tecnica individuale...Importante era vedere come molti nuovi gialloneri avrebbero vissuto questo insidioso faccia a faccia e il test ha dato un buon responso. Proseguiamo a costruire...

Campionato – Serie C2 – 4^ Giornata Andata (10.10.2013) # Febbre Gialla-Bassa Atesina B 3-2 (2-1): La FG/Paulaner trascinata alla vittoria dal suo "Golden Bocia" Frangipani! Dopo la battuta d'arresto con l'HSL (ma solo per il risultato finale non certo per la prestazione) la FGialla-Anno Zero è chiamata ad un pronto riscatto contro il farm team della Bassa Atesina Unterland Futsal di serie B: l'obiettivo primario è confermare quanto di buono si è fatto nell'ultimo incontro quanto a creazione di gioco e migliorare però la fase realizzativa. Per infortunio non può essere della partita l'ex di turno il "Prof." Bertinazzo. Il brillante stato di forma di entrambi gli estremi difensori gialloneri fa sì che anche stavolta si verificherà un avvicendamento tra i pali tra primo e secondo tempo, intanto parte "Cava" Cavalli. La Bassa schiera la sua linea verde in un rombo attendista con il più maturo Poddesu a fare da chioccia ai giovani e la FGialla risponde con un inusuale iniziale quartetto di nuovi acquisti guidati dall'esperto Capitan Silvietto. Il giro-palla bolzanino è abbastanza fluido e a pochi tocchi, e subito si apre un corridoio in cui Frangipani infila l'Agla e serve Bonato dimenticato da tutti, ma Larentis esce prontamente e la ghiotta occasione sfuma. Al 5° da riuscito schema d'angolo Bonato si coordina bene ma Larentis mette sul fondo; altro schema da corner e Lazzarini spara un siluro a fil di palo. I gialloneri hanno in mano il pallino del gioco e riescono a creare parecchio: Frangipani viene anticipato di un soffio sul II palo, Sidoti imbuca su Mezzanotte, va a rimorchio ma la sua torpedine scheggia il montante; al 19° un insistito giro-palla sbilancia il rombo biancoverde tutto a destra, Lazzarini converge verso il centro ed imbuca secco verso "Gollo" Gollin che, con molta arguzia, anzichè stoppare fa un velo che sorprende Larentis e la sfera così si infila pulita nell'anGollino: è il Gollonzo dell'1-0. Prima segnatura per Gianma "il n° 3, quello piccolino" con la nuova casacca. Da questo momento Mister Gualti lancia i suoi a pressare altissimi a tutto campo costringendo la Bassa a lanci lunghi e passaggi fuori misura. Cavalli è impegnato solo due volte: sbroglia in uscita un contropiede e respinge bene una sassata di Poddesu su punizione. Al 24° incredibile gol mangiato sottoporta da Mezzanotte che non riesce nel tap in vincente, ma bersaglio colpito invece al 27°: splendido triangolo in velocità con Pirillo e rasoterra di Igor Midnight che buca sotto le gambe l'estremo bronzolotto, 2-0. La FGialla dà l'impressione di dilagare da un momento all'altro: da Esposti a Bonato che gira per l'accorrente Pozzato che spara ottimamente verso il II palo ma Larentis ci mette una gran pezza. Al 31° però gli ospiti si trovano inaspettatamente sul 2-1 grazie ad una delle rare sortite in avanti: Poddesu spara una delle sue minelle, Cava respinge ma sui piedi di Franceschini lasciato colpevolmente solo, che appoggia in rete. Fine primo tempo. La ripresa vede da subito i gialloneri ancora in pressing altissimo e bassatesini in seria difficoltà nella gestione della palla: due tiri di Zanghi ad incrociare escono di un soffio, missile di Sidoti che s'infrange sul palo, imbucata giurassica del President su Mezzanotte e puntata presidenziale che lambisce l'incrocio, insistita azione di Gollin che supera con un rimpallo anche Larentis ma il tocco verso la porta sguarnita si arena beffardamente contro il montante destro. Troppe occasioni buttate al vento, troppi errori sotto porta, e la punizione arriva puntuale: da un'apparentemente innocua azione ospite scaturisce il 2-2 di Poddesu dimenticato in area che batte l'incolpevole e, fin qui, assolutamente inoperoso, "Uku" Corea entrato ad inizio ripresa. E' il 16° ed i bolzanini hanno 14 minuti per provare a tornare in vantaggio e si riversano in avanti con tanta foga ma con non tanta lucidità. Punizione ghiotta dai 10 metri con schema, non realizzata, Lazzarini si autolancia con uno scatto bruciante ma non trova nessuno sul II palo, mentre Frangipani si beve sul fondo un bronzolotto e, a tu per tu, con Larentis non inquadra la porta. Miracolo incredibile del n° 1 biancoverde su conclusione ravvicinata di Bonato...la porta pare stregata. Al 25° Silvietto lancia di piatto verso Frangipani che, pur marcato stretto, stoppa la bomba di addominali, si pettina, si mette il gel effetto bagnato, si sistema la fascetta, pensa a qualche Milf vista in vacanza e gira al volo in rete: grande gesto tecnico del "Super Bocia", classe '94, che si merita l'affettuoso abbraccio del Capitano per questo gol determinante che lo premia per il tanto lavoro, anche sporco, che fa sempre e per la grande serietà ed impegno che dedica alla squadra. E' 3-2 FG/Paulaner, ma non c'è da star tranquilli...ad un niente dalla fine deve pensarci Uku(rukuku) a tirar fuori dall'angolino basso con la punta delle dita una fetida palla che tutta la panca ospite aveva già visto in rete. Terza vittoria, anche questa naturalmente sudata e col minimo scarto ma buona per il morale: si costruisce tanto ma si sbaglia ancora troppo, bisogna lavorarci su. In 4 gare appena 4 gol subiti, e va bene, ma solo 7 fatti, ed è troppo poco, stiamo facendo risultati da terza categoria di calcio a 11 (2-1, 2-1, 0-1, 3-2)...dobbiamo essere più precisi e cinici sotto rete, miglioreremo...

Campionato – Serie C2 – 3^ Giornata Andata (03.10.2013) # Hic Sunt Leones-Febbre Gialla 1-0 (1-0): A volte, quando si perde, si vince...! Può sembrare una frase fatta, oltretutto tratta da un film vecchiotto e abbastanza melenso come "Al di là dei sogni", ma è azzeccatissima come commento conclusivo alla prestazione della Febbre Gialla Anno Zero, impegnata nello spumeggiante incontro con l'HSL. I gialloneri scendono sul parquet delle Valier con determinazione e oculata circospezione, ben sapendo che i Leones incontrati nell'amichevole d'agosto erano sicuramente la brutta fotocopia della squadra che combatterà oggi in campo. Esordio assoluto per Daniele Pozzato e difesa della porta affidata, per la prima frazione di gara, a "Cava" Cavalli. FGialla subito alla conclusione con Sidoti che bombarda verso Virciglio e guadagna un angolo; gli risponde Montel su punizione con stessa sorte. Capitan Bonato ruba palla sulla 3/4 azzurra e scarica per l'accorrente ex-Leones Zanghi, il cui tiro è però facile preda di Virciglio. Bravo Cavalli a salvare di piede su sviluppo di un angolo e subito dopo è graziato da Schgör che, liberato magistralmente da Montel, tira sul fondo con la porta spalancata. Passato lo spavento i gialloneri replicano con una ripartenza conclusa dal volpone Mezzanotte con sua tipica girata sulla quale Virciglio fa il miracolo...il palo poi fa il resto. Al 15° i Leones passano con un'azione un po' rocambolesca: una palla danzante in area giallonera è allontanta in extremis da Mister Gualti ma, complice un rimpallo imprevedibile, arriva pulita pulita e bella bella sui piedi di Macrì molto bravo a spedirla di prima all'incrocio, 1-0. Mentre Cava prosegue il suo duello personale contro le punizioni di Montel respingendo stavolta di stinco, i suoi compagni ripartono con un 3vs1 da manuale con scarico arretrato di Midnight verso il limite dell'area al President liberissimo, che arriva sull'Agla ripetendosi alla nausea il mantra "devo-tirare-basso, devo-tirare-basso, devo-tirare-basso"...inutile dire dove sia finita la cannonata...cmq non bassa! Con la botta di Pirillo che lambisce il montante termina un primo tempo non bellissimo e molto equilibrato in cui le due formazioni sono rimaste forse troppo contratte e sospettose. Nella ripresa la FG/Paulaner scende in campo con tutt'altro piglio, abbandona i timori reverenziali e decide di stanare i Leoni: i primi 5' di gioco sono un'aggressione senza sosta al rombo basso azzurro con un discreto giro-palla, tanto agonismo e tanta personalità...manca però sempre la precisione nell'ultimo passaggio. Virciglio ci mette il piede sulla rasoiata di Sidoti e poi per ben 3 volte mette i pugni sulle bordate di Bertinazzo dalla distanza. L'HSL è costretto a difendersi e può solo affidarsi ai lanci lunghi del portiere per Montel che ingaggia duelli rusticani con i centrali ospiti. Gran lancio di Uku Corea, subentrato tra i pali nella ripresa, che pesca Bonato, assist per Gabry Sidoti che di suola sdraia il portiere ma si vede respingere la conclusione defilata da un difensore. Gialloneri arrembanti con tanta generosità e grinta: esempio su tutti il solito preziosissimo Bòcia "Maionese" Frangipani che corre assatanato, ma con testa, pressando tutti e chiudendo ogni spazio. "Shpalman" Sidoti, ancora convalescente, comincia a perdere lucidità ma riesce comunque ad esibirsi in uno slalom in fascia con fetente tiro incrociato, Virciglio è insuperabile e ci arriva con la punta delle dita. Tutto molto bello. I gialloneri osano anche ad alzare ulteriormente il baricentro e inevitabilmente subiscono due ripartenze di Sanfelici che si presenta a tu x tu con Uku(rukuku), superbo a mantenere inviolata la porta con due interventi da grandissimo. Nei 10' finali il "cantiere" giallonero non molla un centimetro, adotta il pressing altissimo, chiude i più esperti e rodati Leones nella loro 3/4 e cerca il pertugio giusto con una buona circolazione di palla: Virciglio blocca in mischia un rasoterra pericolosissimo, devia una bomba di Bertinazzo ed è salvato (!) da Mezzanotte che si trova sfortunatamente sulla traiettoria del piattone a colpo quasi sicuro del "Mago" Zanghi. "Action Man" Silvietto guida i compagni all'arrembaggio, attacca, copre, recupera, litiga, subisce falli, commette falli, un vero trascinatore! Allo scadere De Cassan fugge solitario in contropiede ma Uku "il Mariachi" chiude a valanga. Il triplice fischio finale consente ai Leones di tirare un sospiro di sollievo e di archiviare il loro prezioso 1-0. Bella, bellissima prestazione, soprattutto nel II tempo: tanti ed importanti passi avanti nel progetto di crescita di questa squadra che a fine agosto era ancora un blob informe, che sta eliminando le ingenuità e le imprecisioni di inizio stagione ed ha iniziato con oggi ad imporre anche il proprio gioco...e questa è la nostra vittoria...fare gioco! Lo scarico e la rotazione fatti con diligenza e con l'obiettivo di liberare spazi, qualche imbucata, la sempre più chirurgica marcatura a uomo...bravi, siamo contenti, ed i tanti complimenti ricevuti, in questa nostra attuale realtà, valgono più dei tre punti ottenuti ad esempio nelle due partite precedenti: perchè questi 3 punti "morali" sono il trampolino per ottenere nell'immediato futuro tanti altri 3 punti "reali"!

Campionato – Serie C2 – 2^ Giornata Andata (26.09.2013) # Febbre Gialla-Futsal BZ 2007 B 2-1 (2-0): Il cantiere FG/Paulaner vince di misura la sfida del "pressing totale" contro la linea verde C5! Secondo appuntamento di campionato per la FGialla "Anno Zero" che stavolta incontra il giovanissimo farm team del C5 Futsal BZ impreziosito dallo squalificato Perri; dato che questa squadra emula nel gioco il pressing totale ed altissimo dei cicinquini di C1, Mister President decide di giocare a specchio e prepara i suoi ad affrontarli nello stesso modo ricordando le parole sagge del loro mister, Mongelli: "Se non li andiamo a prendere, cosa siamo venuti a fare qui? Potevamo starcene a casa!" Il primo tempo vede quindi le due formazioni aggredirsi a tutto campo annullandosi reciprocamente: il pressing di questo tipo, se non fatto a regola d'arte, come nel caso dei gialloneri che hanno uomini che ancora stanno imparando l'ABC del calcio a 5, è destinato a favorire gli errori nei passaggi, fa aprire voragini improvvise e sconfinate, consente continui e rapidi capovolgimenti di fronte...il ritmo, per essere una C2, è sicuramente più alto della media, ma la qualità del gioco non è certo esaltante. La FGialla accusa molto l'assenza pesantissima di "Shpalman" Gabry Sidoti che in queste praterie avrebbe fatto il diavolo a quattro. Il primo pericolo lo corre Corea che "ci mette la faccia" per chiudere in corner una fuga di Perri; risponde Mezzanotte che riceve spalle alla porta e si gira di mestiere mettendo fuori di un niente. Ancora "Uku" Corea è costretto ad uscire a valanga per chiudere prima su Obwexer e successivamente su Perri. Riesce bene uno schema da corner per la sassata di Zanghi, preda di Garbin. Doppia conclusione dalla sinistra per il President con doppia respinta di Garbin. Da schema su rimessa laterale i biancorossi di Baracca colpiscono un clamoroso palo interno su rasoiata di Perri. Al 24° "Prof." Bertinazzo anticipa imperiosamente sulla propria 3/4 e serve in corsa il "Mago" Zanghi che avanza...avanza...avanza ed esplode il secco diagonale vincente, 1-0. Le due squadre continuano a lottare a tutto campo non mollando un centimentro: le imprecisioni sui passaggi, da entrambe le parti, non si contano, ma si va avanti così correndo tutti come assatanati. Gran lancio con le mani dell'estremo giallonero a pescare Silvietto Bonato al limite dell'area cicinquina, palla stoppata e rimorchio del velocissimo Lazzarini che spara un rasoterra sul quale Garbin fa il miracolo parandolo sotto le gambe. Al 29° azione birraiola quasi in fotocopia: lancio millimetrico di Uku(rukuku) Paloma per "Action Man" Bonato, scarico all'accorrente "Scheggia" Lazzarini che si beve in velocità un virgulto biancorosso e rimette al centro dal fondo per il tocco vincente di Capitan Silvietto che onora nel migliore dei modi la nuova fascia griffata Gigi Buffon (originale e su gentile concessione di President Rossi!), 2-0. Nell'intervallo la FGialla fa il punto della situazione: 2-0 sopra, si è corso abbastanza per 30 minuti, anche troppo, e spesso a vuoto, si è sbagliato tanto, da ora si passa a uomo ma solo nella propria metà campo. A difesa schierata i gialloneri acquistano molta più tranquillità e precisione nei passaggi e si vedono finalmente un po' di trame di gioco decenti: "Gollum" Gollin prova due fughe sulla sinistra, mentre "Bocia" Frangipani morde le caviglie a qualsiasi essere animato passi nella sua zona. Il ritmo inevitabilmente è più compassato, i promettenti baby-C5 si affidano all'asse Perri-Es Sarti ma, pur facendo tanto movimento, non trovano spazi. Da altro schema di corner la palla arriva a Bertinazzo che sfiora l'incrocio dai 15 metri. Da un ingenuo retropassaggio al portiere scaturisce l'insidiosa punizione a due dal limite che Lazzarini respinge col corpo sulla linea di porta. Bel duetto nello stretto tra Bonato e Frangipani in area ospite, stile padre e figlio che giocano spensierati sui prati del Talvera, ma manca la zampata finale a coronare il tutto. Al 19° Pirillo tocca col braccio una palla schizzata in area ed è rigore sacrosanto: Obwexer non fallisce ed è 2-1. Subito dopo è Perri ad esplodere una fucilata dai 10 metri che Uku tocca quanto basta per mandare l'Agla a scheggiare la traversa. Occasionissima giallonera al 23° in seguito a pulita uscita dal pressing: sfera a Mezzanotte che supera Garbin in uscita disperata e prova ad infilare la porta sguarnita da posizione troppo defilata non vedendo l'accorrente e liberissimo Zanghi, palla sul fondo. Salvataggio al cardiopalmo al 26° quando "il n. 3, quello piccolino" Lazzarini si materializza per respingere in scivolata furibonda un rasoterra indirizzato a colpo sicuro verso la porta vuota. L'incontro è agli sgoccioli e l'ultima occasione è sui piedi del solito Perri: punizione poco fuori area con bomba terrificante che "Machete" Pirillo, appostato sapientemente sul I palo, respinge con coraggio salvando letteralmente il risultato. Triplice fischio su percussione insistita di President Esposti che supera vari contrasti direzione Garbin, più per tener palla e bruciare secondi che altro. Non è stata una bella partita, dal punto di vista tecnico-tattico, ma almeno è stata atleticamente molto combattuta e affrontata a viso aperto da entrambe. Portiamo a casa una vittoria sudata e ancora strappata con i denti: qualche piccolo passo avanti rispetto alla prima uscita si è fatto, ma la strada è ancora molto lunga. Stavolta nessuna ingenuità su rimessa laterale, ma ancora due retropassaggi vietati, bisogna stare più concentrati. Un sincero plauso a tutti per aver assimilato lunedì ed applicato oggi le uscite dal pressing e la pressione alta a tutto campo, bravi ragazzi!

Campionato – Serie C2 – 1^ Giornata Andata (20.09.2013) # Kickers BZ-Febbre Gialla 1-2 (0-1): ...anzi, CHICHERS-FIBER 1-2, come ha scritto il geniale custode (diversamente italiano) delle Roen! Venerdì 20 settembre 2013, la Febbre Gialla "Anno Zero" scende sul verde terreno gommoso delle mitiche Roen per la prima di Campionato: la prima vittoria è già stata ottenuta, la FGialla c'è, è viva e vegeta ed è ai nastri di partenza...da questo momento in poi tutto quello che verrà sarà comunque un successo. Dall'altra parte, in biancorosso, i Kickers di Capitan Verdi con una formazione ben rodata, con le uniche novità dei ritorni preziosi di Zoffreo e Masiello e la presenza dell'ex under FG, Biasio. I gialloneri partono con "Cava" Cavalli tra i pali e ben 8 uomini su 12 alla prima assoluta con la maglia marchiata Paulaner. Tanti dubbi e perplessità si affollano nella mente di Mister Gualti, considerando che alcuni non hanno mai giocato a calcio a 5 e questa è la terza volta che la squadra gioca insieme contro un avversario vero: ma la partenza giallonera è incoraggiante, pressing alto aggressivo, Capitan Bonato, fa fruttare i 15 kg. persi durante l'estate e sradica palla al centrale avversario, scarica su Sidoti e va a prendere l'assist di ritorno sul II palo infilando la porta da posizione defilatissima, 0-1. Rispondono i padroni di casa con Masiello che fugge sulla sinistra ma Cava non si fa sorprendere. Ci prova anche Zoffreo con uno spunto dei suoi, ma l'estremo ospite è attento e di piede devia in corner. Gran slalom fra due del "Mago" Zanghi che si presenta solo davanti a Vescoli bravo a respingere. Febbre Gialla che fa girare la palla ma non è certo fluida, nè precisa; rispetto agli scorsi anni c'è molta meno tecnica ma più atleticità e vigore fisico: Sidoti, febbricitante, quando sfodera la sua falcata fa sempre terra bruciata intorno ma la sua mira non è precisa. Pericolosa punizione Kickers con Zoffreo che spara una cannonata sulla quale Cava salva di braccio. Al 16° bella imbucata su Mezzanotte che libera l'adrenalinico "Bòcia" Frangipani sulla destra, tiro di prima, respinto, tapin di Igor "Midnight" che lambisce il montante. Col passare dei minuti il centrale Gollin acquista più fiducia nei suoi mezzi e si propone in avanti, mentre Lazzarini sfonda più volte sulla banda destra. Nei gialloneri manca tanto l'affiatamento e le azioni di conseguenza sono un po' troppo contorte e macchinose, ma le gambe vanno che è una meraviglia. La ripresa inizia con un diagonale di Zoffreo annullato da Cavalli e con un contropiede di "Scheggia" Lazzarini che salta l'ultimo uomo ma perde il face to face con il sempre ottimo Vescoli in perfetta uscita bassa. Si vede Masiello in percussione che esplode la botta da buona posizione ma Frangipani, uomo, anzi bòcia ovunque, salva opponendosi col corpo, per poi riversarsi come un fulmine nell'area opposta mancando di un soffio l'appuntamento con la rasoiata di Sidoti dalla sinistra. Col passare dei minuti la lucidità in casa giallonera comincia a venir meno...una cosa è giocare le amichevoli d'agosto, una cosa è l'adrenalina del campionato: per fortuna che al calare di qualcuno altri prendono invece più coraggio, Andrea Pirillo aumenta in personalità e chiude dietro facendo legna, il vecchio volpone Mezzanotte passa, alla bisogna, da pivot a centrale sbarrando ogni varco e il President dà tranquillità sulla fascia. I Kickers, sotto 0-1 da 50 minuti, non accennano a pressare e si affidano ai contropiedi di Zoffreo, Ezechiele e Pasquazzi, ma Cava fa sempre buona guardia e li sventa con tempistiche scivolate. A difesa schierata la FGialla non rischia nulla, ma sono gli errori in impostazione ad imbeccare le ripartenze degli avversari che però non sono precisi e spesso i passaggi finiscono fuori o vengono intercettati. Grande bomba del "Prof." Bertinazzo dai 15 metri, fuori di poco e bella puntata di Gollin che sfiora l'incrocio. Su una ripartenza biancorossa esce Cava di testa ma la palla finisce ad un avversario che da centrocampo calcia verso la porta indifesa, il lungagnone Sidoti fa valere il suo metro e 90 e stoppa tranquillamente di petto in area. Miracolo di Cava su fucilata in diagonale dal fondo del solito Zoffreo indirizzata all'incrocio, il portierone ci mette la mano ed il resto lo fa lo spigolo dei legni. Si arriva al 29° sempre sull'insolito risultato di 0-1 quando a Gabry Sidoti sale la febbre a 38 e decide di esalare l'ultimo respiro con un'azione travolgente da ex-C1: s'invola in banda sinistra, vince un contrasto con un difensore, danza sulla linea di fondo, rientra, suolata di sinistro a coricare Vescoli e scavetto delicato di destro sotto misura per lo 0-2 di classe che chiude virtualmente l'incontro. A non arrendersi è sempre bomber Zoffreo che nei minuti di recupero s'inventa una pregevole semirovesciata al volo su palla in caduta dallo spazio e infila il bellissimo 1-2. Broggi fischia la fine. La Febbre Gialla "Anno Zero" conquista i suoi primi 3 punti, con la consapevolezza di essere appena al 30% della sue potenzialità, con la certezza che il lavoro tecnico-tattico è ancora lunghissimo, con la convinzione che i margini di miglioramento sono enormi: bisogna correggere tantissime cose, errori, ingenuità, inesperienze, ma di sicuro non ci sono da migliorare umiltà, voglia, gambe e cuore, di queste qualità ce n'è a pacchi. Facciamo nostro il sottotitolo del libro "Febbre Gialla" del giallista Carlo Lucarelli: "...la febbre sale...l'inseguimento è appena all'inizio!"...pemmmm!